Iran, arrestato a 15 anni e impiccato dopo un processo farsa

Alireza Tajiki, arrestato incriminato e condannato a morte da minorenne, è stato impiccato questa mattina in una prigione di Shiraz, nell'Iran meridionale. Alireza Tajiki, impiccato a 21 anni, era stato arrestato nel maggio 2012 quando aveva 15 anni e condannato a morte nell'aprile 2013 da un tribunale della provincia di Fars per aver violentato e ucciso un suo amico. Il processo era stato viziato da gravi irregolarità e si era basato prevalentemente su «confessioni» che Tajiki aveva denunciato essere stato costretto a fare mediante vari metodi di tortura tra cui pestaggi e frustate. Nel 2013, per aggirare le critiche internazionali sulle esecuzioni di rei minorenni, le autorità iraniane hanno introdotto una parziale riforma del codice penale islamico. Ciò nonostante, hanno continuato a condannare a morte decine di imputati che avevano meno di 18 anni al momento del reato. «Le autorità iraniane hanno ancora una volta crudelmente mostrato di ignorare del tutto i diritti dei minori. Questa vergognosa azione segna una svolta per l'Iran e rivela la vacuità delle affermazioni secondo le quali l'Iran ha un valido sistema di giustizia minorile», ha dichiarato Magdalena Mughrabi, vicedirettrice di Amnesty International per il Medio Oriente e l'Africa del Nord. Alireza Tajiki è stato il quarto minorenne al momento del reato messo a morte quest'anno in Iran.

Commenti
Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 11/08/2017 - 08:57

Si deve sentire l'altra campana.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 11/08/2017 - 09:53

SE effettivamente era colpevole:DURA LEX SED LEX!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 11/08/2017 - 10:45

impiccato per aver violentato ed ucciso un amico? ma allora anche l'Iran ne combina una giusta ogni tanto.

Ritratto di contdjbabi

contdjbabi

Ven, 11/08/2017 - 10:56

Il reato é orribile, ma le procedure legali pure. Possibili che con tutti i garantisti europei ed americani che negli ultimi mesi hanno visitato l'Iran (comprese Mogherini e ministre svedesi, tutte di sinistra e con velo islamico) le aperture verso questa nazione siano solo a senso unico, e non portino ad un differente approccio ai diritti umani?

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 11/08/2017 - 11:10

----tutto fa brodo per screditare l'iran---in modo tale che --quando i democraticissimi stati uniti d'america decideranno di attaccarlo --avranno dalla loro parte l'opinione pubblica mondiale--i democraticissimi stati uniti d'america-ove la pena di morte vive e regna insieme a loro--i democraticissimi stati uniti d'america dove appena ieri (2005) è stata abolita la pena di morte per i minorenni---i democraticissimi stati uniti d'america che non possono dare lezioni di civiltà a nessuno--i democraticissimi stati uniti d'america che speriamo che un giorno possano essere abbattuti ed affondati da qualche altra superpotenza straniera---swag ganja