La bugia dei ricollocamenti L'Europa ci ha abbandonati

Nel 2015 l'accordo per distribuire i richiedenti asilo Ma solo una minima parte finora ha lasciato l'Italia

I l ricollocamento dei migranti è un mezzo fallimento. Non lo diciamo noi. Lo dicono le cifre. Lo dice l'Unhcr, l'agenzia dell'Onu per i rifugiati. Delle centinaia di migliaia di migranti giunti in Grecia e in Italia negli ultimi anni che avrebbero dovuto essere distribuiti nei vari Paesi dell'Ue, solo una minima parte hanno davvero fatto le valigie.

Che cos'è il ricollocamento? È un meccanismo messo a punto da Bruxelles nel 2015, l'annus horribilis dell'immigrazione in Europa, con oltre un milione di disperati che sbarcò sulle nostre coste, mettendo in ginocchio in particolare i due Paesi in prima linea, la Grecia e l'Italia, per l'appunto.

Viene stabilito così un sistema di ricollocamento che dovrebbe durare dal settembre 2015 al settembre 2017 che dovrebbe servire a ricollocare 160mila stranieri provenienti da Italia e Grecia. La commissione europea si gloria del piano come di un successo, ma le cifre sono lì a sostenere il contrario. E perfino l'Unhcr è spietata, parlando con perfino troppa eleganza di un meccanismo che «stenta a decollare». I dati che si riferiscono al 31 luglio scorso parlano di solo il 20 per cento dei ricollocamenti dall'Italia andati a buon fine (7935 su 39.600) e del 26 per cento di quelli dalla Grecia (17.457 su 66.400).

Un fallimento che si spiega in parte con il rifiuto di molti Paesi ad accogliere anche un solo migrante. A chiudere le loro frontiere in barba a ogni accordo sono stati soprattutto i Paesi del blocco di Visegrad: Polonia, Slovacchia, Repubblica Ceca e Ungheria, con in più la vicina Austria, che alla casella accoglimenti recano un definitivo: zero. Ma anche altri Paesi hanno aperto le frontiere a un numero di stranieri inferiore a quello previsto. La Germania, che in tutta questa vicenda è riuscita a dare di sé l'immagine del Paese dell'accoglienza, in realtà nei due anni ha accolto soltanto il 26 per cento dei migranti che le sarebbero toccati. La Francia che ora ci fa la morale, fa ancora peggio: solo il 21 per cento realmente ricollocato. Una vera figuraccia. La Spagna che ora si fa bella accogliendo i disperato dell'Acquarius a Valencia solo perché il nuovo governo Sánchez cerca visibilità internazionale, è fermo al 12 per cento, sfigurando anche di fronte al vicino Portogallo, che è ben sopra la media europea con il 47 per cento di ricollocamenti effettivamente realizzati. Alla fine i paesi più generosi sono quelli della prospera Scandinavia: la Norvegia fa l'en plein con 100 per cento, la Finlandia ci va vicino con l'85 per cento, la Svezia resta un poì indietro ma è comunque sopra la media continentale con il il 29, le tre repubbliche baltiche fanno una buona figura con il 43 (Estonia), il 67 (Lettonia) e il 57 (Lituania).

Va detto cjhe gli stati membri ricevono 6mila euro per ogni persona accolta; all'Italia e alla Grecia spettano 500 euro per ogni ricollocazione per coprire i costi di trasporto.

Commenti

aldoroma

Gio, 14/06/2018 - 19:21

perchè non lo fate leggere ai cari signori buonisti del PD.

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 15/06/2018 - 00:11

---queste cose sono note --ed è qui che ci aspettiamo che salvini batta i pugni nelle aule di bruxelles e faccia meglio dei suoi predecessori---e non bloccando migranti in mare come un bandito qualunque che ricatta l'europa sulla pelle di innocenti--ma salvini sarà in grado di battere i pugni all'uopo?---è ovvio che si deve scontrare a brutto muso con i suoi amichetti del gruppo visegrad--

Gianni11

Ven, 15/06/2018 - 00:38

Tra l'UE da una parte e gli invasori dall'altra, se non ci defendiamo da soli siamo fritti. Forza Salvini! Forza DiMaio! Viva l'Italia!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 15/06/2018 - 00:44

