Amministrative, le sfide negli altri capoluoghi di provincia

Alle amministrative di domani sono più di 20 i capoluoghi di provincia che andranno al voto. Tra le sfide più interessanti Monza, Piacenza, Lucca e Lecce

Domani si vota per le elezioni amministrative che riguardano oltre mille comuni, di cui 4 capoluoghi di Regione e 21 capoluoghi di provincia. La maggior parte delle contese elettorali sono concentrate al Nord ma si vota anche in importanti Comuni del Centro-Sud come Lucca e Lecce. Ecco l’elenco dei capoluoghi al voto che, solitamente, vengono trascurati.

Le sfide in Liguria e Piemonte

In Liguria, a La Spezia, il centrosinistra schiera Paolo Manfredini, sostenuto dal Pd, Italia dei Lavori, Sinistra a sinistra!, Laici Socialisti e da due liste civiche. Pierluigi Peracchini è il candidato del centrodestra appoggiato da Forza Italia, Lega Nord, FdI-An, La Spezia Popolare e da altre due liste civiche. Il Movimento Cinquestelle candida Donatella Del Turco. A destra Forza Nuova sostiene Maria Di Filippo, mentre Casapound appoggia Cesare Alietti Bruzzi. Alla sinistra del Pd ci sono: Cristiano Ruggia, candidato del Pci e di una lista civica, Lombardi sostenuto dalla lista civica Spezia Bene Comune e Guido Melley è appoggiato da Sinistra Noi sinistra e da altre due liste civiche. Infine, i candidati civici sono: Agostino Cuccinello (La Spezia si cura), Gaetano Russo (Città Nuova), Lorenzo Forcieri (Avanti per Spezia e Spezia al lavoro) e Giulio Guerri (Per la nostra città e Un Rinascimento per La Spezia).

In Piemonte, ad Alessandria, si ricandida il sindaco uscente del Pd, Rita Maria Rossa, sostenuta anche dai Moderati, dalla lista Sinistra per Alessandria e dalla lista Rossa. Il centrodestra si presenta con il leghista Gianfranco Cuttica di Revigliasco appoggiato anche da Forza Italia, da Fdi e dalla lista civica Siamo Alessandria. Michelangelo Serra è il candidato del Movimento Cinquestelle, mentre Emanuele Locci è l’uomo del Popolo della Famiglia, dei fittiani di Direzione Italia e dalla lista civica Locci sindaco. Vincenzo Cesare Miraglia è sostenuto dalla Federazione dei Verdi e da due liste civiche. Tra i candidati civici troviamo: Oria Trifoglio (Quarto Polo, Partecipazione Democratica e Patto per Alessandria), Gianni Ivaldi (Laboratorio Energie per il Domani e Riaccendiamo l’Italia).

Ad Asti il Pd candida Angela Motta, sostenuta anche da due liste civiche (Territorio è Cultura e Asti viva e solidale). Il centrodestra schiera Maurizio Rasero appoggiato da Forza Italia, FdI-An, Lega Nord, Rivoluzione cristiana e da 6 liste civiche. Massimo Cerruti è il candidato dei Cinquestelle, mentre Rita Balestreri si candida con Alternativa Popolare, centristi e altri. Il candidato della sinistra radicale è Giuseppe Passarino, appoggiato dalla lista #Unitisipuò e Un sindaco per amico. I candidati civici sono: Giuseppe Rovera (Ambiente Asti), Angela Maggiorina Quaglia (Cambiamo Asti) e Biagio Riccio (Dalla parte degli astigiani).

A Cuneo Federico Borgna, sindaco uscente, gode dell’appoggio dei Moderati, di due liste civiche e, a differenza di cinque anni fa, anche del Pd. Il centrodestra candida Giuseppe Menardi sostenuto da Forza Italia, dalla Lega Nord, da FdI-An, e dalla lista civica Grande Cuneo. Il Movimento Cinquestelle si presenta con Manuele Isoardi, mentre Casapound schiera Fabio Corbeddu. La sinistra radicale mette in campo Aniello Fierro, sostenuto dalla lista civica Cuneo per i Beni Comuni. Giuseppe Lauria è il candidato di tre liste civiche, Maria Luisa Martello quella della lista Cuneo Città d’Europa e di altre due liste.

