Amato: "La Terza via per la sinistra è fallita. Il populismo? Non è sconfitto"

Giuliano Amato, giudice costituzionale, parla a tutto campo sul futuro della sinistra, i suoi sbagli e l'Europa. Poi manda un messaggio al parlamento a proposito della riforma elettorale

L'ex presidente del Consiglio, Giuliano Amato, dal 2013 è giudice della Corte costituzionale. La sua attenzione, dunque, è rivolta su temi giuridici di altissimo livello. Ma il Dottor Sottile (così veniva chiamato quando collaborava con Craxi) non ha perso il pallino per la politica. E lo dimostra con l'intervista che ha concesso oggi al Corriere.

Parte dalla situazione in Francia, soffermandosi sulla crisi della sinistra (coi socialisti oramai ridotti al lumicino): "L'elettorato dei partiti della sinistra tradizionale aveva traslocato verso movimenti populisti. ma ora la fine della storia è il radunarsi di una larga maggioranza attorno a un giovane che promette governo". E ancora: "Per essere opttimisti sull'Europa è proprio importante che ci sia questa Francia, perché l'allargarsi del consenso a partiti di protesta, e il fatto che la stessa presidenza degli Stati Uniti ha saputo interpretare quella protesta, stavano segnando una strada di cui non vedevamo lo sbocco". Per Amato "alle spalle della protesta c'è un fallimento politico di proporzioni storiche".

Ma chi è che ha fallito? Amato butta nel calderone un pezzo stesso della sua storia. "Tra gli anni 80 e gli anni 2000 ci muovemmo nella scia dei cultori della Terza Via. Non eravamo noi che cambiavamo in proprio, era la società che stava cambiando. I camici bianchi sostituivano le tute blu, i tecnici sostituivano gli operai. Furono gli anni in cui emersero tutti i nodi sempre più pesanti di quella che chiamammo la crisi fiscale dello Stato".

Amato punta il dito soprattutto contro i due nomi simbolo della destra liberale: "Il duo Reagan-Thatcher diffondeva la magia del mercato come magia che, sconfitto il comunismo, avrebbe conquistato il mondo e sarebbe bastato a farlo crescere nella democrazia... ciò che non vedemmo era che la globalizzazione avrebbe portato nei nostri Paesi crescenti disuguaglianze e perdite di reddito, di patrimonio, di posti di lavoro". E si arriva alla cosiddetta Terza Via: "Era fondata sulla 'cetomedizzazione' dei ceti proletari, il che sarebbe acacduto in Cina e in India, mentre nei nostri Paesi ci sarebbe stato un contraccolpo di impoverimento degli stessi ceti medi. Quando questo arrivò, noi avevamo quasi smantellato l'intervento pubblico sul uale si era costruito il secolo socialdemocratico". E fa mea-culpa: "Io stesso, presidente dell'antitrust all'inizio degli anni '90, dicevo che ormai era la politica della concorrenza l'unica politica industriale che serviva. Ci siamo accorti solo dopo che non era così".

Capitolo populismi. "Ovunque ci sia stata un'attiva minoranza ispirata a un sentimento anti establishment, ha cambiato l'agenda politica. la maggiore efficacia i populisti l'hanno avuta nell'infiltrare coi loto temi il discorso dei partiti maggiori. Lo prova il passaggio da quella che era la correttezza politica a slogan qualche anno fa non pronunciabili".

L'ex presidente del Consiglio era e resta europeista. "Ci sarà sempre in Europa un po' più di condivisione del governo comune con gli Stati, rispetto a una federazione del secolo scorso. Ma questo non ci potrebbe impedire un'integrazione politica che rendesse realistico parlare di Stati Uniti d'Europa".

Ma come valuta, Amato, il risultato del leader laburista Corbyn, che per certi versi rappresenta la vecchia anima della sinistra, sicuramente non quella della Terza Via blairiana? "Non ha perso perché è rimasto vicino a quelli cui gli altri non erano neanche in grado di rivolgere la aprola, ma non è che avesse le risposte". Un esempio? L'università. "Costa troppo? facciamola gratis. Ma la parola gratis non funziona mai, perché c'è sempre qualcuno che paga".

