C'è un'aria strana sul governo. Staccare la spina non è tabù

Le occasioni di contrasto tra gialloverdi si moltiplicano E anche gli osservatori stranieri ipotizzano il ribaltone

«Il governo può andare avanti per cinque anni e anche di più», diceva Luigi Di Maio il 16 ottobre scorso per allontanare gli scricchiolii e le tensioni di quei giorni sulla manovra. Da lì a poche ore sarebbe arrivato l'incidente diplomatico sul condono e sulla manina fantasma accusata di aver modificato il testo concordato in Consiglio dei ministri.

Sono passate due settimane e il governo gialloverde vive un nuovo momento di passione. Questa volta, però, non si tratta di equivoci e di limature da apporre a un testo di legge, bensì di un conflitto più profondo e strutturale su un tema strategico come le grandi opere e la Tav. Fibrillazioni che si accompagnano alla tensione interna al Movimento Cinquestelle con l'ala più movimentista - quella vicina al presidente della Camera, Roberto Fico - schierata contro alcuni contenuti del dl Sicurezza.

La novità è che questi mal di pancia per la prima volta vengono portati allo scoperto e verranno affrontati in un'assemblea congiunta convocata oggi alle 15 per discutere di Tap, decreto sicurezza e manovra. L'altro elemento è che al di là del merito nelle parole dei parlamentari grillini ricorrono sempre più spesso parole come «coerenza» e «valori», evocando il tradimento delle battaglie originarie. Sull'altro fronte la Lega cerca di non esasperare i toni e di seminare ragionevolezza. Lo fa sulla Tav con il governatore lombardo, Attilio Fontana che prima ricorda che senza l'Alta velocità si viene tagliati fuori dall'Europa che conta. Poi marca le distanze dai Cinquestelle: «Diciamo che sono molto contento della mia attuale coalizione, dove posso confrontarmi con componenti politiche che condividono la mia visione». Qualche messaggio ai colleghi di governo arriva anche dal sottosegretario, Armando Siri, che sulla Tav invita ad aspettare il verdetto dell'indagine costi benefici «altrimenti diventa una questione ideologica». Il riferimento è a Danilo Toninelli che in un'intervista concessa a Bruno Vespa, aveva assicurato che «ci metteremo d'accordo con la Francia per non fare la Tav». La Lega inoltre non mette neppure in conto un possibile indebolimento del capo politico dei Cinquestelle, interlocutore privilegiato di Matteo Salvini: «Se salta Di Maio, salta tutto», dice Siri, lanciando un monito agli alleati.

Difficile immaginare che un governo che - sondaggi alla mano - ha il vento in poppa possa andare in crisi a sei mesi dall'inizio del suo mandato, nonostante la visione complessiva e i programmi siano molto distanti. Sui territori, però, lo scontro tra Lega e Cinquestelle inizia a farsi più tagliente. Ieri in Consiglio regionale piemontese la tensione è salita alle stelle durante la discussione sulla Tav e si è arrivati agli insulti. Le distanze locali insomma si approfondiscono e la pressione dal basso si proietta sulle dirigenze nazionali. Inoltre non si può sottovalutare la tentazione della carta di riserva, la certezza quasi assoluta della Lega di poter percorrere la strada del voto potendo contare su una maggioranza alternativa e maggiormente coerente come quella di centrodestra.

Chi crede in un cambio di governo è Goldman Sachs che scommette sulla caduta dell'esecutivo Conte entro giugno sostituito da un governo capace di mettere in campo politiche meno pericolose, limitando l'aumento del deficit. Difficile, però, che la Lega possa dare il via libera a un ribaltone di questo tipo senza il rito rigenerante delle urne.

Commenti

Duka

Mer, 31/10/2018 - 08:28

Più il tempo passa e Salvini si scava la fossa con le proprie mani . Davvero un salame.

nopolcorrect

Mer, 31/10/2018 - 09:00

Goldman Sachs è certamente molto bene informata...

