Angelino allontana il dialogo col Cav Ma Ncd si divide

Alfano all'Assemblea pensa soltanto alle poltrone e all'Italicum: "Al governo per mille giorni". Quagliariello: no a sinistra. Scintille De Girolamo-Lorenzin

Un orizzonte lungo mille giorni. È questo il termine che Angelino Alfano fissa, dal palco dell'Assemblea nazionale del Nuovo centrodestra, per l'alleanza con il Partito democratico. Mille giorni che significano un accordo di legislatura e una blindatura del governo Renzi. Insomma hic manebimus optime , poi si vedrà, anche per la riunificazione del centrodestra, derubricata tra le varie ed eventuali. Perché ovviamente in politica tre anni di tempo sono un'era geologica ed è inutile fare programmi a così lungo termine.

I test a breve termine, invece, arriveranno presto e sarà lì che si misurerà l'identità di Ncd (o della sua possibile evoluzione in un soggetto unico, una Coalizione popolare con l'Udc e parte di Scelta civica). Sì, perché in occasione delle Regionali calabresi, pugliesi, campane, liguri, venete, toscane, emiliane e marchigiane Ncd dovrà decidere se far prevalere l'identità enunciata dal suo nome oppure scegliere alleanze a macchia di leopardo in base alla più classica politica dei due forni. In particolare le scelte per Calabria ed Emilia-Romagna dovranno essere compiute in tempi molto brevi, anche se il laboratorio più a rischio appare quello pugliese.

Un primo obiettivo, però, Ncd lo mette a segno. Dopo una settimana di passione e tensione - con un confronto duro ed esplicito tra l'ala orientata a chiudere definitivamente il dialogo con Forza Italia e quella intenzionata a ricucire con le altre forze di centrodestra - l'Assemblea Nnzionale si svolge in maniera civile, senza trasformarsi in una polveriera. Le divisioni restano, ma la scissione è sventata. Nunzia De Girolamo e Maurizio Lupi riescono a evitare uno schiacciamento a sinistra e l'approvazione di un documento favorevole a una scelta «centrista» (preludio per future «geometrie variabili»). E anzi Gaetano Quagliariello - acclamato coordinatore - dichiara apertis verbis di non avere alcuna intenzione di «andare a sinistra». «Noi dobbiamo guardare avanti. Ma se qualcuno pensa che io abbia intenzione di andare dall'altra parte, a sinistra, per quel che mi riguarda è più facile che mi faccia prete».

Alfano, invece, mostra scetticismo sulle aperture di Berlusconi, blinda l'esecutivo, ma promette che «Ncd non si sposterà nel campo opposto e non condividerà il destino futuro con il Pd». Su un punto, però, torna a battere: «La nuova legge elettorale è un punto fondamentale per la ricostruzione del centrodestra. Vogliamo sapere le posizione ufficiale di Forza Italia». Naturalmente bisognerà vedere ora come si svilupperà il dialogo con le altre forze. Alfano vuole prima blindare l'alleanza con l'Udc e il centro. Altri nel partito chiedono garanzie. «Tra poco ci sono le Regionali, e non posso essere d'accordo con le geometrie variabili, dobbiamo capire se stiamo a destra o a sinistra» dice Nunzia De Girolamo, protagonista anche di un botta e risposta con Beatrice Lorenzin. L'ex ministro dell'Agricoltura aveva appena finito di dire «noi non ci siamo separati per le idee diverse ma perché noi volevamo stare al governo e loro all'opposizione». Secca la replica della Lorenzin: «Non siamo usciti per restare al governo ma perché il Pdl stava prendendo una deriva estremista modello Alba Dorata».

Il confronto, insomma, è aperto. E Mario Baccini sottolinea come «da questa assemblea emergano due animi, il primo è quello di chi nutre ancora acredine e rivalsa nei confronti di Berlusconi, l'altro è quello che anima chi come me vuole ricostruire la casa dei moderati per un progetto che guardi l'Europa». Un braccio di ferro che - è facile prevederlo - avrà presto un secondo round, non appena sarà obbligatorio uscire dalla terra di mezzo e compiere davvero una scelta di campo.

