"Con aumento Iva stangata da 1200 euro a famiglia", l'allarme del Codacons per il 2020

L'associazione dei consumatori avverte: se scatteranno le clausole inserite in manovra, nel 2020 ci sarà un salasso per le famiglie

"Se scatteranno le clausole di salvaguardia e le aliquote Iva saranno ritoccate al rialzo, i prezzi di una moltitudine di beni di largo consumo subiranno un aumento con conseguente stangata per le tasche delle famiglie italiane". La previsione del Codacons per il 2020 è impietosa: se non verranno disinnescate le clausole inserite dal governo gialloverde nella legge di bilancio 2019, a regime l'aumento delle spese è stimato "in +1.200 euro annui a famiglia, senza considerare i costi indiretti legati agli aumenti per imprese, industria, energia e trasporti".

"I rincari dei listini toccheranno ogni aspetto della nostra vita", prosegue il Codacons. "Costerà di più svegliarsi e fare colazione al bar o in casa, ma anche lavarsi il viso e i denti, prendere la macchina per andare a lavoro, mangiare un tramezzino al bar, andare dal parrucchiere o portare un abito in tintoria, pagare le bollette o trascorrere una serata al cinema o in pizzeria".

Nel mirino il rischio del passaggio dell'Iva ridotta dal 10% al 13%%, e di quella ordinaria dal 22% al 26,5%. Il presidente dell'associazione, Carlo Rienzi, non usa mezze misure: "Il governo appare sempre più schizofrenico: promette di non aumentare le tasse, ma poi inserisce in manovra clausole di salvaguardia pesantissime che porterebbero l'Italia in vetta alla classifica dei paesi Ue con l'Iva più alta, seconda solo all'Ungheria". Negativo, per Rienzi, anche l'aggravio dell'Ires sugli enti non commerciali: "La conseguenza di tali scelte folli dell'esecutivo sarà una drastica riduzione dei servizi resi dalle associazioni alle fasce più deboli della popolazione: una decisione semplicemente vergognosa per un paese civile".

Commenti

Massimo Bernieri

Sab, 22/12/2018 - 17:07

Anche questi sono i soliti allarmismi come"ogni cittadino paga all'anno un tot di € di multe":c'è chi ne prende parecchie e chi nulla.E' ovvio che nessuno è contento aumenti IVA ma almeno è una imposta sui consumi che pagheranno anche gli evasori.Diverso aumento imposte dirette.Ognuno di noi compera del superfluo:basta eliminarlo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 22/12/2018 - 17:17

E quando monti mise la clausola di salvaguardia che anche quest'anno abbiamo evitato al modico prezzo di 12,5 miliardi di euro, voi del codacoso dove eravate?

Massimo Bernieri

Sab, 22/12/2018 - 18:08

Anche questo governo come i precedenti,non è capace di tagliare i costi politica che dicono,essere 2-3 volte superiori ad altri paesi equivalenti al ns con il Quirinale con 1200 stanze che costa di + della residenza regina Elisabetta.Che sia destinato a museo dal momento che abbiamo opere in scantinati per mancanza di spazio e il Presidente vada a vivere in una villetta come il presidente della ricca Germania che vive in una villetta a Berlino(così ho letto)

rokko

Sab, 22/12/2018 - 18:37

wilegio, Monti non ha mai messo nessuna clausola di salvaguardia; anzi, disinnescò parzialmente ma definitivamente quella da 20 miliardi di Tremonti/Berlusconi, scadenza settembre 2012. Forse tu intendi la clausola di Letta/Renzi. In ogni caso, non sei felice? Poiché queste clausole di salvaguardia piacciono tanto a tutti, il nostro governo del cambiamento di sta fava ha deciso che 12.5 mld erano pochi, e li ha elevati a 23 miliardi per il 2020 e 29 per il 2021. Contento e soddisfatto?

rokko

Sab, 22/12/2018 - 18:40

Massimo Bernieri, il tuo discorso avrebbe senso se si togliesse l'irpef e si aumentasse l'Iva. Peccato che pagheremo l'irpef PIÙ l'iva, ma tu sei contento così, quindi cosa dire?

Massimo Bernieri

Sab, 22/12/2018 - 21:25

rokko.Non ho detto che sono contento anzi..solo visto che lo stato non è capace di ridurre le spese:vedi il mio commento sotto sul Quirinale ho detto che l'aumento IVA lo pagano tutti anche gli evasori che dichiarano nulla poi girano con auto lussuose e dovranno pur far benzina e pagare IVA invece che aumentare le aliquote imposte IRPEF che le pagheranno i soliti che già pagano le tasse.Poi essendo imposta su consumi,basta consumare meno.Tutti io compreso consumiamo del superfluo.

LinoScazard

Sab, 22/12/2018 - 21:59

Massimo Bernieri, molti evasori non emettono fattura ergo non pagano iva. Oltretutto un rialzo dell'IVA deprime i consumi, soprattutto nelle fascie più deboli, quando ci avviamo verso una recessione. Le basta per essere allarmista?

rokko

Sab, 22/12/2018 - 22:30

Massimo Bernieri, lo so che non sei contento, nessuno può esserlo. Ripeto, il tuo discorso ha senso, e potrebbe rientrare in una strategia di spostare la tassazione dai redditi ai consumi. Non è detto che sia la scelta vincente, ma è una strategia. Le clausole di salvaguardia non rientrano in nessuna strategia: in un parallelo calcistico, è come sparare la palla in tribuna sempre e comunque, anche avendo un rigore a favore. L'anno prossimo si dovranno trovare 23 miliardi di euro prima di pensare a qualsiasi altro intervento, ma mi starebbe pure bene se ci fosse una strategia dietro, ed invece ci diamo la zappa sui piedi solo per il puerile sfizio di mandare qualcuno in pensione con quota 100 e dare forse 680 euro a chi lavora in nero. Boh.

rokko

Sab, 22/12/2018 - 22:31

Massimo Bernieri, lo so che non sei contento, nessuno può esserlo. Ripeto, il tuo discorso ha senso, e potrebbe rientrare in una strategia di spostare la tassazione dai redditi ai consumi. Non è detto che sia la scelta vincente, ma è una strategia. Le clausole di salvaguardia non rientrano in nessuna strategia: in un parallelo calcistico, è come sparare la palla in tribuna sempre e comunque, anche avendo un rigore a favore. L'anno prossimo si dovranno trovare 23 miliardi di euro prima di pensare a qualsiasi altro intervento, ma mi starebbe pure bene se ci fosse una strategia dietro, ed invece ci diamo la zappa sui piedi solo per il puerile sfizio di mandare qualcuno in pensione con quota 100 e dare forse 680 euro a chi lavora in nero. Bah.

Massimo Bernieri

Sab, 22/12/2018 - 22:46

LinoScazard.Allora se molti evasori non fanno fattura come facciamo a trovare i soldi visto che lo stato continua a spendereinutilmenteAumentiamo le imposte dirette che pagano i soliti e caliamo IVA?O facciamo i soliti proclami caccia agli evasori controlli sui c/c?

LinoScazard

Dom, 23/12/2018 - 11:20

Massimo Bernieri, in un paese in cui l'evasione è endemica, aumentare l'IVA causerebbe l'aumento anche dell'evasione. Come lei dice, finirebbero per pagare i soliti, a cui rimane meno per consumare, a meno di non chiedere a loro volta di acquistare senza fattura. In Italia dobbiamo partire da molto lontano per avere la cultura civica giusta, leggi semplici, deterrenti certi e una giustizia efficace, che ci permettono di invertire la tendenza fiscale.