Banche, così i dem insabbiano l'indagine

Nella commissione nomi vicini al "Giglio magico". Per scongiurare grane

E alla fine la lista arrivò. Il Pd infatti ha sciolto la riserva e ha messo nero su bianco i nomi dei 15 componenti dem (sui 40 totali, fra senatori e deputati) per la Commissione che - almeno sulla carta - dovrà indagare sui casi di crisi e dissesti nel sistema bancario con la possibilità di acquisire atti coperti da segreto istruttorio. I tempi però sono risicati, posto che la legislatura si chiuda a fine febbraio: va scelto il nome del presidente della Commissione (nella rosa dei candidati circolano i nomi di Pier Ferdinando Casini e quello del viceministro all'Economia, Enrico Zanetti) che dovrà concludere i propri lavori entro un anno, mentre dopo i primi sei mesi dalla effettiva partenza è attesa una relazione sullo stato dei lavori. Ma con lo scioglimento delle Camere, lo stesso organismo decade.

«Facciamola subito», disse Matteo Renzi a maggio negando l'imbarazzo per la vicenda di Banca Etruria, di cui era vicepresidente Pier Luigi Boschi, padre di Maria Elena Boschi. Che come ha ricostruito Ferruccio de Bortoli nel 2015, da ministro, chiese all'allora ad di Unicredit, Federico Ghizzoni, di valutare l'acquisto dell'istituto aretino. Poi però Renzi ha rinviato l'elenco fino a ieri. E per stare più sereno ha farcito la formazione con molte maglie «gigliate». A cominciare dal presidente Pd, Matteo Orfini, ma soprattutto Francesco Bonifazi, avvocato, parlamentare e tesoriere del Pd nonché ex fidanzato della Boschi. «Sarebbe ora di liberare il dibattito sulle banche da questo stantio odore di cialtroneria», sottolineò Orfini a maggio con un implicito riferimento all'espressione usata dall'ex direttore del Corriere della Sera. «De Bortoli è ossessionato dal giglio magico», rincarò la dose Bonifazi negli stessi giorni.

Un altro ultrarenziano in lista è il senatore lucchese Andrea Marcucci, industriale farmaceutico fratello dell'ex presidente della Regione Toscana, Marialina Marcucci. Nella lista ci sono anche Franco Vazio (ex consigliere della Cassa di Risparmio di Savona), Gian Pietro Dal Moro, Giovanni Sanga, Luigi Taranto, l'ex ministro Stefania Giannini, Mauro Del Barba, Franco Mirabelli e Mauro Marino. Quest'ultimo è il presidente della Commissione Finanze al Senato che all'inizio dell'anno è stato il regista del passo indietro sulla creazione del registro pubblico dei grandi debitori delle banche salvate dallo Stato come Mps. Si aggiungono quattro esponenti della minoranza interna come Susanna Cenni, parlamentare senese già ai tempi della gestione del Monte dei Paschi targata Giuseppe Mussari che non si è distinta in quegli anni per particolari denunce contro il «groviglio» fra banca e politica. Della minoranza Pd fa parte anche Carlo Dell'Aringa (professore della Cattolica, bersaniano, nonchè ex consigliere di Sorveglianza di Bpm), Camilla Fabbri (che però da sempre segue il caso Banca Marche con particolare attenzione) e Giancarlo Sangalli.

Seconde file presentabili e senza particolari affiliazioni con Rignano, Arezzo o Siena. Ma saranno le maglie renziane a mettersi in barriera se la commissione d'inchiesta riuscirà a scendere in campo. E non solo per giocare un'amichevole.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 15/09/2017 - 08:43

Nei titoli di coda di Don Matteo compariva lo spnsor di una banca fallita.

Happy1937

Ven, 15/09/2017 - 08:43

Per forza insabbiano. Non vorrete mica che facciano venire alla luce quel che hanno rubato.

DRAGONI

Ven, 15/09/2017 - 08:55

UNA "SCENEGGIATA" TRISTE E DOLOROSA PER CHI HA SUBITO DANNI!!

FRATERRA

Ven, 15/09/2017 - 09:38

....magna magna, insabbia insabbia; e rimagna rimagna......

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 15/09/2017 - 09:46

della serie Alì Babà ed i 4.000 ladroni!!!

jeanlage

Ven, 15/09/2017 - 10:03

Hanno messo i lupi ad indagare le stragi negli olivi. Sicuramente scopriranno che i colpevoli sono i conigli.

dietricheckart

Ven, 15/09/2017 - 10:09

Vomitevole...

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 15/09/2017 - 10:49

VERGOGNA !!! Perchè non si recuperano i soldi dalla Ministra Maria ETRURIA con il padre NULLATENENTE ??? DELINQUENTI

il sorpasso

Ven, 15/09/2017 - 10:52

Ma il Presidente della Repubblica non interviene mai?

Libertà75

Ven, 15/09/2017 - 10:52

avete mai visto una giustizia in grado di punire l'orbita PD?

jaguar

Ven, 15/09/2017 - 10:59

E poi hanno il coraggio di dare dei ladri a quelli della Lega. Lo vadano a chiedere ai risparmiatori che hanno perso tutto, chi veramente ha ladrato in Italia.

