ALLARME SICUREZZA

Bari Sarà un voto blindato. Dopo un valzer di rivelazioni che fanno da contorno a un'inchiesta della magistratura (i rappresentanti di lista intascherebbero fino a 50 euro in cambio di voti), le forze dell'ordine corrono al capezzale della Puglia elettorale: due agenti per ogni seggio e la Digos a vigilare. Qui si è abbattuta anche la tegola dei quattro «impresentabili» nell'elenco dell'Antimafia. Ma se Enzo Palmisano (Movimento Schittulli) annuncia la decisione di denunciare la commissione, Massimiliano Oggiano (Oltre con Fitto) ricorda di essere stato assolto in primo grado dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa; Fabio Ladisa (I Popolari) respinge la richiesta di ritirarsi del suo candidato governatore Michele Emiliano, mentre Giovanni Copertino (Fi) si proclama innocente e si dichiara «pronto al suicidio».