Alluvione di Genova, altri guai per la Paita: è accusata di omicidio colposo

L'ex assessore alla Protezione Civile e candidata alla Regione è accusata di omicidio colposo e disastro colposo: si attende il rinvio a giudizio

È arrivata a chiusura l'inchiesta che vedeva indagata l'ex candidata alla regione Liguria ed ex assessore alla Protezione Civile Raffaella Paita. Un'inchiesta legata ai fatti dell'alluvione di Genova dell'autunno 2014, quando all'ombra della Lanterna vi furono anche dei morti.

L'accusa - anche se per il rinvio a giudizio bisognerà aspettare ancora qualche giorno - è pesantissima: omicidio colposo e disastro colposo. Unica indagata insieme alla Paita, riferisce il quotidiano genovese Il Secolo XIX, è l'ex responsabile della Protezione Civile in regione Gabriella Minervini.

Nella notte tra il 9 e il 10 ottobre scorsi diversi torrenti che attraversano il centro di Genova esondarono, provocando vittime e danni ingenti. All'epoca, scoppiò immediatamente una polemica sul mancato allarme e sulle responsabilità delle (assenti) politiche di prevenzione del dissesto idrogeologico del territorio.

Commenti

ESILIATO

Ven, 10/07/2015 - 15:25

Questa incapace mantenuta politica deve pagare per le proprie responsabilita. E' ora che rendiamo i politici responsabili delle loro azioni.

unosolo

Ven, 10/07/2015 - 17:00

questa farà carriera e arriverà in alto .

roberto.morici

Ven, 10/07/2015 - 19:21

Detta così sembra una cosa grave da far tremare le vene e i polsi. In realtà finirà in una bolla di sapone. Quando mai un personaggio della sinistra risulta responsabile di qualche reato. Il fatto non sussiste; non luogo a procedere; Ipotesi peggiore: prescrizione. E vai!

FRANZJOSEFF

Ven, 10/07/2015 - 19:50

SI DOVREBBE DIMETTERE DA TUTTE LE CARICHE. HO SBAGLIATO PERSONE E PAARTITO PER LA SINISTRA LE DIMISSIONI ESISTONO PER BERLUSCONI CD

franco-a-trier-D

Sab, 11/07/2015 - 10:05

AL PATIBOLO!