Berlusconi avverte i suoi: premier tentato dal voto non offriamogli pretesti

Il Cavaliere teme che Renzi cerchi le elezioni in primavera e invita Forza Italia alla cautela. Critico sui "Mille giorni": solo uno spottone

«Renzi è tentato dalle elezioni anticipate, quindi Forza Italia non deve dargli alcun pretesto». Ormai da giorni, Silvio Berlusconi va predicando a chi «cautela» e a chi «prudenza», convinto com'è che per il presidente del Consiglio stia iniziando il periodo più delicato. Quello che porterà ad un autunno che si annuncia non caldo ma «caldissimo», quando – è il senso dei ragionamenti dell'ex premier – i nodi verranno al pettine e la politica degli annunci e delle slide rischia di andare a sbattere sulla realtà. È per questa ragione che, secondo Berlusconi, Renzi non esclude affatto il voto anticipato, approfittando anche della corposa tornata amministrativa in programma la prossima primavera. Una scelta che permetterebbe al leader del Pd di fare una campagna elettorale in attacco, forte ancora di un grosso consenso, e al tempo stesso gli permetterebbe di «resettare» i tanti impegni presi con gli italiani. Di qui la linea attendista di Berlusconi che negli ultimi giorni si è raccomandato di non fornire alcun pretesto a Renzi: la nostra opposizione – è la linea dell'ex premier – deve essere rigorosa ma ragionevole e disponibile al confronto. Che non si possa dire, insomma, che Forza Italia ha un approccio ostile o alza le barricate, perché se la maggioranza pensa di tornare al voto se ne devono assumere la responsabilità davanti al Paese.

Tutti ragionamenti che vengono in qualche modo avvalorati dalla conferenza stampa dei Mille giorni tenuta ieri da Renzi. Berlusconi – che ha passato il più classico dei lunedì con il consueto pranzo ad Arcore dedicato alla famiglia e alle aziende – qualche dubbio sulla performance del premier lo avrebbe infatti manifestato, soprattutto perché ha avuto l'impressione che Renzi si sia limitato ad un riassunto delle puntate precedenti. Il dubbio, insomma, è che il premier abbia organizzato questa sorta di spottone con tanto di sito ad hoc ( passodopopasso.italia.it ) – a carico peraltro dei contribuenti – soprattutto per dispensare ottimismo e tranquillizzare gli scettici. «La sua - twitta il senatore Augusto Minzolini - non è annuncite ma farfuglite: parla molto, combina poco». Per alcuni versi, dunque, la conferenza stampa sarebbe un segno di debolezza dopo che non solo da Confindustria si sono levate molte critiche al cosiddetto Sblocca Italia.

Comprese quelle di Giovanni Toti che ieri, ospite della Festa dell'Unità di Bologna ha ribadito sì il ruolo di «opposizione responsabile» di Forza Italia, ma ha pure detto che «passo dopo passo il governo ha imboccato il sentiero sbagliato». «Dentro questi Mille giorni – dice il consigliere politico di Berlusconi – non vedo un modello di sviluppo in grado di salvare l'Italia né investimenti sufficienti. Vedo anche della buona volontà, ma proprio perché il momento è drammatico servono risposte drammatiche». Per dirla con Daniele Capezzone, «all'Italia serviva uno choc positivo» e invece Renzi «ci propone la caricatura di un “piano quinquennale” di memoria sovietica» con una conferenza stampa dai «toni immotivatamente roboanti e trionfalistici» che lascia pensare «abbia già scelto di tirare a campare».

Capitolo a parte, invece, la crisi tra Mosca e Kiev. Nelle ultime ore, infatti, Berlusconi ha sentito diverse volte il presidente russo Vladimir Putin, con il quale ha da tempo uno stretto rapporto di amicizia. L'ex premier è convinto che la strada da seguire per cercare di fermare la guerra che si sta combattendo alle porte dell'Europa sia quella della diplomazia e anche per questo ha avuto negli ultimi giorni diversi contatti sia con Putin che con altri leader dell'Ue. «Fossi in Federica Mogherini – la butta lì Toti ai microfoni di SkyTg24 – una telefonata a Berlusconi la farei...».

