Il bambino che disobbedisce alle prepotenze degli ultrà

A Roma comandano i "Genny 'a carogna". E l'unico a non lasciare la curva è un bimbo. Ma non è il simbolo di un tifo migliore, rispetto a uno peggiore

Questo bambino non ha eseguito un ordine. Tutti via, lui è rimasto. Da solo in mezzo al vuoto. Gli ultrà della Roma hanno appena urlato di abbandonare lo stadio per protesta contro la squadra che sta perdendo 3-0 in casa contro la Fiorentina negli ottavi di finale dell'Europa League. Si sono alzati in centinaia, lui no. È rimasto a guardare la partita. E forse non ha capito bene perché qualche mese fa, gli stessi che se ne sono andati, erano rimasti ad applaudire la loro squadra che perdeva 7-1 in casa in Champions League.

Umiliati e felici. Lui ha disubbidito o se ne è fregato proprio, mentre tutti gli altri più grandi e (teoricamente) più maturi hanno eseguito l'ordine. Anzi due: quello di abbandonare lo stadio e quello di rientrare, alla fine, per obbligare la squadra ad andare sotto la curva a umiliarsi, a chiedere scusa per la sconfitta. Soprattutto a mostrare al mondo che gli ultrà comandano. Quel bambino non è il simbolo di un tifo migliore, rispetto a uno peggiore. Forse diventerà come tutti gli altri che lo circondano, magari un giorno sarà quello con il megafono che guida gli altri come una massa pronta a farsi dire che cosa fare e che cosa no. Quell'immagine non è la sua vittoria. Lasciare lo stadio è un gesto ben più civile rispetto a quelli a cui gli ultrà ci hanno abituato. Avrebbero dovuto lasciarlo lì, però. Unico e solo, con il suo tifo e con la sua falsa speranza. Hanno perso rientrando soltanto per dimostrare di contare qualcosa: l'hanno nascosto, ne hanno fatto perdere le tracce, l'hanno trasformato in un termine di paragone. Esaltato suo malgrado. Normale a sua insaputa. Non ha vinto lui, hanno perso gli altri.

Commenti
Ritratto di blackeagle

blackeagle

Sab, 21/03/2015 - 14:06

per genny si sono scomodati, sociologi, psicologi, antropologi, marziani, cornuti etc etc per questi,shhhh! Ma che stato/media vigliacco e schifoso! La vergogna degli esseri umani!

Ritratto di Drakeseventysix

Drakeseventysix

Dom, 22/03/2015 - 08:54

Ma a quale prepotenza si riferisce?È stata una maniera civile e ordinata di manifestare il proprio malcontento.Non ci sono stati disordini ne scontri ni alcun tipo, non vedo il problema.Al non ledere la libertà altrui mi è sembrato un gesto apprezzabile e di un gruppo unito ed in sintonia, insomma nulla di disprezzabile.Si lotta per la libertà di espressione e poi si attacca in maniera incomprensibile un gruppo di persone che civilmente e senza creare disagi a nessuno ha trovato un modo civile per manifestare che la prestazione non vale il prezzo del biglietto pagato...ma dico, invece di elogiare la unità di un gruppo compatto di giovani che manifesta civilmente, li trattate come delinquenti?? È proprio alla frutta questa società, e grande responsabilità e di quelli come lei che la raccontano.