Berlusconi pungola Salvini: "Faccia valere il programma"

Tensioni locali tra Lega e azzurri sul voto di domenica. A Fiumicino e Brindisi le spaccature più evidenti

Roma - Parte il governo M5S-Lega e il clima elettorale per le amministrative di domenica fa salire le tensioni nel centrodestra. C'è il candidato sindaco di Brindisi per la Lega e Fdi, Massimo Ciullo, che dice «mai con gli affaristi di Forza Italia» schierati con l'antagonista Roberto Cavalera e fa capire che in un ballottaggio preferirebbe il M5S. C'è il caso Fiumicino: anche qui gli alleati azzurri e del Carroccio corrono separati, l'ex ministro Mario Baccini per i primi, il neo senatore William De Vecchis per i secondi. Poi c'è Vicenza dove, come nella maggior parte dei comuni italiani, la coalizione ha un unico candidato, Francesco Rucco, e i grillini sono assenti.

Per ben due volte Matteo Salvini fa comizi a Fiumicino, dove se la coalizione fosse compatta sarebbe in pole position prima di volare a Brindisi. Nella cittadina alle porte di Roma, considerata decisiva, arriva ieri il presidente azzurro dell'Europarlamento Antonio Tajani per appoggiare l'aspirante primo cittadino azzurro. E Silvio Berlusconi sceglie il Giornale di Vicenza per mandare a dire al Carroccio: «Continuo a credere in un'alleanza di centrodestra che si basa sul programma per il quale noi, la Lega e Fdi abbiamo chiesto i voti agli italiani pochi mesi fa. Un'alleanza cementata da vent'anni di lavoro comune al governo o all'opposizione, e sulle tante giunte regionali e comunali che il centrodestra unito guida con ottimi risultati. Spero che la Lega sappia far valere nell'attività di governo molte parti di quel nostro programma comune».

Il Cavaliere spiega che dopo 90 giorni di stallo ha «ritenuto indispensabile» far nascere un governo, anche perché «l'alternativa impraticabile sarebbe stata un voto inutile a fine luglio». Dopo aver «chiesto fino all'ultimo che nascesse un governo di centrodestra» ha accettato che la Lega stringesse un patto «con una forza politica che considero del tutto inadatta a governare l'Italia». Per un esecutivo «che naturalmente non ci rappresenta e non rappresenta la maggioranza degli italiani» e che si basa su un «compromesso molto precario, spesso generico, per alcuni aspetti ingenuo, per altri molto inquietante, per esempio in materie di infrastrutture, di giustizia, di politica sociale». Insomma, «un'operazione di palazzo» che non può che suscitare preoccupazione.

Renato Brunetta, che ha picchiato duro anche nei giorni in cui sugli alleati leghisti si tenevano toni bassi, torna alla carica contro il «mostruoso» governo giallo-verde, l'unione «innaturale» tra Carroccio e M5S, che mette insieme programmi incompatibili per produrne uno con «il grigio dell'impotenza». Non c'è una gerarchia di priorità «e non si può seguire un doppio binario, fare un po' Flat tax e un po' reddito di cittadinanza». Promette che gli azzurri incalzeranno la Lega sui provvedimenti del programma di centrodestra e conclude: «Ne vedremo delle belle». Su infrastrutture, Sud, giustizia, pensioni, Ilva e altro Fi già è all'opera, per chiedere chiarezza e il gruppo della Camera presenta un'interrogazione, a prima firma Giorgio Mulè e sottoscritta dalla capogruppo Mariastella Gelmini, al ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli per conoscere le intenzioni dell'esecutivo sulle grandi opere.

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Ven, 08/06/2018 - 08:48

Anche Piersilvio ti sta superando, ped buonsenso,

mareblu

Ven, 08/06/2018 - 09:24

QUANDO UN SUB SENTE CHE LA ZAVORRA LO TIRA A FONDO! HA IL DOVERE DI SGANCIARLA . SOPRATTUTTO SE NON E' MAI STATA UTILE, MA SOLO DANNOSA .

