Bye bye "onestà onestà". Da Roma alla Sicilia quante inchieste su M5S

A Livorno il sindaco Nogarin è indagato pure per abuso d'ufficio. L'assessore Muraro verso il processo nella Capitale

Da Roma a Palermo, passando per Livorno. La «normalizzazione» dei grillini procede inesorabile tracciando un solco dal loro ormai lontano grido di battaglia, «onestà, onestà». Nella capitale di nuovo sommersa dai rifiuti c'è l'assessora all'Ambiente, Paola Muraro, prossima alla resa dei conti con i magistrati che stanno per chiudere l'inchiesta nei suoi confronti. Nel capoluogo siciliano altri magistrati indagando sul caso delle firme false per la presentazione delle liste M5S alle comunali del 2012. Proprio lì, a Palermo, dove i pentastellati puntavano a sbancare le regionali del prossimo anno. A Livorno, invece, il sindaco Filippo Nogarin ha annunciato proprio ieri, dopo aver avvertito Grillo e Casaleggio, di aver scoperto di essere indagato con l'assessore Gianni Lemmetti anche per abuso d'ufficio, oltre al già noto reato fallimentare legato alla vicenda della municipalizzata dei rifiuti Aamps.

Non è più il tempo dei duri e puri senza macchia e senza paura, dunque. Anche per i grillini è arrivato il momento dei compromessi e del confronto con una realtà diversa da quella che si erano prefigurati. Costretti a gestire indagati e inchieste, a barcamenarsi tra il giustizialismo dei primi tempi e il garantismo dell'ultim'ora. Come quello della sindaca Virginia Raggi, che sulla Muraro indagata non ha mai mollato, insistendo sulla necessità di leggere le carte prima di prendere decisioni. Quel momento potrebbe arrivare presto perché la Procura di Roma sta per chiudere le indagini sui reati contestati all'assessora. Anche se prima di un'eventuale richiesta di rinvio a giudizio, i magistrati vogliono interrogarla sul suo incarico all'interno dell'Ama, dove si muoveva più come una dirigente che come una consulente, soprattutto dopo la rilettura di alcune conversazioni intercettate nell'ambito di Mafia Capitale che documentano una sua relazione con l'ex direttore generale della municipalizzata, Giovanni Fiscon.

Ma se la Procura sta andando avanti sulle contestazioni che riguardano la violazione delle norme ambientali, potrebbe frenare sull'abuso d'ufficio, l'accusa politicamente più pericolosa, formulata solo di recente proprio in virtù del suo rapporto con Fiscon. Le argomentazioni dell'avvocato Riccardo Olivo, infatti, avrebbero convinto i pm a chiedere l'archiviazione per l'abuso d'ufficio perché l'Ama non ha mai recepito la norma regionale che avrebbe obbligato i vertici della municipalizzata a cercare al suo interno professionisti ai quali affidare gli incarichi prima di rivolgersi ad una consulente esterna, quale era allora la Muraro. Poi c'è Palermo, dove la Procura ha aperto un fascicolo sulle liste M5S alle comunali del 2012. Grillo garantisce che il Movimento è parte lesa, ma allo stesso tempo annuncia procedimenti disciplinari nei confronti di iscritti eventualmente ritenuti responsabili. Il fatto è che alcuni attivisti hanno disconosciuto le firme sul documento per la presentazione delle liste. Questo perché nel 2012, durante la campagna elettorale, esponenti del M5S avrebbero cercato di rimediare ad un errore nella compilazione ricopiando le firme su un altro modulo. Un altro incidente di percorso che rischia di mettere in difficoltà i pentastellati alle prossime elezioni amministrative nel 2017. Ai magistrati si è rivolto anche il senatore Fi, Maurizio Gasparri, per chiedere di fare chiarezza sul patto Raggi-Casaleggio.

