Berlusconi: "Siamo in guerra, serve un intervento militare"

Il leader di Forza Italia: "Siamo in guerra, serve un intervento militare". Poi accusa Renzi: "Non tocca palla"

"Siamo in guerra". Dopo gli attacchi di Bruxelles, Silvio Berlusconi non ha alcun dubbio. L'Italia e l'Europa devono fare la propria parte e intervenire militarmente in un conflitto iniziato ormai da tempo. Intervenendo a Tele Radio Stereo, il leader di Forza Italia accusa Matteo Renzi di "non incidere su nulla". "Non tocca palla - attacca - non ha alcuna influenza sulle decisioni comuni, non è considerato perché sanno che non è stato scelto dal popolo".

Dalla Siria alla Libia, fino al cuore dell'Europa. I tagliagole dello Stato islamico proliferano ovunque e arrivano a colpirci laddove fa più male. Berlusconi rilancia con forza la necessità di difenderci con una decisione doverosa che i leader occidentali non sono riusciti a prendere, e cioè "costituire una coalizione sotto l'egida dell'Onu che metta insieme Stati Uniti, Unione europea, Russia e Arabia Saudita". Una coalizione che "possa con un intervento militare estirpare l'Isis alla base". Dalla Siria e dall'Iraq partono, infatti, le direttive del Califfo che muove, come marionette, i jihadisti che poi colpiscono in Europa. Per questo, secondo Berlusconi, la chiusura delle frontiere non elimina il rischio. "Sono già con noi le persone che operano - spiega il Cavaliere ai microfoni di Tele Radio Stereo - non c'è chiusura di frontiera che possa tenere, quella serve per contenere l'immigrazione di massa - continua - si è perso il senso di un'Europa che abbia la solidarietà tra i suoi principi, si devono fermare all'origine quelle guerre che fanno sì che molte famiglie lascino le case per trovare scampo alla guerra".

Un'azione militare contro l'Isis, però, non è possibile con la sola forza delle armi. Ma è possibile con la forza delle armi e della diplomazia coordinate dalla massima istituzione mondiale. Ed è questa la strada indicata dallo stesso Vladimir Putin nel suo intervento alle Nazioni Unite. In una intervista al Mattino Berlusconi spiega che un'intesa operativa con il leader russo è "realistica e obbligata". "Putin è aperto al dialogo, anche se dispiaciuto delle sanzioni subite per la vicenda ucraina", spiega l'ex premier denunciando "la scelta miope dell'Occidente". Facendo un parallelo con l'Iraq di Saddam Hussein, Berlusconi sottolinea che "c'erano tre etnie in conflitto tra loro e un 60 per cento della popolazione analfabeta. Alla quale parlare di democrazia era ridicolo. Purtroppo ciò vale ancora per buona parte del Medioriente e dell'Africa. I paesi stabili sono tutti governati da regimi. Prendi il Marocco, la Giordania, la Siria, l'Egitto". Vuol dire che oggi stabilizzare il Medioriente significa consegnarlo a leader forti. Ma, avverte Berlusconi, "con realismo e senza il velleitarismo degli ultimi anni", in primis nella Libia di Muhammar Gheddafi. In Siria, invece, significa Bashar al Assad. Anche se Berlusconi non esclude che si possa trovare una guida alternativa, "sostenuta dall'Occidente e capace di governare su quel che sarà della Siria".

Annunci

Commenti

franco-a-trier-D

Gio, 24/03/2016 - 09:26

poi le frontiere non esistono, io potrei dalla Italia arrivare in Germania senza passare le frontiere legalizzate ma attraversando campi e ruscelletti, altro che frontiere...

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 24/03/2016 - 09:41

Certo. Bisogna annientare l'Isis, nei suoi territori e in Europa, mentre mai avremmo dovuto appoggiare la guerra a Gheddafi, una tragica operazione promossa da Sarkò e colpevolmente appoggiata da Silvio, succube di Napolitano, da cui è stato poi regolarmente fregato, al punto di aderire ad una rielezione contraria allo spirito della Costituzione, ormai rivelatasi e poi di recente "aggiustata" come la più brutta del mondo.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Gio, 24/03/2016 - 10:09

Sig. BERLUSCONI, cambiare idea in base alle circostanze, NON GIOVA alla Sua figura. La linea DEVE ESSERE UNA. Poi.....prima facciamo PULIZIA a casa NOSTRA dopo......si INTERVIENE. Non ha senso intervenire SAPENDO che abbiamo le BESTIE già a casa!!

