Attrice rifiuta il figlio comprato. Il giudice: non può

Divorziò dal marito quando la gestante surrogata era incinta. Non è la madre biologica ma deve mantenerlo

Roma Bello, una volta: si diceva «mamma» ed era sempre certa. Ora alla parola più bella del mondo si aggiungono tanti aggettivi: madre naturale, biologica, genetica, oppure surrogata, in affitto, portatrice e ancora legale, sociale...Altri ancora ne saranno coniati, nel terzo millennio in cui l'intreccio tra nuove tecnologie e nuove leggi crea in continuazione figure genitoriali e la morale segue sempre.Sta a dimostrarlo la storia di Lamar Sally Jr., nato ad agosto 2014 in Pennsylvania da una donna-incubatrice, per volere di un'altra, l'attrice Sherri Shepherd, che poi pretendeva di «divorziare» da lui, dopo averlo fatto dal marito Lamar Sally, sceneggiatore di serie tv. Per 9 mesi, un'altra gestazione, LJ ha aspettato di sapere da un tribunale chi dovesse chiamare mamma.

Ad aprile un giudice della Pennsylvania ha stabilito che Sherri, 48 anni, volto noto della tv americana, è sua madre legale, obbligata a mantenerlo con 4mila dollari al mese e a garantirgli la copertura sanitaria fino a 18 anni. Lei ha fatto ricorso e la parola finale l'ha messa martedì scorso la corte d'appello, confermando la sentenza. Per la prima volta in Pennsylvania si considera vincolante un contratto di surrogazione.LJ, che ha una madre biologica sconosciuta e una nota che l'ha partorito, legalmente può chiamare madre solo la donna che l'ha rifiutato.Sherri e Lamar si sono sposati nel 2011 e poi si sono sottoposti alla fecondazione omologa. Niente. Allora hanno deciso per l'eterologa, selezionando con cura in un'agenzia una madre «in affitto»: Jessica Bartholomew, cameriera single di 23 anni con due figli. L'embrione nato dal seme di Sally e dagli ovuli di una donatrice, è stato impiantato nel suo grembo.Solo che due mesi prima della nascita, la coppia è «scoppiata». Per l'attrice, che ha un patrimonio di 10 milioni di dollari, LJ dal punto di vista genetico non ha nulla in comune con lei. Così, si rifiuta di comparire come madre nel certificato di nascita, di pagare gli alimenti e anche di usare l' assicurazione sanitaria. Accusa Lamar di averla costretta a firmare un contratto per diventare genitori avendo già in mente di divorziare. «Se fai una scelta sbagliata - dichiara - torna indietro, scrolla la polvere dai piedi e comincia a camminare in avanti». I media ci vanno a nozze.I coniugi presentano istanza di divorzio in due stati. Lui in California, che prevede l'utero in affitto, chiedendo la custodia legale del bambino. Lei in New Jersey, che non riconosce la maternità surrogata. «Mi ha detto: è il tuo sperma - racconta Sally - e non il mio ovulo, quindi il bambino è tuo. Eppure mi pregava di fare subito un figlio, diceva che non voleva essere una mamma anziana. Ci siamo sposati per questo progetto, non posso credere che ora non voglia nemmeno vedere il bambino». No, Sherri che ha già un figlio di 9 anni dell'ex marito Jeff Tarpley quest'altro proprio non lo vuole. Ma i giudici hanno deciso diversamente.Non in tutti gli stati Usa è così. Altrove i genitori non biologici possono decidere di abbandonare il piccolo, interrompendo la gravidanza. Nel 2013 la madre surrogata Crystal Kelley non volle abortire e tenne con sé una bimba con problemi di salute. Era in Michigan, dove la madre legale è quella che partorisce il figlio, non la titolare del patrimonio genetico.

Annunci

Commenti

Fjr

Gio, 03/03/2016 - 09:26

Questi sono i risultati delle gravidanze conto terzi, dei figli rifiutati perché non conformi all'ordine, o perché i due genitori sono due emeriti idioti

mastra.20

Gio, 03/03/2016 - 09:35

che bella società ,,,,farsi del male da soli è comprensibile , ma farlo ad altri

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 03/03/2016 - 09:40

Che casino!!!!! Naturalmente i pidioti importano tutte le stru,,te del mondo,rigettando le cose serie che potrebbero aiutare il POPOLO NORMALE e Ripeto NORMALE!!!

MEFEL68

Gio, 03/03/2016 - 09:44

Ecco uno dei tanti risvolti di questa "evoluzione" della società che i sinistri vogliono imporci. Quant'era bello quando si diceva che di mamma ce n'è una sola!!! Senza tanti arzigogoli pseudo-mentali si deve affermare con forza che il figlio è di chi lo partorisce. Tutto il resto è noia...e malafede.

