Il boom di ricorsi dei furbetti che chiedono asilo

Le spese legali sono tutte a carico dello Stato Un'arma in mano agli stranieri. Che ne approfittano

Oltre 20mila ricorsi di richiedenti asilo ancora pendenti fino ad oggi dal 2014, nonostante sia stata già respinta qualsiasi forma di protezione. Grazie al giochetto del ricorso pagato dallo Stato, chi si è visto negare l'asilo resta in Italia a spese nostre per due, tre o anche 4 anni.

Una tendenza in aumento, che potrebbe esplodere nel 2016 con lo stop della rotta balcanica. «Il problema non sono le domande d'asilo, ma i ricorsi» ha dichiarato al quotidiano locale, Il Piccolo, il vice prefetto Massimo Mauro della Commissione territoriale di Gorizia, che decide sulle richieste. «Chi riceve il diniego, impugna il provvedimento. Succede praticamente nel 100% dei casi e questo innesca situazioni paradossali che vanno oltre ogni limite immaginabile» sostiene Mauro.

Il 100% riguarderà Gorizia, ma i numeri parziali forniti dal Viminale a livello nazionale (quelli completi sono in possesso del dicastero della Giustizia, che li sta raccogliendo) indicano percentuali fra il 50 ed il 75%, ma in aumento in termini assoluti. Nel 2014 sono state respinte 14257 domande di asilo, che hanno provocato quasi 10mila ricorsi. Nel 2015 le domande di asilo sono esplose ad 83.970, un incremento del 31% rispetto all'anno precedente.

Quasi la metà, 41659, sono state respinte, ma i ricorsi ammontano a ben 15.226. Ad oggi sono ancora pendenti 21.443 ricorsi. Ed i richiedenti asilo sono soprattutto nigeriani, pachistani, gambiani, che in gran parte non hanno alcun diritto del genere essendo migranti economici.

Se la Commissione territoriale respinge la pratica l'aspirante profugo può fare ricorso, che porta avanti solitamente fino all'appello. L'assistenza legale è pagata dallo stato trattandosi di «indigenti». Gli avvocati incassano fra gli 800 e 1.000 euro a pratica. Nel limbo del ricorso, che dura anche due-tre anni e si somma ai 200 giorni medi per il primo esame della pratica nelle Commissioni territoriali, l'aspirante profugo ha diritto all'accoglienza.

A Gorizia, dopo il respingimento del ricorso, diversi furbetti dell'asilo si sono ripresentati con degli alias per rifare la domanda e riprendere tutto l'iter. Ci sono persone che vanno avanti così dal 2007» spiega Mauro al quotidiano il Piccolo. Adesso con l'obbligo delle impronte digitali il problema dovrebbe diminuire, anche se i migranti protestano e non vogliono lasciarsi schedare.

In grandi città come Milano il numero dei richiedenti asilo è raddoppiata nell'ultimo trimestre 2014. I dati di gennaio a livello nazionale indicano 7505 richieste e non c'è neppure un profugo siriano, che avrebbe realmente diritto. Lo stesso mese sono state respinte 4266 richieste, ma in molti presentano ricorso. Oltre il 70% viene alla fine accettato dai giudici.

«Una criticità da superare - ha sostenuto il prefetto Mario Morcone, capo del Dipartimento per l'Immigrazione - perché i tempi della decisione del giudice ordinario sono lunghissimi, spesso superano i due anni, e ai ricorrenti va comunque assicurata l'accoglienza».

Nel frattempo si susseguono casi di richiedenti asilo che sfruttano l'accoglienza, spesso non dovuta, per fini criminali. Il 17 febbraio è stata sgominata fra Trento e Rovereto una banda di 19 gambiani e senegalesi che avevano messo in piedi un vasto traffico di droga e riciclaggio di denaro. Tutti richiedenti asilo ed in parte ospiti della provincia autonoma di Trento.

In gennaio, a Trieste, i carabinieri hanno arrestato 4 afghani per droga, pure loro richiedenti asilo.

Il 28 gennaio, a Terni, la polizia ha sorpreso nel sonno 4 gambiani in appartamenti gratuiti perché avevano richiesto l'asilo. Nelle federe dei divani è stata trovata droga e 5mila euro in contanti.

