Berlusconi libero, Renzi no

Estinta la pena e cancellata l'interdizione dai pubblici uffici. Ora la palla passa all'Europa. Il premier invece è prigioniero della sinistra che lo tiene sotto scacco sulla legge elettorale

Oggi Berlusconi torna a essere un uomo libero. Il tribunale di Milano ha revocato tutte le misure restrittive seguite alla condanna di due anni fa, frutto di un processo alquanto discutibile. È un bel giorno, ma c'è poco da festeggiare. Il danno, personale e politico, è stato enorme. E resta l'impossibilità di candidarsi per ancora quattro anni in seguito alla «sentenza» retroattiva emessa dal Senato, la discussa legge Severino. Chissà se dal tribunale europeo arriverà in tempo una sentenza che cancelli l'ingiustizia così com'è successo proprio ieri per un altro servitore dello Stato, Bruno Contrada, perseguitato e ingiustamente condannato dalla magistratura italiana.

Per ora accontentiamoci, e auguriamoci che la ritrovata libertà fisica rilanci quella politica visto che Matteo Renzi è sempre più prigioniero della vecchia sinistra (che in queste ore lo sta ricattando sulla legge elettorale) e delle sue bugie, l'ultima delle quali - il tesoretto da regalare agli italiani - è stata smascherata in prima pagina anche dal Sole-24 ore . Serve ora un Berlusconi libero di disfarsi di tutti coloro i quali in questo anno di «arresti» hanno fatto carne di porco degli impegni presi con gli elettori. Di chi ha trasformato Forza Italia in un ring per interessi personali, di chi stava svendendo un patrimonio non suo a Matteo Renzi. Non importa se alla fine di questa operazione rimarranno in pochi o se si pagherà dazio nei sondaggi. Quasi metà degli italiani dichiarano di non volere votare Renzi, né Grillo e neppure Salvini (Alfano e i suoi manco a dirlo). Ed è lì che è urgente guardare. Solo un uomo libero può provare a mettere in campo per loro un progetto nuovo su basi antiche. Che poi decida di giocarsi in prima persona o stare dietro le quinte non importa. Il primo partito italiano non è il Pd ma quello dell'astensione. Gente moderata ex Forza Italia-Pdl che guarda con disgusto i cespugli di Alfano e Fitto, che non comprende le bizze della Meloni, che - sono sicuro - sarebbe interessata al progetto di un grande partito conservatore - in America si chiama repubblicano - da contrapporre all'utopia democratica renziana e all'isteria inconcludente di Grillo. Servono coraggio, visione e follia. Serve un uomo libero che abbia questi requisiti. Bentornato, presidente Berlusconi.

Commenti

Rossana Rossi

Mer, 15/04/2015 - 16:21

Dopo una bella e massiccia dose di abusivi incapaci quali di MONTI-LETTA-RENZI saranno in tanti a rimpiangere Berlusconi, ULTIMO VERO GOVERNO ELETTO..........

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Mer, 15/04/2015 - 18:18

Rossana sicuramente folle oceaniche...presto vedrai quanti voti

INGVDI

Mer, 15/04/2015 - 18:34

Anche prima Berlusconi era libero....libero di appoggiare i governi Monti, Letta, Renzi che ci hanno portato al disfatta attuale. Quanto alla legge elettorale truffa, il capo del governo e dei cattocomunisti è libero di imporla anche per merito di FI che l'ha votata. Ci troveremo con il partito unico della nazione, forse è quello a cui aspira anche il Cav.

gesmund@

Gio, 16/04/2015 - 08:27

Spero proprio di avere ancora la soddisfazione di votarlo, alla faccia di tutti i professori di sinistra.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 16/04/2015 - 09:13

...partito dell'astensione non è formato da moderati. Ora più che mai è formata da gente arrabbiatissima contro FI e contro Berlusconi stesso, che l'ha ripetutamente tradita ed ha tentato di prenderla in giro in questi anni a partire dal 2011. Per quanto mi riguarda, l'unica luce che vediamo oggi è Salvini e la sua Lega, se manterrà le premesse e le sue posizioni. Altrimenti si farà parte anche noi del sedicente partito dell'astensione o del voto annullato. (2 - fine) 2^ invio

geronimo1

Gio, 16/04/2015 - 11:31

Sallusti, si e' trattato di un vero killeraggio politico!!!!! Ci provavano da venti anni!!!!! Quello che comunque mi ha piu' colpito in negativo e' stata la reazione dell' elettorato, sceso percentualmente a livelli infimi!!!!!! Probabilmente anche la base era costituita da vili, traditori ed opportunisti come i vertici!!!!!! Ma se le motivazioni dei vertici sono comprensibili (soldi, carriera, potere....) quelle alla base dei comportamenti dei pecoroni sono piu' nascoste!!!! Sembrerebbe che votino scegliendo testa o croce, poveri mentecatti dell' ex centro destra!!!!

Ritratto di makisenefrega

makisenefrega

Gio, 16/04/2015 - 12:51

Coloro che non votano, in realtà, sono utili alla sinistra.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 16/04/2015 - 13:30

Berlusconi è libero ma senza voti,Renzi invece per il momento i voti ce li ha,ed ha anche un partito che con le buone o le brutte gestisce lui,ed è a capo di un governo che al momento va avanti senza problemi.Se poi dal presente vogliamo fare il giochetto di immaginare il futuro,allora divertiamoci pure,Berlusconi dopo 20anni di politica e 10 di governo non ha più consenso ne sopratutto è riuscito a creare una forza politica che cammini da sola e sulle proprie gambe in grado magari di far emergere una nuova classe politica;Renzi si è preso il partito,sta mettendo al lato il vecchio politburo,ha annientato grillo e la protesta che il m5s portava,e pesca voti anche nel cdx.Allora sallusti,chi è oggi in posizione di forza,berlusconi o renzi?