Alfano sulla graticola. "Ora deve dimettersi". Renzi frena: teppistelli

Il ministro fa spallucce: "Scongiurata una Genova bis". Ma le opposizioni adesso vogliono la sua testa

Roma - Milano per un giorno diventa il luna park dei delinquenti. Il centro viene messo a ferro e fuoco dai black bloc e le polemiche per la gestione dell'ordine pubblico - dalla scelta di autorizzare una manifestazione ad alto rischio nel cuore della città alla decisione di procedere al semplice «contenimento» dei violenti - divampano furiose.

Nel mirino il ministro degli Interni, Angelino Alfano, che sceglie una strategia difensiva molto semplice: abbiamo evitato guai peggiori. «Abbiamo rischiato un altro G8 e garantito che non fosse versato sangue. Abbiamo fermato molti delinquenti: adesso massima durezza contro questi farabutti col cappuccio. Nessuno si sogni di liberarli subito». Nessuna autocritica neppure dal premier Matteo Renzi. «Quattro teppistelli figli di papà non riusciranno a rovinare l'Expo» dice il premier. «Gli italiani sanno da che parte stare».

Le parole del premier e del ministro degli Interni non convincono, però, le opposizioni. In prima linea c'è Matteo Salvini che convoca i milanesi a Piazza della Scala lunedì per una manifestazione contro i violenti. «Qualcuno ha permesso a questa gente di fare i suoi porci comodi. C'è un ministro dell'Interno che dovrebbe vergognarsi, chiedere scusa e poi dimettersi, e c'è Renzi che invece di dire che l'Italia s'è desta, per poi regalare una figura di fango all'intero globo, dovrebbe cominciare a lavorare, sul serio, cosa che da un anno non sta facendo».

Toni simili vengono adottati dal Movimento 5 Stelle. «Il ministro dell'Interno ha la credibilità di Topo Gigio» dice Luigi Di Maio. «Il dispositivo di sicurezza fa acqua da tutte le parti, non perché abbiamo pochi poliziotti, ma perché c'è un ministro che non è capace di coordinarli». Per Forza Italia è Daniela Santanchè a puntare il dito contro il dispositivo di sicurezza. «Nessuno, Alfano in testa, pensi di archiviare lo scempio con qualche frase di rito e magari un'informativa in Parlamento. I black bloc hanno saccheggiato la città: perché tutto ciò non è stato bloccato per tempo dato che si conosceva la pericolosità della manifestazione? Alfano se non è in grado di garantire l'ordine pubblico cosa ci sta a fare al Viminale?». Durissimi anche i toni di Fratelli d'Italia. Ignazio La Russa individua «la prima responsabilità della violenza annunciata nella legge sulla tortura recentemente approvata dalla sinistra che ha legato le mani a polizia e carabinieri». Giorgia Meloni se la prende con Alfano, Renzi e Pisapia. «Gli occhi del mondo puntati addosso e quattro deficienti incappucciati devastano un'intera città, mentre Alfano probabilmente sta mangiando le patatine allo stand di McDonald's e Pisapia ci spiega che ripulirà immediatamente, con i soldi degli italiani, i danni fatti dai suoi amichetti dei centri sociali. E Renzi? Usa il manganello con la minoranza Pd. Mi vergogno di voi, vigliacchi».

Commenti

titina

Dom, 03/05/2015 - 08:55

le opposizioni che sanno solo dire ad ogni occasione: dimissioni, dimissioni non servono a niente. Ma secondo loro se ci fossero stati loro i black bloc avrebbero avuto paura?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 03/05/2015 - 09:00

Spallucce, spallucce. Svelti, svelti, pulire tutto, pulire tutto. Dai, dai, svelti, pulire, pulire, pulire tutto. Silenzio, tacere, omertà. Omertà, omertà! Via le tracce, via le tracce, dai, via le tracce, presto, presto. Fate presto! Ehm, scusate, ma cosa è successo? Ah, quei quattro teppistelli, figli di papà? Me ne frego! Me-ne-fre-go! (Come diceva lui, caro lei!) Sembrano assassini che vogliono nascondere il cadavere e le tracce prima che arrivi l'ispettore o chi per lui a ficcanasare.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 03/05/2015 - 09:06

Apprendisti stregoni che pensano di essere al governo per giocare al piccolo chirurgo.

