Amministrative, le sfide nei capoluoghi nel Sud

Domenica si vota in 761 comuni italiani dalle 7 alle 23. Nel Sud i capoluoghi di provincia coinvolti sono: Avellino, Barletta e Brindisi, Ragusa, Messina, Siracusa, Catania e Trapani

Domenica si vota in 761 comuni italiani dalle 7 alle 23. Nel Sud Italia i capoluoghi di provincia coinvolti sono: Avellino, Barletta e Brindisi. Ma le sfide più importanti si terranno in Sicilia: Ragusa, Messina, Siracusa, Catania e Trapani.

Le sfide in Campania e in Puglia

- Avellino Il Pd schiera Nello Pizza sostenuto anche da 6 liste civiche. Altri due candidati riconducibili al centrosinistra sono Nadia Arace, (Si può) e Luca Cipriano (Mai più). Anche il centrodestra si presenta diviso: da un lato Sabino Morano, appoggiato da Fi, Lega, Democrazia Cristiana-Udc e da una lista civica, dall’altro Dino Prezioni, candidato di Fratelli d'Italia insieme e di una civica. Per il Movimento 5 Stelle corre Vincenzo Ciampi, mentre con Casapound si presenta Giuliano Bello. Infine Massimo Passaro si candida con la lista civica 'Cittadini in movimento'.

- Barletta Il centrosinistra presenta Benedetto del Vecchio, sostenuto dal Pd, dai bersaniani di Articolo 1 e da 2 liste civiche. Alla sua sinistra si candida Carmine Doronzo che gode del sostegno di Sinistra Italiana e di altre 3 liste civiche. Il Movimento Cinque Stelle schiera Ruggiero Michelangelo Domenico Filannino, mentre il centrodestra si presenta diviso. Forza Italia, insieme ad altre 10 liste civiche, appoggia Cosimo Damiano Cannito. La Lega e Rivoluzione Cristiana, invece, propongono rispettivamente Ruggiero Flavio Basile e Rosa Gadaleta.

- Brindisi Il centrodestra si è diviso: da un lato Roberto Cavalera, sostenuto da Fi, Pri, Brindisi virtuosa-Udc e da tre liste civiche, dall’altro Massimo Ciullo, appoggiato da Lega-Noi con Salvini, i fittiani di ‘Noi con l’Italia’, Fratelli d’Italia-MovimentoPiù39 e gli alemanniani di Mns. Il centrosinistra, invece, si affida a Riccardo Rossi che gode dell’appoggio del Pd, di Leu e di 2 liste civiche. Il Movimento Cinque Stelle schiera Gianluca Serra, mentre Ferruccio di Noi si presenta con la lista ‘Impegno Sociale’.

Le sfide in Sicilia

- Ragusa Il sindaco M5S uscente Federico Piccitto ha deciso di non ricandidarsi e, al suo posto, i grillini hanno scelto di puntare su Antonio Tringali. Il Pd, in alleanza con una lista civica, schiera Peppe Calabrese, ma alla sua sinistra si candida il fuoriuscito Giorgio Massari, sostenuto da 4 liste civiche. Anche il centrodestra si presenta diviso: da una parte il forzista Maurizio Tumini che gode dell’appoggio anche di 3 liste civiche e dall’altra Peppe Cassì per Fratelli d’Italia e Sonia Migliore della lista civica Lab 2.0. L’ultimo candidato è il 'civico' Carmelo Ialacqua di Città Futura.

- Messina Il sindaco uscente di estrema sinistra, Renato Accorinti, si ricandida col sostegno di 3 liste civiche, mentre il M5S punta alla vittoria con Gaetano Sciacca. Antonio Saitta è il candidato di centrosinistra, sostenuto dal Pd, da LeU e da altre 4 liste civiche. Molto diviso e frastagliato il centrodestra. Il candidato ufficiale è Placido Bramanti che raccoglie attorno a sé Forza Italia, FdI, Noi con Salvini, il Popolo della Famiglia, il movimento del governatore Musumeci ‘Diventerà Bellissima’ e 5 liste civiche. Il ‘chiacchierato’ consigliere regionale Cateno De Luca, invece, corre appoggiato da 6 liste civiche. Chiudono il cerchio due ex forzisti: Emilia Barrile che si presenta con la sua lista civica “Leali - Progetto per Messina” e Giuseppe Trischitta che si candida con 2 liste civiche.

- Siracusa Il Pd si affida a Fabio Moschella, appoggiato anche da 3 liste civiche, mentre Francesco Italia, ex vicesindaco del renziano Giancarlo Garozzo (che non si è voluto ricandidare) è sostenuto da 3 liste civiche. Sempre a sinistra si schiera il civico Giovanni Randazzo candidato di ‘Lealtà e Condivisione X Siracusa’. Il M5S schiera Silvia Russoniello. Il candidato ufficiale del centrodestra è Ezechia Paolo Reale che gode del sostegno di Fi, FdI, Udc e di 5 liste civiche. La Lega corre da sola con Francesco Midolo, mentre Fabio Granata si presenta con Diventerà Bellissima e una lista civica.

- Catania Il sindaco uscente Enzo Bianco, ex parlamentare Pd e già sindaco della città negli anni ’90, si ripresenta per la quarta volta, sostenuto da 5 liste civiche. Il centrodestra si affida all’europarlamentare forzista Salvo Pogliese, appoggiato da Fi, FdI, Noi con Salvini, Udc, Diventerà Bellissima e da 4 liste civiche. Il Movimento Cinque Stelle schiera Giovanni Grasso. Infine vi sono due outsider: Emiliano Abramo (È Catania), e Riccardo Pellegrino, (Un cuore per Catania).

- Trapani Torna al voto dopo un anno di commissariamento dovuto alla mancata elezione del sindaco all’ultima tornata di amministrative. Giacomo Tranchida è il candidato del Pd e di altre tre liste civiche, mentre il M5S si affida a Giuseppe Mazzonello. Il centrodestra si presenta diviso: la Lega schiera Bartolo Giglio e Vito Galluffo ottiene, invece, il sostegno di Fi, Psi, Diventerà Bellissima e di 2 liste civiche. Peppe Bologna, infine, scende in campo con la Lista Scirocco.