conviene

Gio, 24/03/2016 - 10:18

Barlusconi un disastro in Libia lo ha già fatto, anche se ora lo neghi. Ora vorresti un altro intervento dell'Italia addirittura coordinato da Putin. Ma questa mattina no nha specificato se ci manda quelli di f.i.o i mercenari affamati. La posizione di Renzi che non si interviene senza la richiesta del governo legittimo a lui non va bene.Ex cavaliere si riposi

tonipier

Gio, 24/03/2016 - 10:36

" LA IRRIDUCIBILITA' DELLA CONTRAPPOSIZIONE FRA MONDO ISLAMICO E MONDO STATUNITENSE" Il crollo del Comunismo ha attenuato l'impegno anticollettivistico dell'Islam perchè i capisaldi residui delle illusioni egualitarie ed indifferenziate non possono più costituire occasione e motivo di intralcio alla instaurazione di una società secondo i modelli del Corano. Il crollo del Comunismo come elisione delle barriere di contenimento della prepotenza mercantilistica d'oltre Atlantico, dell'espasionismo della metodologia della grande finanza, ha insinuato e diffuso nel mondo islamico il sentimento della necessità di ergersi a vindice e ad alfiere di una diversa concezione della storia e del mondo. Si di visioni antitetiche della vita che tendono sempre più a radicalizzarsi: quella statunitense come sfarzo, ricerca del denaro e della ricchezza come fine a sè stessa, amore per l'opulenza, per la lussuria, condotte che propiziano la degenerazione dei costumi, l'egocentrismo sfrenato.

ITALY

Gio, 24/03/2016 - 10:41

Vero, Renzi sembra uno di quelle persone messe a capo delle aziende che devono essere distrutte per poi rilanciarle. Il problema è che gran parte della gente ci ha creduto, i fatti invece dimostrano che il suo protocollo si è interrotto per lo spostamento mediatico dal nazionale ad internazionale. Vero è che chi la messo li allora, adesso lo cambierebbe, di fatto è la persona sbagliata. Aggiungo pure che il sistema aziendale da lui introdotto PER IL NAZIONALE porterebbe ad una guerra civile. DUE volte sbagliato

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 24/03/2016 - 11:06

Ma quale onu? Quella è una organizzazione che succhia solo soldi agli stati e non serve a niente. E' completamente dominata dai paesi arabi, dal brasile e dalla cina e non prenderà mai una posizione contro l'islam. Quanto agli islamici moderati, l'ho già detto e lo ripeto: non ne esistono.

perSilvio46

Gio, 24/03/2016 - 11:29

Il Cav dimostra di essere un grande statista, la Sua analisi è lucida e chiara. Occorre agire unitariamente e l'Italia deve partecipare, ma, purtroppo, i leaders europei non considerano il renzi uno di loro perché non è stato eletto dal popolo. L'ultimo leader eletto è stato SILVIO BERLUSCONI, e allora la soluzione è chiara: occorre riportare la democrazia in Italia con la leadership di SILVIO BERLUSCONI per tornare a contare in Europa.

Ritratto di viperainseno

viperainseno

Gio, 24/03/2016 - 11:50

perSilvio46@- ma a Lei la pagano per ripetere testuali le dichiarazioni di tal SILVIO BERLUSCONI? Proprio non riesce a ragionare col suo di cervello? Mi sembra come quei comunistoidi usciti dalla scuola del vecchio PCI... Stagnanti , piatti, omologati, quindi inutili!!!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 24/03/2016 - 11:58

In fondo, sì, fate bene a pubblicare gli interventi dei 'dissidenti' perché mettono a nudo la pochezza delle loro idee, dalle quali prendere nettamente le distanze. Grande Silvio BERLUSCONI, che si conferma sempre essere una mente lucida, nel secondo come nel terzo millennio. Sottoscrivo in pieno quanto ha detto. Lui ha detto colpire la base, io avevo detto colpire la testa della follìa (che è la stessa cosa). Eliminare ogni Califfo dalla faccia della Terra. Ogni puparo che tiene i fili dei folli. Si può fare. Basta vedere NCIS e le tecniche più recenti per l'individuazione dei siti da colpire. L'Europa ha un bisogno vitale di Silvio BERLUSCONI. -riproduzione riservata- 11,30 - 24.3.2016

ex d.c.

Gio, 24/03/2016 - 12:02

All'inizio della sommossa in Libia Berlusconi pronunciò le uniche parole giuste 'non disturbiamoli' Gheddafi avrebbe soffocato tutto in pochissimo tempo. L'Europa ha deciso di intervenire e l'Italia fa parte dell'Europa. Berlusconi ha cercato di non intervenire fino alla fine. Incolpare Lui è veramente assurdo

Ritratto di SoluzionidaItalianoMedio

SoluzionidaItal...

