Anche Di Maio scarica Mura: "Avrebbe già dovuto dimettersi"

A margine dell'assemblea dell'Alleanza delle Cooperative italiane, Luigi Di Maio ha commentato il "caso Mura": "Le sue dichiarazioni sono inaccettabili"

L'idea che Andrea Mura ha del ruolo del parlamentare appare un po' confusa e il suo preferire la barca a vela a Montecitorio sta facendo discutere.

Se qualcuno se lo fosse dimenticato, ricordiamo che Andrea Mura è il grillino convinto che "l'attività politica non si svolge solo in Parlamento". Ha registrato il 96% delle assenze alla Camera e intanto non rinuncia all'indennità di 20mila euro. Ma non solo. Alla Nuova Sardegna, ha avuto il coraggio di dire che "il mio ruolo, più che quello di parlamentare," è "quello di testimonial a difesa degli oceani". Una sorta "deputato testimonial", quindi.

Considerazioni non proprio in linea con il lavoro dei deputati. Considerazioni che fin da subito hanno fatto irritare la compagine del Movimento 5 Stelle. "Svolgere il ruolo di parlamentare è un privilegio, un servizio reso al Paese e ai cittadini, peraltro molto ben retribuito. È un incarico che richiede impegno quotidiano, lavoro, dedizione. Se Mura ritiene di voler continuare a dedicarsi prevalentemente ad altre attività, trascurando il mandato che gli hanno assegnato i cittadini alla Camera, ha una sola via da seguire: quella di presentare le dimissioni da parlamentare.", sono insorti i capigruppo M5S Francesco D'Uva e Stefano Patuanelli.

E ora, a fare eco ai due capigruppo, ci pensa Luigi Di Maio. Anche il vicepremier scarica Mura. "Sono dichiarazioni inaccettabili. Noi parlamentari siamo dei privilegiati, facciamo un lavoro da privilegiati e abbiamo uno stipendio da privilegiati, dovremmo stare chiusi in Parlamento a lavorare sulle leggi e sui provvedimenti per migliorare la qualità della vita degli italiani. Queste sue considerazioni spero siano false, ma unite al livello di assenze dovrebbero indurlo a dimettersi", ha esclamato il minsitro del Lavoro e dello Sviluppo all'assemblea dell'Alleanza delle Cooperative.

Andrea Mura deciderà di scendere dalla confortevole nave dei M5s per salire (definitivamente) sulla sua barca a vela o continuerà la farsa del "deputato testimonial"?

Commenti
Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Mar, 24/07/2018 - 12:43

per me non lascia il m5s. Questi sono dei furboni a spese nostre

Ritratto di .giggetto.

.giggetto.

Mar, 24/07/2018 - 13:03

deve PAGARE per avere INFANGATO il M5S, FUORI

OttavioM.

Mar, 24/07/2018 - 13:25

Di Maio fa bene a farlo dimettere, però spero che anche tutti gli altri parlamentari assenteisti degli altri partiti si dimettano, solo così avremo un parlamento di gente che lavora e fa.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 24/07/2018 - 14:09

Passerà al Gruppo Misto. Ormai ha un introito garantito.

odisseus

Mar, 24/07/2018 - 15:42

Molto semplice, il moralizzatore Fico faccia un regolamento che lega la indennitá di parlamentare alle presenze. Bastava pensarci.

schiacciarayban

Mar, 24/07/2018 - 16:28

Questa storia dei parlamentari che non vanno in parlamento è una farsa, è ora che la retribuzione sia legata al lavoro svolto, troppi parlamentari eletti prendono l'indennità e poi fanno tutt'altro! Poi ti raccontano la storiella che loro lavorano in giro per l'Italia, ma cosa fanno, chi verifica?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 24/07/2018 - 17:28

C'è anche Fratoianni in giro in barca per il Mediterraneo e quindi NON presente in parlamento. Ma nessuno dice niente eeee!!!!

AngeloErice

Mer, 25/07/2018 - 09:36

I FURBETTI del CARTELLINO prendono in giro il datore di lavoro e i cittadini di una limitata attività locale che non si svolge. Questo tizio fornisce loro l'ESEMPIO di un salto di qualità eccezzionale. Palesemente si becca uno stipendio da manager che gli consente la massima autonomia per sistemarsi la barca e spassarsela in divertimento personale. Ha!, i furbetti del cartellino prendono in giro una quota limitata di cittadini, questo tizio ne prende in giro la totalità del Bel Paese. Da buttar fuori !