Bruxelles approva l'"aborto veloce"

L'Europarlamento approva a larga maggioranza la relazione presentata da Marc Tarabella che garantisce un "accesso agevole" alla contraccezione e all'aborto

L'Aula del Parlamento di Strasburgo ha approvato a larga maggioranza con 441 sì, 205 no e 52 astenuti la relazione curata dal politico belga Marc Tarabella sulla parità uomo-donna. È passata anche la parte più controversa del documento, ovvero quella in cui si sottolinea la necessità di garantire i diritti delle donne anche attraverso un "accesso agevole" alla contraccezione e all'aborto.

L'esito del voto è stato salutato dall'applauso di gran parte dell'emiciclo. Molti europarlamentari si sono congratulati con l'esponente socialista italo-belga andandogli a stringere a mano. La votazione, però, ha provocato anche qualche dissapore tra i cattolici del Pd, che alla fine si sono divisi sul punto dell'interruzione volontaria della gravidanza.

Nel corso delle votazioni, il Ppe ha presentato un emendamento, poi approvato dall'Aula, che inserisce nella relazione la sottolineatura che la legislazione sulla riproduzione è di competenza nazionale. Un emendamento approvato anche da Silvia Costa (Pd), presidente della Commissione Cultura del Parlamento. "Con questo emendamento che ribadisce che sanità e diritti sessuali e riproduttivi sono competenza nazionale - comunica lei stessa su Twitter - ho votato a favore della #Tarabella".

Diverso il discorso per Luigi Morgano, un altro esponente cattolico del Partito democratico, fortemente critico con la relazione Tarabella, che in Aula ha reso noto di essersi astenuto nella votazione finale.

Commenti

magnum357

Mar, 10/03/2015 - 18:35

Il solito schifo !!!!! E poi dicono che non si fanno figli spalancando le porte agli immigrati !!!!! VERGOGNA, BASTARDI

Ritratto di IRON

IRON

Mar, 10/03/2015 - 18:36

I "cattolici del PD" ? Chi quelli dei trenta denari, oggi in forma di poltrone, prebende, vitalizi ? Sacrestia di venduti.

Totonno58

Mar, 10/03/2015 - 18:51

Bene sulla contraccezione ma cosa intendono per "diritto agevolato all'aborto"?

Linucs

Mar, 10/03/2015 - 19:22

Aborto agevolato significa che scendi in strada e qualche faccia marrone ti accoltella, da cui l'aborto.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 10/03/2015 - 19:34

E come d'incanto un "accesso agevole" alla contraccezione e all'aborto diventa per questo giornale "aborto veloce"!!! Totonno58: in risposta ai tuoi comprensibili dubbi... credo ci si possa riferire al fatto che in alcune regioni italiane i medici "obiettori" siano il 90% del totale e che ciò renda inevitabile, per alcune donne, doversi rivolgersi in altre regioni o addirittura all'estero. http://www.repubblica.it/salute/benessere-donna/contraccezione/2014/11/07/news/aborto_medici_non_obiettori_accesso_sempre_pi_difficile-100001628/

Tobi

Mar, 10/03/2015 - 19:58

la fine di una civiltà: ammazzare i figli in grembo come si fa con le mosche moleste. Nulla di più. Senza tener conto che un fliglio è sempre un figlio, checché ne dicano quelli che vogliono farli eliminare direttamente nelle pance delle loro mamme. Possiamo tutti dirci quanto orrore ci provocano le immagini dell'Isis che tortura ed ammazza la gente. Ma ci siamo abituati alle morte degli infanti direttamente nel grembo delle madri. Zero valore alla vita. E non possiamo dire, a pensarci bene, di essere in una società migliore. L'Isis in questo non ha saputo fare peggio della nostra società.

fisis

Mar, 10/03/2015 - 20:22

L'aborto è un omicidio legalizzato.

Anonimo (non verificato)

MONDO_NUOVO

Mar, 10/03/2015 - 20:51

TUTTI I PRO-ABORTO SONO IN VITA! DOVEVANO APPROVARE LA LEGGE PRIMA CHE NASCESSERO!

simonemartini

Mar, 10/03/2015 - 22:11

E' fuorviante parlare sempre dei Cattolici quando si parla di aborto, cosi appare la solita pedanteria moralistica... ma il discorso cattolico nasce dalla Ragione dalla dignità della vita umana... e infatti anche buona parte di scienziati atei lo considerano aberrante! Così invece di aiutare la donna, la lasciano completamente sola! Ripeto sola nella sua scelta e tutti se ne lavano le mani...questa è sporca eugenetica, tra essere soli senza avere tempo di riflettere ed essere libere di scegliere c'è un 'enorme sostanziale differenza! é già aumentato esponenzialmente l'utilizzo della pillola del giorno dopo tra le ragazzine, che la prendono come un confetto in consultorio e abbassano la guardia sui rapporti protetti!non è colpa loro ma di queste continue schifose ipocrite agevolazioni!