Amministrative, le sfide nei capoluoghi del Nord

Il 26 maggio prossimo si terranno anche le amministrative in 30 capoluoghi. Al Nord si voterà a Rovigo, Bergamo, Cremona, Pavia, Biella, Verbania, Vercelli, Ferrara, Forlì, Modena e Reggio Emilia

Il 26 maggio prossimo, in contemporanea alle Elezioni Europee, si terranno anche le amministrative in 3.865 comuni e tra questi andranno al voto anche 30 capoluoghi (6 di Regione e 24 di provincia). Al Nord si voterà a Rovigo, Bergamo, Cremona, Pavia, Biella, Verbania, Vercelli, Ferrara, Forlì, Modena e Reggio Emilia.

Amministrative in Veneto e Lombardia

Rovigo torna al voto anticipatamente perché il leghista Massimo Bergamin, sindaco eletto nel 2015, è stato sfiduciato e ha dovuto lasciare dopo che la maggioranza dei consiglieri ha presentato le dimissioni. Qui la candidata a sindaco del centrodestra è Monica Gambardella, sostenuta da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e da due liste civiche. Edoardo Gaffeo è il candidato del Pd e di due civiche. Il Movimento Cinque Stelle presenta Mattia Maniezzo, mentre Casa Pound schiera Marco Venuto. Gli altri candidati sono: Antonio Saccardin in corsa con Presenza Cristiana, Silvia Menon sostenuta da tre liste civiche ed Ezio Conci, appoggiato da Cambia Rovigo e Rovigo Futura.

A Bergamo il sindaco uscente Giorgio Gori si ripresenta sostenuto dal Pd, +Europa e da tre liste civiche. A ostacolare la sua corsa verso la riconferma c’è il candidato di estrema sinistra Francesco Macario che si candida con la lista Bergamo in Comune. L’ex senatore leghista Giacomo Stucchi è il candidato del centrodestra appoggiato dal Carroccio, da Forza Italia, Fratelli d'Italia, Il Popolo della Famiglia (il partitino di Mario Adinolfi) e da una lista civica. Il Movimento Cinque Stelle schiera Nicholas Anesa.

A Cremona sindaco uscente Gianluca Galimberti si ricandida con il sostegno del Pd e di cinque liste civiche. Alla sua sinistra si schiera Alberto Madoglio per Alternativa Comunista. L’ex consigliere regionale forzista Carlo Malvezzi è lo sfidante del centrodestra appoggiato da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e da una lista civica. Il M5S presenta Luca Nolli, mentre Casa Pound schiera Diego Ratti. Gli altri candidati sono i civici Francesca Berardi (Cremona Cambia Musica) e Ferruccio Giovetti (#Giovetti - La cura di Cremona).

A Pavia il sindaco uscente Massimo Depaoli, dopo essere stato sfiduciato dal Pd, si ricandida appoggiato dalla lista civica Cittadini per Depaoli. Il Pd, invece, schiera l’assessore all’Ecologia uscente Ilaria Cristiani sostenuto anche da +Europa e Liberi e Uguali che si presenta sotto le insegne Pavia a colori. Il centrodestra appoggia il leghista Fabrizio Fracassi sostenuto da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e da una lista civica. Alla sua destra corrono Roberto Pisani per Grande Nord e Umberto Mangiarotti per Movimento Idea Sociale, mentre il M5S schiera Vincenzo Nicolaio.

Ammininistrative in Piemonte

A Biella il sindaco uscente Marco Cavicchioli si ricandida sostenuto dal Pd e da tre liste civiche. Per il centrodestra corre il leghista Claudio Corradino, 50 anni, appoggiato da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e da una lista civica. Il M5S schiera l’avvocato 44enne Giovanni Rinaldi, mentre l’ex sindaco forzista Donato Gentile ci riprova con il sostegno di quattro liste civiche. Ultimo candidato in lizza è Alessandro Pizzi per la lista civica Onda Verde Biella.

A Verbania il sindaco uscente Silvia Marchionini si ripresenta col Pd e il sostegno di due liste civiche. Alla sua sinistra si candidano il civatiano Renato Brignone (Una Verbania Possibile) e Vladimiro Di Gregorio (Partito Comunista). Giandomenico Albertella, architetto di 61 anni, è il candidato del centrodestra che gode dell’appoggio di Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e di una lista civica. Il Movimento 5 Stelle schiera Roberto Campana, 33 anni, consigliere comunale uscente.

A Vercelli il sindaco uscente, la democratica Maura Forte si ricandida sostenuta dal Pd, da Italia in Comune (il movimento di Federico Pizzarotti) e dalla lista civica Vercelli con Maura Forte. Il centrodestra unito (Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia) schiera Andrea Corsaro l’ex primo cittadino che ha amministrato la città prima della Forte. Il M5S presenta Michelangelo Catricalà, mentre +Europa punta su Federico Bodo. Gli altri candidati sono: Roberto Scheda (Voltiamo Pagina e Uniti si Vince), Alberto Profumo (SiAmo Vercelli) e Giacomo Ferrari (Vercelli Democratica).

Amministrative in Emilia Romagna

A Ferrara Aldo Modonesi si candida col centrosinistra a capo di una coalizione composta dal Pd e da tre liste civiche. Alla sua sinistra scende in campo Roberta Fusari col sostegno di +Europa, dei bersaniani di Articolo Uno che per l’occasione si presentano con il simbolo di Coalizione Civica e da una lista civica, mentre il ‘partito dei sindaci’ Italia in Comune schiera Alberto Bove. Il consigliere regionale leghista Alan Fabbri è il candidato del centrodestra, sostenuto anche da Forza Italia, Fratelli d'Italia e da due liste civiche. I candidati civici sono: Andrea Firrincieli (InnovaFE), Giorgio Massini (Ferrara Libera) e Francesco Rendine (Giustizia Onore Libertà).

A Forlì Giorgio Calderoni è il candidato del Pd, Articolo Uno e di due liste civiche, mentre il centrodestra gli contrappone Gian Luca Zattini che ha alle spalle una coalizione composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi, Noi Forlivesi, Udc e Repubblicani. Il Movimento 5 Stelle punta su Daniele Vergini, mentre i candidati civici sono Marco Ravaioli (Forlì SiCura) e Veronica San Vicente Capanaga (L'Alternativa per Forlì).

A Modena il sindaco uscente Gian Carlo Muzzarelli si ricandida appoggiato dal Pd, la Federazione dei Verdi, +Modena (ossia +Europa) e da tre liste civiche. Il centrodestra schiera Stefano Prampolini, sostenuto dalla Lega, da Fratelli d'Italia, da Forza Italia e dalla lista “Siamo Modena”. I centristi di Identità e Azione (movimento di Gaetano Quagliariello) presentano Luca Ghelfi, mentre il Movimento Cinque Stelle punta su Andrea Giordani. I candidati civici sono: Cinzia Franchini (Modena Ora), Carolina Coriani (Modena Volta Pagina) e Sergio Celloni (G.O.L.)

A Reggio Emilia il sindaco uscente Luca Vecchi si ripresenta sostenuto dal Partito Democratico, +Europa, Reggio È (i bersaniani di Articolo Uno), i tosiani di Fare!, i civatiani di Possibile e dalla lista Immagina Reggio. Il centrodestra punta tutto su Roberto Salati, appoggiato da Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Il Movimento Cinque Stelle candida Rossella Ognibene mentre Cinzia Rubertelli guida la lista Alleanza Civica.