Auto sulla folla a Berlino: quattro vittime, tre feriti

Una Porsche travolge i passanti sul marciapiede La polizia tedesca parla di «incidente stradale»

Un'auto sul marciapiede a folle velocità che travolge tutto e tutti lasciando dietro di sé una scia di sangue. Mentre si contano i morti e le notizie dettate dalle agenzie sono ancora frammentarie, Berlino ripiomba nell'incubo terrorismo.

Poi, quando i flash dei Tg già parlano di un possibile attentato, le informazioni si fanno più precise: nessun attacco, si è trattato un drammatico incidente stradale.

Quattro le vittime, tra cui un bambino, e diversi feriti gravi. La zona, nel distretto di Mitte, a pochi passi dal centro della capitale, viene isolata immediatamente. Accorrono una quarantina tra poliziotti e vigili del fuoco.

È stata una Porsche ieri pomeriggio, mentre la gente stava tornando a casa dal lavoro, a travolgere le persone che camminavano sulla Invalidenstrasse, una strada a scorrimento veloce.

I testimoni sono stati i primi a parlare di un incidente. Il conducente, probabilmente a causa dell'alta velocità, ha perso il controllo dell'automobile ed ha invaso il marciapiede non lasciando scampo a quattro persone che stavano passeggiando. Tra loro anche un bimbo che era in compagnia della nonna. Anche lei, secondo le prime informazioni, sarebbe stata investita ed uccisa. Scene di panico, sangue ovunque e il pensiero che inevitabilmente corre all'attentato del 19 dicembre del 2016 al mercatino di Natale di Berlino.

Tra le persone rimaste ferite ci sarebbe il conducente dell'automobile, ricoverato in condizioni gravissime, e due passeggeri della stessa Porsche, una donna e una bambina di sei anni. La Invalidenstrasse è stata chiusa al traffico. La chiamata di emergenza è arrivata poco dopo le 19. Sul posto sono arrivati decine di soccorritori, anche per prendersi cura dei parenti delle vittime, accorsi sul luogo della tragedia, in particolare della mamma del bambino ucciso insieme alla nonna.

Impossibile, in un primo momento, non pensare ad un attentato terroristico dopo quello che è successo a Berlino nel Natale di tre anni fa quando un camion piombò sulle bancarelle di un mercatino delle feste, nel quartiere berlinese di Charlottenburg, uccidendo 12 persone e ferendone 56. L'attentatore venne rintracciato in Italia, a Sesto San Giovanni, qualche giorno più tardi e ucciso durante un controllo di polizia. L'attacco venne rivendicato dall'Isis.