Il blitz al centro di accoglienza adesso diventa un caso politico

In vista del Giubileo le forza dell'ordine setacciano il Baobab in cerca di clandestini sospetti. La sinistra grida allo scandalo: rastrellamento

Dopo Parigi e con il Giubileo alle porte, la stretta contro l'immigrazione clandestina fa scattare un vero e proprio blitz al Baobab, il centro di accoglienza di via Cupa, a Roma, dove la scorsa estate erano stati trasferiti molti dei migranti sgomberati dalle forze dell'ordine dopo essere rimasti accampati per giorni davanti alla stazione Tiburtina.Una sessantina tra carabinieri e poliziotti ieri mattina verso le 6,30 hanno bloccato la strada con due mezzi blindati e hanno fatto irruzione nella struttura sulla Tiburtina gestita dai volontari per un «censimento», anche se erano in tenuta antisommossa ed avevano al seguito i cani antidroga.

Sostanze stupefacenti non ne sono state trovate, ma gli ospiti sono stati controllati uno ad uno. Ieri sera gli stranieri al Baobab erano una sessantina. A tutti è stato chiesto di mostrare i documenti: chi li aveva è potuto rimanere, i 23 che ne erano sprovvisti o che comunque sono risultati irregolari - per lo più eritrei, etiopi e magrebini - sono stati accompagnati presso l'ufficio immigrazione della questura. E ora sono a rischio espulsione.L'operazione rientra nel piano per il Giubileo previsto dall'ordinanza firmata dal questore Nicolò D'Angelo. In questa fase l'allerta è massima, la soglia di tolleranza si è abbassata. Le cose sono cambiate e le parole dei volontari che lavorano al centro di accoglienza lo dimostrano: «Solo qui sono passate 32 mila persone, 7-8 mila al giorno, eppure le autorità non hanno mai fatto nessuna verifica».

Ora il controllo del territorio è la priorità. «Quello al Baobab - spiega infatti il prefetto Franco Gabrielli - non è il primo e non sarà l'ultimo di una serie di interventi che faremo in tutta la città per verificare la presenza di persone che a mio giudizio, a maggior ragione in questi contesti, debbono essere opportunamente identificate». Un nuovo passo, che preoccupa il Cir, Consiglio italiani per i rifugiati: «Non esiste nessuna equazione tra rifugiati e terroristi». Ma dopo gli sconvolgimenti internazionali, al Baobab si aspettavano ripercussioni. «Era nell'aria - dicono - ora temiamo che alcuni possano essere spostati nel Cie di Ponte Galeria e che ci possano essere delle espulsioni». Anche se dopo le prime verifiche la questura ha fatto sapere che tra loro non ci sono terroristi, gli extracomunitari non in regola rischiano di essere rimpatriati.Sicuramente è quello che chiede il leader della Lega, Matteo Salvini: espulsione e chiusura del centro. «L'Isis è alle nostre costole e noi tolleriamo una cosa del genere? Contro chi è irregolare serve tolleranza zero», sostiene Daniela Santanché, di Forza Italia. Massima allerta, soprattutto ora che le cronache ci hanno detto che alcuni terroristi sono arrivati con i barconi, viene sollecitata da Barbara Saltamartini, di Lega-Noi con Salvini: «Ospitare clandestini è intollerabile».

Commenti
Ritratto di Tuula

Tuula

Mer, 25/11/2015 - 08:51

Ma quelli senza documenti vengono espulsi?

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mer, 25/11/2015 - 09:10

Come vi permettete di disturbare, lasciateli fare i loro affari, ma chi credete di essere.

macchiapam

Mer, 25/11/2015 - 09:28

Oh, forse si comincia a fare sul serio...

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 25/11/2015 - 09:47

quelli senza documenti espulsione, fuori dai cxxxxxxi subito!x gli altri sono bravo, espulsione il giorno dopo!

Ritratto di mambo

mambo

Mer, 25/11/2015 - 09:49

è sempre il commercio delle Coop per lucrare e per allargare la base elettorale del Pd o Pc che sia in un prossimo futuro?

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 25/11/2015 - 09:52

Leggo: "i 23 che ne erano sprovvisti (di documenti) o che comunque sono risultati irregolari - per lo più eritrei, etiopi e magrebini - sono stati accompagnati presso l'ufficio immigrazione della questura. E ora sono a rischio espulsione." - 1° se non hanno documenti DEVONO essere espulsi: in qualsiasi altro paese del mondo si fa così; solo in Italia abbiamo queste situazioni, anche perché a tanti così conviene, cominciando dagli affaristi del sistema, Cooperative ROSSE in testa. - 2° il prefetto Gabrielli non è un "pericoloso" leghista, ma un serio funzionario alle dirette dipendenze di quel ministro che ha un suntuoso ufficio al Viminale e che è io responsabile della sicurezza del paese. Ergo, se è così, di che cosa si lamenta la sinistra che lo sostiene al potere?

nippy

Mer, 25/11/2015 - 09:56

Credevo che quella del giubileo in questo momento non fosse una buona idea invece mi sbagliavo, è l'occasione per fare un po' di pulizia, forse mandano via i clandestini, controllano i luoghi a rischio insomma tutto quello che non sarebbe possibile senza il giubileo, l'Italia è così anche se non riesco a farmene una ragione.

emigrante

Mer, 25/11/2015 - 09:56

Perché solo "a rischio" di espulsione?

