Via Ban Ki-moon arriva Guterres: «Presto incontro con Trump»

Ieri la prima dichiarazione del nuovo segretario generale delle Nazioni unite: "Facciamo della pace la nostra priorità"

«Oggi, giorno di capodanno, chiedo a tutti di pronunciare lo stesso proposito: facciamo della pace la nostra priorità». È stata la prima dichiarazione, ieri, del nuovo segretario generale delle Nazioni unite, Antonio Guterres, subentrato all'incarico alla successione di Ban ki-Moon. Senza citare alcun conflitto in particolare, il diplomatico portoghese ha fatto appello a cessate il fuoco «sui campi di battaglia, per aprire la strada a negoziati per arrivare a soluzioni politiche».

«La pace deve essere il nostro obiettivo e la nostra guida», ha aggiunto Guterres nel suo videomessaggio registrato in inglese, francese, spagnolo e portoghese. «Da queste guerre, nessuno esce vincitore, tutti perdono» ha affermato, sottolineando il loro impatto sulle popolazioni civili. Il diplomatico ha anche criticato «i miliardi di dollari» che vengono sprecati a distruggere le società, che «esacerbano» i cicli di sfiducia e paura che possono trasmettersi per generazioni. Quindi, ha insistito il nuovo capo della diplomazia mondiale, la dignità e la speranza, così come il progresso e la prosperità, «dipendono dalla pace». «Esorto tutti perché, assieme a me, si impegnino per la pace oggi e tutti i giorni. Facciamo che il 2017 siano un anno per la pace». Ma Guterrez tende la mano all'amministrazione americana, che con il neopresidente Donald Trump ha duramente attaccato le nazioni unite. «È solo un club di chiacchiere», aveva attaccato il tycoon. Il nuovo segretario dell'Onu, invece, rilancia. «Spero di incontrare Donald Trump il più presto possibile, son determinato a stabilire un dialogo costruttivo con la nuova amministrazione americana».

Ban Ki-moon, infine, si è congedato la scorsa mezzanotte «come Cenerentola». L'ormai ex segretario generale delle Nazioni Unite (carica ricoperta dl 2007) ha anche ringraziato il personale dell'Onu e esortato i suoi colleghi a «concentrarsi sulle persone, sui diritti dell'uomo e sulla dignità umana».

Commenti

Luigi Farinelli

Lun, 02/01/2017 - 10:47

" ha anche esortato i suoi colleghi a «concentrarsi sulle persone, sui diritti dell'uomo e sulla dignità umana»". La prestigiosa rivista medica Lancet ha accusato l'UNICEF (ONU) di aver fatto morire 600.000 bambini all'anno durante il mandato (decennale) della radical-femminista Bellamy Carol: anziché medicinali e cure (tra l'altro facilmente reperibili) propagandava aborto e indottrinamento di Stato; nel 2006 le è successo Peter Singer, guru animalista: "meglio un cane sano che un bambino malato". Politiche neo-maltusiane, laicismo, aborto, de-natalizzazione, sterilizzazione, "nuovi diritti" di ogni risma sono propagandate da decenni attraverso le Conferenze ONU; per non parlare dell'appoggio alla bufala dei "cambiamenti climatici per l'eccesso di CO2 prodotta dall'uomo". Questa luciferina organizzazione è in mano a personaggi e congreghe che vogliono plasmare il mondo per i loro fini: deve essere denunciata e rivoltata come un guanto.

Luigi Farinelli

Lun, 02/01/2017 - 10:48

"ha anche esortato i suoi colleghi a «concentrarsi sulle persone, sui diritti dell'uomo e sulla dignità umana»". La prestigiosa rivista medica Lancet ha accusato l'UNICEF (ONU) di aver fatto morire 600.000 bambini all'anno durante il mandato (decennale) della radical-femminista Bellamy Carol: anziché medicinali e cure (tra l'altro facilmente reperibili) propagandava aborto e indottrinamento di Stato; nel 2006 le è successo Peter Singer, guru animalista: "meglio un cane sano che un bambino malato". Politiche neo-maltusiane, laicismo, aborto, de-natalizzazione, sterilizzazione, "nuovi diritti" di ogni risma sono propagandate da decenni attraverso le Conferenze ONU; per non parlare dell'appoggio alla bufala dei "cambiamenti climatici per l'eccesso di CO2 prodotta dall'uomo". Questa luciferina organizzazione è in mano a personaggi e congreghe che vogliono plasmare il mondo per i loro fini: deve essere denunciata e rivoltata come un guanto.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 02/01/2017 - 10:50

Speriamo non sia come il predecessore, altrimenti sarebbe meglio risparmiarci una montagna di soldi (non immaginate quanti, cifre astronomiche) e una montagna di disastri politici, oltre ai già citati disastri economici.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 02/01/2017 - 10:54

ora il vento sta cambiando direzione: cominciate a star zitti, cre.tini di sinistra.... :-)

paolonardi

Lun, 02/01/2017 - 11:29

Una nullita' che se ne va, un'altra che arriva a guidare uno degli organismi internazionali piu' inutile e dannoso che ha fallito nella sua ragion d'essere: mettere pace nel mondo risolvendo le controversie fra stati quando ci sono innumerevoli focolai di guerra se dobbiamo credere alle centinaia di migliaia di fuggitivi che ci invadono. Quanto poi alla difesa dei diritti dell'uomo e della sua dignita' tollera e parteggia per gli stati islamici che quei diritti ignorano sistematicamente.