Assemblea vietata a chi non compra il libro

Dibattito scolastico a numero chiuso al liceo Alberti di Roma: incontro col geologo Tozzi solo per chi paga. La preside: "Chi non ha 12 euro?". L'autore: "Non ne so nulla"

C'era una volta la noiosa e pesantissima assemblea di istituto con i ragazzi che indossavano la kefiah a dettare la linea politica da seguire per essere ribelli doc. Oppure quella in cui venivano proiettati film dell'anteguerra con il famigerato e temutissimo dibattito a seguire. Ora invece va di moda invitare «vips» di varie risme. Attori, cantanti, veline, personaggi della tv. Va bene tutto, purché siano noti, abbiano un certo appeal e, magari, abbiano qualcosa da raccontare. E chi meglio di Mario Tozzi può trasmettere qualcosa alle future generazioni avide di conoscenza? Lui, geologo-divulgatore-conduttore tv-ambientalista-attivista parlerà all'istituto Leon Battista Alberti di Roma di tecnologie e di come stiano influenzando il nostro mondo e le menti, specie dei più giovani. Proprio il tema che Tozzi ha sviluppato nel suo ultimo libro. Può davvero interessare gli alunni. L'importante è che gli studenti in questione non siano squattrinati, altrimenti nisba, ciao conferenza. Già, perché all'Alberti succede che l'aula magna dell'istituto sia troppo piccola per contenere tutti gli alunni desiderosi di abbeverarsi alla fonte del Tozzi-sapere e allora, ecco la brillante idea della preside: entra solo chi compra il suo libro. Discriminante? Macché, la dirigente scolastica è anche riuscita nell'impresa di avere delle copie dell'ultima fatica letteraria di Tozzi a prezzo scontato, solo 12 eurini, che vuoi che sia.

Ma la preside Carolina Guardiani, pur così benevola, è finita nella bufera ugualmente. Carta canta. Una circolare pubblicata sul sito della scuola specifica chiaramente: «solo ed esclusivamente gli studenti che hanno acquistato il saggio sono invitati a partecipare al confronto con l'autore». Non solo, la dirigente rilancia. L'incontro, spiega, «è un'attività extracurriculare facoltativa. Ho un'aula magna molto piccola, al massimo 70 posti non c'è alcuna discriminazione. E poi, sinceramente, chi tra i ragazzi di oggi non ha 12 euro in tasca?». Bum, apriti cielo. Alcuni genitori si sono leggermente indispettiti. Parlano di discriminazione, di circolare assurda e di campagna pubblicitaria per vendere libri dell'autore. E lui, il Tozzi che dice? «Io non ho dato alcuna indicazione, nelle scuole si va per creare dibattito e non per vendere i libri, sono argomenti che prescindono», ha detto, specificando che basta soltanto una copia del libro per il dibattito. Dall'attivismo «no tav» a quello «no book»? Difficile. Quello sì sarebbe un vero terremoto. Intanto all'Alberti di copie ne sono già state vendute ben 77. Sette in più dei posti disponibili. La tecnologia tira? Seguirà dibattito. Venghino, venghino. Basta pagare. E stringersi un po'.

Commenti

beowulfagate

Gio, 17/03/2016 - 10:25

Qual è il problema? Basta non comprare il libro di questo deficiente e non presentarsi all'assemblea,sai che perdita.Se questo è un amante della natura io sono Cicciolina.E riguardo ai "vips" di varie risme,a me sembra che siano di una risma unica e sola:quella di sx.L'odore è inconfondibile.

joecivitanova

Gio, 17/03/2016 - 13:46

V.I.P. : Veri Importanti Paraxuli. G.

eras

Gio, 17/03/2016 - 14:03

Stessa prassi dell'università in cui si piazzano i libri nei programmi d'esame.

Ritratto di semovente

semovente

Gio, 17/03/2016 - 18:16

Fra i vari titoli di cui si pregia il conferenziere (geologo-divulgatore-conduttore tv-ambientalista-attivista) avete dimenti- cato quello più importante: comunista. Adesso il curriculum è completo.

Kerenkeren

Gio, 17/03/2016 - 18:28

Il solito SINISTROIDE che non disdegna la "pecunia" se poi si impone di comprare il suo libro e' cosa buona e saggia non farlo, si evita di sentire delle cxxxxxe ,e non si spendono inutilmente dei soldi per leggerle. Il SINISTROIDE ,non e' quello "Scienziato" del CNR che pagavamo noi perché andasse in televisione a sparare anche cxxxxxe ?

bruco52

Gio, 17/03/2016 - 19:23

Mario Tozzi? un sinistro sinistro, nel senso che è un estremista che più estremista non si può, fan di Pecorario Scanio, disastroso ministro dell'ambiente, nell'ultimo governo Prodi. Individuo viscido e presuntuoso, sempre pronto ad insultare chi non lo pensa come lui, a dare patenti di scarsa intelligenza a chi si professa non di sinistra e che magari non ha avuto la possibilità di farsi una cultura...ma è come tutti gli "intellettuali de sinistra", con il cuore a sinistra e il portafogli rigorosamente a destra. Non meraviglia quindi la richiesta dell'obolo per sostenere un compagno, cioè lui...

ziobeppe1951

Gio, 17/03/2016 - 19:55

Se voglio leggere minkiate compro repubblichetta unità e manifesto

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Ven, 18/03/2016 - 00:26

Cosa volete aspettarvi da uno degli agit-prop del PD ben ammanicato nel sinistrume? L'ennesimo cialtrone incaricato di fare propaganda politica con la scusa della geologia. Non ha nulla da dire. Le sue "divulgazioni" sono di una banalità insopportabile. COME SONO INSOPPORTABILI TUTTI QUESTI SERVI SCIOCCHI DELLA SINISTRA.

claudioarmc

Ven, 18/03/2016 - 15:49

SCUOLA DA RICCHI DOVE CON 12 EURO COMPRI QUESTO LIBRO E CON UN BIGLIETTO DA 10 ACCENDI UN SIGARETTA....BRAVA GUARDIANI