Berlusconi vede Fitto e apre sulle primarie: "Non sono contrario"

Incontro disteso, però restano le distanze sulle riforme istituzionali. Il Cavaliere ribadisce: "Le votiamo, io mantengo sempre la parola"

Un incontro franco, schietto e leale che non scioglie i nodi però. Berlusconi e Fitto finalmente si vedono faccia a faccia. Uno davanti all'altro, soli, a Palazzo Grazioli all'ora di pranzo. Un'ora di colloquio che non assume mai i toni dello scontro sebbene si misurino due linee opposte. Fitto, il big che rappresenta i malpancisti nei confronti dell'abbraccio con Renzi; e Berlusconi, il leader, intenzionato a onorare il patto del Nazareno. Ognuno rimane sulle proprie posizioni e il summit si conclude con un «ne riparleremo» e non è dato sapere quale possa essere la sintesi tra i due atteggiamenti.

«Presidente, sai che ti voglio bene e tutto quello che ho fatto in passato e farò in futuro l'ho fatto e lo farò per il bene tuo e del partito», è l'esordio di Fitto. Che poi prosegue: «Dammi atto che ti sono sempre stato leale, a differenza di molti altri amici». Berlusconi non può far altro che annuire: «Vai avanti». «E sono contento - continua l'ex ministro azzurro - che ti hanno assolto e che ora sei politicamente in una posizione di forza». Tradotto: eviteranno di dire che Fitto sfida Berlusconi quando è alle corde. E poi prosegue: «Quindi ora possiamo parlare con più serenità e liberamente». Berlusconi sorride e annuisce. «Ma ascoltami, presidente: dire di sì a questa riforma del Senato è un suicidio, credimi. È una riforma pasticciata che non fa bene a Forza Italia ma soprattutto all'Italia». Fitto sciorina tutte le obiezioni tecniche e politiche per cui la riforma fa acqua. Il Cavaliere ascolta, in parte condivide. Ma la sua posizione non muta: «Raffaele, capisco; ma non abbiamo alternative. Le riforme vanno votate. Mantengo la parola data, io. L'ho sempre fatto e continuerò a farlo. So che la riforma è migliorabile e cercheremo di strappare qualcosa in più. Ma ho stretto un patto con Renzi e lo manterrò». Il solco è tutto qui: Fitto vede nell'abbraccio a sinistra la fine del centrodestra; Berlusconi ne fa un discorso di pragmatismo: «Date le condizioni è l'unica cosa da fare, dammi retta».

Si parla di riforme ma non solo. Anche il futuro del partito e della coalizione fa parte del menu. E qui Berlusconi anticipa Fitto e apre a una sua battaglia: «Raffaele, io non ho nulla contro le primarie di coalizione che chiedi tu. Non si sono fatte perché siamo sempre stati uniti e non ne abbiamo mai avuto bisogno. E anche con gli alleati non ci sono mai stati dubbi nell'individuare il candidato premier. In ogni caso non ho nulla in contrario alle primarie di coalizione». Un'apertura chiara per l'orizzonte del centrodestra. Un tema complicato, questo, appena accennato nel colloquio durato meno di due ore. Infatti, terminato il faccia a faccia, Fitto dice ai cronisti: «Il percorso di rilancio del centrodestra è lungo e complesso». La tesi di Fitto, in merito a un possibile riavvicinamento con Lega, Ncd, FdI, Udc e altri: rimetterci tutti insieme ha senso solo se si trovano punti comuni programmatici e non se si lavora a sommare le tante sigle che vogliono rappresentare i moderati. Peraltro situazione incandescente vista la rissa tra Lupi e Quagliariello avvenuta ieri di fronte ad Alfano. Il primo vuole alleanze a geometrie variabili per le Regionali, il secondo ha minacciato di non partecipare all'assemblea di domani e di mettersi alla testa della minoranza interna.

Ma è tutto sereno tra Fitto e Berlusconi? È stato un incontro positivo, ma Fitto sul nuovo Senato riconosce di non essere stato convinto del tutto dal leader.

Se ne riparlerà la settimana prossima mentre oggi il Cavaliere tornerà a Cesano Boscone per la tradizionale visita ai malati della Sacra famiglia. E intanto il Tar del Lazio respinge il suo ricorso per riottenere il passaporto. Divieto di espatrio, quindi. Anche all'interno della Ue.

Commenti

AH1A

Ven, 25/07/2014 - 08:32

hei hei hei..è la stessa foto dell'articolo sull'espatrio....presente poco sotto! Fate attenzione PLS! Poi una cosa è non essere contrario alle primarie, altra cosa è permetterle...

