Berlusconi non tifa Tsipras: "Ma Atene resti nell'euro"

Il Cav auspica la riapertura delle trattative "per non compromettere l'unità dell'Europa". Sul premier greco: "Incarna la sinistra peggiore"

«N on bisogna assolutamente permettere che la Grecia esca dall'euro, a prescindere dal risultato del referendum». Nessuna nota ufficiale perché gli exit poll parlano di un testa a testa tra il «sì» e il «no» anche se in serata sembra scontata la vittoria della «linea Tsipras». Ma il pensiero del Cavaliere non cambia: occorre comunque evitare il rischio Grexit. Il Cavaliere è prudente e predica cautela anche ai suoi, ieri sentiti più volte nell'arco della giornata per concordare la linea. Tuttavia si sa come la pensi l'ex premier italiano: se la Grecia si lancia verso l'uscita dall'euro sarebbe un disastro perché «così si compromette il processo dell'Europa unita. Sarebbe uno stop al sogno di Adenauer, De Gasperi, Schuman. Passerebbe il concetto che dall'Europa si entra e si esce». Privatamente i suoi giudizi su Tsipras sono ruvidi e già nella lettera pubblicata dal Giornale giovedì scorso il Cavaliere era andato giù duro sul premier greco: «Tsipras rappresenta la sinistra peggiore, un mix di ideologia e di demagogia anticapitalista dagli effetti disastrosi». Insomma, nessun «Io tifo Tsipras» anche se Berlusconi è altrettanto critico nei confronti di «questa Europa».

«Il dramma di Atene è figlio di quello che io denuncio da anni: l'approccio dell'Europa, solo rigore e bilanci ma senza una politica per la crescita, produce questi disastri». Sul banco degli imputati c'è principalmente la Germania, egoista locomotiva degli «euroburocrati». «Prima devono venire i popoli e poi i bilanci; l'Europa dev'essere solidale o altrimenti non è», è il pensiero dell'ex premier preoccupato dalla miopia di Frau Angela & soci, in testa il durissimo ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schäuble. Berlusconi teme che l'eccessivo rigorismo possa produrre uno, dieci, cento Tsipras. Insomma, che una nuova ondata di populismo si possa abbattere sull'Europa. Per evitarlo c'è un solo modo: cambiare rotta; fare in modo che venga abbattuto il muro del rigore imposto dai tedeschi e i rigidi paesi del nord. Insomma, anche se vince il «no» il Cavaliere spera che si trovi un accordo tra Atene e i creditori; ma da domani l'Europa deve cambiare.

Il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, sintetizzava così: «L'euro ha preso il sopravvento sulla politica ed è finito nelle mani esclusive della Germania che ha rifiutato, come Berlusconi chiedeva da sempre, di far essere la Banca centrale europea come garante in ultima istanza dei debiti sovrani». E ancora: «Occorre riprendere il filo di una capacità europea di ribaltare il suo proprio corso da Quarto Reich. Occorre un'alternativa al renzismo che si è dimostrato succube della Merkel, sofferente di una inchinite che umilia non solo lui, ma il nostro Paese. Gli toglie dignità».

Deborah Bergamini twitta: «#Greferendum: se no confermato, scatta la grande paura. Futuro #Europa terra incognita. Tsipras e Troika abbandonino ora puntiglio e pregiudizi». Ossia: si vada avanti a trattare comunque. E mentre il senatore Maurizio Gasparri già nel pomeriggio sentiva puzza di bruciato di fronte al vantaggio del «no» e twittava «Previsti ovvi brogli di Tsipras e C. da molti giorni... Speriamo in miracolo», il collega Francesco Giro criticava Tsipras: «Il governo greco si affretta col suo portavoce a chiedere un accordo con Ue? Ma con vittoria dei “no” striminzita ha vinto la Merkel. Non cambia nulla. Altri soldi buttati dalla finestra per un referendum inutile. Bel capolavoro».

