Berlusconi rassicura il Colle Ma nessun aiuto al premier

Il Cavaliere a Mattarella: Forza Italia fa opposizione responsabile. Pronti a lavorare per garantire stabilità

Nessun salvagente a Renzi ma neppure nessun caos se vince il No. Berlusconi, giovedì pomeriggio, ha illustrato al capo dello Stato la posizione di Forza Italia: non ci sarà alcun ripensamento sul niet alle riforme costituzionali perché sono dannose al Paese. Tuttavia l'opposizione azzurra è ben diversa da quella verde di Salvini e da quella gialla di Grillo. Forza Italia è sempre stata e sarà forza responsabile, a differenza della sinistra che ha sempre giocato al «tanto peggio tanto meglio». Tradotto: se Renzi dovesse perdere, lui che ha personalizzato così tanto il referendum da renderlo un plebiscito su di sé, dovrebbe trarne le conseguenze e aprire la crisi. Un minuto dopo, tuttavia, Berlusconi è pronto a sedersi a un tavolo e trattare su tutte le questioni aperte: legge elettorale, legge di stabilità, nuove riforme. Insomma, sarà proprio Berlusconi a garantire la stabilità per il bene del Paese ed evitare ciò che tanti temono: la ripresa di una speculazione finanziaria che rischia di essere letale. Ovviamente questo atteggiamento non piace agli alleati storici di Lega e Fratelli d'Italia, più propensi al voto subito e soprattutto allergici alle larghe intese. Per ora Salvini tace ma è chiaro che al capo del Carroccio non piace il Berlusconi responsabile perché così facendo spinge inevitabilmente la Lega alle estreme rendendola marginale. Non piace al capo del Carroccio, ma non a tutto il Carroccio: infatti il senatore Calderoli apre a un esecutivo istituzionale: «Renzi si dimetta spontaneamente e abbandoni definitivamente la politica - è il suo consiglio -. Dopo di che un governo istituzionale retto dal presidente del Senato Grasso di soli due mesi per approvare la legge di stabilità, e non andare a esercizio provvisorio, e poi il ritorno al voto dell'anno prossimo, entro febbraio».

La legge di bilancio è la vera preoccupazione del presidente della Repubblica: è un cerino acceso accanto a una tanica di benzina. Verrà approvata in prima lettura alla Camera prima del referendum ma poi dovrà passare al Senato. E arriverà a palazzo Madama dopo che gli italiani si saranno espressi sulle riforme renziane. In caso di vittoria del No e se Renzi mantenesse la parola, la legge di stabilità potrebbe arrivare in Senato in piena crisi politica. Come si comporterebbero i mercati? Questo il vero cruccio del Quirinale e uno dei temi caldi trattati faccia a faccia tra il presidente della Repubblica e l'ex premier. In un certo senso Berlusconi ha rassicurato il capo dello Stato: non sarà certo lui ad appiccare l'incendio per motivi elettorali, anzi. Se sarà il caso il Cavaliere è pronto a indossare l'elmetto da pompiere. Per il bene del Paese.

Per ora, se si esclude la dichiarazione del capogruppo della Lega in Senato, Gian Marco Centinaio, dal Carroccio c'è il silenzio. Centinaio la vede così: «Berlusconi sta cercando di dare un colpo al cerchio e uno alla botte. L'incontro tra Mattarella e Berlusconi mi dà l'idea che il presidente di Forza Italia stia per iniziare a mettere le mani avanti, visto che si è schierato per il No ma, nello stesso tempo, vuol far capire a Mattarella che è disponibile ad appoggiare un eventuale Renzi bis». In ogni caso i rapporti tra Forza Italia e Lega, alla luce di questa lettura, potrebbero tornare aspri.

Anche se, va detto, i berlusconiani confermano che il Cavaliere non ha alcuna intenzione di dare una mano a Renzi di cui non si fida più. L'ex premier è rimasto troppo scottato dai metodi usati dall'ex sindaco di Firenze, ai tempi del Nazareno. A questo punto è il Cavaliere a dire a Renzi: «Non stare sereno».

Commenti

mareblu

Sab, 29/10/2016 - 08:54

Vorrei chiedere al CAV, BERLUSCONI, Quanto dalle reti di " MEDIASET " Inizia il fuoco di SBARRAMENTO a favore del NO . visto che i traditori scorazzano a tutte le ore selle reti rai . Dopo la vittoria del NO caduta del governo abusivo e subito la parola al popolo con ELEZIONI L'ITALIA DEVE TORNARE AGLI ITALIANI!

antipifferaio

Sab, 29/10/2016 - 09:55

"Renzi si dimetta spontaneamente e abbandoni definitivamente la politica"...saggio consiglio di Calderoli e penso condivisibile dall'80% degli italiani... Sul Renzi bis non scherziamo....sarebbe la fine anticipata del centro-destra e ancor prima di Forza Italia. Così si metterebbe solo il turbo ai 5 stelle. Sostenete un governo di scopo per la leggere elettorale e poco altro è una fesseria. Per approvare la legge elettorale bastano 15 gg. e lo può fare lo stesso governo sotto la supervisione di Mattarella e ovviamente delle opposizioni. Vogliono fare il cambio di governo indolore? Questo è impossibile visto che l'Italia è moribonda e se non si opera subito con urgenza il paziente muore.