Commenti

Frank.brownies

Mar, 02/09/2014 - 09:58

B. predica prudenza perche' sa che in caso di elezioni FI verrebbe cancellata dalla memoria....altro che la pagliacciata dell'opposizione responsabile....

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mar, 02/09/2014 - 10:42

Io non ci capisco più niente di quest'uomo, che insiste. Beato chi ci riesce a capirlo. Leggete un po' il seguito. 1) Dall'articolo: "Ormai da giorni, Silvio Berlusconi va predicando a chi «cautela» e a chi «prudenza», convinto com'è che per il presidente del Consiglio stia iniziando il periodo più delicato". Il mio commento: E' costui, Silvio Berlusconi cioè, che, da quel che dice, è da considerarsi ancora un leader, secondo voi, che per non dar fastidio a Renzi, poverino attraversa un periodo delicato, intima a quelli del suo partito di non far rumore e di andare coi piedi di piombo? L'articolista usa il verbo "predicare", neanche fosse un predicatore a profferire le parole usate: "cautela" e "prudenza. Ma "cautela" e "prudenza" per cosa e per chi poi. Non sono mica queste questioni che si svolgono in chiesa, dove non bisogna far rumore ed aver rispetto del luogo. 2)Dall'articolo: "Di qui la linea attendista di Berlusconi che negli ultimi giorni si è raccomandato di non fornire alcun pretesto a Renzi: la nostra opposizione – è la linea dell'ex premier – deve essere rigorosa ma ragionevole e disponibile al confronto. Che non si possa dire, insomma, che Forza Italia ha un approccio ostile o alza le barricate, perché se la maggioranza pensa di tornare al voto se ne devono assumere la responsabilità davanti al Paese". Il mio commento: Mi chiedo quale "attendismo" sia quello di Silvio Berlusconi e di tutti quelli che lo seguono. E a che cosa mira. Non certo a logorare Renzi, poiché, per ammissione dello stesso Berlusconi, Renzi è ancora più forte al momento, grazie a lui dico io, e a logorarsi, dunque, sono Silvio e i suoi seguaci di FI in questo momento. Raccomanda poi un' "opposizione di FI, rigorosa ma ragionevole e disponibile al confronto". Ma di che ciancia. Questo sogna, poiché di opposizione a Renzi, né ad altri, fin'ora non se n'è vista mai da parte di FI e soprattutto "rigorosa", come dice lui. C'è stata e c'è solo acquiescenza e calata di brache dinanzi ad altri prima ed a Renzi adesso. Nient'altro. E dal sedicente governo Monti, grazie al suo appoggio a questi, ci ha precipitati ed ha creato, con le leggi che ha appoggiato e votato, centinaia di imprenditori suicidi e, di conseguenza, centinaia di migliaia di disoccupati e di gente senza arte, né parte: gli esodati. Altro che "attendismo", "opposizione" che "deve essere rigorosa ma ragionevole e disponibile al confronto", "cautela", "prudenza" ed ogni altra amenità. Qui si richiede con urgenza un leader di CentroDestra con le palle. Ed allora sì, Forza Italia nuova o vecchia che sia! Purché non al servizio sempiterno della sinistra, com'è adesso. Anzi mai al servizio dei comunisti!

KARLO-VE

Mar, 02/09/2014 - 10:45

Deve essere ridotto molto male per avere terrore delle elezioni, paura che possano saltare gli inciuci con il suo amico fanfarone? Paura di contare sempre meno, perfino gli alleati non lo vogliono, vedi Maroni la'ltro giorno

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mar, 02/09/2014 - 11:20

Critico sui "Mille giorni": solo uno spottone. Invece quando le sparate le faceva LUI cosa erano ? Ha trovato pane per i suoi denti (finti) e non vuole andare a votare, chissa' perchè ? Se non ci arrivate ve lo dico la prossima volta.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 02/09/2014 - 11:27

Ci sarà sempre tempo per fare opposizione all'attuale esecutivo. Quando in Italia avremo archiviato l'alfabeto latino e scriveremo da destra a sinistra.

Il giusto

Mar, 02/09/2014 - 11:35

..."dopo il consueto pranzo dedicato alla famiglia e le aziende"...Ma qualcuno crede ancora che il pregiudicato si muovsa per il bene degli italiani e non per i suoi sporchi affari???