Commenti

Mr Blonde

Lun, 06/07/2015 - 09:19

Le do ragione in parte, che tsipras incarni la peggior sinistra è fuori dubbio, ma lei è alleato della peggior destra che guarda caso ne sostiene le stesse istanze. Quanto al discorsetto sulla banca centrale come ultimo prestatore e garante dei debiti sovrani vorrei vedere la faccia di tanti suoi elettori (che per qualche euro agli immigrati ammazzerebbero la mamma) a garantire e farsi nel caso carico dei debiti di un altro paese

abocca55

Lun, 06/07/2015 - 09:22

Caro Silvio, ti sei bevuto il cervello? Con quali soldi la Grecia dovrebbe restare nell'euro? con i tuoi? Ma quello che è preoccupante è il fatto che spari fuori dichiarazioni che non hanno nessun fondamento razionale.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Lun, 06/07/2015 - 09:42

in pratica...Berlusconi (con invidia) non piace Tsipras, invece a Salvini piace......continua così silviè che poi ti perdi per strada Salvini!!!!

ennio1963

Lun, 06/07/2015 - 09:46

Io sono di destra ma tifo Tsipras....ricordatevi che i prossimi possiamo essere noi, 40 anni di politici incompetenti hanno fatto crescere il debito pubblico a 2200 miliardi..

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 06/07/2015 - 10:14

Ma di quali brogli va cianciando Gasparri? La plebiscitaria esultanza delle piazze testimonia la volontà dei Greci di opporsi ai diktat di questo eurobaraccone a trazione tedesca. Magari avessimo noi il coraggio di fare altrettanto. A quel punto ogni arma di ricatto,facilmente impiegabile contro i singoli, risulterebbe spuntata e si ricomincerebbe a guardare ad un futuro di indipendenza dalle lobbies plutocratiche che hanno condizionato sino ad oggi le scelte economiche di mezzo mondo.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Lun, 06/07/2015 - 10:16

"Tsipras incarna la sinistra peggiore": non c'era alcun bisogno che lo ribadisse, lo avevamo capito tutti da un pezzo che la sinistra a lui più gradita è quella incarnata dal suo caro Matteo, che per la cronaca non è Salvini. (primo invio)

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Lun, 06/07/2015 - 10:15

No Berlusconi, NO! ti prego......

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 06/07/2015 - 10:20

Ah... se lo dice lui! Sicuramente l'Europa terrà conto del suo prezioso contributo.

beowulfagate

Lun, 06/07/2015 - 10:24

Perché,esiste anche una sinistra migliore ? La sx è tutta una gran schifezza,punto.E chi ha tanta simpatia per gli immigrati se li mantenga coi soldi suoi e della mamma sua,senza mettere i piedi in testa a chi di questa gente non ne vuol sapere,tra l'altro con tutte le ragioni del mondo.

cameo44

Lun, 06/07/2015 - 10:32

Sono stato un elettore del centrodestra e non sono di sinstra ma non condivid quanto detto da Berlusconi che accusa Tsipras di essere la peggiore sisnistra che piaccia o no Tsipras ha dimostrato di essere l'unico ed il vero democratico dando la possibilità al suo popolo di decidere cosa che in Italia non è stato mai fatto ci siamo ritrovati con l'euro senza che nessuno ne sapesse nulla come ci troviamo questa UE criticata da tutti ma tutti succubi della Merkel che la fa da padro na ha imposto una politica di austerità determinando una crisi econo mica in tutto il continente e non solo in Italia della quale si dava la colpa come sempre e per tutto a Berlusconi un tavolo è valido se vi siedono tutti con pari dignità ed opportunità e non con la supre mazia di una nazione o di una sola persona

abocca55

Lun, 06/07/2015 - 10:35

Una volta dicevamo: meno male che Silvio c'è. Ora, anche a causa di brunetta ed altri, diciamo: meno male che Silvio non c'è. Le proposte ultime del Cavaliere hanno un sapore bislacco!