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 31/10/2018 - 09:07

"Chi crede in un cambio di governo è Goldman Sachs che scommette sulla caduta dell'esecutivo Conte entro giugno sostituito da un governo capace di mettere in campo politiche meno pericolose, limitando l'aumento del deficit. Difficile, però, che la Lega possa dare il via libera a un ribaltone di questo tipo senza il rito rigenerante delle urne." De Feo non credo che si saranno ribaltoni. tuttavia, ammesso che ce ne fosse uno (M5s + Pd derenzizzato) sarà molto complicato per costoro realizzare una politica comune, anche in salsa cottarelliana. M5s inchinato alla Troika? Non è credibile, al contrario del Pd molto "esperto" in questo tema, sperimentato da 7 anni in qua da loro e con "successo" (non per gli italiani). Silvio sarà contento? Dubito: per lui da tempo "alea iacta est".

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 31/10/2018 - 09:18

Fate un elenco delle politiche su cui i due partiti abbiano la stessa idea...

buri

Mer, 31/10/2018 - 09:25

magari Salvini si decidesse a rispettare il voto dei suoi elettori per sottrarsi all'abbraccio mortale dei grillini

5stardust

Mer, 31/10/2018 - 09:40

forza felpina stacca la spina non se ne può piu delle favole sulla felicità del giggino e del dibba , delle cavolate del toninullo e della castelli ma purtroppo gli italiani non avevano capito cosa vuol dire : PER GOVERNARE IN ITALIA CI VOGLIONO I C.....I

Ritratto di tangarone

tangarone

Mer, 31/10/2018 - 10:24

approvino il dl sicurezza e po tutti al voto

Paolo17

Mer, 31/10/2018 - 10:26

Paradossalmente chi rischia più di tutti è proprio Salvini. Se fa una mossa sbagliata, crolla come un fesso: più sta con i 5 Stelle e più erode consenso (al Nord gli imprenditori gli danno ancora fiducia ma sono molto molto nervosi). Se torna con il Centrodestra passa come un pendolino che va di qua e di là a seconda delle convenienze, quindi inaffidabile. Ai sondaggi non credo molto e a volte prendono cantonate allucinanti, vedi M5S alle elezioni del 2013 o lo stesso Trump contro la Clinton, giusto per fare due esempi forti.

wintek3

Mer, 31/10/2018 - 10:38

Fossi in Salvini metterei al sicuro il decreto sicurezza e regolamentazione immigrazione, quindi staccherei la spina al governo per incompatibilità di carattere.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 31/10/2018 - 10:39

poverini.... :-) tutto sembra andare nella direzione di una rovina per tutti, ma andando verso oltre il precipizio, è come quello scalatore si appresta a cadere nel vuoto mettendo le funi di sicurezza ad un altra persona, facendola trascinando giu, credendo che quella persona riesca a trattenere per lui.... in sostanza: poveri idioti :-) masochisti! gli italiani hanno due facce: vogliono trafficare sottobanco e sembrare onesti! è come essere santi fuori e demoni dentro .....non riuscirete mai a capire e lo dimostrano certi commenti di PRAVDA99, DREAMER_66, TOTONNO58, GIORGIO1952, XGERICO, ANDREA SEGAIOLO, RIFLESSIVA, NERIANERI, ecc..... tutta gente che ha sempre insultato berlusconi!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mer, 31/10/2018 - 10:44

i nostri avi dicevano che il diavolo e l'acqua santa non possono convivere!

schiacciarayban

Mer, 31/10/2018 - 11:10

Non so come questo governo sia stato in piedi fino a oggi! È un governo assurdo, infatti sta facendo solo disastri ed è giustamente osteggiato da tutti. Prima cade e meglio è, peggio di così comunque il paese non potrebbe andare.

