Berlusconi: "Renzi? Democristiano di sinistra. Gli slogan Grillo simili a Hitler"

Silvio Berlusconi all'attacco nei confronti di Renzi e Grillo

Silvio Berlusconi, intervistato dal Foglio, all'attacco nei confronti di Renzi e Grillo.

Il leader di Forza Italia ha affermato: "Sento dire spesso che Renzi si ispirerebbe in qualche modo a Forza Italia. Se questo è vero, allora devo dire che l'imitazione non gli è riuscita bene. Lui ha scelto la strada delle battute, dell'arroganza, degli annunci. Per il resto, Renzi è un democristiano di sinistra nell'accezione peggiore del termine: somiglia più a Ciriaco De Mita che ad Aldo Moro".

Quanto al patto del Nazareno, per Berlusconi "l'idea nella quale abbiamo creduto era solo quella di lavorare insieme per modernizzare il paese attraverso riforme condivise. Purtroppo, ci siamo resi conto che ci avevamo creduto solo noi". Secondo Berlusconi: "Grillo nasce dalla pericolosa sintesi di stati d'animo diversi: i rimasugli della sinistra antisistema, l'invidia per chi ha avuto successo nella vita e la ricorrente voglia di jacquerie, di rivolta contro tutto e contro tutti, senza un obiettivo chiaro che non sia la distruzione. Quando ho spiegato che Grillo ripeteva molte parole d'ordine di Adolf Hitler, non era affatto un'esagerazione polemica, era una constatazione tecnica". E ancora: "Il fatto che poi i grillini nelle istituzioni si siano rivelati inconcludenti, contraddittori e del tutto incapaci non deve tranquillizzare. Aumenta il pericolo, non lo diminuisce".

Commenti

fisis

Sab, 30/01/2016 - 09:16

L'analisi di Berlusconi è perfetta.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 30/01/2016 - 09:20

Ti ha fregato ehhh?

denteavvelenato

Sab, 30/01/2016 - 09:44

Quando Silvio parla di Renzi mi fa tornare alla memoria Johnny Stecchino, vi ricordate la frase "mi non mi assomiglia pe niente"

Ritratto di superShish

superShish

Sab, 30/01/2016 - 09:52

FORZA 5 STELLE

Ritratto di riana

riana

Sab, 30/01/2016 - 10:40

Io invece direi il contrario. Le imposizioni di Reanzi sono da regime. Un perfetto voltagabbana che ha fatto l'esatto contrario di quanto ha predicato prima delle primarie. E continua ad imporre le sue volontà, tasse comprese ovviamente. Le idee di Grillo invece non sarebbero affatto male ma i suoi politici non sono altro che un branco di ex falliti, ex laureandi a vita, ex disoccupati a vita sotto l'ombrellone economico di mamma e papà. Che tra l'altro anche loro, pur di non far fuori il governo Renzi, in diversi hanno abbandonato la filosofia grilliana per accomodarsi nelle sicure poltroncine del pd, ovviamente.

antipifferaio

Sab, 30/01/2016 - 11:48

Ormai anche secondo analisti e politologi più attenti la destra ha fatto sue le istanze sociali di quella che una volta era chiamata la base dei partiti. La sinistra ormai è solo inconcludente, dannosa e accaparratrice di poltrone... Insomma in due parole la sinistra è spacciata, destinata alla disgregazione più totale proprio per i danni abnormi che sta provocando in tutti i settori. Quanto al grillismo, i sostenitori più di destra se ne facciano una ragione: il m5s è di sinistra. La dimostrazione è il loro sostegno alle adozioni dei gay...cosa oggettivamente abominevole quanto innaturale. Peraltro mandare al potere, dopo anni di distruzione PD, gente che urla per odio e poi si rivela assolutamente incapace vuol dire la fine per l'Italia. Ma stavolta davvero! In sintesi Berlusconi ha ragione.

pinux3

Sab, 30/01/2016 - 12:11

@riana... Mi dici quali sarebbero le "tasse" di Renzi (a parte quelle che c'erano già prima di lui)? A me pare che le tasse, per quanto possibile, le abbia tolte (gli 80 euro, l'abolizione dell'IMU e della TASI sulla prima casa, la riduzione delle tasse sulle imprese, la riduzione del canone tv facendolo finalmente pagare a tutti). A volte si ha l'impressione che qualcuno...parli così tanto per parlare...

PopoloSovrano

Sab, 30/01/2016 - 12:20

Renzi e il PD sono collocabili come fascisti di sinistra. Grillo non è Hitler, è solo incazzato mentre il M5stelle è assimilabile al PD, solo un pò più cialtrone.