Commenti

paci.augusto

Dom, 27/07/2014 - 09:14

Mi meraviglia che Berlusconi insista con questo cialtrone, voltagabbana, di nessun seguito di elettori, mentre guadagnerebbe di sicuro lasciandolo a fare da stampella alla sinistra!! Basta con opportunisti 'saltafossi' come questi NCD!!!

Nebbiafitta

Dom, 27/07/2014 - 09:38

Certo le geometrie variabili sono molto interessanti per risolvere la crisi, fare le riforme, e restare il più possibile attaccati alla poltrona. Altri mille giorni perchè Alfano possa decidere e poi si vedrà!

elio2

Dom, 27/07/2014 - 09:46

Avendo fallito ogni possibile obbiettivo il capolavoro di alf-Ano, chiamato ncd, che dalla sua creazione in poi ha perso almeno 1,5% al mese di intenzioni di voto, non lascia dubbi di una sua prossima fine, così cerca di irrobustire il governo del Renzino, dove oramai lo lasciano blaterare, che tanto non conta niente, che gli consenta di tirare avanti altri 1000 giorni, altrimenti se il Renzino cade, con lui cade anche il suo grande partito che doveva raccogliere intorno a se tutti i moderati del CDX e invece raccoglie solo le macerie di se stesso.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 27/07/2014 - 09:55

KE BRUTTO MUSO !!!

@ollel63

Dom, 27/07/2014 - 10:04

berlusconi è il buon padre di famiglia: non smetterà mai di soccorrere anche l'ultimo dei suoi figli, dei suoi amici, anche chi lo tradisce. E' fatto così. Accoglierà sempre il figliol prodigo pentito non una ma 1000 volte. E' QUESTO CHE LO RENDE UNICO. UMANO.

francesco de gaetano

Dom, 27/07/2014 - 10:08

Povero Alfano! E' arrivato alla frutta. Non gli rimane che prendersi un digestivo per smaltire l'enorme peso che ha sullo stomaco per le cazzate combinate con il PDL

vince50_19

Dom, 27/07/2014 - 10:09

Ma per carità: sono quattro gatti spelacchiati, pieni di pustole e vogliono sembrare tigri (di Mompracem? .. ahahaha..)! Il male dell'Italia è proprio questo: eccessivi personalismi in politica, convenienze mentre la popolazione soffre. E questi, naturalmente, da perfetti egoisti se ne fottono. Ma non è che gli altri siano da meno. Ancora un a volta mi tocca dare ragione a Mussolini quando disse che governare gli italiani non è impossibile, è inutile. Questo è uno dei tanti esempi di disamore per l'Italia e per la sua amara sorte (segnata, a meno di qualche miracolo).

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 27/07/2014 - 10:14

Half-ano e' un cancro. Andrebbe amputato. A questo interessa solo la poltrona, punto. La peggior specie di democristiano.