Le sfide in Lombardia

In Lombardia, a Como, Maurizio Traglio è il candidato del Pd appoggiato anche dalla lista Svolta Civica e dagli Ecologisti e reti civiche. Mario Landriscina, invece, è sostenuto da Forza Italia, Lega Nord, FdI-An e dalla lista civica Insieme per Mario Landriscina. Fabio Aleotti è l’uomo scelto dal Movimento 5 Stelle. Infine vi sono vari candidati civici: Bruno Magatti (Civitas Progetto Città), Celeste Grossi (La Prossima Como), Alessandro Rapinese (Rapinese Sindaco) e Francesco Scopelliti (Como Futura e Giovane Como).

A Lodi il Pd presenta Carlo Gendarini, sostenuto anche da altre quattro liste civiche, mentre il centrodestra schiera Sara Casanova appoggiata da Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia - Alleanza Lodigiana, Pensionati e dalla lista civica Sarà il futuro di Lodi. Massimo Casiraghi è il candidato del Movimento Cinquestelle. Tra i candidati civici troviamo: Luca Scotti (Lodi al Centro), Stefano Caserini (110&Lodi), Giuliana Cominetti (Lodi è futuro e Cominetti sindaco) e Lorenzo Maggi, appoggiata da quattro liste civiche.

A Monza il Pd ripresenta il sindaco uscente Roberto Scanagatti, sostenuto anche da due liste civiche. Lo sfidante di centrodestra è il forzista Dario Allevi, appoggiato anche dalla Lega Nord, da FdI-An e da due liste civiche. Il Movimento Cinquestelle presenta Danilo Giovanni Sindoni. Michele Quitadamo è il candidato della Sinistra Alternativa (PRC-PCI), mentre Manuela Ponti si presenta con il Popolo della Famiglia. Gli ultimi due candidati sono i civici Pierfranco Maffé (Monza con Maffè e Io Cambio) e Paolo Piffer (CivicaMente).

Le sfide in Veneto e Friuli Venezia Giulia

In Veneto, a Belluno, il sindaco uscente, Jacopo Massaro, indipendente di centrosinistra, si ripresenta sostenuto dalle liste: In Movimento, Insieme per Belluno e Belluno in Più. Il Pd candida Paolo Bello e il centrodestra si presenta diviso. La Lega Nord schiera Franco Gidoni, mentre Forza Italia presenta Paolo Gamba che gode del sostegno di tre liste civiche (Obiettivo Belluno, Patto Belluno Dolomiti, Belluno è di tutti). Stefano Messinese è il candidato del Movimento Cinquestelle, mentre Elder Rambaldi si presenta con il Partito Comunista dei Lavoratori. Franco Roccon, invece, si candida con la lista Civiltà Bellunese.

In Friuli Venezia Giulia, a Gorizia, il centrodestra schiera il forzista Rodolfo Ziberna appoggiato da Forza Italia, Lega Nord, FdI-An, Udc, Partito Pensionati e da tre liste civiche. Il Pd si presenta con Roberto Collini, sostenuto anche da tre liste civiche. Il Movimento Cinqurestelle ha candidato Giancarlo Maraz, mentre Roberto Criscitello guida la lista Sinistra Unita. Infine vi è una sfilza di candidati civici: Silvano Gaggioli (Gorizia C'è - Gaggioli Sindaco), Ilaria Cecot (Gorizia Città Solidale), Franco Bertin (Movimento Popolare degli Italiani), Andrea Picco (Forum Gorizia per Andrea Picco Sindaco) e Federico Portelli (Gorizia - Portelli Sindaco e Borghi - Portelli Sindaco).

Le sfide nelle Regioni Rosse

In Emilia Romagna, a Piacenza, il Pd schiera Paolo Rizzi, sostenuto anche da due liste civiche. Il centrodestra presenta Patrizia Barbieri con l’appoggio di Forza Italia, Lega Nord, FdI-An, Partito Pensionati e due liste civiche. Andrea Pugni è il candidato del Movimento Cinquestelle. Gli altri candidati sono: Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune), Sandra Ponzini (Passione Civica), Stefano Torre (Torre Sindaco) e Massimo Trespidi (Massimo Trespidi Sindaco e I Giovani con Trespidi).

