Austerity, schiaffo da Berlino: "Italia sfacciata sulla flessibilità"

L'Eurogruppo ignora il crollo delle Borse e non molla la linea del rigore sui conti. Ma scatta l'allarme su Grecia e Portogallo

Matteo Renzi anche ieri ha sostenuto che l'Europa sbaglia e che di sola austerity si muore. Ma ieri l'Eurogruppo che avrebbe dovuto affrontare il nodo della crescita e della garanzia europea sui depositi bancari, ha confermato che la priorità dell'Ue resta il rispetto del Patto di Stabilità. Il vertice dei ministri dell'economia si è concentrato sulle politiche economiche di Grecia e Portogallo, messe in mora perché non in linea con le indicazioni europee. Una risposta esplicita all'Italia è arrivata da Lars Feld, consigliere del cancelliere Angela Merkel, che ha accusato Roma di fare richieste «sfacciate» sulla flessibilità.Il tutto, nel giorno del tonfo delle borse europee sui timori di recessione. Coincidenza che ha costretto i vertici delle istituzioni europee a mostrarsi ottimisti.

Il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha detto che la situazione delle banche della zona euro «è ben migliore» rispetto a qualche anno fa. In difesa delle banche anche il commissario agli affari economici Pierre Moscovici: «Nell'insieme il sistema bancario europeo è molto più solido del passato» e in linea generale «abbiamo fondamenta solide». Sulla stessa linea il ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble, convinto che la volatilità sulle azioni delle banche europee sia «in parte causata da una reazione eccessiva da parte dei mercati». La priorità, secondo le istituzioni europee, è il rispetto del Patto di Stabilita. Con mercati volatili occorre «mano ferma». L'ottimismo sulle banche serve a non affrontare il nodo dell'unione bancaria e, soprattutto, il sistema unico di garanzia dei depositi. La Germania è contraria e la presidenza di turno olandese spalleggia Berlino rallentando la riforma. Tabù anche al consiglio di ieri. Autoassoluzione anche sul versante italiano, con il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan che ieri ha commentato il tonfo dei bancari come il risultato di «movimenti sistemici non solo in Europa». Colpa delle «prospettive di crescita globale. Non c'è un fattore specifico».

Le turbolenze nei mercati finanziari sono state un argomento secondario della riunione dei ministri economici europei di ieri. Il tema principale resta il problema dei Paesi periferici che non rispettano i patti con l'Europa. In primo luogo Grecia e Portogallo. Sia Dijsselbloem sia Moscovici si sono mostrati ottimisti sul raggiungimento di un accordo con i due governi. Ma nella sostanza non sono stati fatti sconti. Nessun rinvio per Atene. Il nodo della riforma delle pensioni che - ha sottolineato «deve essere ambiziosa». Scelte «necessarie e non diventerà più semplice rinviare il momento di approvarle». Pressing anche sul Portogallo che ha annunciato politiche espansive e incassato un no netto da Bruxelles. Ieri l'Eurogruppo ha chiesto a Lisbona di rispettare le regole del Patto di stabilità. Cosa ne pensa la Germania lo ha spiegato Schäuble, vero protagonista di questa fase della politica europea. «Il Portogallo farebbe meglio a non allarmare i mercati ancora di più, alimentando le voci sul fatto che vuole invertire il cammino preso». L'Italia non era all'ordine del giorno, ma la misura della tensione dei rapporti con l'Europa ieri l'ha data un'intervista a Repubblica di Lars Feld, consigliere di Angela Merkel e vicino a Schäuble. L'Italia «si trova nel braccio preventivo del Patto. Che già riconosce abbastanza flessibilità. Le richieste di Renzi sono «sfacciate».

Annunci
Commenti

MassimoR

Ven, 12/02/2016 - 08:23

ok questo vuol dire che Renzi lavora bene

alby118

Ven, 12/02/2016 - 08:41

Porca miseria, non saremo mica finiti nella mxxxa ?? Ma no, vedrete che pian piano questi ottimi governi "rossi" voluti e votati dalla maggioranza degli italiani, sapranno risolvere brillantemente i problemi e ci riporteranno ai vecchi fasti che competono alla nostra gloriosa Nazione. A dire il vero non che i precedenti fossero da meno, ma perlomeno avevano un consenso popolare.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 12/02/2016 - 08:42

Non è solo l'iltalia ad essere sfacciata,conosco uno,un certo bulletto fiorentino che,a proposito di SCHIAFFI,ha proprio la faccia da......