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Lun, 06/07/2015 - 10:36

Memphis35, ma scusa ancora tu ascolti gasparri? ahahahah

vince50_19

Lun, 06/07/2015 - 10:41

Berluscò, con grande sincerità ti dico: «Pensa a quello che hanno fatto i predecessori (in fetore massonico) di Tsipras, invece del solito dagli addosso ai "comunisti" e nient'altro. Prova a sondare le interferenze e le responsabilità in questa "disfatta" greca di Francia e Germania dal 2006 in poi e dei capi di governo greci affiliati alla massoneria messi lì per favorire certe elite dominanti. Non per nulla si riuniscono loro due (Hollande e Merkel) domani (che hanno da riscuotere dalla Grecia oltre 100 miliardi di euro) e il "nostro" sta nell'anticamera a ricevere ordini. E poi vogliamo parlare di spirito egualitario, di sussidiarietà in Ue? Ma per carità..

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 06/07/2015 - 10:47

Storico appello del Cav. Ancora una volta detta la linea ad un'Europa confusa ed incerta. Sapranno i piccoli leaders cogliere il suggerimento del Cav? Un'Europa senza guida ha bisogno di un capo che sappia condurla, con polso fermo e idee chiare, fuori dalle crisi. "Nessuna decisione viene presa in Europa sena il Mio assenso", bisogna andare a votare subito affinché quello che fu un luminoso passato divenga un certo futuro. Salviamoci e salviamo l'Europa: oggi le borse crollano, lo SPREAD sale senza freni, abbiamo, l'Europa ha, bisogno do un leader: SILVIO BERLUSCONI.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 06/07/2015 - 11:00

non prendiamoci in giro,questo referendum ha un valore tutto politico,ma non nella diarchia destra/sinistra,quanto nel dualismo austerità-riforma.Una prima spina è stata conficcata nella schiena dell'asse franco-tedesco,adesso bisognerebbe unire le forze per scucire quell'asse e cambiare l'europa.

albertzanna

Lun, 06/07/2015 - 11:07

Una volta esistevano le scuole differenziali. I bambini che, purtroppo per loro, nascevano con handicap cognitivi, venivano iscritti a questo primo ciclo di studi per facilitarli all'apprendimento delle basi dell'alfabeto e della scrittura. ECCO, A LEGGERE I COMMENTI DI MR. BLONDE si ha la netta certezza che anche lui in quelle scuole speciali avrebbero trovato qualche beneficio. Quanto "alla faccia di tanti suoi elettori che per qualche euro agli immigrati .....", la sua argomentazione sarebbe ridicolmente ottusa e populista (pescando nelle tasche altrui come fa Mr. Blonde), anche se fossero "..qualche euro. Ma, e invece, si tratta di centinaia di milioni di euro ogni anno che vengono elargiti a coop rosse e Onlus della Cei di cui una parte minima finisce per assistere i migranti (con che ritorno per i contribuenti?), l'altra finisce nelle tasche dei maneggioni, rossi o falsamente cattolici. Questi sono i sinistri ed i cattocomunisti!!!. albertzanna

linoalo1

Lun, 06/07/2015 - 11:07

No Silvio,è un grosso errore prendere posizione pro o contro!!!!Lascia che sia il Popolo Italiano a decidere,una volta tanto!!!!La tua,è solo una valutazione personale,come quella di un qualsiasi Cittadino Italiano e,quindi,con lo stesso valore!!!!Personalmente,prima di dare un giudizio,sicuramente affrettato,aspetterei qualche giorno per capite come si evolverà il Problema!!!!Intanto,inaspettatamente,si è dimesso Varoufakis!!Che altro succederà,a breve????

geronimo1

Lun, 06/07/2015 - 11:17

Pero Silvio mi sembra contradditorio!!!! Non tifa Tsipras (e qui possiamo essere d' accordo considerato il livello levantino ed ingannevole del personaggio..!!) ma nel contempo se lo vuol tener stretto in Europa!!!!!! Ma e' come il pesce che alla sera puzza!!!! Se invece uscisse e tutti potessero verificare che non e' successa una beatissima min..ia??????? Ritengo che simo la maggioranza a pensare che il terrorismo del Grexit sia solo una palla colossale!!!!!!!!!!!!!!!!!