Gio, 24/03/2016 - 12:20

Caro Presidente, sono venti anni che la seguo e da Lei mi aspetterei qualche cosa di eclatante. Le consiglio di andare in piazza ad ascoltare i cittadini che le sapranno dare le giuste soluzioni. Va bene la guerra, ma vogliamo in primis un ITALIA ripulita. Non abbia paura dei comunisti, loro hanno i giornali e l'Europa, Lei ha il popolo ITALIANO. Non si spaventi nel dire che abbiamo bisogno di una pulizia di massa( nel rispetto dei diritti) e rimpatri immediati.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 24/03/2016 - 12:53

Prima risolvere il cruciale nodo del doppiogiochismo,altrimenti saremo sempre pugnalati alle spalle

LAMBRO

Gio, 24/03/2016 - 12:56

MOLTI PENSANO CHE SIA UN GIOCO DA PALY STATIONS : SPIEGHIAMO LORO CHE IL TERRORISMO E' UNA GUERRA E NON BASTANO IL LUMINI PER COMBATTERLA

bisesa dutt

Gio, 24/03/2016 - 13:02

sequestrare i pacchetti azionari di aziende europee in mano agli arabi

filgio49

Gio, 24/03/2016 - 14:01

conviene...ma lei all'epoca dei bombardamenti in Libia, viveva sulla luna o su marte? Non le e' arrivata la notizia, che il Cav. Berlusconi, fu il solo in Europa ad essere contrario ai bombardamenti? Non le risulta che la decisione fu presa da napolitano, sarkozy e merkel? Forse perche' le comunicazioni con la luna e con marte erano interrotte!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 24/03/2016 - 15:02

Bisesa dutt,lei coglie un aspetto che da sempre cerco di discutere in questi casi,ovvero l'intreccio economico e finanziario tra il mondo occidentale e quello arabi che poi è il vero armatore dei terroristi.Purtroppo se facessimo quello che lei dice è che mi creda auspicherei anche io,ci troveremmo in ginocchio.Abbiamo svenduto di tutto a questi signori,li abbiamo resi più padroni di quanto già non lo fossero ed oggi è materialmente impossibile staccarsi da loro senza pagare un sbagliatissimo pegno.Però potremmo sempre ricordare a questi signori che il loro benessere non corrisponde alla loro sicurezza,quella gliela garantiamo noi,pertanto la bilancia va pareggiata,ne abbiamo i mezzi militari,e la nostra autonomia riconquistata,ma dobbiamo almeno noi occidentali,stare tutti dalla stessa parte e smetterla con il doppiogiochismo che favorisce solo il nemico.

Ritratto di apasque

apasque

Gio, 24/03/2016 - 15:18

Perché non ripristinare immediatamente un servizio militare obbligatorio efficiente?

Raoul Pontalti

Gio, 24/03/2016 - 15:18

Silvio cambia esperti di politica estera, che hanno pescato i dati da Wikipedia sull'analfabetismo invertendoli. I dati Wikipedia, globali per Africa e medio Oriente, non sono applicabili all'Iraq dove il tasso di alfabetizzazione rimane (ad onta dei disastri provocati dalle guerre dei Bush) dell'86% tra i maschi e del 71% tra le femmine (Fonte CIA World Factbook 2015). Ricordo che Iraq e Siria erano paesi "socialisti" nei quali, come nei consimili d'Europa, Asia e America (Cuba) la scolarizzazione era superiore a quella dei paesi occidentali. Io in Siria ci sono stato e analfabeti non ne ho mai incontrati, anche le vecchine dei villaggi sull'Eufrate sapevano ben leggere ciò che io loro mostravo e quasi tutti sapevano leggere sia l'alfabeto arabo che quello latino.

Totonno58

Gio, 24/03/2016 - 17:19

Ok, Silviuccio, adesso va' a riposarti...grazie.

ziobeppe1951

Gio, 24/03/2016 - 17:30

Pontalti....15.18.....in Siria ti sei ritrovato con i tuoi consimili analfabeti, non saresti stato in grado di riconoscere un erudito

Rossana Rossi

Gio, 24/03/2016 - 17:48

Capre rosse come si vede che capite una mazza...Se c'è stato uno che si opponeva ad intervenire in Medio Oriente era proprio Berlusconi che voi stessi, asini incapaci e ignoranti, criticavate e prendevate in giro babbeisticamente perchè amico di Gheddafi......ve lo siete dimenticato? E ora criticate pure? Ma andate a c...........