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 25/07/2014 - 08:49

Fitto che sciorina obiezioni tecniche non si può sentire, nè leggere, nè scrivere.

abocca55

Ven, 25/07/2014 - 08:54

Berlusconi faccia i nomi di quelli che sono contrari alle riforme, perché sono contrari anche alle aspettative dei Cittadini, ed in particolare ai votanti di FI, per cui non avranno mai il nostro sostegno. Per fare i Politici occorre essere intelligenti, il bene più raro sulla Terra. Per ora sappiamo fitto e minzolin, ma ce ne sono altri.....

abocca55

Ven, 25/07/2014 - 08:57

Il M5S è di una grande stupidità. Se fossero stati intelligenti, avrebbero sfruttato il sentimento dei cittadini, e chiedere l'abolizione totale e completa del Senato. Sarebbe stato un loro grande successo e guadagno di voti, e invece.....

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 25/07/2014 - 08:57

Per rompere il ghiaccio si sono raccontati a che punto sono con i vari processi. Il problema di Fitto e` che ha solo una condanna in primo grado: alla sua eta` promette bene, ma deve fare di piu` per poter aspirare al ruolo di successore del leader.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 25/07/2014 - 09:21

(Berlusconi) «Raffaele, capisco; ma non abbiamo alternative. Le riforme vanno votate. Mantengo la parola data, io. L'ho sempre fatto e continuerò a farlo. So che la riforma è migliorabile e cercheremo di strappare qualcosa in più. Ma ho stretto un patto con Renzi e lo manterrò». Sono queste le parole che, dette da un leader politico come Silvio, mi fanno inorridire. Mi convincono sempre più che a causa del suo "patto d'acciaio" con Renzi, detto anche "patto del Nazareno", Silvio si è legato mani e piedi e così vorrebbe per i deputati di FI, fino al punto da non avere più "alternative". E si vede, tra l'altro, costretto a mantenere "la parola data" a Renzi, facendo di questo un punto d'onore e d'orgoglio, anche se poi sa benissimo che per lui e per noi di centrodestra sarà un fallimento. E' lo stesso atteggiamneto che assunse, non molto tempo fa, col governo Monti. Ricordate quando difendeva il suo appoggio a questo miserevole governo con l'espressione che lo faceva per "senso di responsabilità"? E così permise a Monti e a tutta la sinistra di distruggere, con le leggi, le pseudo-riforme (Fornero) e le tasse votate, il ceto medio e tanti lavoratori che, a causa di queste votazioni scellerate, sono rimasti senza pensione e senza lavoro. Mi auguro di cuore che i deputati ed i senatori di FI non votino queste pseudo-riforme nonostante le varie pressioni che subiscono da Silvio. Non credo, anche dopo svariati incontri fra Silvio e Fitto, ci sarà mai un accordo fra di loro su questo ed altri punti, come le primarie, per esempio. Soprattutto è sicuro che Berlusconi non cederà mai sulle primarie di partito. Io vedo nero il futuro, non solo della coalizione, ma anche di FI. Comunque Fitto sembra una colonna portante. Speriamo bene.

Ritratto di cable

cable

Ven, 25/07/2014 - 09:32

Io sono di Dx, convintamente. Ma Berlusconi deve andare a fare l'orto alle vecchiette, Quando era al potere non ha fatto un belin, ma niente del tutto. Ora cosa si mette in testa di fare? Pappa e ciccia coi comunisti come Renzi?

abocca55

Ven, 25/07/2014 - 09:38

Questa è l'ultima occasione per avere le riforme, e in caso di fallimento sarebbe un disastro per tutto il Paese, sempre più ingovernabile. Le spese maggiori sarebbero sempre a carico dei poveretti a reddito fisso. Grillo aveva inizialmente suscitato entusiasmo a causa delle sue denunce sulle irregolarità finanziarie, ma poi iniziando dal No av, ha preso una deriva negativa estremamente stupida, cosa che non piace alla maggioranza dei grillini.

pastello

Ven, 25/07/2014 - 09:41

Se il Cav non si decide a fare piazza pulita di tutte le mezze calzette tipo Fitto e delle fighette "pret a porter" che si installano a casa sua, l'ultima una vera jattura, per Fi non ci sarà futuro.

soldellavvenire

Ven, 25/07/2014 - 09:50

prepariamoci al sano divertimento di leggere le acrobazie dei silvioti da qui al 2017 ce ne sarà da spanciare

soldellavvenire

Ven, 25/07/2014 - 09:52

ahahahahah e pensate a quando, concesse le primarie, le perderà! che giorno, quel giorno

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 25/07/2014 - 09:57

A LUI NIENTE PASSAPORTO, MENTRE QUI ENTRANO CANI E PORCI SENZA DOCUMENTI...DITELO A QUELLI DEL TAR DEL LAZIO.