Il giusto

Mar, 02/09/2014 - 11:36

..."dopo il consueto pranzo dedicato alla famiglia e le aziende"...Ma qualcuno crede ancora che il pregiudicato si muovsa per il bene degli italiani e non per i suoi sporchi affari???

Rossana Rossi

Mar, 02/09/2014 - 11:41

I babbei lo criticano ma alla fine i parolai che mangiano gelati mentre la povera Italia affonda dovranno rivolgersi a lui.....che ridere!!!!!

xgerico

Mar, 02/09/2014 - 11:42

@ilvillacastellano- Meno male che cè ancora qualcuno che ragiona con la propia testa, e non con la "testata"!

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 02/09/2014 - 12:01

Certamente da elettore di Berlusconi non riesco a comprendere questa paura di andare a elezioni. Forza Italia deve a mio avviso adoperarsi pechà FORZA ITALIA riaquisti il suo elettorato che veramente ora è disorientato.

edo1969

Mar, 02/09/2014 - 12:16

Caro ilvillacastellano - 10:42, sono d’accordo al 100% con quanto lei scrive. E vorrei provare a fornirle una possibile spiegazioni. Cito (a memoria, me ne scuso) un articolo apparso su Panorama – di cui sono lettore - la settimana passata: Fedele Confalonieri e Piersilvio Berlusconi hanno fortemente auspicato “per il bene del Gruppo Mediaset” che il Governo attuale resti saldamente dov’è e non cada, per il bene delle loro attività e dei conti, attuali e del futuro immediato, del Gruppo stesso. “A question of money” insomma... ed è normale: si tratta di un imprenditore “tra i tanti” che chiede stabilità politica, niente di male. Il messaggio era forte e chiaro. E a chi lo hanno fatto presente? Ma all’amico di una vita (Fidel) e al paparino (Piersi), rispettivamente. Of course. E che fa Silvio? Niente di più normale: chiama a raccolta il “partito”(-azienda) e distribuisce gli ordini: « guai a chi tocca Renzi, lo chiede la “nostra” Azienda (-partito), quindi ve lo comando io in persona. OK, Brunetta e Toti, fate pure finta di lanciare qualche critica, ma per il resto non si scherza (mai, coi miei soldi): appoggio al Governo». E il “partito”(-azienda) si adegua. Ora le chiedo io, caro sig. ilvillacastellano: è questa una politica sana? Una destra indipendente, come piacerebbe a chi (come me e se capisco anche lei) si considera un liberal? Non è invece una (solo l’ultima) espressione di quel confiltto d’interessi di cui tanto si è parlato, e che io chiamerei piuttosto “padrinismo” o “inquinamento della Politica”? E, si noti, l’articolo appare - con tutto il candore del mondo - su Panorama, non sull’Espresso. Se un politico dicesse “attenzione: l’economia italiana e le grosse aziende hanno bisogno di stabilità in questo momento delicato” saremmo tutti d’accordo. Ma se un politico detta al SUO partito la linea in funzione dei bisogni della SUA azienda, è una malattia della Politica democratica e liberale. E si può solo sperare che finisca al più presto questa aberrazione che da 20 anni pesa molto sul Paese ma soprattutto moltissimo sulla destra italiana. Che rinasca un grande centro-destra liberale, e che quest’uomo d’affari che si dice Statista se ne vada al più presto in pensione. Anch’io vorrei come lei “con urgenza un leader di CentroDestra con le p****” sa? Sarebbe la fine di questa commedia, non al servizio della sinistra come dice lei, ma – peggio - al servizio degli interessi di una famiglia.

aaantonio5555

Mar, 02/09/2014 - 14:51

La migliore difesa è l'attacco .Silvio non avere paura dell'elezione l'importante mettere persone giuste e saggi. Quando finirà il tuo calvario giudiziario. Non avere paura di nulla se vuole le elezioni sfidiamolo .Si sogna il 40% di voti. Ti ricordo, che molti elettori del centrodestra non sono andati a votare io il primo.

aaantonio5555

Mar, 02/09/2014 - 14:51

La migliore difesa è l'attacco .Silvio non avere paura dell'elezione l'importante mettere persone giuste e saggi. Quando finirà il tuo calvario giudiziario. Non avere paura di nulla se vuole le elezioni sfidiamolo .Si sogna il 40% di voti. Ti ricordo, che molti elettori del centrodestra non sono andati a votare io il primo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 02/09/2014 - 15:01

#rinnocent637. "non riesco a comprendere"... L'amore rende ciechi e toglie l'uso della ragione. E Mortimer... lui riesce a comprendere?