VittorioMar

Dom, 03/05/2015 - 09:12

Dovrebbero dimettersi in molti :chi ha minimizzato,chi non ha dato direttive ai magistrati,chi ha sempre coccolato i burattinai(sindaci e amministratori locali),chi non ha isolato i facinorosi facendoli individuare ed arrestare.Sono i cittadini milanesi che sono stati TORTURATI e limitati nella libertà!Colpiti nella loro proprietà!Quanti reati in una volta sola!

linoalo1

Dom, 03/05/2015 - 09:22

Non può dimettersi perché è rimasto incastrato nella Poltrona!

Ritratto di Loudness

Loudness

Dom, 03/05/2015 - 09:39

Titina, fammi capire... quando al governo c'è il centro destra, basta un sassolino che si distacca da una muretto a Pompei per far dimettere un ministro (Bondi). Quando poi al governo c'è il centro sinistra, nemmeno fatti gravi come questo sono validi per far dimettere un ministro? Tenendo anche conto che Alfano è anche il ministro dell'invasione... e già solo questo sarebbe sufficiente per incolparlo di alto tradimento alla Repubblica.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 03/05/2015 - 09:41

E'giunta l'ora della esecuzione dell'omminicchio più indecente del governo ABUSIVO spudoratamente ancora in carica con il silenzio complice di un quacquaracquà come Cotonato Mattarella!

Ritratto di echowindy

echowindy

Dom, 03/05/2015 - 09:47

E’ MAI POSSIBILE CHE QUESTA MEZZA FIGURINA DI ALFANO, UNA IMBECILLITA’ DA PSICANALISI, MA CON TANTO LEGAME AFFETTIVO PER LE POLTRONE CHE CONTANO, SIA ANCORA A CAPO DI UN MINISTERO CHE FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI..? VISTO I FATTI, E’ DEFINIBILE CON SICUREZA CHE CON ANGELINO IL NOSTRO PAESE E’ IN GRAVE PERICOLO.

montenotte

Dom, 03/05/2015 - 09:49

Sono d'accordo con VittorioMar, ma Alfano purtroppo ha dei limiti evidenti per la gestione dell'ordine pubblico, non solo perché ingabbiato da Renzi, ma anche perché non è il suo mestiere:lo ha dimostrato sull'immigrazione.

AndreaT50

Dom, 03/05/2015 - 09:57

Il problema, caro ministro, non é aver evitato il peggio, il problema é che non doveva succedere! La polizia deve avere tutti i mandati necessari (anche scomodi) per mantenere l'ordine pubblico. Si dimetta! Grazie

fcf

Dom, 03/05/2015 - 10:18

Renzi parla di teppistelli. Grazie a un presidentello di un governetto di imbelli incapaci di tutelare i cittadini, i teppistelli possono fare quello che vogliono, impuniti.

lamwolf

Dom, 03/05/2015 - 11:36

Alfano ma mica siamo scemi come ci vorresti far passare! Abbiamo visto le immagini dei violenti, passeggiavano e devastavano. Tutto nella massima tranquillità. E allora qualsiasi pinco pallino può stare al tuo posto per cui lascia stare e cambia incarico ma soprattutto mestiere.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 03/05/2015 - 16:43

Poverino, evidentemente non si rende conto di cosa sia accaduto, visto e commentato in tutto il mondo. Evidentemente lui ed suoi uomini non avevano neppure visto che il giorno prima c'erano "persone" che andavano oscurando le telecamere nelle strade, quelle dove il giorno dopo hanno combattuto. Eppure lo abbiamo visto in tanti, in diretta TV. Forse sono stati fermi sapendo che erano solo 4 teppistelli figli di papà, come infatti il mondo intero ha poi potuto vedere.

jeanlage

Dom, 03/05/2015 - 19:44

In questo momento l'Italia ha una grave crisi istituzionale. Le mancano infatti almeno: Presidente della Repubblica, Presidente della Camera, Presidente del Senato, Ministro dell'Interno e Ministro delta Pubblica Istruzione. Ci sono alcuni guitti che, per tenere su di morale gli Italiani, recitano in quei ruoli, ma la commedia è patetica.

rigadritto

Lun, 04/05/2015 - 12:28

Alfano è antipatico quanto loè D'Alema tanto per capirci. Ma dimettersi perchè di grazia? perchè nessuno si è fatto male seriamente? diamoci tutti una calmata

NickByte

Lun, 04/05/2015 - 13:37

Tutto organizzato. Trattativa con i Centri Sociali (che sono sempre di Sinistra come il Governo) per non fare troppi danni in cambio di non rifare una nuova Genova, Maroni aveva già pronti in cassa i soldi per pagare i danni ai cittadini .... Tutti complici. Hanno ragione i fedeli del Corano a dire che la civiltà occidentale fa schifo.