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 10:19

Concordo con ilvillacastellano, francamente faccio fatica a capire come ragioni Berlusconi ultimamente, ma in realtà qui c'è un equivoco di fondo: qui si parla sempre del patto del Nazareno per le riforme ma mi piacerebbe sapere se qualcuno sa in cosa precisamente consistano le riforme concordate in quel patto, che nessuno mi risulta abbia mai potuto lettere e visionare (voglio sperare che il patto sia un qualcosa di scritto e firmato, non un accordo verbale tra due compari al bar). La mia sensazione è che in realta il patto prevedesse certe riforme (come l'abolizione, non la revisione, del senato) con, forse, l'accordo di Renzi, e poi Renzi non è stato capace di imporre quelle riforme previste dal patto e ora l'accordo è stato raggiunto su riforme totalmente diverse da quelle originarie previste dal patto, solo che nessuno può saperlo perchè nessuno conosce i contenuti del patto. E così l'accordo su un fatto per fare CERTE RIFORME è ora diventato l'accordo per fare QUALSIASI RIFORMA purchessia. E dire facciamo CERTE riforme per poi fare LE riforme, qualunque siano, NON E' RISPETTARE UN PATTO, A CASA MIA. Allora davvero sorge legittimo il sospetto che Berlusconi dica "Faccio LE RIFORME (non QUELLE RIFORME previste nel Patto originario) perchè io mantengo i patti" sia un escamotage dialettico solo per mantenere un legame con Renzi che lo mantenga al centro dlle vita politica e renda più complicato ai magistrati continuare a perseguitarlo per le pressioni che costoro ricevono dall'alto (leggi Napolitano). Se questo è il risultato, considerato che poi se si vanno le riforme, queste dovremo tenercele senza più cambiarle per altri 20 o 30 anni, per quel che mi riguarda Berlusconi può andare al diavolo, l'interesse vero del Paese, quello per vere riforme, conta molto più di lui, della sua libertà e della sua vita. E con questo ho risposto anche a abocca55.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 25/07/2014 - 10:23

"ma non abbiamo alternative. Le riforme vanno votate." E allora, cari silvioti al tugsteno, sempre pronti ad applaudire, a prescindere, le demenziali piroette ideologiche del capo: chi tiene per le palle chi? La fetecchia istituzionale è servita. Altro che riforme. Prevedo un'avanzata inarrestabile della Lega. Anche in considerazione del tombale silenzio dimostrato nei confronti dell'immigrazione incontrollata.

pittariso

Ven, 25/07/2014 - 10:32

Mqantiene sempre le ue parole!E la rivoluzione liberale dov'é?

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Ven, 25/07/2014 - 10:40

Giustissimo fare le primarie, così Silvio potrà affermare la leadership e chiudendo le porte a qualsiasi sommossa interna.

cast49

Ven, 25/07/2014 - 10:44

Ecco quello che ha fatto Berlusconi fino ad ottobre 2011. L’ECONOMIA ITALIANA RISALE Gli ultimi dati su ordinativi, produzione e fatturato dell’industria mostrano un significativo miglioramento rispetto ai mesi precedenti. Ad agosto gli ordinativi registrano un aumento del +5% su base congiunturale e del +10,5% rispetto ad agosto 2010 (Istat, Fatturato e ordinativi dell’industria, 19 ottobre 2011). Nello stesso periodo la produzione è cresciuta del +4,3% su base congiunturale e del +4,7% in termini tendenziali, (Istat, Produzione industriale, 10 ottobre 2011). Il fatturato ha registrato una crescita del +4% rispetto al mese precedente e del +12% rispetto ad agosto 2010 (Istat, Fatturato e ordinativi dell’industria, 19 ottobre 2011). Questi dati, letti con la dovuta cautela in attesa di ulteriori conferme, costituiscono un segnale positivo per la nostra economia nella direzione del recupero dell’attività produttiva. IMPORT ED EXPORT Quanto al commercio estero crescono, anche se di poco, le esportazioni, che sono state il traino della ripresa nel 2010. Nel mese di agosto l’export ha registrato un aumento del +0,1% rispetto al mese precedente, a fronte di una crescita delle importazioni del +0,9%. Tuttavia analizzando i dati tendenziali, l’export di agosto mostra una crescita sostenuta pari al +16,2%, rispetto al +12,5% registrato dalle importazioni (Istat, Commercio con l’estero, 14 ottobre 2011). INFLAZIONE SOTTO CONTROLLO Nel complesso l’inflazione è sotto controllo. Anche se nel mese di settembre l’indice dei prezzi al consumo (Nic) ha registrato una crescita del 3% rispetto a settembre 2010, la dinamica di fondo, pur in rialzo, rimane moderata. L’inflazione acquisita per il 2011 è pari al 2,6% (Istat, Prezzi al consumo, 14 ottobre 2011). POSSO ANDARE ANCHE INDIETRO, CARO CABLE...

edo1969

Ven, 25/07/2014 - 10:46

Ritornerà Fini, cari bananas, vedrete vedrete. UNo dei pochi politici di razza del cdx. Ostracizzato solo perchè oso' opporsi alla dittatura del pregiudicato che ha distrutto la destra italiana. Sottoposto ad una vergognosa palata di fango risoltasi poi in un'archiviazione (nella vicenda di Montecarlo inventata dal giornale la procura non ravviso' alcuna ipotesi di reato, è bene ricordarlo) contrariamente al Nano arrapato che invece è stato condannato in 3 gradi. Tic tac tic tac... bananas state finendo. 16 % ...

edo1969

Ven, 25/07/2014 - 10:47

quando ci libereremo di questo scemo?

