Arrestati due scafisti grazie all'aereo dell'Agenzia Frontex

Un rocambolesco arresto di due trafficanti di migranti al largo delle coste siciliane è avvenuto grazie all'intervento di un aereo Frontex.

L'agenzia europea di controllo dei confini esterni dell'Unione europea ha reso noto che i due sospetti tornavano in barca a vela verso le coste libiche dopo aver lasciato alla deriva un barcone con 33 migranti al largo di Siracusa. Le autorità italiane hanno chiesto l'intervento dell'aereo di Frontex, che fornisce video in streaming al quartier generale dell'agenzia, per intercettare la barca a vela con i fuggitivi. I migranti hanno successivamente confermato che l'imbarcazione era coinvolta nelle operazioni di trasporto dei profughi sull'altra sponda del Mediterraneo. La prevenzione delle attività criminali connesse al traffico dei profughi è al centro della riunione del Consiglio di gestione di Frontex, che si svolge oggi a Verasavia e a cui partecipano i rappresentanti dei 26 Paesi che aderiscono alla missione Triton.