Rossana Rossi

Ven, 15/09/2017 - 11:08

E poi bloccano i fondi alla Lega.....votate pd votate.......

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 15/09/2017 - 11:44

Ma dai! Davvero? Chi l'avrebbe mai detto?

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 15/09/2017 - 11:50

2)Questa é un'altra pagliacciata del PAGLIACCIO. Lo sa fin da subito che questa commissione non arriverà mai alla fine dei lavori causa elezioni. Oltre ad essere una pagliacciata é una bastardata. Le condanne agli uomini di cdx arrivano sempre in prossimità delle elezioni; quelle dei sinistri mai!!. Chissà perché!!!!

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 15/09/2017 - 12:04

niente di nuovo sotto il cielo d'italia

Celcap

Ven, 15/09/2017 - 12:23

Ma come fanno ad indagare i Piddini che sono coinvolti non solo nelle proprietá di banche, anche di tutte quelle andate a gambe all'aria, ma anche nella loro condizione. Come sl solito in Italia se Altero Matteoli, che secondo me non ha fatto un bel niente, viene condannato in prima istanza a 4 anni per quelli di sinistra nessuna indagine e le commissioni condotte e formate da loro stessi. Mah! Meditate gente meditate! siamo in dittatura.

ginobernard

Ven, 15/09/2017 - 12:33

strano che le opposizioni non abbiano già richiesto una commissione di inchiesta. Non fare agli altri quello che non vuoi sia fatto a te ?

Ritratto di adl

adl

Ven, 15/09/2017 - 12:44

Il mitico sen. Andreotti, diceva che quando si vogliono insabbiare le indagini non c'è modo migliore che creare delle Commissioni parlamentari. E' evidente che con l'aiuto delle ingenue opposizioni, non si vuole indagare sugli scandali bancari. Mi sorge spontanea una domanda per 59 mil. di Euro alla Lega hanno bloccato i fondi. Per le voragini FINANZIARIE e la DISTRUZIONE DEL RISPARMIO di MLD di €, delle banche legate al PD, NO !!!!!!

Marcello.508

Ven, 15/09/2017 - 12:44

Il Pd è quasi estinto, è un comitato elettorale per potenti (Cuperlo). Cosa ci si poteva aspettare il tale contesto?

VittorioMar

Ven, 15/09/2017 - 12:48

..SE PER CHI E' STATO SALASSATO VOTA ANCORA DA UNA CERTA PARTE ,ALLORA VA BENE COSI'!!

Fjr

Ven, 15/09/2017 - 12:55

Al fenomeno toscano gli piace vincere facile ehhhhh?pongipongipopopo'

fenix1655

Ven, 15/09/2017 - 13:07

Fate un elenco dei procedimenti e delle inchieste che vedono esponenti del PD o personaggi ad esso collegati e pubblicatelo. Vi accorgerete che sono innumerevoli e si avviano ad una sicura prescrizione. Non ne cito alcuno per mancanza di spazio. Ricordo che per processare Berlusconi si fecero le corse in piena estate coninvolgendo magistrati non titolari. Adesso si cerca di eliminare la Lega per via giudiziaria. E sono quattro governi d'autorità, espressione di un parlamento formato da traditori del voto degli italiani. E chiamatela democrazia! E chiamatela giustizia!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 15/09/2017 - 13:14

Ovvio, non possono autocondannarsi.

Cheyenne

Ven, 15/09/2017 - 13:22

LADRONI

tosco1

Ven, 15/09/2017 - 13:30

la bramosia del controllo del governo da parte del PD, ed antenati, e' sempre stata non per il fine dell'emancipazione sociale del popolo, ma per la produzione di insabbiamenti scientifici delle rotte dei soldi e dei finanziamenti che danno forza al partito.Ricordiamoci mani pulite: Di Pietro si fermo' sulla soglia di Botteghe oscure,perche' fu portato in Mugello per diventare parlamentare.Ed il PCI fu ,allora,conseguentemente, l'unico partito rimasto vergine, dopo il grande stupro giustizialista.

greg

Ven, 15/09/2017 - 13:52

Nel PD in genere, e nel PD renziano, il più pulito ha la rogna. Mai visto persone più assatanate di potere e soldi dei comunisti, perchè con questo loro modo di gestire la res pubblica dimostrano, al di la di ogni ragionievole dubbio, che il PCI è ancora esistente, con tutta la ragnatela di interessi finanziari del partito e dei loro politicanti a cui del poppppolo e del proletariato, e della povertà in cui hanno infilato il paese, a cominciare da Napolitano fino all'ultimo portiere di sezione interessa assolutamente nulla

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Ven, 15/09/2017 - 14:28

Quando l'UE ha sovvertito il risultato delle ultime elezioni,ha garantito ai suoi complici italiani la completa impunita',alla fine ci e' andata bene,si sono rubati solo 80 miliardi di euro.

Giorgio5819

Ven, 15/09/2017 - 16:08

Ma no !!! ma dai ? Veramente? Strano…! Luridi.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 15/09/2017 - 18:19

fenix1655: ma no, quale elenco: sono, al massimo, compagni che sbagliano, mentre il PD è sano e composto da gente onesta. O no?