Ritratto di Markos

Markos

Ven, 25/07/2014 - 10:53

In Italia ci sono ormai due blocchi sociali contrapposti , uno di serie A gli immigrati clandestini e i dipendenti statali e poi quelli di serie B che sono tutto quello che resta , guarda caso la maggioranza della gente . E chiaro che la G. di Finanza organizzazione statale mantenuta oggi dal debito pubblico e da sempre cane da lecca del padrone di turno aggredisce chi e' più' debole e indifeso, segue la via più' facile , quella che non disturba il manovratore . In caso di rivolta di quei ceti sociali ridotti alla disperazione , in contrasto , stranieri e statali faranno fronte comune assieme a CGIL centri associali una parte delle forze armate , ad esempio la marina che ai tradimenti del proprio popolo e' già' abituata , una parte della polizia tutta la Finanza .

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 25/07/2014 - 11:06

poracci i PSICOSINISTRONZI :-) appena leggono berlusconi, vanno fuori di testa, regolarmanente. e scrivono un mare di cazzate! tra l'altro nessuno scrive correttezze: ovvio, leggono spazzatura sui loro pornogiornali preferiti e li prendono per oro colato, poi vengono qui per imporre le loro "teorie" .... :-) che cretini.....

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 25/07/2014 - 11:11

Si devono fare le primarie, ma se non sei un pregiudicato non ti puoi candidare, queste sono le regole.

Noidi

Ven, 25/07/2014 - 11:21

@cast49: Me se andava tutto cosi bene come dice Lei, perchè nell'estate del 2011 dovettero fare 4-5 manovre finanziarie una dietro l'altra? Perchè Berlusconi e Tremonti dovettero accettare la "letterina" da Bruxelles visto che andavamo bene? Perchè lo Spread era a quote terrificanti (per cui pagavamo miliardi di interessi sui buoni del tesoro emessi)? Perchè gia allora la disoccupazione era a livelli record? Glielo chiedo perchè vorrei solo capire. Oppure anche per Lei era colpa dei: traditori, comunisti, complottisti a livello palnetario, i massoni, etc. Oppure era devvero colpa di Berlusconi a cui interessavano solo le azienda di famiglia. Infatti quando ha visto che Mediaset stava per andare gambe all'aria ha preferito passare la mano (lui si è dimesso e si è alleato con Monti prima, con Letta poi e con Renzi ora).

mzee3

Ven, 25/07/2014 - 11:24

@Vero_liberista. Egregio Signore, Lei ha centrato l'argomento! Anche a me piacerebbe leggere l'accordo che viene definito del Nazzareno. Di quell'incontro non si sono né viste né lette alcune parole. Quello che più fa infuriare la gente perbene è la sensazione che in quell'occasione si siano presi accordi "strani" che non si devono dire in pubblico. Sarò un malfidente ma guarda caso questa pervicacia del leader forzista a mantenere la parola data ha aiutato ad essere assolto nell'ultimo processo, forse proprio per "senso di responsabilità" dimostrata(?). Ad oggi, piaccia o non piaccia, il cittadino medio non ha avuto grande beneficio dalle ultime delibere del governo. L'unico a goderne è stato proprio Berlusconi, con quell'assoluzione strana, che va oltre ogni aspettativa(parole sue!). Non vi è stato nessun aumento dell'occupazione, del PIL ecc...ecc. La Casta continua a bloccare le riforme per tenersi tutti i privilegi. Situazione prevedibile dato che il tacchino non gode sotto Natale, come direbbe Bersani. E se leggiamo i sondaggi, pare che ancora F.I. ottenga il 17% dei favori e il M5S il 22,5% e la Lega al 5,5% pensi Lei che gente c'è in Italia.Con questo non dico che debbano votare per il PD per forza, ma ci sarà un'idea di Stato e di Governo diversa da quella che siamo stati abituati ad avere? Ci sarà chi pensa che si deve riformare dalle fondamenta questo modo di vivere? Il mondo è cambiato profondamente dal secolo scorso, ma in Italia siamo rimasti con il cervello attaccato alla lira, mentre la Cina,l'India crescono e l'America cala e la Germania arranca. Ma noi abbiamo un tizio che per sfuggire alla galera è fermo al "senso di responsabiltà" e a causa sua si blocca tutto. E' come se ci fosse un granello di sabbia nel meccanismo di un orologio, tutti lo vedono ma nessuno ha il coraggio di eliminarlo, anche perchè fa comodo averlo, così si può, un domani, imputare a lui ogni difficoltà. Se davvero avesse il "senso di responsabilità" se ne andrebbe, lascerebbe il campo e tutto si chiarirebbe. Ma lui, quel "senso di responsabilità" proprio non ce l'ha! L'unica responsabilità che ha è quella non rispondere dei sui misfatti e il paese ...che si fotta! Provi solo a pensare, cosa succederebbe se non ci fosse! A mio avviso, i VERI MODERATI si unirebbero, così come gli estremisti farebbero comunella. Ci sarebbe davvero un centro destra vero e una centro sinistra europeo.Due visioni sociali ben definite, elezioni chiare e ben precise. Nessuno che voti per un uomo/donna solo perchè piace indipendentemente dal programma. Per anni Berlusconi è stato votato perchè piaceva e faceva sperare che tutti sarebbero diventati ricchi come lui.Fallimento completo!