Il 15 novembre scorso la questura di Bolzano ha rintracciato sei afghani, richiedenti asilo, coinvolti in una rapina in pieno centro.

Il 2 aprile sono finiti sotto inchiesta per terrorismo due afghani in attesa di asilo nel centro di Restinco vicino a Brindisi. E il 9 marzo è stato arrestato per terrorismo un giovane «imam» somalo che inneggiava ad Al Qaida e stava pianificando un attentato a Roma. Nel centro di accoglienza di Campomarino, in provincia di Campobasso, cercava di reclutare volontari della guerra santa grazie alla richiesta di rifugiato politico, che era stata da poco respinta. Se non fosse finito in manette avrebbe potuto sempre fare ricorso.

Commenti

franco-a-trier-D

Sab, 09/04/2016 - 09:11

manteneteli tanto l'Italia è un paese ricco con un governo migliore e il più efficiente in Europa, tutti lo invidiano ma nessuno lo vuole.

01Claude45

Sab, 09/04/2016 - 09:14

Il ricorso "consigliato e/o portato avanti" dalle varie onlus, le associazioni di volontariato e le coop che hanno in gestione i clandestini (migranti) con tanti interessi nella loro gestione, DEVONO ANTICIPARE LE SPESE DEI RICORSI. È ora di finirla di SPENNARE I CITTADINI ITALIANI per RIEMPIRE DI EURO LE TASCHE DI UNA LARGA PLETORA DI PARASSITI. CHI VUOLE I MIGRANTI(CLANDESTINI) PAGHI L'INVESTIMENTO di boldriniana memoria.

eolo121

Sab, 09/04/2016 - 09:35

pronto? stiamo partendo per le vacanze gratis in italiaaaa

Ritratto di campoworld

campoworld

Sab, 09/04/2016 - 09:35

1)Chi si rifiuta di farsi prendere le impronte, deve essere espulso immediatamente. 2)chi fa ricorso, aspetta in un'area controllata, per tutta la durata del ricorso.

Ritratto di onollov35

onollov35

Sab, 09/04/2016 - 09:36

Signori Sinistri,per fermare tutto questo sconcio, bisogna NON accettare nessun ricorso e, farli anche pagare. Possibile che noi Italiani dobbiamo pagare sempre senza farci comprendere nel dovuto modo di incavolati di brutto?

silvio50

Sab, 09/04/2016 - 09:39

quando la capiranno che questi danno solo problemi? basta con questa menata della guerra e del cavolo a merenda, quanto ci costano?, poi il problema è la pensione da 500 euro.

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 09/04/2016 - 09:59

Un affare da 15 milioni di Eu per gli avvocati nel 2014, che diventerà almeno triplo nel 2016, mentre le spese in più per Pantalone saranno 400 milioni in più per i due anni di turismo italico dei ricorrenti del 2014 che diventeranno il doppio per quelli del 2015 e il triplo per quelli del 2016. In tutto, oltre 2 miliardi di Eu solo per l'ipergarantismo di concedere assurdi ricorsi. RENZI, ALFANO, CI RICORDEREMO DI VOI e molto presto!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 09/04/2016 - 10:00

Non sono loro ad essere "furbetti". Siamo noi che teniamo in piedi un sistema inefficiente e demenziale. Vorrei conoscere come si regolano al riguardo gli altri paesi membri della UE. Basterebbe avere una struttura pronta, capace di valutare il ricorso entro due settimane. Quanto al problema del costo del legale meglio sorvolare: di certo, come al solito, fa comodo a qualcuno. Chi mai sarà?

Ritratto di latuonante

latuonante

Sab, 09/04/2016 - 10:25

Si chiama Sindrome di Stoccolma la dipendenza psicologica e o affettiva che molti sxxxxxxxxxi provano verso l'invasione/aggressione,si crea un sentimento positivo e di complicità tra aggressore e vittima,come spiegarsi altrimenti questo fenomeno surreale che ci fa passare come un paese di idioti ?

istroveneto

Sab, 09/04/2016 - 10:28

Ma scusate, l'opposizione cosa fa in concreto? E Forza Italia? Hanno preparato una nuova proposta di legge per regolamentare questo schifo? Magari poi il parlamento gliela boccia, ma se ne assume tutte le responsabilità. Insomma non basta piagnucolare.