giovanni PERINCIOLO

Ven, 12/02/2016 - 08:52

"Italia sfacciata sulla flessibilità". Germania, meglio frau kulona sfacciata "dittatora" neonazista! L'Europa non é sua, non ancora almeno!

glasnost

Ven, 12/02/2016 - 08:52

I paesi in crisi, guarda caso, sono quelli socialisti : Portogallo, Grecia, Italia ed adesso arriveranno Spagna e Francia. In momenti di crisi non si possono tenere al potere boy-scout presuntuosi ed arroganti, con un governo di idealisti ed un ministro delle finanze inadeguato. E non si possono fare solo operazioni per acquistare voti (80euri o 500euri regalati senza ritorno) o dare soldi alle banche ed agli imprenditori amici. Ci vuole serietà e questo governo non ce l'ha. Chi può vada via dalle banche e dall'Italia.

giovanni951

Ven, 12/02/2016 - 08:53

non danno flessibilitá? basta prendersela, poi vediamo che fanno. Multa? non paghiamo. Vi buttano fuori? molto bene. Ma non credo che lo farebbero

Klotz1960

Ven, 12/02/2016 - 08:57

Bisognerebbe correre in aiuto al Portogallo e fare fronte. Invece ogni Paese membro UE e' sempre isolato contro la maggioranza. L'Eurogruppo, tralaltro, non e' previsto dai trattati ed e' quindi una aggregazione informale che non dovrebbe mai permettersi di prendere posizione contro il Governo democraticamente eletto di un Paese membro.

pupism

Ven, 12/02/2016 - 09:07

BCE continuerà ad acquistare finchè il debito sarà BBB- ma se verremo declassati ciò non sarà più possibile e faremo la fine della Grecia e Portogallo. Se l'ex sindaco non si adegua subito a quanto viene ordinato da Usa e Germania l'Italia farà una brutta fine (Berlusconi docet).

Ritratto di .sandrinoI£Mazzulatore.

.sandrinoI£Mazz...

Ven, 12/02/2016 - 09:08

l'itaglia è una repubblic(hett)a NON sovrana SCHIAVA del NEUROgruppo e della MASSOMAFIONERIA

Idliketofly

Ven, 12/02/2016 - 09:11

il bomba!!!!

cicero08

Ven, 12/02/2016 - 09:12

si sfacciata perché così vogliono gli italiani. Ora è finito il tempo dei sorrisini e dell'ilarità: l'Italia chiede rispetto ed attenzione.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 12/02/2016 - 09:23

Lo stesso sistema usato per far fuori Berlusconi. Si fa in maniera che i soldi di cui abbiamo estremo bisogno costino di più, questa volta per colpire l'italietta improvvida ed il suo ducetto incapace, ma capacissimo per i fatti suoi. Se andiamo indietro nel tempo, alla fine del secolo scorso, non possiamo non renderci conto che il colpevole, l'assassino della nostra economia, è stato lui, l'ineffabile Prodi: Irap e poi il funesto ingresso nell'euro, che ci ha schiavizzato alla Ghermania e cancellato la nostra capacità competitiva. Poi, dopo Prodi, abbiamo il "vago" Renzi, gran chiacchierone, ma chiaramente incapace, politicamente ed economicamente. Brillante solo nelle chiacchiere, terreno su cui non lo batte nessuno, specie in assenza di interlocutori, anche perché li evita accuratamente.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Ven, 12/02/2016 - 09:26

Più Strilla contro l'Europa il pinocchio viene punito, non ha ancora capito che non è considerato altro che un chiacchierone tante parole ma pochi fatti

Marzio00

Ven, 12/02/2016 - 09:27

Andate a cercare sul web l'opinione dell'economista Paolo Savona sull'Euro. Poi suggerisco al Governo non eletto di creare un'alleanza comune con Grecia-Spagna-Portogallo altrimenti nulla si può fare contro gli strozzini tedeschi. Ricordate che un usuraio ha tutto l'interesse di mantenere in vita il proprio "cliente" per portargli via fino all'ultimo centesimo per poi farlo fuori! Un po' come sta facendo la Germania con i suoi "indisciplinati" colleghi europei........ stacchiamo la spina prima che sia troppo tardi!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 12/02/2016 - 09:37

Si legge: “Matteo Renzi anche ieri ha sostenuto che l'Europa sbaglia e che di sola austerity si muore”. Su questo ha perfettamente ragione. Ma nel sistema ideato dalla Ghermania, con la complicità di Prodi, il pareggio di bilancio è imposto, anche se sbagliato. Pertanto il furbetto che vuole tenere i piedi in due paia di scarpe deve decidere: o taglia il costo dello stato, o esce dall’euro e comunque abbassa le tasse. Tertium non datur, anche perché il suo 109 in giurisprudenza convince poco sulle sue capacità in tema di economia.