Ritratto di Civis

Civis

Ven, 25/07/2014 - 11:27

PRIMA le riforme di Renzi e Berlusconi (mannaggia a quel referendum del 2006 !!) che in futuro si potranno sempre modificare. POI le primarie di coalizione del cdx, il suo assestamento e dopo si andrà a votare.

Atlantico

Ven, 25/07/2014 - 11:32

'Berlusconi non è contrario alle primarie': "parole, parole, parole ..."

tarzan

Ven, 25/07/2014 - 11:43

berlusconi sei grande

mzee3

Ven, 25/07/2014 - 11:46

cast49. Lei ha qualche problema di cultura sul sistema economico. I risultati che lei elenca non sono determinati dal Berlusconi, ma dal MERCATO. Quel mercato che, in quegli anni, ha iniziato a mettere in ginocchio il mondo. Le ricordo che in quegli anni, il citato "statista" diceva che l'Italia era il paese del bengodi, che i ristoranti erano pieni così come gli aerei, che gli italiani avevano tanti telefonini e che le autostrade erano intasate dai vacanzieri. C'erano e, ahimè ci sono ancora, italiani che hanno ricevuto fette di salame applicate agli occhi e che ancora non se le sono levate. Quel lungimirante individuo ha voluto dimostrare che si può ottenere il più con il meno, ma quello che hanno ricevuto gli italia, lei compreso, è stato il meno mentre lui e le sue aziende hanno ricevuto il più. Ha fatto fare all'Italia la parte della cicala e non della formica; si ricorda l'esortazione? Italiani, andate e spendete, comperate! La Crisi è uno stato psicologico, è frutto dei giornali disfattisti! Certo la crisi non arriva improvvisamente, ma piano piano soprattutto se c'è un governo che predica il contrario e la nasconde. Poi, quando c'è, è passato qualche anno e gli sciocchi danno colpe a chi in quel momento dirige la baracca e non si chiede cosa hanno fatto quelli che governavano prima per impedire che facesse ancora più danni. Vivono nel ricordo! Ma le ricordo una frase importante: "la rivoluzione liberale? Abbiamo fallito e me ne scuso!". Non lo dico io, l'ha detta il suo citato "statista"!Certo la colpa non è mai sua è sempre di qialcun altro. Le due torri, la crisi americana, Fini, le toghe rosse e chi ne ha più ne metta. Studi, studi e si istruisca su chi governa il mercato e chi influisce sui governi e i governanti. Guardi quali sono i governanti che hanno fatto il bene economico della loro nazione e quanti processi hanno a loro carico e capirà qualche cosa in più. P.S. si levi il salame dagli occhi, ormai è rancido le può fare molto male!

cast49

Ven, 25/07/2014 - 12:11

Noidi, TACI, DEFICIENTE E IGNORANTE...SE NON SAI UN CAZZO NON DEVI SCRIVERE CAZZATE...NON HO TEMPO ORA, MA TI BECCHERO' UN'ALTRA VOLTA E TI FARò NERO NERO, ANZI, ROSSO ROSSO, COGLIONE...