Giorgio1952

Mar, 02/09/2014 - 16:15

Ieri Roberto Maroni alla 25ma Bèrghem Festha, ha rilasciato una dichiarazione che sintetizza lo stato dell'arte : "Berlusconi deve indire le primarie in autunno perché si potrebbe votare a breve: lui potrebbe continuare a fare il leader politico, ma serve un volto nuovo per il candidato premier. Non si può ignorare il meccanismo avviato da Renzi: se Berlusconi si ricandidasse nel 2018 il centrodestra perderebbe; gliene ho parlato, ma non sente bene da quell'orecchio"!!! Berlusconi va predicando cautela e prudenza, convinto che per Matteo Renzi sarà autunno che si annuncia non caldo ma caldissimo, quando– i nodi verranno al pettine e la politica degli annunci e delle slide rischia di andare a sbattere sulla realtà. Ma se il maestro degli annunci andati tutti a vuoto è proprio Berlusconi, cominciando dal contratto con gli italiani del 2001, fino alla lettera del 2013 sulla restituzione dell'Imu, dalle dentiere ed i veterinari gratis per gli anziani, alla tutela legale a carico di migliaia Club Forza Silvio, quanti sono poi i suoi seguaci nell'Esercito di Silvio? Ho già avuto modo di scrivere a commento di un'altro articolo in cui si criticava il governo sul piano economico :“L'economia va a rotoli e lo «Sblocca Italia» non sbloccherà un bel niente. «Pannicelli caldi» li giudica il Cavaliere, consapevole che i margini di manovra sono talmente bassi da non consentire quello choc di cui il Paese ha bisogno”; invece le sue “riforme epocali” e le sue “proposte choc” hanno risollevato il paese, nel corso dei suoi circa 3.400 giorni di governo mentre ora si contesta Matteo Renzi dopo appena sei mesi, in primis perché non eletto dal popolo (ma dove sta scritto nel sistema italiano che si vota per il premier?), poi perché chiede un mandato di 1.000 giorni che sono meno di un terzo del periodo governato da Silvio Berlusconi. Capezzone come sempre ha perso una occasione per tacere, Toti ai microfoni del TGSky24 la butta sul ridere : "Fossi nella Mogherini –una telefonata a Berlusconi la farei..." a proposito di che, dell'amico Putin? Come diceva il grande Totò "ma mi faccia il piacere .... onorevole Trombetta"!!

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 02/09/2014 - 18:08

ma perché per i sinistronzi è sempre e solo Berlusconi ad avere il conflitto d'interessi,forse la sinistra dei (dis)onesti non ce l'ha?le coop mps i freganti e compagni cantante hanno sempre agito per il popolo? e se si perché il conflitto d'interessi non l'hanno fatto quando erano al governo,le porcherie tipo operazione arcobaleno e telecom serbia sono state fatte per il bene del popolo o per interessi di bottega propri dei sinistri se non altro Berlusconi con le sue aziende da lavora a 60mila dipendenti pagati bene le coop rosse fanno altrettanto con i propri soci?non risulta a nessuno e i bilanci che fanno perché sono un segreto per tutti tranne che per i sinistri quando darete risposte serie a questa domande allora potrete parlare male di tutti Berlusconi per primo ma al momento è negli che stiate ZITTI

aaantonio5555

Mer, 03/09/2014 - 09:16

Magari si movesse Berlusconi per i suoi affari significherebbe, che i disoccupati avrebbero un impiego e uno stipendio garantito per tutta la vita. Ancora in molti non avete capito nulla di nulla. Berlusconi è una garanzia per tutti gli industriali del mondo. Se io fossi un industriale (vedendo come trattano l'imprenditore Silvio )non investirei nemmeno un euro in Italia. Quello che accade oggi. Fatto bene la Fiat di fuggire con eleganza dall'ITALIA. Critichiamo Silvio vedrete cosa metteremo ai nostri figli a tavola.......Per fare il giusto bisogna essere saggio.