In Toscana, a Lucca, il sindaco uscente Alessandro Tambellini si ripresenta con l’appoggio del Pd, della lista Sinistra per Tambellini e di altre tre liste civiche. Il centrodestra candida Remo Santini che guida una coalizione con Forza Italia, Lega Nord, FdI-An e due liste civiche. Il Movimento Cinquestelle schiera Massimiliano Bindocci, mentre CasaPound candida Fabio Barsanti, sostenuto anche dall’Alleanza per Lucca. Gli altri candidati sono: Ilaria Quilici (Lega Toscana), Marina Manfrotto (Lucca città in Comune), Matteo Garzella (Lucca Avanti Tutta e Liberamente Lucca) e Donatella Buonriposi (Lei Lucca e Rinascimento sia).

A Pistoia il sindaco uscente Samuele Bertinelli si ricandida con il sostegno del Pd, della Federazione dei Verdi, di una Lista Comunista, della lista Sinistra per Pistoia e di sei liste civiche. Il centrodestra schiera Alessandro Tomasi, a capo di una coalizione formata da Forza Italia-Centristi, Lega Nord, FdI-An e Pistoia Concreta. Nicola Maglione è il candidato del Movimento Cinquestelle. Francesca Barontini è il capofila della lista Sinistra Italiana-Civica, mentre CasaPound schiera Lorenzo Berti. Gli altri candidati civici sono: Alessandro Sabella (Amo Pistoia), Roberto Bartoli (Pistoia Sorride e Prima Pistoia), Ginevra Lombardi (Pistoia Cambia e Pistoia in Movimento) e Alessio Cioni (Giovani Cittadini).

Le sfide nel Lazio

Nel Lazio, a Frosinone, il sindaco uscente Nicola Ottaviani si ripresenta appoggiato da Forza Italia, FdI, Alternativa Popolare e da altre sei liste civiche. Fabrizio Cristofari è il candidato del Pd, dei Socialisti e Riformisti e di altre tre liste civiche. Christian Bellincampi è il capolista del Movimento Cinquestelle, mentre Fernando Incitti è quello di Casapound. Gli ultimi due candidati sono: Stefano Pizzutelli (Frosinone in Comune) e Giuseppina Bonaviri (Giuseppina Bonaviri Sindaco).

A Rieti il sindaco uscente di Sel, Simone Petrangeli, si ricandida alla guida di una coalizione con Pd, Psi e quattro liste civiche. Il centrodestra si presenta con Antonio Cicchetti, sostenuto da Forza Italia, FdI-An, Udc, Direzione Italia e da altre cinque liste civiche. Lodovica Rando è la candidata del Movimento Cinquestelle, mentre Forza Nuova schiera Massimo D'Angeli. Giosuè Calabrese, infine, si candida con la lista civica Rieti merita.

Le sfide in Puglia e Sardegna

In Puglia, a Lecce, il centrodestra si presenta con Mauro Giliberti, appoggiato da Forza Italia, Direzione Italia, Noi con Salvini, FdI- An, Lecce Popolare e tre liste civiche. Carlo Salvemini è il candidato del Pd, della lista La Puglia in Più e da altre tre liste civiche. Il Movimento Cinquestelle schiera Fabio Valente, mentre Alessandro Delli Noci è il candidato centrista dell’Udc e di altre sei liste civiche. L’estrema sinistra, invece, candida Luca Ruberti sotto le insegne della lista Lecce Bene Comune. A destra Matteo Centonze è il candidato di CasaPound.

In Sardegna, a Oristano, il centrosinistra si presenta con Maria Obinu, sostenuta dal Pd, dal Psi, dal Partito Sardo d'Azione, dall’Unione Popolare cristiana e da due liste civiche. Andrea Lutzu è il candidato del centrodestra, appoggiato da Forza Italia, FdI-An, Riformatori Sardi e dalla lista civica Un'altra Oristano, mentre il Movimento Cinquestelle schiera Patrizia Cadau. I centristi si presentano con Vincenzo Pecoraro, appoggiato dall’Udc, dal Partito dei Sardi e da due liste civiche. Gli ultimi due candidati sono Anna Maria Uras (Coraggio e Libertà) e Filippo Martinez, sostenuto da tre liste civiche.