Alfano smentisce lo sfogo, ma spunta un testimone

Minzolini conferma: "Aneddoto raccontato alla presenza di una terza persona"

Roma - Il giorno dopo il dettagliato retroscena in cui Augusto Minzolini, sul Giornale, racconta di un accorato sfogo di Angelino Alfano con il titolare del negozio di cravatte sartoriali «Talarico» sulla difficoltà di Ncd di andare oltre il 3% nei sondaggi (la soglia di sbarramento prevista dall'Italicum) e conquistare il cuore degli elettori, si apre un acceso botta e risposta tra i protagonisti della vicenda.La prima mossa sulla scacchiera la consuma lo stesso ministro dell'Interno con una replica piccata. «Per quanto inutile e stucchevole, siamo costretti a smentire quanto riportato oggi da il Giornale in un articolo, a firma di Augusto Minzolini, che parte dalla prima pagina con il titolo Alfano: perché non mi votano?. Si tratta di un articolo destituito di ogni fondamento dal primo all'ultimo rigo, che rende la credibilità giornalistica di Augusto Minzolini solo un lontano e sbiadito ricordo che, però, si sposa perfettamente alla mai acquisita credibilità politica nel suo assai precario ruolo di senatore». «Nonostante l'abitudine continua a rattristarci, semmai, che un giornale che ha avuto nel novero dei suoi direttori il grande Indro Montanelli si sia ridotto a una stupida buca delle lettere dei rancori e delle invidie dei soliti tristemente noti», conclude la nota.Una smentita arriva anche da Maurizio Talarico, titolare del negozio di Via dei Coronari che vanta tra i suoi clienti politici e diplomatici di alto livello, tra cui Matteo Renzi, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e Silvio Berlusconi. «È totalmente falso quanto riportato sul Giornale questa mattina. Il ministro Alfano, che è un mio cliente, non mette piede nel negozio da due anni» commenta Maurizio Talarico all'agenzia Adnkronos. «Non so quali possano essere le fonti, ma posso dire che le circostanze riportate non sono veritiere e sono inesatte. Aggiungo che non ho mai conosciuto il senatore Minzolini, che non rientra tra i clienti abituali del mio negozio. Ovviamente - prosegue Talarico - mi riservo di agire nelle opportune sedi per tutelare il mio nome e il nome della società Talarico cravatte, chiedendo di rettificare immediatamente la falsa notizia».Minzolini di fronte alla doppia replica non arretra di un millimetro. E aggiunge un particolare al racconto del giorno prima: la presenza di una terza persona al colloquio «incriminato».«Con simpatia per la memoria del signor Talarico mi limito a dire che l'aneddoto mi è stato da lui raccontato in un incontro fortuito in via dei Coronari alla presenza di un testimone», racconta il senatore di Forza Italia. Puntualizzazioni rivolte nella stessa forma anche al leader Ncd in un successivo comunicato. «Mi accorgo solo ora della smentita del ministro Alfano. Ribadisco che l'articolo riporta un aneddoto raccontatomi alla presenza di un testimone».FdF

Commenti

Beaufou

Sab, 05/03/2016 - 08:45

Ahahah. La smentita del pettegolezzo. Questa sì che è importante, Alfano, ci faccia vedere chi è lei. Se poi l'Italia diventa una casbah senza legge nè regole nè decoro nè onore, al picciotto siculo non importa nulla, finché tiene le chiappe su una poltrona ministeriale. Stia attento, Alfano, che non gliela sfilino da sotto quando meno se l'aspetta, e si occupi di qualcos'altro che delle battute di un venditore di cravatte...Ahahah.

Ritratto di guga

guga

Sab, 05/03/2016 - 09:17

Tutto sto' can can per che cosa? per un 3%, forse.. che,per quanto poco è roba sprecata; ma coloro che lo votano chi sono?? a cosa pensano, non lo sapevano da subio che colui sventola al vento, degno erede del duo ..ini che sono ancora per aria sfruttando un refolo di vento fino alle prox elezioni cioè per altri tre anni?

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Sab, 05/03/2016 - 09:38

Stia tranquillo alfano non è il solo che non voterò mai più. E' in buona compagnia: traditori, incapaci, deficienti, ignoranti, malversatori, intascatori di bustarelle sulla gestione di immigrati e via con la lista. Buon 0% alle prossime elezioni.

FRANGIUS

Sab, 05/03/2016 - 10:04

IL FATTO DI NON CAPIRE PERCHE'NON LO VOTANO DA GIA' CONFERMA DELLO SCARSO ACUME MORALE E POLITICO DEL SOGGETTO.ANCHE IL PIU' SPROVVEDUTO NON VOTERA'MAI PER STO ALFANO CHE HA PERMESSO DI GOVERNARE AI COMUNISTI CON CONSEGUENTI IRRIPARABILI DANNI PER LA NOSTRA POVERA ITALIA.ORA SI DIMOSTRA NON SOLO UN GIUDA,MA ANCHE UNO SPERGIURO.ED E' MINISTRO DELL'INTERNO....

buri

Sab, 05/03/2016 - 10:09

non c'è da stupirsi che la diffusione della notizia delle lamentele di Alfano non siano gradite dallo stesso. ma valeva la pena di piantare tutto quel casino? a noi non ce ne frega niente se la notizia stessa sia vero o no anche perché è molto plausibile chi troppo vuole provare non prova niente

Anonimo (non verificato)

nordest

Sab, 05/03/2016 - 12:09

Alfano non sei una persona seria sei una piattola o zecca ,non hai fatto gli interessi degli Italiani ma solo i tuoi.

Ritratto di ...gufidiTag£ia...

...gufidiTag£ia...

Sab, 05/03/2016 - 12:15

algerino alfango TORNATENE IN AFRICA

iotului

Sab, 05/03/2016 - 13:13

Basta ricordarsi chi e' Minzolini("Berlusconi assolto") ed e' tutto.

pinosan

Sab, 05/03/2016 - 17:25

Quello che mi colpisce,non è se alfano ha detto questa frase,ma il fatto che il commerciante,che vende cravatte a 200/300 euro l'una,abbia nominato:Berlusconi Renzi Napolitano ed altri politici,suoi abituali clienti.Io le cravatte le acquisto al mercatino rionale a 5/6 euro,non sono un politico,ma un pensionato che ha lavorato 40 anni ed ha contribuito, a pagare gli stipendi ai nostri cari politici affinchè si possano comperare le cravatte da 300 euro.