Un ultimo passaggio importante, nell'intervista al Corriere, è quello sulla riforma elettorale. Amato, ovviamente, parla da giudice della Corte costituzionale: "Noi abbiamo dichiarato illegittima parte di una legge. L'esito delle sentenze viene trasmesso al parlamento perché ove serve intervenga. La corte è responsabile di ciò che essa ha fatto, non è responsabile di ciò che il parlamento non fa dopo le sue sentenze". E ancora: "Chi ha interpretato la sentenza della Corte come espressiva di un atteggiamento contro i sistemi maggioritari farebbe bene a leggerla, perché di sicuro non l'ha letta". Quindi, tradotto dal linguaggio tecnico-giuridico del professore, il parlamento potrebbe tranquillamente varare una legge maggioritaria. In modo tale da garantire la governabilità. Ovviamente Amato non dà indicazioni, si limita a dire che, ad esempio, il sistema francese (simile a quello delle nostre Comunali) non violerebbe la Costituzione. Un messaggio chiaro al parlamento. Che ovviamente è sovrano.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 13/06/2017 - 10:50

In quanto all'amata legge elettorale, si capisce anche senza leggerla che la famosa ratio-legis è quella del solito Tirannellum.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/06/2017 - 11:00

Il rapinatore notturno di banche non è ancora contento del premio conferitogli. Ancora parla...e pontifica.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 13/06/2017 - 11:09

Non so cosa altro possa aspettarsi dalla vita il monumentale Giuliano Amato. Forse solo la presidenza della Repubblica potrebbe essere un incarico a lui adeguato, anche se per molti Italiani, quelli del popolo bue, sarebbe visto come un altro ennesimo schiaffo. Comunque sia, di fatto, lui ha parlato e lo ha fatto con molta saggezza, come sempre.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 13/06/2017 - 11:30

..." il sistema francese (simile a quello delle nostre Comunali) non violerebbe la Costituzione. Un messaggio chiaro al parlamento. Che ovviamente è sovrano"... Caro dottor sottile il sistema francese attuale, cioé dopo la stupidaggine fatta da Chirac eliminando il settennato, é un obbrobrio che permette a Macron di essere eletto con il consenso di meno di un quarto degli elettori francesi e che domenica prossima permetterà al suo movimento politico di ottenere una maggioranza bulgara con il consenso di non più del 12% circa degli elettori! Vogliamo parlare di democrazia??? allora siamo seri per favore e non copiamo modelli che stanno portando alla dittatura!

antipifferaio

Mar, 13/06/2017 - 11:40

Mettila come vuoi...la sinistra fa schifo...punto!

LostileFurio

Mar, 13/06/2017 - 12:47

Penso che uno che ha pensioni e prebende come lui possa solo fare una cosa..... star zitto

Tarantasio

Mar, 13/06/2017 - 13:06

è la sua personale campagna per sedersi sullo scranno presidenziale e poter esternare tutti i giorni in the morning... oh yes...

Valvo Vittorio

Mar, 13/06/2017 - 13:41

E' fuor di dubbio che il sistema perfetto non esiste perché la società si evolve e i bisogni cambiano. Tuttavia il politico deve promettere le continue richieste che provengono dai cittadini. L'edonismo reaganiano va bene per un certo periodo e in particolari contesti degli altri paesi. Nenni cercava, una volta entrato al potere, la stanza dei bottoni senza trovarla! Le religioni promettono un mondo alieno, dove è possibile sbrigliare la fantasia! Credo che stare con i piedi per terra sia la soluzione più realistica.

