Berlusconi rassicura gli alleati. Segnali di disgelo con Salvini

L'apertura post voto del Cavaliere apprezzata nella Lega. E agli azzurri promette: "In tv per recuperare consensi"

Roma - Silvio Berlusconi, nell'intervista a il Giornale, illustra il suo progetto di governo e mette in chiaro la sua strategia sulle alleanze. Il motto è «Divisi alle urne, uniti al governo». Con un obiettivo finale, al di là dell'assenza di un contenitore comune modello Casa della Libertà: «La consapevolezza, tra le forze politiche del centrodestra, che dobbiamo vincere per governare insieme il paese come abbiamo fatto dal '94 a oggi in Italia, nelle Regioni e nei Comuni».

Quella del presidente di Forza Italia suona come una rassicurazione spedita agli alleati, inquieti rispetto a voci e retroscena su possibili accordi post-voto con il Pd, argomento quello del Nazareno-Bis comprensibilmente utile anche come arma da agitare in vista della imminente competizione elettorale.

La Lega, ufficialmente, preferisce non replicare a Berlusconi. Ma leggendo tra le righe di ciò che filtra dal quartier generale salviniano si coglie qualche segnale di disgelo. Nel Carroccio, arrivati allo sprint finale e all'ultima settimana prima delle Amministrative, non c'è nessuna voglia di riattizzare la polemica interna al centrodestra. Matteo Salvini, parlando con Libero, prevede che «sì, sarà dura, ma i tre partiti del centrodestra, anche con questa legge elettorale, possono, sommati, raccogliere abbastanza voti per governare». Rispetto alla tenuta dell'alleanza e allo spettro delle larghe intese, la linea è che «Berlusconi al di là delle promesse, dovrà produrre fatti». Piuttosto Salvini insiste sull'invito al presidente di Forza Italia adi essere presente con lui e Giorgia Meloni a Genova alla chiusura della campagna elettorale di Marco Bucci, candidato unitario del centrodestra.

Berlusconi, a sua volta, è in piena attività di preparazione alla campagna elettorale. «Dobbiamo recuperare consensi, ritornerò in televisione al più presto», promette. Il presidente di Forza Italia vuole incontrare esponenti della società civile e del mondo industriale e rafforzare ancora di più il programma. Il prossimo 8 giugno a Villa Gernetto è in programma un summit con industriali e spin-doctor per ragionare sul programma, ma anche sull'impostazione della campagna elettorale. La macchina delle candidature ha già iniziato a girare, ma adesso il tempo stringe davvero. Berlusconi ci tiene a tranquillizzare i gruppi parlamentari. «C'è spazio per tutti quelli che hanno lavorato bene in questi anni», ripete. Sotto traccia, peraltro, dentro Forza Italia inizia a farsi strada l'impressione che possa anche prevalere nel Pd e in Parlamento quella linea di pensiero che ritiene sia meglio tenere le elezioni alla scadenza naturale e che l'accelerazione iniziale imposta da Matteo Renzi stia scemando. Comunque vada la dialettica interna al Pd, Forza Italia ha già offerto la sua piena disponibilità ad andare al voto anche in autunno. E lo stesso Berlusconi, nell'intervista a il Giornale, ha sottolineato come il governo Gentiloni possa «benissimo impostare una manovra economica, anzi credo che lo debba fare, e chi verrà dopo se necessario applicherà dei correttivi, ma senza stravolgerla. Si chiama continuità istituzionale, è la norma nelle democrazie mature».

Infine una curiosità sulla rinnovata centralità politica e sull'interesse che Berlusconi continua a suscitare a livello internazionale. Il New Delhi Times ha pubblicato ieri un articolo in cui prefigura una possibile se non probabile vittoria di Berlusconi, descrivendo così il suo ritorno sulla scena. «Sembrava fosse stato dimenticato. Il suo oroscopo prevedeva per lui un irreversibile declino. Invece in pochi mesi Silvio Berlusconi è tornato e si sta preparando a rivincere le elezioni, dopo aver reinventato se stesso, la sua immagine e il suo team. Il 1994 è lontano, ma sembra proprio che l'Italia non solo abbia ancora bisogno di lui, ma sia pronta ad affidarsi a lui ancora una volta».