albertzanna

Lun, 06/07/2015 - 11:18

MI SPIACE SILVIO ma non posso essere d'accordo con te. L'Europa Unita non sta iniziando a mostrare la "tela sdrucita" della sua struttura, ma è fin dal primo giorno che la mostra, avendo tradito il pensiero e progetto originali dei Padri Fondatori che la concepirono come tutt'altra cosa, rispetto all'Euroburocrazia maneggiona e delinquenziale dei poteri bancari alla Prodi e Monti che veramente è oggi. Spesso sono i popoli che si crede siano inferiori a noi e più arretrati economicamente che si rivoltano e ribellano a chi intende mettere il piede sui loro colli. Il voto dei greci per il NO di ieri è indicativo del malessere generale dei cittadini europei nei confronti della "dive" Germania e Francia che pretendono di insegnare a noi come ci si deve comportare, europeisticamente, per non danneggiare i loro interessi e affari, e il peggio deve ancora arrivare. Silvio, non riesco più a capire che disegno hai in testa, ma temo sia “surrealismo”. albertzanna

denteavvelenato

Lun, 06/07/2015 - 11:22

Silvio ha ragione, come dice sempre lui l'euro di Prodi ci ha rovinati, e infatti un mese fa ipotizzava il ritorno alla lira come inevitabile

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 06/07/2015 - 11:24

BERLUSCONI STAI ATTENTO A PARLARE BENE O QUASI BENE DELL'EURO O DI QUESTA FUNESTA E.U. TIENI PRESENTE CHE PROPRIO QUESTI GRANDI POTENTI (GERMANIA , FRANCIA, USA ED INGHILTERRA( ATTRAVERSO I LORO SOTTOMESSI(SERVITORI) AL GOVERNO ITALIANO COMPRESO L'EX "CAPO DEL COLLE" NAPOLITANO, TI HANNO QUASI DISTRUTTO E ROVINATO COMPLETAMENTE. NESSUNA PIETA' PER QUESTA FUNESTA ED AFFAMANTE E. U. MA SOLO PER COSTRUIRE UNA NUOVA EUROPA UNITA.

TonyGiampy

Lun, 06/07/2015 - 11:54

Mi dispiace Cavaliere ma stavolta non mi trova d'accordo. Credo che sia arrivato il momento di smetterla con destra e sinistra. Glielo dice uno che non ha mai votato a sinistra. Tsipras e' contro l'euro ma soprattutto contro l'austerita'. Quello che voi politici italiani invece ci propinate da anni ed il risultato e' davanti agli occhi: stipendi da fame, africani a catinelle, ladri e lestofanti ovunque e mi fermo qui. Ho dovuto lasciare il mio paese per dare un futuro migliore a mia figlia. No Cavaliere, io sto con Tsipras. Mi spiace!

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Lun, 06/07/2015 - 11:55

caro silvio... Tsipras ha fatto quello che poteva, in fin di conti giovane e tenace, stesso discorso come Salvini pur avendo idee differenti ma.... ma Salvini capisce la situazione mentre berlusconi anziano e conservatore ancora una volta fa la sua pessima figura!!!! Questo poi dimiostra la mia teoria... cacciare LA CASTA ANZIANA DAL PARLAMENTO E SENATO sia del centrodestra e che nel centrsinistra, siamo stufi noi Italiani presi in pstaggio DA VECCHI POLITICI che per non scomparire fanno gli invidiosi!!!!

Mr Blonde

Lun, 06/07/2015 - 12:11

albertzanna comunista/fascista ci sarà lei, se le sembra eccessivo il parere sull'immigrazione mi smentisca nel merito del discorso: se fosse un tedesco si accollerebbe il rischio di un paese che spende come l'italia o la spagna o in maniera assolutamente indiscriminata come la grecia? Questo è quello che vuole questa destra dei salvini e questa sinistra dei grillo vendola

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 06/07/2015 - 12:13

Ma quale "processo dell'Europa unita"? Non si è ancora reso conto che l'europa unita non esiste ne' esisterà mai? Nessuno dei paesi "forti" ha la benché minima intenzione di unirsi fiscalmente, politicamente ed economicamente con i paesi del sud-europa (non per niente definiti "pigs") o dell'ex cortina di ferro. L'ha capita o no, Cav., che questi delinquenti massoni ci vogliono solo spremere ben bene, espropriarci di tutto ciò che è bello o che funziona, e poi buttarci via come carta straccia? Forse sarebbe ora che anche lei si desse una svegliata!