Maura S.

Sab, 09/04/2016 - 10:38

Dipende dagli italiano, a quanto pare sembrano felici con il governo attuale e con il papa che apre le porte dell'Italia ai migranti ma chiude le porte del vaticano.

carpa1

Sab, 09/04/2016 - 10:45

Nessuno che si senta di produrre un film "LA GRANDE SCHIFEZZA"? Il problem è che anche lo producessero, non arriverebbe mai nella case attraverso la TV, essendo questa proprietà esclusiva della sinistra che ha creato questo mer.daio e lo alimenta sempre più ogni giorno che passa.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 09/04/2016 - 10:53

istroveneto,pienamente d'accordo con lei.Buona giornata.

Ritratto di sbuciafratte

sbuciafratte

Sab, 09/04/2016 - 10:55

L'Italia una repubblica che si fonda sulla furbizia e non sul lavoro come recita la costituzione.E' talmente furba che favorisce l'immigrazione clandestina dei furbetti in nome della solidarietà'.Nobile intenzione dietro cui c'è l'italica furbizia del magna magna.Lo sanno ormai tutti che l'Italia e'la patria dei furbi compresi i furbetti della nera Africa. Noi che siamo poco furbi,non ci resta che scappare o reagire.Proviamo a reagire il 5 giugno con il voto contro il furbissimo capo del governo Renzi .Mandiamolo a casa!

audace

Sab, 09/04/2016 - 11:11

Un clandestino, riconosciuto non profugo, che diritto ha di fare ricorso ed essere mantenuto per anni in Italia a spese dei contribuenti? immaginate che giro di soldi. Guadagnano alberghi, centri sociali, cooperative, avvocati, interpreti, politici .......

Ritratto di alejob

alejob

Sab, 09/04/2016 - 11:28

Anni fa, qualcuno del PD, disse: Perché dobbiamo copiare dagli altri? Ora sarebbe il momento di copiare da altri e precisamente da MISTER PUTIN. Tutta la zavorra che entra in RUSSIA (Dopo questa trovata molto poca), Toglie i minori alle famiglie, li alloggia in Istituiti e i GENITORI in GALERA di NOTTE e di giorno a LAVORARE per guadagnare la PAPPA. Questo è un buon sistema perché se ne tornino a casa loro. Nei TELEGIORNALI SIRIANI, si vedono che nelle AREE LIBERATE, gli ABITANTI lavorano per ricostruire. I "PROFUGHI" che arrivano in Italia, non hanno nessuna intenzione di ricostruire il loro paese, vogliono vivere a SBAFO in ALTRI.

Giorgio Rubiu

Sab, 09/04/2016 - 11:42

Visto che siamo tanto stupidi da offrirgli la possibilità di essere "furbetti",perché non dovrebbero approfittarne.Non hanno niente da perdere ed il peggio che può capitargli è di vedere il loro ricorso respinto.Di espulsioni non se ne parla nemmeno soprattutto perché esse sarebbero tali solo sulla carta.Resterebbero qui e continuerebbero a vivere alle nostre spalle ed arricchirsi spacciando droghe o sfruttando la prostituzione;Cose che in Africa non gli riuscirebbe di fare perché in Africa sono più svegli di noi.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 09/04/2016 - 11:44

Forse ha ragione il sommo PONTALTI quando parla di "pelandroni in divisa". Ma altrettanta ragione hanno quelli che puntano l'indice su leggi demenziali ed ultragarantiste che sembrano confezionate su misura di "migrante".

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 09/04/2016 - 11:49

Ma questo Governo di inetti deve durare ancora per molto? Per quanto ancora affosseranno l'Italia? Mi meraviglio come ancora non ci sia stata un'insurrezione popolare!

Ritratto di 02121940

Anonimo (non verificato)

gigetto50

Sab, 09/04/2016 - 11:53

.....e certo, con un governo come questo, fanno solo bene.... Qualche cattocomunista sostenitore di questo governo cattocomnuista, prima o poi si svegliera', no?

Una-mattina-mi-...

