Arriva l'esame decisivo sulla candidatura Meloni

Sondaggio per valutare la leader di Fdi nella corsa a Roma. E la Lega sonda un imprenditore su Milano

I tre leader del rinnovato centrodestra si preparano alla stretta decisiva. Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni si rivedranno dopo l'Epifania per un nuovo vertice in cui cercheranno di diradare la nebbia che ancora avvolge le candidature per le Amministrative. L'ultimo incontro si è tenuto ad Arcore, il 15 dicembre scorso. In quell'occasione è stato fissato soltanto un imperativo: individuare candidati unitari. Nessuna indicazione definitiva è emersa sui papabili, si è però deciso di verificare attraverso una serie di sondaggi la forza dei possibili nomi da mettere in campo.

Nella prossima convocazione si ragionerà proprio su questi dati. Le risposte arriveranno entro l'11 gennaio, quando le rilevazioni commissionate ad Alessandra Ghisleri e alla sua Euromedia Research chiariranno diversi aspetti, compresa la competitività di Giorgia Meloni come concorrente per il Campidoglio, in alternativa alla carta Alfio Marchini, nome che non è stato ancora del cancellato dalla lista. Il sondaggio chiedeva ai romani di esprimere il proprio gradimento anche su alcune personalità «civiche» come Bruno Vespa (che ha già fatto sapere di non essere interessato), il generale Leonardo Gallitelli e l'ex prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro. Per quanto riguarda Milano i nomi su cui si ragiona sono sempre quelli di Alessandro Sallusti, Paolo Del Debbio e dell'imprenditore Stefano Parisi. La Lega, però, ha sondato un altro industriale da cui attende una risposta entro il 10 gennaio. In ogni caso c'è la tentazione concreta di aspettare le primarie del Pd per decidere.L'opzione di aprire le liste del centrodestra alla società civile, tante volte auspicata da Berlusconi, resta sempre attualissima.

Non a caso, ieri dalle colonne de Il Giorno, Mariastella Gelmini ha avvertito parlando della corsa per Palazzo Marino che «Forza Italia può essere vincente se dialoga con esponenti civici. La lista azzurra per le Comunali sarà aperta anche a candidati indipendenti. Sì ad alleanze con liste civiche». Riccardo De Corato, capogruppo di Fdi in Regione Lombardia, invita a convocare subito un tavolo di coalizione «per scrivere il programma per il rilancio della città. Gli anni di esperienza alla guida della città e questi 5 anni all'opposizione ci permettono di avere le idee ben chiare sulla ricetta per il rilancio della città». A Bologna era spuntata l'ipotesi di un ticket tra la candidata leghista Lucia Borgonzoni e il candidato di Forza Italia, Galeazzo Bignami, ma questa soluzione è stata rifiutata dallo stesso Bignami. A Napoli è stato ormai ufficializzato Gianni Lettieri che da tempo sta lavorando per mobilitare energie fuori dai partiti tradizionali, attraverso una rete di liste civiche che dovranno supportare il suo secondo tentativo per Palazzo San Giacomo.

Al di là del vertice a tre le trattative riprenderanno prima dell'Epifania: martedì Altero Matteoli ha convocato presso la sua Fondazione della Libertà il tavolo nazionale sulle comunali per fare il punto della situazione con Fdi e Lega. Potrebbe, invece, slittare di qualche giorno per motivi logistici la manifestazione unitaria di Roma inizialmente prevista per il 6 febbraio. La data più probabile ora è quella del 20 febbraio. Lo stesso leader leghista parlando ieri con Affaritaliani ha smentito frenate legate alla mancata mozione unitaria di sfiducia contro Maria Elena Boschi. Correrete ovunque con Forza Italia e Fratelli d'Italia? «Certo, uniti si vince. L'obiettivo è questo». Berlusconi a sua volta continua a lavorare per organizzare la sua rentrée sul territorio. Nei prossimi giorni incontrerà i coordinatori regionali per capire le singole necessità e calendarizzare di conseguenza le visite in tutto il Paese. Un mini-tour che servirà a far capire che il leader è in campo e ha voglia di tornare a parlare direttamente con la gente, senza troppi filtri.

Annunci

Commenti

pallosu

Dom, 03/01/2016 - 09:06

i tre leader del rinnovato centro-destra...hahahahaahha che ridere,

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 03/01/2016 - 09:34

LEGA, FORZA ITALIA E FRATELLI D'ITALIA DEVONO FARE UN....FRONTE UNICO, UN FRONTE NAZIONALE, UN FRONTE TRICOLORE, UN FRONTE DELLA DESTRA ITALIANA.

michetta

Dom, 03/01/2016 - 09:59

I PALLONARI sono pronti ad entrare in campo! Mi riferisco al primo PALLOSU, che proprio "palloso" deve essere per ridere in quel modo, al solo udire, che il CENTRODESTRA VINCERA'! Lui, ancora non lo sa', ma il Cdx vincera', eccome! Secondo il mio modesto punto di vista, le maggioranze ottenute nelle principali citta' Italiane, saranno talmente eclatanti, che Renzi si DIMETTERA'! Si dovra' dimettere per forza, in quanto, NESSUNO dei suoi sara' piu' in grado di amministrare alcunche'. Non e' che prima, lo sapessero fare, visto che nemmeno i condomini di poche persone, gestite da questi saltimbanchi, riescono mai, a far quadrare i conti consuntivi. Appunto, ridera' bene chi ride ultimo! ANDATE/ANDIAMO A VOTARE, TUTTI !!!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 03/01/2016 - 10:03

