Bersani attacca ancora Renzi: "Nel Pd arroganza e sudditanza"

All'indomani dei fischi della Leopolda, Bersani di nuovo all'attacco: "Il Pd è casa mia, non la lascerò mai". Ma avverte: "Così non si può andare avanti"

"Il Partito democratico vedo che prende la piega di un partito che cammina su due gambe: arroganga e sudditanza. Perché a me ha fatto male sentire 'fuori, fuori', ma ha fatto ancora più male, al di là della voce da tifoseria, il silenzio di chi è stato zitto". Da Palermo, durante un dibattito sulle ragioni del No al referendum organizzato dal Centro Pio La Torre alla facoltà di Giurisprudenza, Pier Luigi Bersani torna a bastonare Matteo Renzi e il suo partito. Criticando duramente i cori indirizzati da alcuni sostenitori alla minoranza del partito durante la Leopolda. "Vuol dire che oltre all'arroganza c'è anche la sudditanza - spiega l'ex segretario piddì - ma su queste due gambe un partito di sinistra e riformista non può andare avanti".

"Adesso tutto è chiaro". Bersani è fuori di sé. E all'indomani della Leopolda, dove si è consumato l'ennesimo scontro interno al partito, riversa tutta le proprie critiche su Renzi e i renziani. "Non consentiremo a Renzi di imbrogliare le carte come fa di solito con il giochino del divide et impera - tuona in un colloquio con la Stampa - ci sono i Democratici per il Sì e i Democratici per il No. Non faremo comitati, andremo dove ci invitano a parlare, senza astio, senza dividere il mondo tra il bene e il male - incalza poi - c'è un solo partito e idee diverse, tutte con la stessa legittimità". Alla Leopolda i Renzi boys gli hanno gridato "Fuori, fuori!" fino a sgolarsi. "È stata una pagliacciata", continua Bersani accusando la Leopolda di non avere "cultura politica". "Mi ha colpito che nessuno dal palco abbia sedato quei cori da operetta - avverte - il Pd è casa mia. Non toglierò il disturbo. Quindi stiano calmi e sereni".

Bersani non sembra disposto a tacere. E, durante un incontro organizzato dal fronte del No, rivendica la propria contrarietà alle riforme costituzionali. "Questa riforma ha tanti difetti e difettucci - spiega - dall'articolo 70 a come si fanno le leggi, fino al rapporto tra centro e periferie, ma tutte cose che potrebbero essere ovviate visto che noi abbiamo cambiato 35 volte la Costituzione da quando c'è. Ma la cosa che mi preoccupa davvero e l'incrocio con la legge elettorale". Quella di Palermo è solo la prima tappa di un lungo tour siciliano che comprende anche le tappe di Ragusa e Siracusa. "Perché lì - prosegue Bersani - cambia la forma di governo che diventa un governo del capo con parlamentari nominati, una roba incredibile. E che significa aprire la strada a qualcuno che non siamo noi con l'aria che tira nel mondo".

Durissima la replica dei vicesegretari del partito, Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani. "Mi sembra una posizione molto strumentale - dice il deputato dem - non è certo stato Renzi a dire 'fuori, fuori' ieri alla Leopolda. Una parte della platea ha reagito così, in un modo che non condivido - continua - rispetto ad atteggiamenti e dichiarazioni e prese di posizione davvero incomprensibili e sconcertanti. La nostra comunità chiede unità e lealtà. E questa lealtà è spesso venuta meno in questi ultimi mesi". Anche Debora Serracchiani ci va giù pesante: "Bersani non stravolga la realtà ed eviti polemiche fuori luogo. Da lui ci aspettiamo compostezza e proporzione anche nella dialettica più aspra".

Commenti

guerrinofe

Lun, 07/11/2016 - 11:10

Con ridolini una cosa e'certa...non c'e' da stare tranquilli!!! Irrispettoso screanzato .....,i boys imparano .

Giorgio Rubiu

Lun, 07/11/2016 - 11:20

Perché, Bersani, quando si chiamava PCI non era la stessa cosa? Non sarebbe la stessa cosa se a capo del PD ci fossi tu? Obbedienza cieca, pronta e assoluta che, tradotto in uno slogan mussoliniano era "Credere, Obbedire e Combattere". Non discutere, popolo bue! Vota per noi che poi, a decidere anche per te, saremo noi!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Lun, 07/11/2016 - 11:29

ma senti chi parla di arroganza, proprio lui, bersani. ''lo sbrano'' il suo tipico ruggito contro chi lo critica. ''smacchiamo il giaguaro'', lo ricordate? riferito a Berlusconi.

giovauriem

Lun, 07/11/2016 - 11:32

dai renzi ! fai anche a bersani una offerta che non può rifiutare , il pelato non aspetta altro .

Libertà75

Lun, 07/11/2016 - 11:49

Non c'è ancora nessun PD fan che mi abbia spiegato perché questa riforma vada bene, mentre quella di Berlusconi no... Qualcuno?