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 12:17

Noidi, se vuole una risposta ai suoi angoscianti quesiti, le consiglio di rileggersi le dichiarazioni sul tema dei noti fervidi Berlusconiani Monti, Prodi, De Benedetti, Passera Zapatero, Barroso, Geithner, Obama. Se vuole delucidazioni e documentazione a supporto originale ed ufficiale, quindi non smentibile, sull'evolversi cronologico degli eventi del 2011 ritrova una meticolosa ricostruzione oggettiva e non smentibile anche perchè fatta da uno che quelle vicende le ha vissute dal di dentro e da protagonista e non è quindi un mero giornalista-giornalaio (da cui poi ognuno può trarre i giudizi che crede) nel libro di Brunetta "Berlusconi deve cadere. Cronaca di un complotto". In particolare troverà che nel Consiglio Europer del Giugno 2011 vennero fatti i complimenti ufficiali a come l'Italia aveva gestito la crisi, in base ai dati dei fondamentali ufficiali, tant'è che lo spread era sotto i 200 pb. (secondo lei immagino quindi che tutte le istituzioni finanziarie e mondiali BCE, FMI, World Bank e le agenzie di rating che sanno sempre tutti erano tutet contemporaneamente in contemporaneo letargo o sotto ipnosi berlusconiana, vero?) Proprio per questo Berlusconi cominciò a proporre all'Europa di passare dal solo rigore anche alla crescita. E proprio questo indusse la Merkel ad avviare le operazioni di eliminazione politica di Berlusconi ( che allora godeva di ampio consenso presso molti leader della UE e sia negli USA che in Russia) dall'Europa, per la quale la politica del solo rigore era assolutamente imprescindibile per la Germania per tenere per le palle tutti i paesi europei per finanziare i propri surplus commerciali, in pieno accordo con la Bundesbank che a sua volta gestisce di fatto la BCE. Non sono complotti massonici, Noidi, si chiama difesa degli egoistici interessi nazionali dei diversi Paesi e delle oggettive convergenze tra gli stessi, secondo uno schema di battaglia in cui il più forte comanda e decide e i deboli soccombono e subiscono senza fiatare, questa è l' UE della Merkel. Si studi un pò di storia, di evoluzione delle strategie di geopolitica internazionale e di difesa degli interessi economici e delal sicurezza nazionali (a cominciare da quelli su risorse energetiche e materie prime di rilevanza strategica e sugli interessi dell'industria, della della finanza e militari dei dei diversi Paesi) e poi quando avrà studiato, imparato e capito avrà il diritto di parlare di cose che conosce perchè conosce la realtà oggettiva dei fatti e non perchè legge repubblica, l'espresso, il corsera , il fatto quitidiano o il blog di grillo. questo considerato che a me delal sorte delle aziende di Berluscono non me ne frega un cazzo, e ricordando peraltro le cotine brillanti performance delle aziende del vostro imprenditore idolo Carlo De Benedetti, tessera PD n. 1 e e proprietario di Repubblica e l'Espresso, guardacaso. Saluti.

abocca55

Ven, 25/07/2014 - 12:30

Per me è sbagliato fare commenti ai commenti, soprattutto se si eccede.

Noidi

Ven, 25/07/2014 - 12:30

@Vero_liberista: A parte il fatto che io mi informo soprattutto su giornali internazionali, però per Voi anche quelli fanno parte del complotto. E poi smettetela con sta storia dei complotti, ci credete solo Voi. All'estero Berlusconi è visto come un pagliaccio, io ci vivo all'estero, quindi è logico che gli stati "normali" abbiano qualcosa contro i pagliacci, anche perchè vivendo in un mercato globale un pagliacco al comando di una delle nazioni più industrializzata è logico che faccia paura.

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 12:39

mzee3, Lei legge il mio pensiero unicamente in chiave antiberlusconiana, anche in retrospettiva. onestamente io sono dell'avviso che in effetti i processi a Berlusconi sono effettivamente stati creati, gestiti e sapientemente utilizzati allo scopo politico di eliminarlo (io se una persona viene condannata non mi basta la condanna per credere a priori nella sua colpevolezza, voglio conoscere le prove concrete, che non sono incertettazioni o teoremi o raffinate deduzioni logiche MA FATTI, ATTI, RISCONTRI SCIENTIFICI E CONFESSIONI TOTALMENTE INCONFUTABILI,e queste ad oggi contro Berlusconi semplicemente non esistono). Io critico Berlusconi per aver quasi da subito, a prescindere dalle motivazioni, abbandonato l'idea liberale su cui avera creato dal nulla il centrodestra nel 94, democristianizzandosi totalmente. Detto questo, a prescindere dai riscontri giudiziari, considero che i veri e più grandi crimini contro l'italia negli ultimi 20 anni siano stati perpetrati non da berlusconi, ma, ognuno dei propri ambiti di competenza, da: 1) Scalfaro, 2) Ciampi; 3) Napolitano, 4) Prodi; 5) Monti, 6) De Benedetti; 7) Di Pietro; 8) Borrelli; 9) Boccassini; 10)Fini; 11) Casini; 12) Caselli. Lascio a lei il piacere di associare a ciascuno di costoro, dati, atti e fatti oggettivi alla mano, i relativi crimini contro l' Italia e osservare di quale parte politica, direttamente o indirettamente, hanno fatto il gioco.

Il giusto

Ven, 25/07/2014 - 12:39

..."IO MANTENGO LE PROMESSE!"aH-AH-AH...Ricordo quando giurò sulla testa dei figli di non aver mai pagato una donna!I figli si stanno ancora toccando i maroni....ridicolo ometto...