Antonio_da_PE

Dom, 27/07/2014 - 10:16

Se mi viene permessa una digressione super sintetica e forse superficiale vorrei ricordare, una debacle elettorale del PSI (Partito Socialista Italiano) quando segretario nazionale era il compianto prof. Francesco De Martino. Come si ricorderà De Martino successe alla segreteria a Giacomo Mancini e secondo i miei personali ricordi cominciò un lento avvicinamento alle posizioni del PCI fino alla ricordata debacle elettorale; cosa accadde? Un ragionamento banale ma che spiega bene l’accaduto si sintetizza in una domanda che l’elettore medio socialista si pose a fronte delle posizioni filo PCI del PSI di De Martino: Perché votare per una copia? Voto direttamente per il PCI. Il PCI ebbe un forte incremento e il PSI registrò una dura sconfitta. Errore a cui mise riparo Bettino Craxi, sebbene poi, di fatto, pagò con la vita la sua ricerca (tra l’altro vincente) dell’ autonomia dal PCI. Oggi i tempi saranno anche significativamente cambiati, ma il ragionamento di fondo resta applicabile forse perché banale ma semplice da comprendere per un popolo un po’ disorientato e super spremuto come è oggi il popolo italiano. Come possono pensare Alfano e accoliti che stare al governo con Renzi li possa premiare? In questi mesi abbiamo imparato mediaticamente a conoscere Matteo Renzi, tanto che i suoi detrattori della vecchia guardia pseudo comunista lo chiamano il Berluschino; ci sarà un motivo? Allora caro Alfano & C, piuttosto che votare NCD, se proprio non posso votare Forza Italia o meglio Silvio Berlusconi, voterò, visto che sono un moderato, per l’originale Matteo Renzi. Non credo che le “promesse” di stampo democristiano vi possa salvare ancora per molto.

maubol@libero.it

Dom, 27/07/2014 - 10:16

ahahahah, che leadedr. Non sono ancora nati che già al loro interno nascono le divisioni. non durano!

macchiapam

Dom, 27/07/2014 - 10:25

E' il ruggito del topo. Alfano si dimostra sempre più una mezza cartuccia. Farà la fine di Di Pietro, Casini, Fini: chi non segue i maggiori muore tra i minori.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 27/07/2014 - 10:28

Mi ripeto: Ma Berlusconi dovrebbe lasciare al suo destino questo quaraguaqua siciliano che farebbe più male che bene se rientrasse in Forza Italia. Molti elettori ricordano il suo tradimento, e la dimostrazione che non supera da solo il 2% arriva al 3,5% con i vosti di UDC e scelta civica. E sono certo che Casini lo mollera per andare con Berlusconi. LASCIAMOLI NELLA LORA STALLA

zuma56

Dom, 27/07/2014 - 10:40

Lorenzin e Nunzia due giganti a confronto, sarà dura fare a meno di loro !

cgf

Dom, 27/07/2014 - 10:48

Povero ciuccio, non durerà altri 1000 giorni perché Renzi vorrà tornare a votare prima. Presto e cioè prima che sia troppo tardi, sa benissimo che la compagnine del PD rappresentata in Parlamento è frutto della nomenklatura da rottamare, questi faranno le riforme e Renzi avrà la scusa per dire che è colpa loro, ora al voto con chi vuole farle, vale a dire i suoi. Non serve essere strateghi per arrivarci, entro l'estate prossima elezioni?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 27/07/2014 - 10:52

@ olle63 - La politica non è luogo in cui esercitare le proprie qualità umane,Berlusconi sta ricalcando le orme della vecchia DC, pensi piuttosto a dare ascolto al malcontento dei suoi elettori invece di darsi alle alchimie politiche. Comunque credo sia tempo di far largo ad altri nel ruolo di leader.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 27/07/2014 - 11:10

Nuovo nome venuto d'improvviso per la formazione NCD (non c'è dio; c'è l'angelino); io penso che quando le persone sono nella prosperità durano poco dice la S. Scrittura, Salmo 49, e penso che dureranno fino alla raccolta dell'uva. Shalom

killkoms

Dom, 27/07/2014 - 11:12

un megalomane piccolo piccolo che sfrutta il voto che gli elettori gli hanno dato per fare altro!l'interesse suo e dei suoi scagnozzi non è quella povera Italia di cui si empiono immeritatamente la bocca,ma le proprie poltrone!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 27/07/2014 - 11:14

Mi spiace ma il Berlusca ha sbagliato ad indicarlo come suo delfino, questo al massimo poteva e può essere indicato come ciuccio.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 27/07/2014 - 12:03

Adriano Romaldi - Finalmente ha scritto qualcosa di sensato: "Non c'e` dio". (Ma quella nella foto e` sua zia suora?)

