Attenzione alle spese per parcelle e perizie

Un errore comunemente commesso da chi intende sottoscrivere un contratto di mutuo è trascurare l'importanza degli oneri accessori, ossia delle spese connesse sia alla procedura di acquisto di un immobile che allo stesso finanziamento. Si tratta di costi che possono oscillare tra i 10mila e i 20mila euro, a seconda dei casi, e che possono creare qualche difficoltà temporanea al compratore. Al mutuo, in particolare, sono connesse spese di perizia e di istruttoria che possono incidere sull'entità stessa del finanziamento in quanto vengono detratte dall'importo totale. A questo scopo, è sempre meglio informarsi in banca prima di avviare la pratica. L'acquisto della casa comporta il pagamento dell'Iva (ridotta al 4% se è una prima casa comprata dal costruttore, esente se comprata da privato), l'imposta di registro per il rogito notarile al 2% del prezzo di vendita e le imposte ipotecaria e catastale (50 euro ciascuna tra privati, 200 dal costruttore). A questo si aggiunge la parcella del notaio (cui si può sempre chiedere un preventivo) e la commissione di intermediazione dell'agenzia se vi si è fatto ricorso.

Imposta di registro, Iva (se si compra dal costruttore) e spese varie fanno salire il conto a 20mila euro