Alluvione Genova, indagata Raffella Paita

A un mese dal voto per le Regionali tegola in testa sul Pd: indagata la candidata presidente in Liguria

A un mese dal voto per le Regionali tegola in testa sul Pd. Il primo avviso di garanzia per l'alluvione del 9 ottobre scorso è stato notificato a Raffaella Paita, l'assessore alla Protezione Civile, attuale candidata alla Presidenza della Regione Liguria. La Procura della Repubblica le contesta la "mancata allerta", perchè quella sera, nonostante le previsioni meteorologiche sfavorevoli e le fortissime piogge in corso, rimase chiusa fino alla mezzanotte la sala operativa della Protezione Civile in viale Brigate Partigiane a Genova, che avrebbe dovuto coordinare i soccorsi.

I magistrati Gabriella Dotto e Patrizia Ciccarese da oltre sei mesi hanno aperto un fascicolo per disastro colposo ed omicidio colposo (la morte dell’ex infermiere Antonio Campanella), ma battono due filoni: il primo, appunto la mancata "Allerta-Due", il bollettino meteo dell’Arpal “errato” alle 18, che rassicurava sull’indebolimento della perturbazione; il secondo filone riguarda invece quanto è accaduto nei 40 minuti precedenti l’esondazione del Bisagno. Tutto questo anche se Paita, durante l'interrogatorio nei mesi scorsi, ha sostenuto "di essere stata presente in sala operativa tutta la notte". Nei momenti a ridosso del disastro, però, il funzionario responsabile Stefano Vergante alle 22,15 era a casa, a Molassana, impossibilitato a raggiungere l'ufficio perchè il Bisagno nel frattempo era esondato. Alla Protezione Civile non era presente neppure Gabriella Minervini, in quei giorni direttore alla Protezione Civile.

Commenti

Franco Ruggieri

Mer, 15/04/2015 - 19:41

Tranquilli, compagni: a lei la magisinistratura non farà nulla!

Luigi Fassone

Mer, 15/04/2015 - 22:41

Qui i casi sono due : La Magistratura sta rinsavendo,e iscrive i POTENZIALI colpevoli A BRETTIO,ossia senza far più distinzione tra DX e SX,oppure la Siora Paita ha rotto le uova nel paniere ai Cofferatiani,ossia ai trinariciuti...!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 15/04/2015 - 23:44

Non hanno fatto nulla a quelli del comune premiati addirittura per aver svolto malissimo il loro lavoro, figuriamoci se faranno qualcosa a una trinariciuta candidata del PD.

ESILIATO

Mer, 15/04/2015 - 23:51

Ci pensa Ingroia....

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 16/04/2015 - 00:24

Se è vero che hanno condannato quelli della commissione grandi rischi, poi assolti in appello, per un terremoto che è assolutamente imprevedibile, speriamo che condannino in via definitiva lei, burlando e tutti gli altri, dal momento che le alluvioni e i dissesti idrogeologici in un territorio devastato in quel modo sono prevedibilissimi, anzi certi!

ESILIATO

Gio, 16/04/2015 - 02:31

Mi meraviglio che la Paita sia scivolata su questa buccia di banana. Lei che ha imparato l'arte politica sotto Burlando dovrebbe essere piu scaltra ed attenta.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Gio, 16/04/2015 - 07:11

Caro Franco Ruggieri, abbiamo acquisito una tale fiducia nella magistratura che temo di peggio. Una settimana prima del voto uscirà una nota dal palazzo di giustizia di Genova, in cui si sosterrà che senza le azioni della Paita sarebbe potuto andare peggio.

zingozongo

Gio, 16/04/2015 - 08:16

una giustizia ad orologeria in vista delle votazioni ? ora che il Pd sta facendo faville e il consenso sale qualcuno vorrebbe forse mettergli i bastoni tra le ruote ?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 16/04/2015 - 08:30

Bella, Bella, questa Raffaella Patia. E' proprio il mio tipo. - ripr.ris.- 8,31 - 16.4.2015

Massìno

Gio, 16/04/2015 - 08:52

La solita inchiesta ad orologeria, fatta per aiutare un candidato impresentabile come Toti. I giudici di destra non si smentiscono mai.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 16/04/2015 - 09:20

"Compagni magistrati che sbagliano"!

montenotte

Gio, 16/04/2015 - 09:35

Lo avevo già accennato in un mio precedente commento. Non è possibile mettere le persone sbagliate al posto sbagliato. La Paita è sempre stata una funzionaria del PD, non aveva quindi nessuna competenza per fare l'assessore alla protezione civile e come tanti altri, è stata messa li per farle guadagnare più di 8000 € al mese.Ora è candidata alla presidenza della regione Liguria non certo per capacità ma per uno stipendio doppio altrimenti,come si dice, è senza arte nè parte.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 16/04/2015 - 10:12

#Massìno- 08:52 Ma le inchieste ad orologeria non erano, sino a ieri, una prerogativa delle toghe rosse? Sentire un kompagno che parla di inchieste ad orologeria da parte delle toghe nere suscita la più incontenibile ilarità.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 16/04/2015 - 13:14

zingozongo al contrario! Al ducetto fiorentino la candidata uscita dalle primarie evidentemente non andava bene, anche perché aveva scatenato non pochi dissensi, con dimissioni, all'interno del partito. Con lei si rischiava di perdere, quindi, chissà come, questo avviso di garanzia arriva a fagiolo, come si suol dire. Adesso vedremo chi sarà il nuovo candidato in Liguria, ma sicuramente qualcuno che ha molte più possibilità della paita, ormai completamente bruciata.