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 12:40

Alla lista precedente aggingo: 13) Violante; 14) d'Alema

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 12:48

Noidi, vede la differenza di approccio. Io riporto fonti e fatti, lei risponde non insulti. E come detto quel "Voi" che lei dice credere ai complotti, include tutte le persone che ho citato, che , credo anche loro vivono all'estero e sono forse un pò più importanti e informate di lei, essendo leaders e personalità di rilievo mondiale. In ogni caso se lei legge quello che ho scritto, io non parlo di "complotti" ma di "interessi strategici convergenti". Resta il fatto che il "pagliaccio" fino al 2011 era considerato e riverito in tutta Europa e nel Mondo ed è diventato ingobrante solo quando la Merkel e Obama hanno deciso che costui gli impediva di fare a USA ed Europa (leggi i luridi interessi finanziari, energetici e delle multinazionale USA

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 12:48

Noidi, vede la differenza di approccio. Io riporto fonti e fatti, lei risponde non insulti. E come detto quel "Voi" che lei dice credere ai complotti, include tutte le persone che ho citato, che , credo anche loro vivono all'estero e sono forse un pò più importanti e informate di lei, essendo leaders e personalità di rilievo mondiale. In ogni caso se lei legge quello che ho scritto, io non parlo di "complotti" ma di "interessi strategici convergenti". Resta il fatto che il "pagliaccio" fino al 2011 era considerato e riverito in tutta Europa e nel Mondo ed è diventato ingobrante solo quando la Merkel e Obama hanno deciso che costui gli impediva di fare a USA ed Europa (leggi i luridi interessi finanziari, energetici e delle multinazionale USA

mzee3

Ven, 25/07/2014 - 12:50

@Vero_liberista. Io non sono e non sarò mai un liberista, mi definisco un social domocratico, ma APPREZZO coloro che dicono le cose ONESTAMENTE! Non posso che farle i miei complimenti. Mi è piaciuto in particolar modo il suo passaggio là dove dice : (...) da protagonista e non è quindi un mero giornalista-giornalaio (da cui poi ognuno può trarre i giudizi che crede)(...). Pensi che per aver criticato un noto giornalista-giornalaio, molto sensibile alle critiche soprattutto quando lo si trova in fallo, mi ha bannato dal suo blog, proprio in questo giornale.Operazione leggitima ovviamente, ognuno è padrone in casa propria, ma allora non definiamici liberisti. Un vero liberista non si permette di offendere gli avversari da una posizione dominante e privilegiata e soprattutto non li si "elimina" senza contraddittorio.Chi desidera mettersi in evidenza deve accettare tutto anche le critiche più feroci e magari considerate offensive. Da vero liberista! Lei, a mio avviso, è una persona PERBENE che ha il coraggio di dire le cose come stanno, anche criticando la parte che lei preferisce. C O M P L I M E N T I ! Ce ne fossero di ITALIANI come lei.Più italiani come lei e meno giornalisti-giornalai. A presto.

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 13:09

Noidi , allora: 1) La informo che nel "Voi" che secondo lei credete ai complotti vi sono tutte le personalità e leader mondiali che le ho citato, anche loro vivono all'estero e credo siano un pò più importanti e informate ni lei, e non perchè leggono i giormnali esteri..2) Anche i sassi sanno che i giornali esteri riportano a copia e incolla le riconstruzioni dei vari repubblica, espresso, corsera e fatto quotidiano, i cui contenuti non diventano più veri perchè pubblicati da giornali esteri, 3) Come vede, io parlo di fatti e fonti, lei risponde con insulti gratuiti. Forse lei farebeb bene a chiedersi come mai il "pagliaccio" Berlusconi all'estero era considerato e riverito fino al giugno 2011, e poi è diventato da un giorno all'altro il male assoluto, non appena la sua proposta politica sulle relazioni economiche e internazionali ha messo in pericolo il potere e l'egemonia in Europa della Germania e della Francia e nel mondo , a livello di forniture energetiche, degli USA delle "sette sorelle". 4) una volta che avrà imparato a leggere l'italiano , si rilegag il mio post e troverà chi io non parlo di complotti (questo lo scrive lei con perfetta tecnica alla Travaglio) ma di convergenze strategiche comuni tra stati a livello di geopolitiche internazionali, in uno schema dove alcuni possono fare ciò che vogliono (USA, Germania, Francia in parte, Russia, GB, grandi economie emergenti) e gli altri devono solo stare zitti, subire e ubbidire. Tanto le dovevo. Saluti.