Paolo Fanfani

Sab, 29/10/2016 - 10:06

La Costituzione è una legge che, per essere riformata, deve passare dal parere diretto del Popolo; è una legge che dovrà governare insieme la destra, la sinistra, il centro, il nuovo ed il vecchio. Usarla per cercare di cambiare il Governo o per mantenerlo, non è corretto. Berlusconi ha sostanzialmente livellato il ragionamento. Non condivido solo la sua ultima affermazione che forse non è nemmeno sua: - se vince il no, il Governo Renzi dovrà tornare alle Camere alle quali dovrà chiedere la fiducia: - se gli sarà data resterà; altrimenti darà le dimissioni. Proprio per rispettare la Costituzione.

buri

Sab, 29/10/2016 - 10:54

bene, ma la simpatie di Mattarello 'per l'UE sono note e, secondo me, non sono di buon auspicio in caso di vittoria del NO, non sono tanto sicura che si scioglerà il parlamento e che finalmente si potrà votare

Ritratto di ilvillacastellano

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ilvillacastellano

Anonimo (non verificato)

BRAMBOREF

Sab, 29/10/2016 - 11:24

gigi87 Palle, Se ha la possibilità di ritornare il sella si alle anche cpn Satana

BRAMBOREF

Sab, 29/10/2016 - 11:26

GIGI87 Cade il Governo Renzi, Mattarella gli conferisce in incarico wesplorativo per formare un nuovo governo. Questo succederebbe se.......

giuseppe1951

Sab, 29/10/2016 - 11:32

Dove Cxxxo avete messo il mio commendo?

VittorioMar

Sab, 29/10/2016 - 11:40

...SPERIAMO SOLO CHE SIA "VERO"!!!

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 29/10/2016 - 11:41

Berlusconi non è più "CAV" da un bel pezzo ma il servilismo resta immutato. Renzi non piace ma ancor meno la remota possibilità del berlusconismo, solo per questo sarebbe meglio votare SI.

Ritratto di Ratiosemper

Anonimo (non verificato)

Iacobellig

Sab, 29/10/2016 - 12:04

VIA RENZI E GOVERNO SUBITO.

apostata

Sab, 29/10/2016 - 12:10

berlusconi tradisce molti (forse la maggioranza) dei suoi elettori di un tempo

Anonimo (non verificato)

conviene

Sab, 29/10/2016 - 12:17

Ci vuole una bella faccia di tolla a dire che lui garantisce la stabilità, dopo che ha fatto per l'ennesima volta il volta gabbana. Le riforme le ha scritte lui con Renzi e le ha esaltate e approvate per 2 volte al Senato. Ne abbiamo pieni i cabasisi di uno, che se ne è sbattuto dell'Italia per 22 anni facendo solo i propri interessi. Ex Cavaliere è Renzi che non si fida più di lei e lo sono gli Italiani. Infatti dal 34% è al 9%. Non può dire nero al mattino e bianco a mezzogiorno. Non vende più ghiaccio agli eschimesi

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 29/10/2016 - 12:19

Cramer, mi verifichi e mi spieghi se il Cavaliere è credibile come oppositore quando il TGcom24 " "prima serata" è affidato, come spesso mi capita di vedere, a: conduttore, opinionisti, politici e giornalisti (tipo Sole 24 ore, Corriere della Sera) schierati sempre ad elogiare il premier Renzi. Adesso Berlusconi è andato a fare il "pompiere", lo stabilizzatore ma perché? Ha paura delle eventuali elezioni, delle scelte del popolo, di una sua probabile batosta alle votazioni?

Giorgio1952

Sab, 29/10/2016 - 12:34

Allora possiamo stare tranquilli, Berlusconi ha rassicurato il Colle ma "non ci sarà alcun ripensamento sul niet alle riforme costituzionali perché sono dannose al Paese", allora perché prima le hanno votate? Forse perché fanno opposizione responsabile, a differenza della sinistra che ha sempre giocato al «tanto peggio tanto meglio»! Se Renzi perde il referendum, “Berlusconi è pronto a sedersi a un tavolo e trattare su tutte le questioni aperte: legge elettorale, legge di stabilità, nuove riforme. Insomma, sarà proprio Berlusconi a garantire la stabilità per il bene del Paese ed evitare ciò che tanti temono: la ripresa di una speculazione finanziaria che rischia di essere letale”; è il Cav l’ago della bilancia e buonanotte a Salvini e Meloni, Calderoli invece è più saggio apre a un esecutivo istituzionale, la stessa saggezza che mise nella legge elettorale che lui stesso definì una porcata.