Il nuovo partito del Centrodestra si dovrebbe chiamare Grande Italia. Giorgia Meloni, la sua Voce Dirompente, che sta a Silvio Berlusconi come suo clone sublime. -riproduzione riservata- 10,03 - 3.1.2016

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 03/01/2016 - 10:05

Mettere Giorgia sul Campidoglio è sminuente per la più grande d'Italia.

perSilvio46

Dom, 03/01/2016 - 10:26

I sondaggi della Ghisleri danno delle certezze. Il CD che si presenta Unito (CDU) è vincente! La tranquillità che deriva da questa certezza consiglia ai nostri grandi leaders di attendere i brogli che i sinistri chiamano - chissà perché - primarie, prima di scegliere i futuri sindaci. Meloni, Sallusti, Lettieri e Bergonzoni sono dati vincenti, a Torino ce la battiamo perché Fassino si è dimostrato il peggior sindaco di tutti i tempi ed è inviso a quasi tutti i torinesi. Noi non abbiamo fretta, nostra è la calma dei vincenti. Lasciamo che i sinistri si agitino senza meta, ogni giorno il loro terrore e la loro confusione aumentano. Poi sferriamo 5 KO.

TRANTOR

Dom, 03/01/2016 - 11:24

Io vedrei bene Salvini a Milano, Giorgia Meloni a Roma e Mara Carfagna a Napoli.

amledi

Dom, 03/01/2016 - 11:32

La Meloni è uno scricciolo, ma è estremamente lucida e dice cose SENSATISSIME e CONDIVISIBILI.

Ulisse20150000

Dom, 03/01/2016 - 11:46

Guardate che a noi elettori non importa nulla di chi si candida ne' degli "stemmi" che presenta. Capiamoci bene: mettete giu' le idee e i programmi e poi cercate le persone che sono in grado di sostenerli. Stilate dei Contratti con gli elettori per prima cosa. Qui siamo oberati di tasse, con ditte che scappano dal Paese, privi di giustizia e con disoccupazione altissima. Ci interessa sapere cosa proponete per venirne fuori. Il resto tenetevelo per voi !

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Dom, 03/01/2016 - 12:19

Candidare l'on. Meloni a Roma, è bruciare una delle poche persone che forse potrebbe ricompattare tutte le anime della destra per le future elezioni nazionali. Candidarla solo per vincere a Roma, equivale vincere una battaglia ma non la guerra. Storace (o equivalente) potrebbe essere un buon candidato, conosce Roma e tutto ciò che vi è dietro.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 03/01/2016 - 12:35

è sprecata come sindaco di roma, questa deve fare il presidente del consiglio!!!!

MEFEL68

Dom, 03/01/2016 - 13:39

Giorgia Meloni al Campidoglio sarebbe il mio sogno e una speranza per la città di Roma ridotta ai minimi termini. Questo lo dico obiettivamente e non perchè simpatizzo per il centrodestra. Se anche gli altri facessero così, anzichè fare il TIFO per la sinistra. Dobbiamo scegliere chi ci amministrerà e non fare una partita di calcio.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 03/01/2016 - 15:23

Caro Ulisse hai ragione al 1000% ma quelle di cui si parla nell'articolo sono elezioni AMMINISTRATIVE, che purtroppo NON potranno far cambiare quelle NECESSITA da te elencate. Amenoche FROTTOLO se perde queste elezioni, non decida di andarsene, ma ho i miei dubbi perche i SINISTRI ed il suo SERVO HALF-ANO, non sono di quelli che abbandonano il LE POLTRONE alle quali sono INCOLLATI facilmente. Che dio ce la mandi buona.

tonipier

Dom, 03/01/2016 - 16:01

" IL NUOVO PARTITO UNITO? Una bandiera particolare, con un simbolo stupendo, da visionare su richiesta, con al centro " ITALIA RISORGI"

Adinel

Dom, 03/01/2016 - 16:05

L'on. Meloni ê talmente in gamba che sarebbe sprecata per Roma. Mentre da Leader di destra puô rincompattare piu persone per le prossime elezioni! Io la vedrei bene in futuro come Premier

Ritratto di padreSnaturato..

padreSnaturato..

Dom, 03/01/2016 - 16:56

povera italia

vraie55

Dom, 03/01/2016 - 16:57

Spero che Giorgia Meloni non caschi nella trappola e accetti di essere emarginata (per sempre) a Roma. Se proprio deve anna' a Roma, meglio al posto di Renzi.

Ulisse20150000

Dom, 03/01/2016 - 17:19

Programmi Programmi e Programmi di questo bisogna parlare, di come si viene fuori da questa palude di inefficienza amministrativa, da come si esce dall'immigrazione dell'Africa Intera in Italia e Grecia, da come facciamo a riacqusire competitivita' al nostro Paese abbassando le tasse. Le Amministrative siano il banco di prova di come siamo differenti dai sinistrorsi magna magna. Se non ne siam capaci non ci distinguiamo da quella feccia ! I CANDIDATI SONO FUMO NEGLI OCCHI GLI ITALIANI NON SONO STUPIDI GUARDANO I PROGRAMMIIIII !!!