Gasparesesto

Ven, 12/02/2016 - 09:41

Il nuovo Einstein italiano che vuol dimostrare che la Matematica è solo un'opinione personale e vorrebbe l'Oscar dela Sua Teoria sui conti da parte della Comunità Europea !

glasnost

Ven, 12/02/2016 - 09:52

Purtroppo prima di distribuire la ricchezza bisogna produrla. Ma questo tema sembra sconosciuto ai governi della sinistra. Così o si cambia sistema economico, proponendo un sistema socialista,ma uscendo dall'Europa che si muove diversamente, o non si va avanti.

carpa1

Ven, 12/02/2016 - 09:52

Non so che aspettiamo ad uscire da questo pantano di m...da che ci hanno preparato, purtroppo, i nostri stessi politici (anti)italiani, leggasi Prodi e sx tutta che, ora, non sa più come difendersi facendo richieste che per i paesi più furbi suonano che ridicole. Questi paesi, infatti, sono i soli a contare nel consesso internazionale dopo aver ridotto il nostro paese ad una mera comparsa.

Ritratto di .sandrinoI£Mazzulatore.

.sandrinoI£Mazz...

Ven, 12/02/2016 - 10:18

SERVI del NEUROgruppo e della MASSOMAFIONERIA

buri

Ven, 12/02/2016 - 10:18

è una storia vecchia, Italia e Germania non sono mai andate d'accordo sotto sotto di detestano, senza mai dirlo apertamente, e quindi non stanno bene assieme. e cosè nell'UE ve n'è uno di troppo

linoalo1

Ven, 12/02/2016 - 10:22

Cosa ha detto????Ma allora non si rende ancora conto di come ha ridotto l'Italia con il suo rigore!!!!Si,è vero però,il suo non è RIGORE,ma bensì un REGIME!!!

wotan58

Ven, 12/02/2016 - 10:29

@glasnost, condivido fino all'ultima riga. Con una classe politica di sinistra fatta da incapaci parassiti che lavorano solo per aiutare i propri amici distruggendo l'Italia sarebbe utilissimo rinunciare a quota parte della sovranità ed avere un superministro europeo per il Tesoro, che, secondo le intenzioni franco-tedesche, avrebbe proprio il compito di coordinare le politiche degli stati membri per superare le politiche di austerità, ovviamente rimettendo in riga i paesi come l'ITalia.

glasnost

Ven, 12/02/2016 - 11:09

A me NON piace troppo la politica economica voluta dai tedeschi, ma PURTROPPO con la nostra politica, basata sugli sprechi, i privilegi e la compravendita dei voti, non possiamo andare avanti. E per quello che riguarda un modello di sinistra, oltre a quelli del passato abbiamo sott'occhio anche il peronismo, il Brasile di Lula e successori, la Spagna di Zapatero, il Portogallo, la Grecia, l'Italia post berlusconiana etc.

Mr Blonde

Ven, 12/02/2016 - 11:18

Hanno ragione, basta bilanci "morbidi", basta stato e soprattutto basta debito. Pensavamo con l'euro di vivere alle spalle dell'europa e abbiamo perso i primi 10 anni (1999-2008: governicchi che facevano il proprio tornaconto chi personale, chi di categorie) senza incidere sulla spesa sfruttando la convergenza dei tassi. Ora ricominciamo con il balletto delle responsabilità altrui

Rossana Rossi

Ven, 12/02/2016 - 11:18

Grazie al pifferaio usurpatore tra un po' saranno i crucchi a governarci........votate pd, babbei........

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 12/02/2016 - 11:18

Per quanto non gradisca la politica della Merkel credo sia necessaria una politica del "rigore" che non deve essere basata sull'aumento della tassazione e sugli annunci a catena. E' fallito il contenimento della spesa pubblica, poco o nulla è stato fatto, a mio avviso, sul "costo della politica", sulla burocrazia e la corruzione. Non meravigliamoci se NON siamo credibili.