il_viaggiatore

Lun, 06/07/2015 - 12:26

Io vorrei capire chi possa seriamente pensare di mettere insieme l'economia tedesca, fondata sull'esportazione di prodotti tecnologici, con quella greca che importa capitali solo col turismo (giacché lo tzaziki non è che fatturi chissà che). L'Italia con la sua Expo fondata sul cibo si avvicina più alla Grecia che alla Germania. Poi il debito, le banche, le pensioni, sono questioni paradossalmente marginali. La Grecia, con l'economia che ha, non può ripagare neanche un singolo euro, non 10, 100, 1000 miliardi. Neanche UNO, perché ha un'economia arretrata. Vogliamo smetterla di parlare di finanza e provare a parlare di economia?

il_viaggiatore

Lun, 06/07/2015 - 12:29

Le risate di Sarkò e Angela non gli sono bastate.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Lun, 06/07/2015 - 12:32

Silviotto Silviotto, toc toc..

wotan58

Lun, 06/07/2015 - 12:39

Agrippina, la cosiddetta austerity, ovverossia controllo del deficit, diventa una una scelta obbligata fintanto che uno stato come l'Italia, diversamente da quanto fatto nel Nord Europa, dimostra con i fatti di non voler mettere mano a quelle riforme che hanno portato negli ultimi trent'anni all'incremento in termini assoluti della spesa pubblica, peraltro improduttiva. La devolution, caso emblematico dell'italico malgoverno, e che tanto è cara alla cosiddetta autoproclamata destra (????????) costa miliardi di euro in tasse locali e, ancora peggio, con la burocrazia indotta scoraggia gli investimenti da parte degli imprenditori ed ammazza la competitività delle aziende. E' solo la punta dell'iceberg,

soldellavvenire

Lun, 06/07/2015 - 12:47

quel geniale statista che è da una parte si fila matteo e dall'altra matteo:equilibrista!

forbot

Lun, 06/07/2015 - 12:52

# ALESSANDRO DI P...# Senza alcuna pretesa di erigermi a scrutatore o assegnare voti; il commento che più mi è piaciuto e, secondo me, più azzeccato è proprio il Suo, Egr. Sig. Alessandro. Complimenti, condivido in pieno il concetto. Viva gli Stati Uniti d'Europa.

wotan58

Lun, 06/07/2015 - 12:53

Wilegio, certo che nessun nordeuropeo normodotato ha la minima intenzione di unirsi ai pigs. L'Italia è un paese da sfruttare, se la Merkel cede alla Destra che esegue il programma degli industriali tedeschi l'Italia è fuori dalle balle e con il nuovo cambio quello che rimarrà del manufatturiero italiano sarà comprato a due euro dalle aziende tedesche che oltre tutto beneficeranno dei vantaggi di una mano d'opera italiana di eccellenza a costi da terzo mondo... diventeremo una piccola Prato, gli italiani a fare da cinesi... d'altra parte ci siamo abituati, ad essere schiavi.

soldellavvenire

Lun, 06/07/2015 - 12:54

altrettanto curioso, dai legaioli non perviene alcun segnale: vuoi vedere che proprio ora che erano diventati europeisti

Ritratto di ...renzie1...

...renzie1...

Lun, 06/07/2015 - 13:04

silvio si che è RESPONSABILE, uno dei principali RESPONSABILI di questa situazione

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 06/07/2015 - 18:17

Bravo Silvio, ci dici: "Per non compromettere l'unità dell'Europa". Perché, forse esiste un'unità dell'Europa? L'Europa che ti ha fatto la forca per buttarti giù da dove davi fastidio? L'Europa che si è armata al seguito di Sarkò per far fuori l'umico alleato fedele che il bel paese aveva trovato in giro, così aprendo la strada all'invasione islamica? Per questa Europa dobbiamo continuare a regalare miliardi ai Greci comunisti? Silvio ti abbiamo voluto bene, ma ormai sarebbe meglio che te ne andassi in pensione, dopo il tuo ultimo regalo, il più indigesto, Renzi.