Triluiso

Lun, 07/11/2016 - 11:51

Adesso pur di criticare Renzi difendete i comunisti. Fate ridere.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Lun, 07/11/2016 - 12:13

A parole ce l'hanno tanto con Renzi, ma si guardano bene dal farlo cadere. Meglio un Renzi oggi che l'opposizione domani.

Vigar

Lun, 07/11/2016 - 12:15

Ma senti chi parla! Lo smacchiatore di giaguari. Chi di smacchiatore ferisce, di smacchiatore perisce!...Cara signora coriandoli!

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 07/11/2016 - 12:41

Non sono certo di sinistra ma sicuramente è molto meglio Bersani di quel pentolaio falso di pinocchietto.

agosvac

Lun, 07/11/2016 - 12:41

L'errore di bersani è che non ha coraggio. Uno che non si trova bene in quello che è stato il suo partito, se ne esce fuori e porta con sé chi crede in lui. Questo insistere a restare in un partito che non è più il suo è pura follia!!! Lui ed i suoi seguaci avrebbero potuto esprimere il dissenso nell'unico modo ammesso: votando NO ai voti di fiducia. Non lo ha fatto perché aveva sempre la speranza di potere avere un suo spazio. Questa speranza non c'è più. Ed allora se ne esca fuori!!!!! Dimostri un minimo di coraggio.

Ritratto di marione1944

marione1944

Lun, 07/11/2016 - 12:47

Triluiso: non mi sembra che qualcuno abbia difeso qualcuno, forse lei è così impastoiato dai suoi compagnuzzi che non sa ragionare con il suo mono neurone. Svegliatevi una buona volta.

unosolo

Lun, 07/11/2016 - 12:48

reagite e riprendetevi il partito , ve lo hanno rubato e neanche avete avuto il coraggio di denunciare il furto , solo battibecco a distanza , ha occupato tutte le commissioni con maggioranza renziana , nei posti di comando solo renziani e sottomessi , le sentenze non le rispetta ma le chiede sapendo di controllare tutto , poveracci reagite alla tortura continua , vi umilia sapendo che sono solo falsità ma lui può è coperto e chi reagisce finisce indagato , sono casualità ?

agosvac

Lun, 07/11/2016 - 12:49

Egregio triluiso, guardi che qui non si sta difendendo nessuno. Il vero problema è che renzi è molto peggio dei vari bersani o d'alema. Se poi vuole ridere, rida pure: gli sciocchi sono sempre soliti a ridacchiare.

incomprensibile

Lun, 07/11/2016 - 12:49

Compagni avete ancora molto farvi prendere per il C... da questo democristiano.

antonio54

Lun, 07/11/2016 - 12:53

Alla sua età dice ancora queste sciocchezze... ma per favore.

Tarantasio

Lun, 07/11/2016 - 13:29

certo, giusto, vecchia storia... ti ricordi Pier Luigi?

antipifferaio

Lun, 07/11/2016 - 14:09

Egr. Bersani, se ne faccia una ragione...il Pd è spacciato. Caduto il governo (abusivo) Renzi il suo partito di disintegrerà. Siete già virtuali ma v'illudete di essere ancora un partito reale. Tra la gente contate pochissimo. Non appena sarà finalmente finita la vostra presa (per il collo) degli italiani, vi dissoverete nel nulla...quindi altro che "arroganga e sudditanza"...

AH1A

Lun, 07/11/2016 - 14:42

Io voterò NO perchè voglio elezioni con Bersani, Berlusconi, Cirino Pomicino, D'Alema, Mastella, De Mita, Vendola, La Russa...tutti insieme appassionatamente. Che goduria gente.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 07/11/2016 - 14:50

nei sogni di questo riformatore e3ccezionale rimane Stalin : un vero coposaldo di illuminata democrazia!credo sempre piu necessario un NO in grado di portarci a nuove eleziuoni in grado di far sparire intelligentiae come queste!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 07/11/2016 - 15:11

Per schifo verso il centro destra Bersani voleva fare il governo con M5S, ma da quella parte ha ricevuto solo prese in giro. Allora è stato immobile per un paio di mesi, fino a quando il Napolitano ha dato l'incarico ad un altro un poco più furbo, ma non abbastanza. Dopodiché è spuntato fuori il più svelto Renzi, che li ha impacchettati tutti ed ora è padrone del Paese. Così è se vi pare. Ai posteri l'ardua sentenza.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 07/11/2016 - 15:18

L'ometto di Rignano ha trasformato il partito erede di un pensiero e di una ideologia in un papocchio stile "balena bianca" con i "compagnucci danarosi" della leopolda, con i piccoli e grandi affaristi che lo attorniano quelli stile "Farinetti", zampettando tra Marchionne e confindustria, ammiccando a Berlusconi e andando a braccetto con elementi del calibro di Verdini e Alfano, picchiando duro sui sindacati. Mi fermo qui ma potrei proseguire. E' davvero sicuro che ha torto Bersani a dire quello che dice?

