Approvata la legge contro il caporalato

Diventano legge, con 346 sì e nessun voto contro in Aula alla Camera, le misure per il contrasto al caporalato

La Camera ha dato all'unanimità (346 sì e nessun voto contrario) il via libera definitivo alla legge contro il caporalato.

Il provevdimento introduce pene non solo per il "caporale" ma anche per il datore di lavoro e le imprese che sfruttano il lavoratore: fino a sei anni di carcere (che possono arrivare fino ad otto se c’è violenza o minaccia) per chi commette il reato di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. Oltre al carcere, è punito anche con una multa da 500 a 1.000 euro per ciascun lavoratore reclutato, che possono arrivare fino a 2.000 euro per ogni lavoratore se vi è l’aggravante della minaccia o violenza.

Commenti

killkoms

Mar, 18/10/2016 - 23:07

peccato che non l'hanno applicata quando migliaia di donne eragazzi italiani lavoravano nei campi..!

Anita-

Mar, 18/10/2016 - 23:25

Ottimo, ma non erano 630 i nostri deputati? Era una di quelle leggi da approvare in blocco. Adesso che i lavoratori avranno una paga decente - e alloggi decenti - ci aspettiamo di pagare la frutta più cara, ma temo che continueremo ad avere frutta a basso prezzo in provenienza di quei paesi che chiudono tutti i due gli occhi sul problema dello sfruttamento degli operai agricoli. Dato che i nostri deputati hanno creato La Rete del lavoro agricolo di qualità (2014) vorrei che fossero respinti alla frontiera i prodotti agricoli esteri che non possono esibire le stesse garanzia di Lavoro agricolo di qualità. Per proteggere i nostri produttori agricoli.