Cheyenne

Mer, 25/11/2015 - 10:20

I SINISTRI O SI BLOCCANO O AFFONDERANNO L'ITALIA

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 25/11/2015 - 10:23

Vergogna...privare la nazione di tante risorse che servono a pagare le pensioni...o No???

unosolo

Mer, 25/11/2015 - 10:26

sono soldi alle coop o chi le gestisce , Sicilia accoglienza senza del tutto fare accertamenti completi , ci teniamo tutti anche senza documenti fidandoci della parola ? non è possibile , speriamo solo che finisca questo governo che aiuta solo il parassitario e regala soldi alla sola cultura , chissà. la libertà completa , mai tanti soldi buttati in cultura senza costruire scuole o metterle in sicurezza , le scuole non portano voti ma scolari grandi si .,

Ritratto di FalceMartello

FalceMartello

Mer, 25/11/2015 - 10:28

Si vadano ad arrestare i veri terroristi, ovvero le multinazionali produttrici di armi, non i poveri migranti che fuggono dalla fame e dalla guerra.

Luigi Farinelli

Mer, 25/11/2015 - 10:39

Naturalmente la sinistra protesta pure nell'evidenza di clandestini accertati. E naturalmente chi proporrà la loro espulsione sarà un fascista e razzista.

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Mer, 25/11/2015 - 10:41

""Ora temiamo che alcuni possano essere espulsi"" ma se sono clandestini perché non devono essere espulsi ???? forse perché verrebbe a diminuire il business sul quale si fonda la falsa accoglienza ???

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 25/11/2015 - 10:47

Il fatto che nell'articolo si dice che "rischiano" l'espulsione vuol dire non saranno espulsi e che il solito giudice troverà modo per farli restare. Ma cosa si fa per le 300 moschee clandestine? Cosa si fa per tutti coloro che girano (nullafacenti seduti ai bar)nelle periferie ? Non ho mai visto nessuno chiedere i documenti.

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 25/11/2015 - 10:50

falcemerdello, voi dall'intelligenza ci siete scappati tanto tempo fa e questa, una volta lontani, non vi ha più voiluti indietro.

mifra77

Mer, 25/11/2015 - 11:26

Mi chiedo perché il centro Baobab non avesse segnalato alla questura i diversi ospiti che sono stati trovati irregolari e clandestini senza documenti. Naturalmente, anche per costoro, lo stato Italiano, sborsa i trentacinque euro giornalieri.... e su quale base? Ma quanto rubano sti rossi? ma quanto siamo cogxxxni noi itagliani sempre inclini a farci derubare??

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 25/11/2015 - 11:29

SALVE, FalceMartello, se tu seguiresti le notizie Internazionali che in Italia sono TABU, perchè nessuna TV le trasmette, agli Italiani servono solo CALCIO e CANZONETTE, non cose serie. Avresti capito che nei paesi dove partono questi POVERI MIGRANTI, la prima cosa che hanno fatto è stato aprire le porte alle LORO PRIGIONI e detto loro, (Ai poveri migranti) andate a FARVI MANTENERE in EUROPA.

ziobeppe1951

Mer, 25/11/2015 - 11:40

@falce martello.....non hai letto l'articolo, quelli non sono migranti ma clandestini e quindi vanno espulsi x legge, questo avviene anche in Corea del Nord. Leggi la pravda che ti fa bene

elio2

Mer, 25/11/2015 - 11:50

I compagni hanno come sempre l'obbiettivo, di fare soldi in ogni modo, quindi faranno il diavolo a quattro se qualche magistrato non allineato si permetterà di espellere qualche clandestino, che per le coop rosse, bianche o blu e le finte onlus che hanno messo in piedi per l'occasione, è una semplice e pura fonte di guadagno.

elalca

Mer, 25/11/2015 - 12:01

FalceMartello: due consigli cambi spacciatore e soprattutto cambi giornale.

elio2

Mer, 25/11/2015 - 13:59

Povero compagno FalceMartello, ma almeno vi rendete conto che vi stanno pigliando per il lato B, insieme alla vostra strampalata e sempre fallimentare ideologia? Ora con l'ennesima giravolta gli interessi del partito sono cambiati e il Comintern vi ha affidato il compito di difendere gli interessi del guerrafondaio americano, dei fascisti di Kiev, e del compagno islamico Erdogan, insieme alle varie forme di terrorismo di matrice islamica, con cui tutti fanno affari, compreso i vostri mentori, e contemporaneamente dovete cambattere quello che una volta era un vostro idolo, dalla terra della santa madre Russia, un ex colonnello del KGB.