La Appendino indagata (ancora) per la consulenza all'ex portavoce

È la terza volta che il sindaco di Torino finisce sotto indagine. Adesso l'accusa è concorso in peculato per una consulenza all'ex portavoce

Una nuova tegola giudiziaria travolge Chiara Appendino. È stata lei stessa ad aver raccontato, con un post pubblicato sul proprio profilo Facebook, di aver ricevuto un avviso di garanzia dalla procura di Torino. Nel mirino degli inquirenti "la consulenza affidata dalla Fondazione per il Libro" all'ex capo ufficio stampa Luca Pasquaretta per aiutare nella comunicazione il presidente Massimo Bray.

L'accusa di cui il sindaco di Torino dovrà rispondere è "concorso in peculato". Sotto la lente di ingrandimento dei pm di Torino, Enrica Gabetta e Gianfranco Colace, è finito un incarico del valore di 5mila euro lordi che Pasquaretta ha restituito quando è esploso lo scandalo. "Quando, alcuni mesi prima dello svolgimento del Salone del Libro, circolò sui giornali questa ipotesi - ha ricordato la Appendino nel post di Facebook - risposi in aula a un'interpellanza dichiarando che non era assolutamente intenzione dell'amministrazione procedere in tal senso. Nonostante questa posizione, quella consulenza venne comunque affidata dalla Fondazione (per il Libro, ndr)".

Secondo la ricostruzione dei pm, come rivela la stessa Appendino la consulenza a Pasquaretta "non fu poi svolta dall'interessato e, per questo, viene ipotizzato il peculato. Spetterà a lui difendersi e eventualmente ai giudici stabilire chi ha ragione". Nel suo caso viene, invece, ipotizza il "concorso" nello stesso reato poiché, secondo i pm, la consulenza sarebbe stata affidata e pagata con il suo "accordo". Nel post su Facebook, la Appendino assicura di essere "tranquilla" e fa sapere che "quando in settimana" sarà "ascoltata dai pm" offrirà loro tutti gli elementi in suo possesso e di sua conoscenza per difendersi dalle accuse e "provare la correttezza" del suo operato.

Commenti

newman

Dom, 16/06/2019 - 01:25

Secondo il massimalismo moralista dei 5 Stelle, Appendino dovrebbe dimettersi ed essere cacciata dal partito. Ma non é stata ancora condannata... E giá, anche a lei si applica, mutatis mutandis, il ragionamento fatto dai grullini in TV nel caso Siri et al: affideresti tua figlia ad un tizio accusato di pedofilia, anche se non ancora condannato definitivamente dai tribunali? Mangiatevela allora la vostra minestrina, grulli!

claudioarmc

Dom, 16/06/2019 - 05:54

Cosa dicono i cinquestelle? Niente dimissioni questa volta? BUFFONI

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Dom, 16/06/2019 - 07:12

Probabilmente sarà estranea ai fatti ma, dico io e per esperienza diretta, in Francia. Se ricopri certi incarichi, se occupi certi posti di alta responsabilità, devi conoscere perfettamente i tuoi collaboratori, le leggi e quant'altro. Devi essere in grado di evitare qualsiasi ombra , sospetto e, se vedi che c'é qualcosa di poco chiaro, subito intervenire. Utopia . In Italia é tutto un polpettone politico e basta.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 16/06/2019 - 07:32

I 5 Stalle non hanno nulla da dire? Come per Siri...

Toraccio

Dom, 16/06/2019 - 08:21

Sulla onestà della Appendino nessuno qui dubita. Su quella dei giudici invece sì

diesonne

Dom, 16/06/2019 - 08:30

diesonne con i soldi pubblici si gioca sempre in allegria e non sim basa a spese

claudioarmc

Dom, 16/06/2019 - 08:52

Niente dimissioni?

Albius50

Dom, 16/06/2019 - 09:29

Strano ora le DIMISSIONI non fanno + parte del DNA di M5S.

nonna.mi

Dom, 16/06/2019 - 12:53

A suo tempo ho votato Chiara Appendino come Sindaco di Torino: ne sono profondamente pentita perché si è dimostrata incompetente in ogni cosa che ha affrontato...Si è subito rilevata incapace nel DISASTRO della Piazza gremita di gente sportiva,senza le precauzioni del CASO, con tragica conseguenza ancora senza Giudizio legale; ha aumentato gli abbonamenti ai trasporti pubblici a tal punto che in tantissimi abbiamo disdetto quelli che da anni portavano subito una buona Dote di soldi già all'inizio dell'anno nelle Casse del Comune; è contrarissima al Collegamento TAV con l'Europa di Torino,del Piemonte quindi dell'Italia...Ecc.ecc....Mi sembra che i grillini vogliano riproporla per l'Incarico futuro...Auguri! Myriam

agosvac

Dom, 16/06/2019 - 12:59

Forse i grillini dovrebbero capire che la magistratura guarda con un occhio di riguardo solo pochi politici, non tutti. Ora si ritrovano con un caso Siri solo che non si tratta di uno della lega ma di un sindaco di una città importante!!!

unosolo

Dom, 16/06/2019 - 14:05

capirete se cacciano la Appendino rimangono in pochissimi nel 5S quindi meglio far finta di nulla , tenete presente che nessun politico chiederà mai le dimissioni di un sindaco che funziona bene per la città e se perdono questo sindaco chi gli rimane sotto ? saluti

Celcap

Dom, 16/06/2019 - 15:31

Questa è indagata un giorno si è l’altro ancora a volte per sciocchezze a volte per cose gravissime eppure non c’è un cinquestalle a cui venga in mente di farle chiedete le dimissioni. (Idem per Roma) anzi continua ad essere giustificata.