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 08/06/2018 - 09:42

Si è impegnato più a far opposizione in una settimana di governo gialloverde che in 7 anni di pd. A già quelli li sosteneva.....

idleproc

Ven, 08/06/2018 - 09:56

In effetti, con un eufemismo, il candidato della Lega, ha espresso un invito alla mai avvenuta pacata e intima riflessione da parte del partito unico, che il far affari sulla svendita con teleguida della baracca, non è una buona idea. Non la si può nemmeno ascrivere tra le attività produttive anche se fanno crescere le dimensioni del portafogli di alcuni. La cosa funziona fino a quando gli altri non se ne accorgono. Rientra sempre in quella misconcezione di cosa significa essere liberali invece di neocon-neoliberisti da una parte e neostalinisti convertiti al lobbismo oligarchi8co finanzairizzato a rendita garantita dall'altra. In effetti sono tempi difficili per tutti.

Giorgio1952

Ven, 08/06/2018 - 11:08

Berlusconi dice “che dopo 90 giorni di stallo ha «ritenuto indispensabile» far nascere un governo. Dopo aver «chiesto fino all'ultimo che nascesse un governo di centrodestra» ha accettato che la Lega stringesse un patto «con una forza politica che considero del tutto inadatta a governare l'Italia», un esecutivo «che naturalmente non ci rappresenta e non rappresenta la maggioranza degli italiani» e che si basa su un «compromesso molto precario, spesso generico, per alcuni aspetti ingenuo, per altri molto inquietante, per esempio in materie di infrastrutture, di giustizia, di politica sociale». Insomma, «un'operazione di palazzo» che non può che suscitare preoccupazione”. Domanda semplice semplice : “Perché ha ritenuto indispensabile far nascere un governo con questi presupposti?

VittorioMar

Ven, 08/06/2018 - 11:33

..che discorso strano è mai questo ?...avete spinto SALVINI a trovare un accordo nella ...Speranza che fallisse..ora deve rispettare il Contratto di GOVERNO !!!

jaguar

Ven, 08/06/2018 - 11:58

Visto che ormai la coalizione non esiste più, Berlusconi dovrebbe essere coerente e fare cadere tutte le giunte regionali e comunali dove il cdx unito ha vinto. Non ha senso tenere in piedi un'alleanza con la Lega al governo, Fi all'opposizione e Fdi che non sa dove stare.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 08/06/2018 - 12:09

Silvio non fare il supponente: nel programma c'è una cospicua parte che riguarda il cdx. Quanto a promesse non mantenute, da p.d.c. non sei stato certo esente. Questi hanno appena iniziato, dopo tutto. Ne ricordo una afferente le tasse automobilistiche: volevi accorparle ma non ci sei riuscito. Darai la colpa agli alleati del periodo? Ovvio..

Pinozzo

Ven, 08/06/2018 - 12:14

Ahahah "ha ritenuto indispensabile", come se fosse stato lui a deciderlo.. Lui e' come la mosca appoggiata al bue che e' convinta di guidarlo. Penoso.

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 08/06/2018 - 12:17

Berlusconi si sta avvicinando come comportamento alle accozzaglie demenziali di sinistra. Non ci manca più tanto.

milano1954

Ven, 08/06/2018 - 12:37

deliri senili: il giuda del centrodestra ha fatto nascere LUI il governo? poveretto...buon 2,9%. invece lui il pd lo sosteneva sempre e comunque...prendendo in giro quei fessi dei suoi elettori

Trinky

Ven, 08/06/2018 - 12:46

Berluska, sei all'opposizione per tua scelta e adesso pretendi di dare ordini?

marcomasiero

Ven, 08/06/2018 - 12:50

silvio basta !!! hai fatto il tuo tempo ritirati e lascia fare

Ritratto di mircea69

mircea69

Ven, 08/06/2018 - 13:10

"Brunetta ha picchiato duro"... Certo che ci vuole una bella faccia di bronzo. Proprio loro che hanno votato il rosatellum e che volevano fare il governo con il PD. Il PD, il partito che ha ridotto l'Italia a un letamaio.