Ritratto di malatesta

malatesta

Mar, 13/06/2017 - 14:42

Non chiamatelo piu' Amato che poi amato non lo e' affatto..chiamatelo se volete Botte d'oro da 38.000 euro/mese..indubbiamente meritati, visti i risultati..

m.nanni

Mar, 13/06/2017 - 15:08

l'ha detto chiaro e tondo; è il maggioritario la legge che serve all'Italia e che vuole il suo popolo. che la legga Berlusconi, l'intervista di un suo caro e fidato amico, come l'illustre Amato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 13/06/2017 - 15:15

@Memphis 35 - quanta ragione hai.

acam

Mar, 13/06/2017 - 15:32

amato: "era la società che stava cambiando", lui era delle bandiere di quella società, gli americani in testa. Le riviste tecnico scientifiche riportarono continuamente, quali sarebbero stati i cambiamenti sociali applicando i microprocessori, l'unica cosa che non fu centrata a pieno fu la rapidità dei risultati. I sindacati non immaginarono minimamente come sarebbe cambiato il mondo del lavoro per l’occidente e mantenere il wellfare ottenuto a caro prezzo dai lavoratori. L'estremo oriente con la loro manodopera a costo bassissimo, non ha avuto grandi problemi alla formazione di nuove classi sociali, gli americani e i tedeschi hanno profittato di queste facilitazioni economiche, che chiamano globalizzazione, che globalizza la miseria e sceglie le classi di ricchezza incontenibile. Caro signor sottile, avete sbagliato su tutti i fronti non cerchi ancora di insegnarci cose che abbiamo imparato a nostre spese, sulla nostra pelle, mentre lei guadagna stipendi astronomici vada vada.

baio57

Mar, 13/06/2017 - 17:04

Totale disprezzo verso questo personaggio.

incomprensibile

Mar, 13/06/2017 - 17:26

Ha fregato craxi figuriamoci il popolino

Luci60

Mar, 13/06/2017 - 17:40

taci ladro di conti correnti

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 13/06/2017 - 17:52

Sto grande mantenuto dal popolo dice finalmente che ha sbagliato ma non lo dice ai suoi "compagni" di merenda. La terza via a cui fa riferimento non é la terza via ipotizzata da blair ma é quella della destra sociale italiana. Che se ne vada al più presto!!!!

Italianoinpanama

Mar, 13/06/2017 - 18:22

la rata dei conti correnti il topo

forbot

Mar, 13/06/2017 - 18:54

Secondo il mio modesto modo di vedere: Quando una persona chiamata dalle Istituzioni per svolgere un compito di elevata responsabilità; questo compito lo svolge in modo scorretto, inimicandosi la maggioranza del popolo, costretto in modo subdolo a subire; dovrebbe per un minimo di correttezza, apparire il meno possibile sul palcoscenico del teatrino della politica attuale. Solo per evitare di creare ulteriore confusione. Ma tant'è.....

Cheyenne

Mar, 13/06/2017 - 19:07

AMATO RICORDATI DEL TUO TRADIMENTO. DA VICE SEGRETARIO E CONSIGLIERE DI CRAXI SAPEVI TUTTO . PERCHE' NON HAI DENUBCIATO? PERCHE' SEI UN RETTILE

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 13/06/2017 - 19:26

Solo ladro dei conti correnti? dimenticate la tassa di 40 mila lire sulle carte di credito!

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 13/06/2017 - 20:07

A Topo Gigio ce lo ricordiamo benissimo quando nel '92 mise le sue lerce manacce impure nei nostri conti correnti per di più di notte e a banche chiuse....Dovrebbe tacere e vergognarsi per quello che ha fatto e sparire dalla circolazione,altro che stare a pontificare sul nulla.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 13/06/2017 - 21:33

ma quando si tapperà la bocca costui ? non si vergogna di aprire ancora bocca dopo aer fatto una rapina notturna a discapito di tutti gli itlaini.....VERGOGNATI ! SPARISCI! E ABBI LA COMPIACENZA DI TAPPARTI LA BOCCA!

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 13/06/2017 - 21:35

....e dopo la rapina ha ancora il coraggio di dare dell'ignorante al popolo italiano....ma si crede di essere DIO ? sparisci!

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 13/06/2017 - 21:37

IGNORATELO! LADRO ! E' FACILE RUBARE A BANCHE CHIUSE! LADRO!

Ritratto di Pippo1949

Pippo1949

Mar, 13/06/2017 - 21:37

Ecco un altro che farebbe meglio,assai meglio,a starsene zitto......basta..basta......

Anonimo (non verificato)