Sab, 09/04/2016 - 12:17

PER NON PARLARE DELLE TRUFFE DI SEDICENTI BRIZZOLATI MINORENNI. FRA I PASCIUTI ATTEMPATI VITELLONI ALLOGENI, autocertificatisi adolescenti, ce ne sono con problemi di prostata (non è una battuta, il fatto è accaduto in Friuli).

risorgimento2015

Sab, 09/04/2016 - 12:38

Tutti I lettori prima di me hanno spiegato molto bene la situazione ,ma`...continuo a ripetere finche la gente commune non si ribella con le cattive ,non cambiera niente ; altro che aspettare per il centro destra ?

Ritratto di Civis

Civis

Sab, 09/04/2016 - 12:54

Memphis, purtroppo è viceversa: leggi buoniste fatte in previsione di pochi casi all'anno che vengono applicate alle centinaia di migliaia di migranti di questi tempi. Le leggi dovrebbero poter essere riviste molto più frequentemente, perché la flessibilità concessa ai magistrati non si è dimostrata adatta ad affrontare le nuove situazioni.

agosvac

Sab, 09/04/2016 - 13:16

Il problema non è che chi non ha il diritto all'asilo faccia ricorso contro lo Stato, il vero problema, anzi la vera idiozia è che lo stesso Stato contro cui queste persone fanno ricorso ne paghi tutte le spese!! In pratica lo Stato italiano "sovvenziona" chi è contro di lui!!! Ci sarebbe da ridere a crepapelle se questi soldi non fossero soldini di tutti gli italiani. Mi sorge spontanea una domanda: ma lo Stato può essere ricoverato in ospedale per palesi problemi psicologici o, peggio, per demenza precoce riconosciuta?????

Lapecheronza

Sab, 09/04/2016 - 13:20

Qualcuno mi spiega come funziona la procedura ? Ti identificano e dopo mesi hai diritto o non hai diritto. Se non hai diritto, forse perchè gli elementi iniziali non erano idonei ad attribuirti lo status di avente diritto. In caso di ricorso le cose sono : o chi doveva valutare attentamente i documenti l'ha fatto male e allora si licenzia e si mette uno che non sbaglia o la persona fa il furbo. Comunque sia qualcosa non funziona.

DuralexItalia

Sab, 09/04/2016 - 13:53

Ma almeno queste spese legali potrebbero accollarsele le ONG o le coop ed il Vaticano come segno di superiorità morale nei confronti dei "beceri" contestatori dell politiche immigrazioniste di massa o no? Invece tutti bravi con le parole e quando si tratta di cacciare fuori i danè ecco che fanno un passo indietro e chiedono all'asino contribuente di accollarsi tutte le spese legali e non. Che paese di molluschi...

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 09/04/2016 - 14:22

REPETITA JUVANT,.Si continua a "parlare" dei RICORSI, ma non si dice chi fu a volere questa legge BUONISTA che li permette. Poi in PRIMIS c'è sempre il problema piu grosso dell'Italia la MAGISTRATURA, che DA SEMPRE ragione al RICORRENTE PERCHÈ????? Perche la MAGISTRATURA È ROSSA ed i ROSSI sono PRO INVASIONE!!!! CONTINUATE A VOTARLI ALLOCCHI!!! Se vedum.

Malacappa

Sab, 09/04/2016 - 15:17

Ma quali furbetti,siamo noi che ci facciamo prendere in giro da sti analfabeti,qui la cosa e' che bisogna stanare i traditori che li aiutano e prima un avvertimento poi legnate.

leserin

Sab, 09/04/2016 - 15:37

Non sono loro i furbetti, siamo noi gli scemi.

FRANZJOSEFVONOS...

Sab, 09/04/2016 - 15:49

MA POI PERCHE' RICORSI SE UNO SxxxxxO CLANDESTINO E SxxxxxO VIA NON DARE SOLDI AGLI AVVOCATI, MAGARI DI SINISTRA E SI ARRICCHISCONO CON RINGRAZIAMENTI VERSO I BABBEI ELETTORI DI SINISTRA CHE SONO MAGARI, E NON TUTTI, CON POCHI SOLDI E DISOCCUPATI. BABBEI CxxxxxxI