Allarme sicurezza, i sindaci: "Alfano e Renzi ci lasciano soli"

Dal Pd alla Lega, i sindaci di mezza Italia lanciano l'allarme: "A noi viene chiesto di presidiare il territorio, ma da Roma arrivano sempre meno risorse"

L'allarme terrorismo dilaga in tutta Europa, ma l'Italia cosa fa? Toglie i soldati dalle strade e rinuncia a presidiare il territorio. Non bastava l'ormai cronica carenza di risorse che affligge le forze dell'ordine: ora ci si è messo anche il governo Renzi, con la bella idea di ridimensionare l'operazione "Strade Sicure", che dal 2008 vedeva i militari di pattuglia nelle città.

A pagarne le conseguenze, come sempre sono i sindaci. Chiamati a garantire il governo del territorio senza avere le deleghe per gestire la sicurezza. Interpellati dai cittadini - che non si rivolgono certo a Roma per risolvere i problemi di ogni giorno - e troppo spesso sprovvisti dei mezzi necessari per rispondere adeguatamente.

All'indomani degli attentati di Parigi, era stato il sindaco di Verona Flavio Tosi a lanciare l'allarme: "Non si può rinunciare al controllo del territorio: occorre controllare chi arriva in Italia, sapere cosa ci viene a fare e per quanto tempo, abbandonando la politica delle frontiere colabrodo o del soccorso navale indiscriminato contrabbandate come politica di accoglienza - ha ammonito Tosi - Quel che è accaduto a Parigi potrebbe accadere anche da noi."

Un avvertimento che non è rimasto inascoltato. Il Giornale ha intervistato Tosi e vari altri sindaci, di diverso colore politico, sui temi della sicurezza e della prevenzione del terrorismo. I tagli del governo sono un problema per tutti, le soluzioni molto differenti.

Da Cremona (dove tra l'altro era venuto a predicare l'imam integralista Bilal Bosnic) il democratico Gianluca Galimberti riconosce che i tagli alle forze dell'ordine hanno costretto l'amministrazione ad "aumentare il numero di agenti di polizia locale", ma ammette anche bisogna ancora lavorare in direzione della creazione di "una rete di presidio del territorio, con pattuglie, presidii, conoscenza del terreno."

Una preoccupazione condivisa dal collega forzista Ettore Romoli, sindaco di Gorizia. Il capoluogo isontino è da mesi oggetto di continue ondate migratorie da parte di immigrati provenienti dai Balcani, come avevamo a più riprese raccontato. "Siamo una città di confine, da quando la Slovenia è entrata nell'area Schengen i confini non sono più presidiati", spiega il primo cittadino.

Che non esita a puntare il dito contro il ministro Angelino Alfano e Mare Nostrum: "Quell'operazione ha aperto i confini. Il rischio è alto, ma noi sindaci siamo stati lasciati soli."

Questo giudizio viene fatto proprio anche dal sindaco di Cantù Claudio Bizzozero, indipendente di centrosinistra. Che, pur lamentandosi della "latitanza" del governo, propone una soluzione originale: "Io vorrei più deleghe agli enti locali, comprese quelle per la sicurezza. A New York il sindaco è anche il capo della polizia."

Il sindaco di Cantù, però, non si nasconde che il problema è sempre quello: il taglio delle risorse da parte del govenro centrale: "Anche se avessimo le deleghe, non avremmo comunque le risorse."

L'Italia, insomma, conclude ancora Tosi, "sta facendo il contrario di ciò che va fatto. Sia in termini di controllo dell'immigrazione sia in termini di contrasto alla criminalità interna."

"Da più di un anno importiamo clandestini, oltre centocinquantamila da quando è partita Mare Nostrum - denuncia il sindaco leghista di Verona - Il governo ha approvato lo Svuotacarceri, abolito il reato di immigrazione clandestina, si vogliono depenalizzare alcuni reati". Serve altro?

Commenti

fedeverità

Ven, 09/01/2015 - 17:40

Alfano......TUTTI si domandano....ma il nostro MINISTRO degli INTERNI...con chi veramente collabora? SEI UN FALLIMENTO!!! te lo dico da parte di tutto il POPOLO ITALIANO!!!

opinione-critica

Ven, 09/01/2015 - 18:07

Egregi (si fa per dire) sindaci, vi siete scordati che Alfano lasciando il PDL ha abbandonato buona parte dei valori in cui credeva prima. Berlusconi lo ha "cresciuto" e lui lo ha tradito lasciandolo; abbandonando Berlusconi a perso una parte del suo nome: ha perso ALF ed è rimasto ANO da dare alla sinistra anti-italiana, la quale, trae vantaggio e piacere ad averlo...