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 25/07/2014 - 13:18

Vero_liberista, tutte le belle iniziative e intenzioni berlusconiane che dice di aver letto nel libro di Brunetta (beato lei che le avanza tempo per leggere Brunetta) mi sa tanto che esistono solo in quel libro, perche' dalle parti dell'Italia, l'outcome del regime economico Berlusconiano e` stata solo e soltanto crisi su tutti i fronti, condita da ipocrita propaganda in stile Pravda o Nord Corea, tutto a colori sgargianti, tutto florido, tutto un sorriso, con il sole nascente sullo sfondo. Sa quanti disoccupati ci sono al Sud tra i giovani? E nel Paese tra gli ultracinquantenni? E sa quanti pensionati vivono con la pensione minima e fanno la fame e stanno al freddo? No, dico sul serio: lo sa o no? Perche' se lo sapesse non scriverebbe cio' che scrive, e se non lo sa, beh, non infierisco. Se Berlusconi non ha saputo concludere nulla per il Paese (e sottolineo per il Paese, perche' per se stesso...) per colpa dei comunisti, di Fini etc, malgrado maggioranze senza precedenti, allora le sue capacita` politiche di base mi sembrano scarse (specie se confrontate alle sue capacita` di imbonitore nel vincere le elezioni), e allora e` stato meglio averlo perso. Mentre se non ha saputo tener testa alla Merkel, beh, andare a testa bassa contro una locomotiva tedesca e` un po' da stupidi non le sembra? Anche qui le sue capacita` strategiche e negoziali sono scarse. Lei dice che non bisognerebbe informarsi solo sulla stampa non-berlusconiana: detto da uno che si informa su Giornale e sui libri di Brunetta.... P.S "vostro imprenditore idolo Carlo De Benedetti, tessera PD n. 1"..."vostro" di chi? che fa, etichetta a casaccio? Invece mi sembra che si possa dire senza essere smentiti:"vostro pregiudicato idolo Silvio Berlusconi, tessera P2 n. 1816"... (Si` lo so che lei vorrebbe che si facesse da parte, ma al momento non c'e' altro da quella parte, a parte diversi futuri pregiudicati in via definitiva). Saluti

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 15:04

Pravda99, noto semplicemente che nel commentare il mio post lei ha elencato una miriade di luoghi comuni senza citare uno straccio di dato di fatto, analisi, documento scientifico che smentisca le fonti che ho citato, parlando ad esempio del libro di Brunetta senza neanche averlo letto (lo si capisce da quello che scrive) e criticandolo a priori solo perchè lo ha scritto Brunetta. Complimenti, modo molto civile e democratico di argomentare. In secondo luogo lei attribuisce a Berlusconi mali dell'Italia che se conoscesse la storia politica economica e sociale dell'Italia almeno degli ultimi 40 anni potrebbe facilmente capire di chi sono le vere responsabilità. Quanto alle capacità strategiche , politiche e negoziali di Berlusconi dico solo che se è riuscito a imporsi come leader italiano e a livello Europeo e Mondiale nonostante tutta la merda che la sinistra, e poi anche i suoi alleati traditori, gli ha tirato addosso per ventanni con metodi Bozzo applicati all'ennesima potenza, di sicuro qualche dote che non sia quella del mero imbonitore (nella quale peraltro primeggia il grande Renzi , PD). Non credo Infatti che il Congresso USA a camere unite avrebbe invitato come oratore Berlusconi, a prescindere da chi fosse il presidente, conoscendo l' America, se Berlusconi fosse la caricatura descritta da lei; guardacaso simile onere non mi pare lo abbiano avuto Prodi, D'Alema, Veltroni, Bersani, Napolitano ecc.). Lei poi gioisca pure di fare il leccaculo della Merkel per non avere le palle di andare contro la grande Germania, se crede, io mantengo un minimo di orgoglio e dignità nazionale. da ultimo la informo che io mi informo su svariate fonte a meno che lei non consideri di destra e berlusconiani, ad esempio, giornalisti seri e obiettivi come Cerasa o Alan Friedman, o economisti come Parguez e il Nobel Krugman, o l'enonomista liberista fieramente antiberlusconiano Zingales. Quanto alla P2 il giorno che mi porterà il documento dove risultano giudiziariamente comprovate le sue finalità criminali (documento che , la informo anche se ciò la deluderà, non esiste) si candidi pure al Premio Travaglio del giornaismo, e di certo la P2 la P2 è meno pericolosa del Gruppo Bilderberg in cui si aggrega a livello mondiale il gotà della criminalità industriale , politica e finanziaria, con rappresentanza preponderante della sinistra planetaria. Anche qui si informi meglio e poi se vuole ne riparliamo. Saluti a lei.

Vero_liberista

Ven, 25/07/2014 - 15:39

Mzee3, grazie, le sue parole mi fanno veramente piacere. In effetti cerco sempre di dibattere e aromentare nel rispetto reciproco e cercando di sostenere le mie idee per quanto possibile con fonti, informazioni e dati se non oggettivi quantomeno attendibili. E apprezzo chi fa altrettanto. Anche perchè me discussioni vivaci ma intelligenti e rispettose mi stimolano. Quindi...alla prossima!

Anonimo (non verificato)