Commenti

antipifferaio

Lun, 05/06/2017 - 09:25

Come di consueto un altro articolo di propaganda. D'altronde viviamo in costante campagna elettorale da almeno 10 anni. Non so' se credere al Berlusca sul dopo voto, oppure è l'ennesima trappola per far cadere la Lega e poi inciuciare come prima e più di prima con l'arrogante rignanese. Al mio paese si dice "chi si è guardato si è salvato", per cui voterò per Salvini-Meloni (spero facciano una lista comune). Tanto alla fine, s'è come dice, il voto andrà lo stesso ad un governo di c-destra. Purtroppo la fiducia verso chi ha sostenuto "responsabilmente" coloro che hanno distrutto l'Italia è finita da tempo.

Ritratto di roberto-sixty-four

roberto-sixty-four

Lun, 05/06/2017 - 09:27

Si, bravi tutto bene e tutto bello. L'unica cosa importante è NON fare rientrare gli utili idioti traditori di ap in qualsiasi forma di collaborazione. Se cosi accadesse perderete il mio sostegno (che comunque è destinato a Matteo-quello giusto), e quello di migliaia e migliaia di altri cittadini.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 05/06/2017 - 09:42

concordo in pieno con antipifferaio

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 05/06/2017 - 10:03

anche perché senza fai poca strada!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 05/06/2017 - 10:15

Credo sia difficile convincere il CDX dopo tutti gli aiuti dati a renzi con l'opposizione consapevole.

Giorgio1952

Lun, 05/06/2017 - 10:21

Berlusconi rassicura gli alleati “State sereni#”! Il motto è «Divisi alle urne, uniti al governo», sul disgelo con il Carroccio ho qualche dubbio confermato da De Feo “La Lega, ufficialmente, preferisce non replicare a Berlusconi” e Salvini dice: «Berlusconi al di là delle promesse, dovrà produrre fatti». Il Cav vuole incontrare esponenti della società civile e del mondo industriale, rafforzare il programma che è quello dei tre più e tre meno, insomma il “solito minestrone” come direbbe Salvini. Il prossimo 8 giugno a Villa Gernetto è in programma l’ennesimo summit con industriali e spin-doctor “per ragionare sul programma, ma anche sull'impostazione della campagna elettorale”, programma sul quale il Cdx unito è d’accordo al 95%. L’ultima barzelletta è del New Delhi Times, che “prefigura una possibile se non probabile vittoria di Berlusconi”, nonostante l’oroscopo negativo.

Ritratto di unononacaso

unononacaso

Lun, 05/06/2017 - 10:27

Mai con Salvini! Come no... a FI servono i numeri e quelli, volenti o meno, non ci sono.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 05/06/2017 - 10:27

Vai pure in TV o dove vuoi, ma potrai solo peggiorare la situazione gia' tragica.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 05/06/2017 - 10:35

"Berlusconi rassicura gli alleati. Segnali di disgelo con Salvini". Non è degno di fiducia. Rivedersi la sua storia dal 2011 sin ancora ad oggi. Col suo sorrisetto, buono per tutte le stagioni, vuole ancora infinocchiarci.

Ritratto di ..nonnaPina.

..nonnaPina.

Lun, 05/06/2017 - 10:44

"In tv per recuperare consensi", riapre il mitico Bagaglino?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 05/06/2017 - 10:51

Le ultime raffiche propagandistiche alla spasmodica ricerca di qualche gonzo residuo da abbindolare. Meglio ancora se affetto da attrazione fatale per gli animali domestici.

acam

Lun, 05/06/2017 - 10:57

vedo Silvio dietro a un giovane che si sappia imporre lo vedo forte e risoluto ma quasi ottanta sono tanti e con accaduti più o meno recenti l'immagine è stata un po' vigliaccamente offuscata. da ammirare è la pervicace difesa delle sue idee di governo, che sono giuste ma non efficacemente sostenute a cui non ostante tutte le chiarificazione viene opposta una resistenza senza eguale e motivi validi. Forza silvio fai cavalcare le tue idee su giovani cavalli di razza e comunque vincerai.

mcm3

Lun, 05/06/2017 - 11:16

Ma di che parla, Va tutti i giorni in TV e sta sempre sotto il 13% !!!

mareblu

Lun, 05/06/2017 - 11:17

Cavaliere sono certo che SALVINI NON HA BISOGNO , ne di GIOCOLIERI NE TANTO MENO DI QUEI POCHI voti che rappresenta, con SALVINI E TUTTA ALTRA MUSICA! la quale musica non E'!, e non potra'! mai essere di suo gradimento.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 11:21

Disgelo con Salvini? Vorrà dire che Giorgia avrà il mio voto.