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 09/01/2015 - 18:17

Coalizzatevi e portate alfano in tribunale per collaborazionismo con i criminali! Usate la magistratura come la usano i komunisti!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 09/01/2015 - 18:28

...I Sindaci della Lega e cioè i soli sindaci "italiani", avranno senza dubbio l'appoggio di tutti coloro che hanno a cuore la sorte del nostro Paese. Si prenda atto che la politica di sinistra dell'accoglimento indiscriminato degli extracomunitari, per fini strumentali è stato un vero fallimento per l'Italia e per l'Europa; Ne pagheremo le conseguenze.

filder

Ven, 09/01/2015 - 18:38

Se i sindaci di mezza Italia soltanto adesso se ne accorgono di essere stati lasciati soli da Alfano e company questo non può che essere un serio campanello d'allarme in quanto l'assedio dei clandestini e probabilmente degli imbucati estremisti non è da oggi cominciato ma bensì da anni ed ogni giorno che passa aumentano a vista d'occhio soltanto chi non vuole non li vede e sarebbe ora che viene intrapresa qualche misura preventiva e non aspettare che il gatto arriva al lardo perchè poi sarà difficile spiegare ai cittadini di come sono andate le cose.

killkoms

Ven, 09/01/2015 - 18:44

il compagno pisapia cosa dice?

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 09/01/2015 - 19:18

Cari sindaci, provate a rubare e spendere meno in caxxate e avrete di più per presidiare i vostri territori.

Accademico

Ven, 09/01/2015 - 19:36

Il Presidente del Consiglio nomini con tutta urgenza un collegio di suggeritori in pronto soccorso del ministro dell'interno, con il compito di indicargli le strategie da attuare in situazioni di emergenza.

Duka

Ven, 09/01/2015 - 19:46

Avete ragione Alfano è un pasticcione che dovrebbe dedicarsi ai limoni. Avrebbe decisamente miglior fortuna.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 09/01/2015 - 19:47

I sindaci non hanno capito che la cosa importante è dare le scorte a quelli della casta politica. Sindaci e territorio possono rimanere tranquillamente alla mercè del primo balordo che passa. Direi che sia il caso d'incominciare a chiedere armi di difesa personali.

FRANZJOSEFF

Ven, 09/01/2015 - 19:47

I SINDACI CERCAN SICUREZZA ANDATELO A DIRE AI SINDACI CD ARANCIONI ROSSI ARCOBALENO. CON LE LORO POLITICHE DI INTEGRAZIONE AIUTO ECOOMICO MOSCHEE APERTE A TUTI I COSTI CHE COSA VOLETE LA COLPA E' DI VENDOLA PISAPIA MARINO DE MAGISTRIS QUELLO DI TORINO E TUTTI QUELLI DELLE REGIONI CD ROSSE COLPA DEGLI ELETTORI DI SINISTRA E PRETI CATTOCOMUNISTI I CAVALLI SONO SCAPPATI ORMAI

Luis53

Ven, 09/01/2015 - 19:50

dove arriva un individuo inutile e dannoso per non perdere la poltrona

NON RASSEGNATO

Ven, 09/01/2015 - 20:03

I sindaci pensino solo a mantenere i traghettati e a dar loro una casa popolare, il resto non conta

FRANCO1

Ven, 09/01/2015 - 20:08

I sindaci ed i comuni vanno eliminati tutti, non servono a nulla se non a poltronare e stipendiare dirigenti (e company del poltronificio) di partito messi lì allo scopo di rimorchiare soldi; figuriamoci se si devono impegnare con l'ordine pubblico e con i vigili urbani...ma per favore!!!

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 09/01/2015 - 20:57

CARI SINDACI ancora non avete capito che con Alfano, SIETE SU SCHERZI A PARTE!!!!!LOL LOL Hasta mañana dal Leghista Monzese

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 09/01/2015 - 21:14

Ingrati,vi manda barche di immigrati.Chiedete a Buzzi ed alla coop "29 GIUGNO",organizzano corsi di avviamento alla delinquenza.....

ghorio

Ven, 09/01/2015 - 23:42

I lamenti dei sindaci sono di parte e rappresentano una corporazione. La cosiddetta polizia locale invece di fare contravvenzione per divieto di sosta faccia i controlli di competenza.

previlege

Sab, 10/01/2015 - 01:09

Alfano il più grande pagliaccio che il governo Italiano abbia mai avuto irresponsabile squallido incapace ,il suo vero posto sarebbe un circo da piazza

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 10/01/2015 - 01:13

Cosa si aspettavano i sindaci da quell'utile idiota che si è intrufolato nel governo tradendo vigliaccamente i voti del PdL? Cosa volete che aiuti i sindaci un incosciente che ha mandato la Marina Militare a prendere i terroristi addirittura in Libia? DA UNA RAPA NON SI PUÒ CAVARE SANGUE.

maurizio50

Sab, 10/01/2015 - 08:03

Una considerazione fin troppo evidente: non che Alfano sia un incapace totale, dato che a riguardo non sussistono dubbi, bensì che pari responsabilità nel disastro dell'ordine pubblico di questo paese sia del chiacchierone, messo a capo del governo di calabraghe oggi in carica! Ebbene, mentre i Sindaci del NordItalia lamentano l'impossibilità di gestione della sicurezza pubblica, nello stesso momento i vari Prefetti assillano i Comuni con la richiesta di raddoppiare i posti di asilo per i cosiddetti immigrati, vale a dire per la caterva di clandestini che l'Italia, grazie ai suoi governanti deficienti, continua ad importare a carrettate!!Questo schifo non finirà mai, se non finirà l'attuale governo! Forse l'unico che non l'ha capito è Berlusconi!!!!!!