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 24/03/2016 - 18:22

Che pena mi fa ormai quest'uomo! Dopo aver appoggiato ed appoggia, dal 2011 in qua, tutti i governi sinistri tenendoli e rafforzandoli al potere coi voti che noi elettori di centrodestra gli abbiamo dato, oggi di che cosa si preoccupa? Del fatto che Renzi "non tocca palla". Come si diceva un tempo per altri politici volponi, io non comprerei da lui neanche una macchina usata.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Gio, 24/03/2016 - 18:28

Silvietto, come va Bertolaso a Roma? E dire che gli stai facendo campagna elettorale!!!!!!!!!!!!!! Ah ah ah ah ah ah

freevoice3

Gio, 24/03/2016 - 18:36

Finalmente qualcuno che ha le idee chiare. Per fare certe scelte bisogna avere le palle.

Una-mattina-mi-...

Gio, 24/03/2016 - 19:01

Gentile dr. Silvio, se si lasciavano i vitelloni allogeni dov'erano non serviva fare niente, ne conviene?

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Gio, 24/03/2016 - 19:22

Uno statista nato. Come faremo se non ci fosse lui! Chi sono Merkel, Cameron, Hollande e compagnia bella????????

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Gio, 24/03/2016 - 19:24

Sono d'accordissimo con Maggiulli sul fatto di NCIS. Spero pero' che la televisione del califfato non lo trasmetta altrmienti siamo rovinati.

forbot

Gio, 24/03/2016 - 19:31

Quasi quasi, i prò e i contro si pareggiano. A me piace, se possibile, contribuire con qualcosa di diverso. Vedo da molte parti ci sono preparativi per prossime Elezioni. Noi elettori, questa volta, abbiamo un compito più arduo. Per il passato abbiamo eletto persone che ci dovevano governare, rappresentare e gestire le ns. finanze. Bene, stiamo attenti adesso a chi votiamo: sicuramente devono essere persone, da una attenta valutazione, devono risultare migliori di noi stessi. Devono essere cioè più istruiti di noi, esperti nella materia che devono trattare, dimostrare di essere persone di poche parole ma di fatti concreti dimostrabili con esempi di opere precedenti portate con profitto a compimento; essere persone di buona presenza con caratteristiche somatiche piacevoli anche a vedersi. Non dimenticando il vecchio proverbio che dice: Quello che c'è dentro, è scritto sul viso!!!Non facciamo più i fessi.

Ora

Gio, 24/03/2016 - 19:50

X ex D.c. " La guerra è giusta ma mi dispiace per il mio amico Ghedafy " Questo disse Berlisconi in un'intervista in video andato in onda.

capitanuncino

Gio, 24/03/2016 - 22:02

a proposito in questo momento in TV un rappresentante di SEL dice che ci sono state molte guerre per combatterlo ed il terrorismo è aumentato, uno dei soliti slogan imbecilli. Aumentato rispetto a cosa? Se non ci fossero state queste guerre, magari la situazione sarebbe ancora peggiore. Le solite dichiarazioni indimostrabili dei soliti masochisti demagogici....

capitanuncino

Gio, 24/03/2016 - 22:40

L'intervento contro Geddafi è stato un errore, ma il Governo italiano non poteva esimersi per obblighi legati alla NATO e per non lasciare incondizionatamente mano libera a Francesi ed Inglesi. La situazione ora è ben diversa: allora NON bisognava abbattere uno stato amico per non creare il caos, ora bisogna abbattere uno stato nemico per DIMINUIRE il caos.

rokko

Gio, 24/03/2016 - 22:46

Berlusconi mostra di avere le idee abbastanza confuse, un giorno dice una cosa un giorno ne dice un'altra. In Europa ci sono città con interi quartieri consegnati agli estremisti islamici (fortunatamente non è il caso italiano), finché non si avrà il coraggio di andare a ripulire quei covi e parallelamente organizzare un sistema efficace di intelligence europ

rokko

Gio, 24/03/2016 - 22:48

Berlusconi mostra di avere le idee abbastanza confuse, un giorno dice una cosa un giorno ne dice un'altra. In Europa ci sono città con interi quartieri consegnati agli estremisti islamici (fortunatamente non è il caso italiano), finché non si avrà il coraggio di andare a ripulire quei covi e parallelamente organizzare un sistema efficace di intelligence europea che si scambi le informazioni in modo efficiente, puoi fare la guerra quanto vuoi ma non hai speranze