Lino.Lo.Giacco

Ven, 12/02/2016 - 11:40

io penso ai tanti milioni di persone che giornalmente lavorano e producono ricchezza poi penso che poche migliaia di fottuti politici sperperano tra viaggi cene, hotel di lusso (coperta inclusa) raccontando fesserie che solo un popolo imbecille puo' tollerare, e noi tolleriamo di tutto.

perSilvio46

Ven, 12/02/2016 - 11:40

Basta menzogne. Il nostro futuro, INEVITABILE, lo descrive perfettamente ed inconfutabilmente Carlo Cambi (sul sito di LIBERO). Inutile commentare l'articolo, tanto è chiaro e perfetto. La sintesi è questa: L'Italia è ridotta ad un carcassa da spolpare. Un tragico parallelo: Hitler voleva farlo con ala Russia, me è stato sconfitto perché i russi hanno reagito, Merkel vuole farlo all'Italia, e ci riesce perché noi abbiamo un premier ed un governo incapaci di reagire, Ma la Merkel non ha vinto oggi, la vittoria c'è stata quando ha eliminato BERLUSCONI, l'unico capace di reagire. Leggete e riflettete quanto esposto da Carlo Cambi e sono fatti, non parole o ipotesi: FATTI!.

badboy

Ven, 12/02/2016 - 11:47

Quand'e che vogliono capire che non si tratta di austerità o meno. Si tratta di finalmente diventare affidabili e rispettare gli accordi verso l'esterno (Europa) e di finalmente iniziare a risanare questo paese così ridotto a pezze. Cosè cambiato nel settore pubblico in tutti questi anni ? Un settore che succhia l'ultima goccia di sangue dalle vene del settore produttivo. Dov'e la politica economica che finalmente affronta gli impatti della globalizzazione sulle aziende produttrici italiane ? Non se ne frega nessuno. Totale mancanza di responsabilità su tutti i livelli.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 12/02/2016 - 12:10

Resto dell'idea che con l'enorme debito pubblico che ha l'italieta, se non si tagliano alla grande le spese inutili, la corruzione e altre amenità del genere saranno cavoli amari. Renzuccio in EU quando fa la voce grossa e batte i pugni sul tavolo ridono.

idleproc

Ven, 12/02/2016 - 13:12

La Merkel sta solo proiettando i suoi problemi verso l'esterno, compresi quelli finanziari. Lo fa anche per politica intena, quella estera è stata una colossale sequenza di errori se voleva essere un leader guida europeo autonomo e indipendente. Ovviamente non lo è e non sarebbe arrivata mai dove si trova. Tutti i cosidetti "leaders" europei sono sostituibili come già ampiamente dimostrato. se non lo hanno ancora fatto è perchè non hanno niente di meglio sotto controllo.

Libertà75

Ven, 12/02/2016 - 13:31

@mrblonde, senza debito non si fa crescito, TUTTI i paesi del mondo usano questa ricetta, gli unici che fanno crescita senza debito sono quelli che gestiscono patrimoni sovrani legati alle risorse minerarie (in primis il petrolio) e pochissimi altri micro-paesi che sono paradisi fiscali per le lobbi finanziarie. Altrimenti la ricetta è sempre quella citata in tutti i libri di economia. Spesa per crescita. Si attualizza oggi un costo futuro facendone pagare i costi alle generazioni successive che ne trarranno beneficio. Quindi più spesa produttiva, non meno.

cicero08

Ven, 12/02/2016 - 13:33

e intento Renzi incassa il sostegno del presidente del Parlamento Europeo...

Duka

Ven, 12/02/2016 - 13:35

A CASA TUTTA LA BANDA DI INCAPACI IMPOLTRONATI DA UN VETERO-BOLSCEVICO FUORI DALLA STORIA.

Mr Blonde

Ven, 12/02/2016 - 14:18

Libertà75 quindi tanto vale un debito al 200% perchè no 300% del pil

franco-a-trier-D

Ven, 12/02/2016 - 18:22

imparate a lavorare

franco-a-trier-D

Sab, 13/02/2016 - 09:20

se fossero i crucchi a governare la Italia andreste meglio ma a voi piacciono i comunisti al governo votateli ancora Buri vero tra Italia e GERMANIA C'è DELLA RUGGINE DA 70 ANNI PER IL VOSTRO TRADIMENTO CON GLI ALLEATI GERMANICI...