Non prendiamoci in giro, hano deciso di far venire mezza Africa in Europa. Non c'è nessuna persona africana che si è sognata di venire. C'è qualcuno che ha deciso di distribuire questa popolazione senza documenti sul nostro territorio. Non so il piano, ma penso che davanti ad una moneta solida e forte, hanno preso questa strada per indebolirci. Questa è una guerra senza armi, senza sparare un colpo.

rise

Ven, 15/06/2018 - 05:23

E' stata una chiara orchestrazione dei partiti socialisti e popolari europei, che a parole accettano le migrazioni, ma che per non perdere voti all' interno dei propri stati hanno di fatto impedito ogni ridistribuzione. Sottobanco hanno chiesto che l' Italia e la Grecia divenissero paesi "campi profughi" con la minaccia del default. Ricordatevi della fine del Libano e di quello che accadde in Giordania con i profughi palestinesi, non sareste così stupidi da abdicare al sacro diritto di possedere e disporre della propria terra.

gio777

Ven, 15/06/2018 - 06:23

EUROBUONISMO DEL CAXXO!!!!! Provate ad entrare in USA Provate ad entrare in AUSTRALIA, NUOVA ZELANDA

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 15/06/2018 - 06:28

la Germania ha il numero più alto di questi stranieri, ma voi siete più"democratici" ajajaj.

Cesare007

Ven, 15/06/2018 - 06:58

Ricollocare vuol dire fare posto ai nuovi arrivi. Devono tornare a casa loro.

Duka

Ven, 15/06/2018 - 07:22

Siamo giunti alla prova del 9- Ora vedremo se il nuovo esecutivo SBRAITA e basta o dalle parole è capace di passare ai fatti.

portuense

Ven, 15/06/2018 - 07:26

solo i creduloni al governo credevano ancora alla befana, alfano e c ompany hanno fatto disastri ed inoltre gli scafisti che sono piu' furbi su ogni imbarcazione infilano qualche minore o donna incinta per "intenerire" i buonisti.....

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 15/06/2018 - 07:46

Non è l’Europa che ci frega ma gli amici orientali di Salvini e Meloni ... visegrad non è nostro amico ...

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Ven, 15/06/2018 - 07:49

Se quel babbeo di salvini invece di lodare orban lo avesse convinto a fare la sua parte...

Martinico

Ven, 15/06/2018 - 08:00

...Ci frega solo su quello?

giovanni951

Ven, 15/06/2018 - 08:09

spiegatelo - con l’aiuto di un disegnino - ai piddini che non lo hanno ancora capito. E anche a Migliore che un giorno si e l’altro pure é in Tv a dar contro a Salvini e la sua GIUSTISSIMA politica migratoria.

michettone

Ven, 15/06/2018 - 08:13

Si pensi all'immenso business, che questa invasione continua genera! Le organizzazioni cosiddette no-profit, lucrano, le sette religiose di tutte le associazioni formate ad hoc, pure, i Paesi che accolgono e dovrebbero rispedire da altre parti, anche! Ovvio che il denaro necessario, ce lo mettono i cittadini dei Paesi cosiddetti europei ed uniti, ai quali viene chiesto obolo con tasse e vessazioni! Se a tutto ciò, si aggiunge, appunto, la frustrazione e la scarsa sicurezza, che generano i nordafricani sbarcati, si può imprecare ferocemente contro chi ha voluto questo schifo universale! Fate voi, a chi addebitare, io ho le idee chiare e so benissimo chi è stato!

umberto nordio

Ven, 15/06/2018 - 08:14

Non c'é niente di più facile che fregare chi vuole farsi fregare!

umberto nordio

Ven, 15/06/2018 - 08:17

Dovete anche pensare chi i "migranti" non vogliono andare nei paesi dove le leggi non sono una barzelletta ,come da noi,e vengono fatte rispettare.

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 15/06/2018 - 08:17

egregio andrea cuomo, questa mattina alle 7,50 a radio 1 un giornalista tedesco(mi è sfuggito il nome) dice il contrario di quello che scrive lei. è vero che la rai è in mano , ancora al pd, questo giornalista ha detto che in italia abbiamo accolto 300.000 persone stabilmente e loro i tedeschi un milione e mezzo. dove sta la verità?

buri

Ven, 15/06/2018 - 10:51

ma cosa ci facciamo ancora con quella gente a farci fregare in tutti modi?