Giofra

Gio, 24/03/2016 - 23:21

Riflessioni di un comune cittadino. Bruxelles. Siamo in guerra ed in guerra si devono prendere decisioni drastiche, anche contro la libertà data incautamente anche a chi non se la merita. L'Europa ( se ne ha le competenze altrimenti i singoli Stati ), anziché perdere tempo nel legiferare su pomodori, banane, cetrioli ed altre amenità, emani una Legge per cui le Forze di polizia dei vari Stati possono, senza alcuna autorizzazione giudiziaria, effettuare controlli in tutti i luoghi (appartamenti, negozi, autorimesse, cantine, moschee, ecc.) abitati da Islamici (e di altre nazionalità sospette) senza alcun preavviso. Chi è " pulito " certamente non dovrà preoccuparsi così come noi ci sentiamo protetti quando le Forze dell'ordine ci fermano per eseguire controlli stradali. Ciò lo ritengo un atto di legittima difesa e contrasterebbe notevolmente le iniziative terroristiche. Si deve ricordare che gli Stati Uniti, quando furono costretti ad entrare in guerra contro il Giappone ( 1942 - Pearl Harbor ), internarono tutti i Cittadini giapponesi là residenti, buoni e cattivi, ritenendoli un potenziale pericolo in quanto notoriamente fanatici. Eviteremmo tanti.. Je suis... Minuti di silenzio Giorni di lutto nazionali

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 24/03/2016 - 23:46

In mezzo allo sgradevole sproloquiare di cialtroni incapaci di affrontare con decisione la realtà, solo Silvio Berlusconi affronta la durezza del problema. SIAMO IN GUERRA. SIAMO AGGREDITI E LA NOSTRA COSTITUZIONE CI IMPONE DI DIFENDERCI CON LE ARMI. Solo un povero mentecatto abusivo al governo può permettersi di prenderci in giro parlando di cultura per affrontare la grave emergenza che attanaglia l'Europa. RENZI E LA SINISTRA STANNO MENTENDO SPUDORATAMENTE PER FUGGIRE DALLE LORO RESPONSABILITÀ.

gigggi

Ven, 25/03/2016 - 07:39

Permettetemi un intervento a ritroso: il primo uomo di destra ( mussoliniano)incontrato, è stato mio padre...degnissima persona ,buono come il pane ma con una idea fissa ...LA GUERRA come risoluzione " a tutto".Sono passati molti decenni e sul "Giornale leggo ancora maggiuli rossi trier eccetera dire le stesse cose...è una ideologia ...allora!!!!!!!

Renee59

Ven, 25/03/2016 - 07:43

Silvio dice che non possiamo mandare a casa più di un milione di musulmani, ora. Certo, però se non lo facciamo, presto saranno 10 milioni, e noi e tutta l'Italia, saremo perduti. Con la loro prepotenza e arroganza, ci metteranno in catene. É una cosa certissima.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Ven, 25/03/2016 - 08:47

Sorrido quando penso che si creda di poter fare la guerra. La guerra non ha regole. La guerra, se la si vuol vincere, è fatta di bombardamenti, combattimenti, rastrellamenti, imprigionamenti, rappresaglie, fucilazioni, morte e distruzione. Il tutto condito da una buona dose di disinformazione. Pronti alla guerra? O al primo prigioniero o caduto ci trasformeremo nella solita Italia frignante?

Vera_Destra

Ven, 25/03/2016 - 14:23

@Friulano.doc. Ha perfettamente ragione lei. In particolare io diffido di chiunque, a cominciare da questo forum, è pronto a lanciare bombe atomiche a destra e a manca. Fare la guerra è una cosa seria. Al primo sparo, sono sicuro che il 99% dei guerrafondai da forum si farebbe venire il cagotto

rokko

Ven, 25/03/2016 - 23:45

Friulano.doc non credo che noi italiani siamo in massa come lei ci dipinge. Il problema qui (secondo me) non è andare a bombardare da qualche parte, perché gli estremisti sono in mezzo a noi e quindi dovremmo auto bombardarci. Per me l'unica soluzione ai nostri problemo è primo non far entrare da noi (Europa) più nessuno di cui non ci fidiamo al 200%, secondo avere il coraggio politico di rastrellare i quartieri islamici nelle città più a rischio in Europa alla ricerca dei terroristi e di chi li copre, così come si fece in Italia ai tempi delle BR. Infine, occorre un coordinamento europeo per le procure anti terrorismo.