Giorgio1952

Sab, 29/10/2016 - 12:43

Seconda parte - il vero cruccio del Quirinale è la legge di bilancio, “ uno dei temi caldi trattati faccia a faccia tra il presidente della Repubblica e l'ex premier. In un certo senso Berlusconi ha rassicurato il capo dello Stato: non sarà certo lui ad appiccare l'incendio per motivi elettorali, anzi. Se sarà il caso il Cavaliere è pronto a indossare l'elmetto da pompiere”. “Per il bene del Paese” questa l’ho già sentita! Così come tutti gli altri show quello da presidente operaio, ferroviere, fornaio, con la bandana, etc.etc. “La legge di stabilità potrebbe arrivare in Senato in piena crisi politica. Come si comporterebbero i mercati?” Lo sa bene perché quando c’era lui lo spread arrivò a sfiorare i 600 punti; infine ha ragione la Lega “Berlusconi sta cercando di dare un colpo al cerchio e uno alla botte. L'incontro tra Mattarella e Berlusconi dà l'idea che il presidente di Forza Italia stia per iniziare a mettere le mani avanti”!

Ritratto di Riky65

Anonimo (non verificato)

ohibò44

Sab, 29/10/2016 - 12:52

Caro Cav un simile ‘contrordine’, nella speranza della grazia, è tollerabile solo se il giorno dopo, con Renzi, metterete mano all’unica riforma ineluttabile: quella della Giustizia per liberare il Paese dalla sua dittatura. Altrimenti …. per pietà è meglio che io lasci perdere

Ketall

Sab, 29/10/2016 - 12:56

Il peggior teatrino della politica! Il re dei politicanti! Larghe intese per sempre! Un essere senza piu spina dorsale (a questo punto...l'ha mai avuta???) ricompare come uno zombie dei tempi (brutti e dannosi!) andati della prima e seconda repubblica per riproporci inciuci e giochini con CHIUNQUE accetti!! BERLUSCONI SEI LA MORTE DELLA DESTRA E DI QUELLO CHE RAPPRESENTA!! SEI L'ALFANO DEI POVERI!!

Ketall

Sab, 29/10/2016 - 12:58

Il peggior teatrino della politica! Il re dei politicanti! Larghe intese per sempre! Un essere senza piu spina dorsale (a questo punto...l'ha mai avuta???) ricompare come uno zombie dei tempi (brutti e dannosi!) andati della prima e seconda repubblica per riproporci inciuci e giochini con CHIUNQUE accetti!! BERLUSCONI SEI LA MORTE DELLA DESTRA E DI QUELLO CHE RAPPRESENTA!! SEI L'ALFANO DEI POVERI!! VATTENE A PUTTXNE E LASCIA STARE IL PAESE!

moichiodi

Sab, 29/10/2016 - 13:01

@antipifferaio. scusi, ma lei prende troppo seriamente il giornale. legga la ricostruzione dell'incontro fatta da libero. per avere un quadro più ampio.

AH1A

Sab, 29/10/2016 - 13:12

State certi, Berlusconi nel segreto dell'urna voterà SI

Ritratto di ..allàAlbàr...

..allàAlbàr...

Sab, 29/10/2016 - 13:13

belluscone rassicura mattarello, nessun aiuto a renzie, ah,ah,ah, HA HA HA

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 29/10/2016 - 13:25

Leggo con profonda preoccupazione la dichiarazione di Berlusconi su ciò che farebbe in caso di successo del NO, un minuto dopo che Renzi abbia aperto la crisi presentando le sue dimissioni al Quirinale. Egli avrebbe detto – così leggo – “che è pronto a sedersi a un tavolo e trattare su tutte le questioni aperte: legge elettorale, legge di stabilità, nuove riforme. Insomma, sarebbe proprio Berlusconi a garantire la stabilità per il bene del Paese ed evitare ciò che tanti temono: la ripresa di una speculazione finanziaria che rischia di essere letale!”. Viene aggiunto che ovviamente questo atteggiamento non piace agli alleati storici di Lega e Fratelli d'Italia, più propensi al voto subito e soprattutto allergici alle larghe intese. Francamente non piace neppure a me che sono elettore berlusconiano dal principio. Così è se vi pare e se mi stampate, e chiedo scusa a Pirandello.

Ritratto di 02121940

Anonimo (non verificato)

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 29/10/2016 - 17:16

Silvio rassicura il Colle, ma è pronto a trattare con Renzi (?!) dopo che abbia presentato le sue dimissioni al Quirinale. Forse vuole seguire Verdini, che magari è andato avanti in avanscoperta? Così rischia di perdere i suoi elettori, come già accaduto a Roma 5 mesi fa, quando io sono stato tra i pochissimi che hanno a seguito FI nell’abbraccio mortale con Marchini. Non sono favorevole ad un nuovo abbraccio mortale anche con Renzi.