Amministrative in vista Il Pd indottrina gli avvocati

Al teatro Diego Fabbri di Forlì dove sabato scorso si è svolto un corso di aggiornamento professionale promosso dagli ordini degli avvocati di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini mancavano solo le bandiere del Pd e poi il quadretto sarebbe stato perfetto. Ma è un dettaglio visto che in sala, come relatori, erano presenti ben quattro esponenti del Partito democratico. All'evento, che garantiva ai partecipanti quattro crediti formativi in materia di deontologia su quindici obbligatori da conseguire ogni anno, era stata resa nota da mesi la presenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando ma, dopo la decisione di quest'ultimo di scendere in campo e sfidare Matteo Renzi nella conquista della segreteria nazionale del partito, gli organizzatori hanno pensato bene di «riequilibrare» invitando anche esponenti politici di area renziana. A coordinare gli interventi è stato chiamato all'ultimo momento il deputato forlivese Marco Di Maio - che infatti non compare nella locandina ufficiale inviata agli avvocati tramite la newsletter dell'Ordine - componente del comitato a sostegno della riconferma del segretario uscente Renzi che, oltretutto, in Parlamento non è neanche in commissione Giustizia e nulla ha a che fare con la professione forense. Come del resto non vi ha a che fare la terza esponente del Pd invitata a tenere una lezione di deontologia agli avvocati romagnoli: Emma Petitti, ex deputata, attualmente assessore regionale al Bilancio (e Riordino istituzionale, Risorse umane e Pari opportunità) chiamata ad illustrare le «strategie della Regione Emilia Romagna per il contrasto alla violenza contro le donne». Ottimo tema per un convegno femminista, meno per un corso di deontologia.

Per completare il quadro non sono inoltre mancati i saluti ai partecipanti del sindaco di Forlì Davide Drei, anch'egli eletto col Pd, ça va sans dire.

Tutto in casa Pd, dunque: non si è pensato minimamente né di invitare rappresentati di altri partiti né che un corso di aggiornamento professionale valido per l'acquisizione di crediti obbligatori dovesse rimanere estraneo a logiche partitiche e non trasformarsi in un convegno politico a un mese dalle primarie e soprattutto a un mese dalle elezioni amministrative a cui sono interessati diversi Comuni della zona fra cui Riccione.

Commenti

maurizio50

Mer, 05/04/2017 - 08:42

E ringraziate il cielo che non abbiano fatto intervenire qualche rappresentante del disciolto PCUS. Nel Partito sedicente Democratico l'importante non è il vero, ma l'indottrinamento!!!

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 05/04/2017 - 08:53

Ricordo che in occasione delle primarie per le amministrative a Milano il PD ha chiamato a raccolta la comunità cinese molti dei quali non parlavano una parola di italiano.

giovanni PERINCIOLO

Mer, 05/04/2017 - 09:11

Questo lo chiamano "progresso". Infatti, a ben vedere, sembra che sia dal '68 che buona parte dei magistrati é stata debitamente indottrinata, oggi é la volta degli avvocati....

guardiano

Mer, 05/04/2017 - 10:01

L'islam per il proselitismo ha il corano, la chiesa ha il vangelo, loro hanno la propaganda prezzolata e falsa, purtroppo ci sono molti talmente illuminati fino a renderli ciechi che li seguono.

@ollel63

Mer, 05/04/2017 - 11:15

questa è l'Italia medievale voluta dalla sinistraccia italiana "quella dei cosiddetti fortissimamente antidemocratici, così ignoranti dal darsi quel nome di cui ignorano il significato"

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 05/04/2017 - 12:08

come definire questa cosa? fa schifo , vero? ma come mai davanti a questo continuo schifo, i vari ANDREA SEGAIOLO, TOTONNO58,GIORGIO1952, PONTALTI, EL PIRLON, DREAMER_66, XGERICO, SNIPER, ecc non appaiono? :-)

Trinky

Mer, 05/04/2017 - 14:06

però si sono dimenticati di invitare riflessivca, elkid e PAOLINA2......grave dimenticanza, sarebbero venuti con le bandiere rosse cantando bella ciao......

glasnost

Mer, 05/04/2017 - 14:09

La magistratura e la scuola sono feudi del PD. Inutile parlare di giustizia "uguale per tutti". In Italia esistono una giustizia politica ed una scuola politica. D'altronde erano i due ministeri che Togliatti aveva preteso dalla DC. LO sappiamo e li disprezziamo di conseguenza.

lavieenrose

Mer, 05/04/2017 - 14:20

scusate, ma nessun avvocato presente ha avuto la dignità di alzarsi e chiedere conto della scelta dei relatori? Mio nonno che oggi avrebbe più di 130 anni diceva che è meglio andare in bocca ad un sorcio che in mano ad un avvocato: vuoi vedere che aveva ragione?

Giorgio Colomba

Mer, 05/04/2017 - 15:21

Già arruolata a sinistra gran parte della magistratura, è tempo di irretire anche l'avvocatura. Finchè dura.

tonipier

Mer, 05/04/2017 - 17:42

"IL 90% PERCENTO DI QUESTA CATEGORIA SONO GIA'INDOTTRINATI" Sono di comodo soci dei giustizialisti, la domanda da farsi...come vivono tutti questi migliaia di studi legali?, chi li sostiene?, come fanno a vivere con pochi clienti?. oppure ti spremono quei pochi clienti prosciugando il loro sangue?.