Ritratto di dvxfer66

dvxfer66

Dom, 27/07/2014 - 12:46

Alfano dice di far parte dell'esecutivo ma sarebbe esecutivo se facesse qualcosa, lasciamo perdere mare nostrum,la provincia di caserta sull'orlo della guerra civile etc.etc. ma dopo il ferimento di Ciro Esposito con voce ferma e sguardo "deciso" affermava di fare una legge severa, siamo alle porte dell'inizio del campionato ma questa commissione di saggi starà in vacanza?

Otaner

Dom, 27/07/2014 - 12:50

Se mi è consentito manifesto sempre la mia fiducia nell'uomo Silvio Berlusconi che quando discese in campo, nei primi anni 90 conquistò il cuore di milioni di italiani.

enzo1944

Dom, 27/07/2014 - 12:52

Alfano è solo un povero mentecatto ciellino,pronto a tradire come tutti i vecchi DC,pur di difendere la poltrona nella quale si siede!....Ha sempre e solo lavorato per sè stesso,non ha mai usato la testa(una cazzata al giorno,inclusa la coglionata dei "migranti,e dei clandestini,senza coinvolgere l'europa)e dell'Italia e degli Italiani ha dimostrato di fregarsene altamente! A lui interessa solo la visibilità,il potere,i soldi che crede di "conquistare"con la sua dialettica,sempre vuota,senza senso e lontanissima dai veri problemi Italiani!...Fuori dalle palle,cialtrone politico,traditore degli Elettori e venditore di fumo!!

emilio ceriani

Dom, 27/07/2014 - 13:17

Onorevole De Girolamo. Lei mi è sempre più simpatica perché ha il coraggio di dire la verità. Quanto alla Ministro Lorenzin è inutile che utilizzi il paravento della deriva estremista perché in presenza di principi comuni i diversi punti di vista si ricompongono. Purtroppo non esiste la controprova ma continuo a credere che le cose sarebbero andate diversamente se non aveste avuto l'incarico ministeriale. Quanto agli altri che si sono accodati qualcuno avrà avuto incarichi secondari ma in comune con gli altri avevano forse il timore che se il Presidente Berlusconi fosse crollato sotto i colpi illeciti inflittigli. non avrebbero più avuto il rimorchiatore.

emilio ceriani

Dom, 27/07/2014 - 13:20

Euterpe: I leader non si inventano. I principi non invecchiano.

paolonardi

Dom, 27/07/2014 - 13:39

Lasciatelo bollire nel suo brodo. Ho sempre sostenuto che governare e' prevedere. Se ad Angiolino non gli riesce cazzi sua (alla fiorentina)

handy13

Dom, 27/07/2014 - 13:57

..ma tanto NON conta nulla riunire la dx,..con la nuova legge ai ballottaggi le estreme sx ,. centri sociali,..e grillini andranno SEMPRE con il PD,.....state votando riforme che seppelliranno la DX,...complimenti..

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 27/07/2014 - 13:59

@ emilio ceriani - Lei ha ragione, i princìpi non invecchiano,ma i leader sì.

vince50

Dom, 27/07/2014 - 14:17

Potrà sembrare assurdo ma Alfano fa molto bene,quando per opportunismo ai traditori gli si tende la mano(errore imperdonabile),anche gli infami alzano la cresta.Questa è la sciagurata politica italica,pronti a tutto per il potere e che l'etica vada pure affanculo.

amledi

Dom, 27/07/2014 - 14:40

Questo soggetto farà SICURAMENTE la fine di FINI. Non riesco a capire come faccia ancora, con le idee che dichiara, a definirsi di destra.

maubol@libero.it

Dom, 27/07/2014 - 14:54

Poveretto: ma chi ti credi di essere? Un miracolato da Berlusconi, uno svarione di Berlusconi, sei attaccato alla poltrona, ma quanto a credibilità e stima sei da prefisso telefonico. Un merito? Hai liberato Fi da personaggi simili a te. Grazie per questo.. per il resto, duri poco.