GianniGianni

Gio, 03/03/2016 - 10:13

Non ci si può fidare degli eterosessuali per quanto riguarda i figli. Non hanno il minimo senso di responsabilità

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Gio, 03/03/2016 - 10:45

Non si dovrebbe poter comprare(!) un figlio -COMUNQUE- caro Gianni - E' una cosa aberrante sia fatta da etero che da omo - Perchè di gente senza responsabilità c'e' zeppo il pianeta.

Ritratto di Civis

Civis

Gio, 03/03/2016 - 10:55

Lasciate i figli a chi li sa fare ed insegnate loro ad educarli bene, con le buone (sussidi) o con le cattive (niente sussidi e figli adottabili).

linoalo1

Gio, 03/03/2016 - 10:57

Ecco Un Caso che dovrebbe fare riflettere Questo Governo di Incompetenti,per primo,la Cirinnà!!!!!

vince50_19

Gio, 03/03/2016 - 11:21

GianniGianni - Adesso non le spari troppo grosse: questo è un caso e comunque DEVE sempre prevalere la natura in queste faccende, non altro: l'uomo e la donna forniscono il migliore equilibrio fisio-psichico per un nascituro. Come da millenni natura stessa "insegna".

quell'io

Gio, 03/03/2016 - 11:35

@ GianniGianni : accetto la Sua provocazione e rilancio. Non è forse vero che tutti coloro che decidono di scegliere la razza del nascituro (scegliendo chi dona l'ovulo) e poi cercano di indirizzare la buona crescita dello stesso selezionando l'utero dove impiantarlo non hanno il minimo senso della realtà ?

Jimisong007

Gio, 03/03/2016 - 11:47

Ha comperato un giocattolo costoso

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Gio, 03/03/2016 - 11:50

Grazie progressisti!!!

MEFEL68

Gio, 03/03/2016 - 12:35

Il progresso della scienza è inarrestabile. Dopo i robot metallici sono arrivati a costruire i robot di carne.

giovauriem

Gio, 03/03/2016 - 12:53

credo che dopo i canili bisognerà costruire i bambinili , dove metteranno tutti i rifiutati , anche dopo l'affiliazione da questi animali derivati dalla razza umana .

jeanlage

Gio, 03/03/2016 - 12:57

Che bei diritti. C'è tutto il PD e il SEL dietro questo mondo meraviglioso. C'è da diventare verdini dalla rabbia!

emigrante48

Gio, 03/03/2016 - 13:27

Qui in Italia, con la magistratura che ci troviamo, nel prossimo imediato futuro ne vedremo delle belle, con queste nuove leggi sulla famiglia che i clerical-comunisti stanno vagliando!

anna.53

Gio, 03/03/2016 - 13:51

Povero figlio innocente e di nessuno!

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 03/03/2016 - 14:24

Ha voluto la bicicletta ed ora non vuole pedalare?Ci penserà il tribunale.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Gio, 03/03/2016 - 14:26

Vi lamentate'?NON NE AVETE IL DIRITTO.Continuate a votare Pd e Libertà di Sodomia.

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 03/03/2016 - 14:29

@anna.53 ore 13,51: Il più breve, il più commovente e il più intenso postato del giorno. Grazie di averlo scritto e inviato.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Gio, 03/03/2016 - 15:01

Vuole usufruire del diritto di recesso ovvero soddisfatta o rimborsata. Pensate un po' come siamo ridotti .....

java

Gio, 03/03/2016 - 15:11

questo è il luminoso futuro che la sinistra ha pensato per noi.

claudioarmc

Gio, 03/03/2016 - 15:15

Benvenuti al supermarket del bebè, i saldi cominceranno a Settembre. Si accettano resi fallati

P2752

Gio, 03/03/2016 - 15:19

istituire SUBITO il DIRITTO DI RECESSO anche per gli acquisti "in utero" (giusto per parafrasare un album dei Nirvana)! ma che scherziamo, è un "acquisto" a tutti gli effetti...mi raccomando, conservare sempre la ricevuta di PayPal in modo da velocizzare la cosa! Ironizzo per non piangere!!! Poveri bambini, alla fine sono solo loro che ne pagheranno le conseguenze, poi non lamentiamoci se tra un paio di generazione avremo adulti pieni di odio e rabbia...

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Ven, 04/03/2016 - 14:18

claudioarmc mi scusi,ha mica disponibii i depliand delle offerte settimanali?