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Gio, 13/10/2016 - 09:07

"""DA ROMA ALLA SICILIA""", questo è il perchè, che l`Inghilterra hà diferenziato gli Italiani!!!"""Ita, Ita-na, Ita-si|"""!!! Sarebbe ora che questi infami rapresentanti governativi, facciano qualcosa, per SMUSSARE quella diferenza, tra italiano del Nord, del Centro o del Sud del paese!!! Come tra mafia, camorra, n`dragheta e mafia parlamentare, "la peggiore".

alberto_his

Gio, 13/10/2016 - 09:41

Se sono solo indagati come fate ad affermare che sono disonesti?

unosolo

Gio, 13/10/2016 - 10:10

anche su mille individui ci sono inchieste , presto scagioneranno la maggior parte , le denunce servono solo a spargere malumori e sporcare la credibilità , una legge che in caso di accuse infondate si ritorce verso l'accusatore ? Roma a parte i disgraziati che per odio gettano rifiuti per screditare il lavoro degli operatori ecologici , Roma sarebbe più pulita di prima , quindi si dovrebbe accertare con telecamere apposite chi getta materiali vicino le campane per il vetro , persone che lavorano in nero nelle case , imprese fantasma che i rifiuti li poggiano nelle strade e vicino quelle campane , passano decine di auto dei vigili magari vedono chi mette quei materiali ma non interviene , manca la sicurezza di essere tutelati , mancano controlli , ma certo non operatori ecologici , almeno nel mio quartiere , centroni di casal morena , aiutateli denunciando chi deturpa la città.

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Gio, 13/10/2016 - 10:11

La menzogna dei puri

Ritratto di .abdullàllà..

.abdullàllà..

Gio, 13/10/2016 - 10:20

qualche indagato, tanti cacciati meritatamente per aver tradito gli elettori, nessun condannato... ne hanno di strada da fare se vogliono competere con i DEL PDUINI

monati50

Gio, 13/10/2016 - 10:46

alberto_his...purtroppo è l'autore del servizio che non conosce la differenza!

linoalo1

Gio, 13/10/2016 - 11:00

In poche parole:TUTTO IL MONDO E' PAESE!!!!

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 13/10/2016 - 11:36

I grillini finalmente si rendono conto di come la nostra magistratura sia effettivamente parte attiva della politica con il suo potere di inviare a piacimento avvisi di garanzia su qualunque aspetto amministrativo. Il loro giustizialismo gli si sta rivolgendo contro. Personalmente, non fidandomi per nulla dei nostri magistrati, riterrei opportuno che eventuali richieste di dimissioni od allontanamento, fossero sempre e comunque a tutti (anche agli avversari politi) richieste solo DOPO il rinvio a giudizio e non all'arrivo dell'avviso di garanzia.

Holmert

Gio, 13/10/2016 - 12:31

Attenzione ad epurare perché poi potreste trovare uno più puro che vi epura.(Nenni)

luna serra

Gio, 13/10/2016 - 12:38

sono atti dovuti Mogarin è stato ingagato per cose fatte da altri solo che quando è partita l'indagine è LUI sindaco e per legge è il sindaco che deve dare spiegazioni MA I REATI SONO STATI COMMESSI DA ALTRI bisogna dirlo nel 2014 al comando dei comuni non c'era il M5S o no ?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 13/10/2016 - 13:19

Hanno governato in pochi posti e per pochissimo tempo, ma hanno fatto riempire molto i giornali, in negativo, record. Fossi in loro, farei un bagno di umiltà, andrei a studiare ancora un pò, invece di fare i bamboccioni che non hanno mai lavorato, cercherei di fare esperienza, dopo, solo allora si potrebbero candidare a posti così importanti e strategici, non ricoprire tali cariche con 4 voti dati su internet dagli amici.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 13/10/2016 - 13:56

E gli altri sono anche peggio, siamo messi bene.

il corsaro nero

Gio, 13/10/2016 - 14:08

@luna serra: e per quanto riguarda invece Pizzarotti, la Muraro e le firme false in Sicilia anche quelli sono reati commessi da altri?

manfredog

Gio, 13/10/2016 - 16:19

Allora, fatemi capire: prima era Movimento, poi Mo vi mento, poi Mo vi tento, poi, adesso, Mo vi sento..in tribunale, giusto !? mg.

mcm3

Gio, 13/10/2016 - 17:48

Abituati alla pulizia, trasparenza ed onesta' di FI, il M5S fa notizia e scandalo...