INGVDI

Lun, 05/06/2017 - 11:23

Se veramente Berlusconi avesse in programma un governo con Salvini, avrebbe proposto un sistema maggioritario che prefiguri un accordo prima delle elezioni e la governabilità. Naturale il sospetto e i dubbi di molti su quanto afferma, ora, il Cavaliere.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 11:27

@antipifferaio Lei rispecchia in piano il mio pensiero. Anch'io mi auguro che Salvini e Meloni facciano una lista comune, ma se questo non avverrà, stavolta voterò per la Meloni per due semplici motivi. 1) Ritengo necessario aiutarla a superare la soglia di sbarramento. 2) Non mi è piaciuto per niente che Salvini abbia accettato questa orribile legge elettorale.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 11:31

@roberto-sixty-four Vedremo presto da che parte tira il vento. Se Berlusconi farà rientrare in FI "gli utili idioti traditori di ap" (come giustamente li definisce lei), sarà ben chiaro cosa vuole fare dopo le elezioni: un accordo col pd. In caso contrario, ne riparleremo.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Lun, 05/06/2017 - 11:49

IO NON TI VOTO E MNON MI FIDO

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Lun, 05/06/2017 - 13:11

ITALIASETTIMANALE..in quanto Pdiota, il tuo certamente non è un voto perso..

antipifferaio

Lun, 05/06/2017 - 13:35

wilegio, purtroppo la lista in comune Salvini-Meloni, o meglio il movimento sovranista, era cosa già fatta se le elezioni in Francia fossero andate diversamente. Sappiamo che per ora il progetto si è arenato. Per il momento accontentiamoci, si fa per dire, del guazzabuglio che certamente verrà fuori dalla prossima tornata elettorale. Si dice che in fisica oltre una certa soglia il caos cessa. La politica è uguale. Da quel momento dovrebbe esserci l'ordine...speriamo!

mareblu

Lun, 05/06/2017 - 14:01

Strano, e mai possibile che chi non condivide le idee, oppure dissente, dalla politica molto discutibilmente dettata a senso unico, venga etichettato pdidiota. Se ancora vorra tornare all'apice e ancora ha euro da buttare abbracci la MELONI , e SALVINI, SONO LORO QUELLI CHE DECIDERANNO LE SORTI.Se il centro destra ha perso la capitale ,E' stato solo per il BAMBINO CAPRICCIOSO , il quale vive ancora sulla luna!

curatola

Lun, 05/06/2017 - 14:25

silvio fareebbe bene a stare a guardare senza intervenire. idem per dalema e bossi ,prodi e veltroni e compagni. giriammo pagina.tocca a m5s

Tarantasio

Lun, 05/06/2017 - 14:45

non mi intendo affatto del sottobosco partitico, ma so per certo che la transumanza da AP A FI è iniziata da un pò

Doktorfaust

Lun, 05/06/2017 - 15:30

I voti che prenderebbero i tre partiti divisi sarebbero maggiori di quelli di una eventuale coalizione. Si possono recuperare voti dei leghisti e dei fascisti che non voterebbero perché non sopportano Berlusconi, dei meridionali che odiano Salvini e di quelli che non voterebbero mai un partito erede del fascismo.

Pinozzo

Lun, 05/06/2017 - 15:51

Il New Delhi Times? ah be' se lo dicono loro e' fatta..! Ahr ahr ridicoli.

Italiano-

Lun, 05/06/2017 - 16:20

«Berlusconi al di là delle promesse, dovrà produrre fatti». È il principio fondativo della rinascita. Poche parole, schiettamente pronunciate. Bravo l'on. Salvini. Personalmente ricordo che il Presidente Berlusconi ha rinnovato alcuni impegni attraverso sue proprie dichiarazioni, a metà maggio. Sia coerente, grazie.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 05/06/2017 - 16:25

Mettere il voto in sicurezza per il cdx? il voto giusto è quello alla Lega che si batte da sempre contro il fronte "razzista" anti-italiani quello che svaria da Renzi , ai sinistri "ortodossi", ai radicali (Bonino in testa) fino ai grillini. Berlusconi si dovrà accontentare dei "fedeli moderati" che gli danno fiducia oltre ogni immaginazione, compreso ciò che capiterà nel post-elezioni. Del resto Salvini è stato chiaro: il Cavaliere faccia dichiarazioni chiare e senza ambiguità.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 16:26

@antipifferaio Io ci spero ancora in una lista unica Salvini-Meloni, che farebbe molto comodo a tutti e due. Sappiamo che le Lega è debole in meridione, per non dire quasi inesistente, dove invece la Meloni è forte. E viceversa. Comunque, nel caso in cui non si faccia la lista unica, io provo col mio voto ad aiutare la Meloni a superare lo sbarramento. E penso che non sarò il solo a farlo.