Paul58

Lun, 07/11/2016 - 15:48

Renzi non lo amo,ma sentire Bersani parlare di arroganza pare una barzelletta.... me lo ricordo bene quando schifava Berlusconi offendendo a destra e a manca con quel suo tono da maestrino di campagna. Taccia,e'tra i peggiori politici degli ultimi 30 anni.

AndreaT50

Lun, 07/11/2016 - 16:49

Ma perché questo signore anziano non va ai giardini?

sesterzio

Lun, 07/11/2016 - 17:08

A Bersani è stato tolto il giocattolo e,a ragione,può essere arrabbiato.Visto che ormai nel PD conta come il due di spade, perché non si sfila ed emigra in altri gruppi o non fonda un suo partito?

linoalo1

Lun, 07/11/2016 - 17:31

Fandonie,sono solo e sempre Fandonie!!!E' più di un anno che Qualcuno promette di Rompere o Lasciare il PD!!!E' mai successo???Non mi sembra proprio!!!Sono tutti incollati alle loro Poltrone e guai a toccarli,specie ora che,grazie al Colpo di Stato di NAPOLITANO,hanno Conquistato l'ITALIA!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 07/11/2016 - 17:36

Smacchiatore di leopardi e giaguari, ti sei accorto ora? Lo siete sempre stati, voi rottamati compresi.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 07/11/2016 - 18:14

Visti i commenti rimango veramente perplesso: Bersani è stato un avversario irriducibile ma leale di FI mentre mi pare che qualche forzista sia più benevolo verso colui che ha fatto fare a Berlusconi la figura del peracottaro. Se, tra quelli che qui denigrano Bersani, ci sono anche simpatizzanti di Berlusconi, la cosa è veramente surreale. E' la sindrome del nazareno che colpisce ancora? in FI si vuole di nuovo supportare il "caro leader"? e se Bersani deve andare ai giardinetti Berlusconi dove dovrebbe finire?

pier1960

Lun, 07/11/2016 - 18:54

meglio tardi che mai....abbi coraggio e riprenditi il partito

Ritratto di gino5730

gino5730

Lun, 07/11/2016 - 19:00

Bersani non gode delle mie simpatie,ma questa volta condivido in pieno le sue parole,il dittatorello è arrogante e spocchioso e la paura dei pafrlamentari di perdere la poltrona li ha fatti diventare sudditi ubbidienti,anche se non condividono

tRHC

Lun, 07/11/2016 - 19:42

Bersani ti ricordi quando stappavi lo spumante per festeggiare la vigliaccheria vostra nei confronti di Berlusconi costringendolo alle dimissioni?Ecco adesso quello spumante ti sta' andando di traverso...capita specialmente agli ubriaconi!!!

nunavut

Lun, 07/11/2016 - 19:44

@ Ratiosemper,posso non condividere il suo parere su Bersani almeno in parte? ha preferito discutere con Grillo e non con Berlusconi (il giaguaro mai smacchiato completamente),secondo e non la peggior mossa fare eleggere la boldrini(minuscolo) come presidente super partes della camera dei deputati,terzo aver sempre votato le fiduce del suo "amichetto segreto" Renzi.Per Berlusconi non si preoccupi andrà in una sua villa a riposarsi rimanendo sempre primo come contribuente delle imposte Italiane e facendo vivvere tre decine di migliaia di famiglie Italiane.

tRHC

Lun, 07/11/2016 - 19:51

Ratiosemper: Bersani è stato un avversario irriducibile ma leale di FI.... Ma... c'eri anche tu quando il tuo idolo,stappava lo spumante a vigliaccata conclusa ,vero???? Devi aver bevuto tanto!!!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Lun, 07/11/2016 - 19:58

Bersani , bersani , bersani , vuole solo ricordare agli italiani che c'è anche lui ... ormai siamo alla "tenerezza istituzionale" per un personaggio che con le sue "lamentele" favorisce il suo stesso "nemico".

apostata

Lun, 07/11/2016 - 23:41

Il primo requisito di chi voglia far politica è misurare la statura dell’interlocutore. Bersani non l’ha capito. Ha sprecato il suo tempo coltivando odio per l’avversario, cedendo per ingenuità il partito a renzi che se l’è mangiato con un boccone, atteggiandosi a filosofo eroe del far west mentre al massimo avrebbe potuto rubare la parte a pappagone, perdendosi in perifrasi banali di bamboline e giaguari, sperando all’ultimo di salvarsi con la benevolenza di grillo. D’alema è accecato della superbia, dalla presunzione e dal disprezzo per il prossimo. Entrambi hanno speso il potere per non far nulla, non hanno avviato alcuna opera. Il tempo, non renzi, li ha travolti. Ora sperano di rimontare a cavallo con un gioco troppo scoperto e volgare, mettendosi a capi dei disfattisti del loro partito. Dispiace che berlusconi stia con loro.