Jesse_James

Mer, 31/10/2018 - 11:25

Guardate che Salvini dovremmo solo che ringraziarlo. Ha dimostrato grande attaccamento al Paese e agli italiani. Ha accettato questa stranissima alleanza di governo unicamente per evitare il Governo Cottarelli, o peggio un'alleanza PD-CinqueS. Poichè qualora ciò fosse avvenuto, quest'estate ci sarebbero stati perlomeno 1 milione di sbarchi di immigrati.

Papilla47

Mer, 31/10/2018 - 11:26

Al momento Salvini ha le carte in regola per far approvare il Dl sicurezza e se dovessero esserci dei veti da parte di presunti dissidenti del M5S ha le carte in regola per dichiarare fallito il patto d'alleanza. Quindi nessun problema per chi ci ha provato ma senza tradimenti da parte sua e con precise violazioni da perte del partner. Da il benservito in maniera impeccabile.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mer, 31/10/2018 - 11:37

Onefirsttwo dice : Come Giufà che una ne fa e cento ne sbaglia , anche questo Governo è andato ! STOP Non una delle promesse è mantenuta ! STOP Propaganda tanta , risultati zero ! STOP E' inutile continuare : andatevene a casa ! STOP Quanti altri inutili Governi ci vorranno prima di intraprendere la retta via ? STOP Domanda ardua nel Paese di Giufà STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhh .

Libertà75

Mer, 31/10/2018 - 11:38

Fantastici, l'unico partito che fa opposizione alla Lega è il M5S, l'unico partito che fa opposizione a M5S è la Lega. L'allaenza è più salda che mai perché la loro litigiosità interna non trova sponde utili in attacchi dell'opposizione, così che anziché perdere consensi, li aumentano o quantomeno li temprano (persino la pantomima sulle grandi opere è utile a far capire a chi li ha votati che non possono fare diversamente). Il duo settebbellezze è saldamente unito e reciprocamente legittimato, alternative non ce ne sono perché se il M5S si spaccasse, sarebbero pronti quelli di FdI.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 31/10/2018 - 11:40

Voi non siete degli incapaci, non siete degli incompetebti, siete dei CRIMINALI, state spingendo l'Italia verso un burrone che ci ingoierà tutti. CRIMINALI perché anteponete le vostre voglie di potere al bene comune, CRIMINALI perché vivete al di fuori di ogni ragionevole logica. CRIMINALI perché disonesti verso gli italiani tutti. SIATE MALEDETTI.

ex d.c.

Mer, 31/10/2018 - 11:47

Si salverà solo chi staccherà la spina

VittorioMar

Mer, 31/10/2018 - 11:47

..SE QUESTO GOVERNO DOVESSE CADERE non sarà certo per colpa o merito di SALVINI !!...l'M5S ha già iniziato la corsa a...PERDERE !!

schiacciarayban

Mer, 31/10/2018 - 11:49

Ormai è chiaro che chi tocca i 5S muore, quindi li vedo parecchio isolati alle prossime elezioni o ribaltone che sia, nessuno vorrà nemmeno avvicinarsi. E se Salvini sta con loro ancora un mese allora sarà la fine anche per lui.

agosvac

Mer, 31/10/2018 - 12:00

Il vero problema è proprio questo: "il rito rigenerante delle urne"!!! In altri Paesi quando cade un Governo si va subito alle nuove elezioni. In Italia non è, purtroppo, così: c'è l'incubo che il Presidente della Repubblica non conceda le elezioni e che tenti di fare il colpaccio di imporre un "suo" Governo non legittimato dalle elezioni. Fino a che punto questo sia Costituzionale, francamente non lo so, però è già successo.

investigator13

Mer, 31/10/2018 - 12:12

questo governo deve cadere non possiamo mettere a rischio i ns risparmi con il 20% che ci verrebbe sottratto con la patrimoniale decisa dall'Ue. in caso che a manovra arrivi in porto. Badiamo ai ns risparmi anche se siamo consapevoli che probabile sia una mossa per indurci a piegarci.

accoglienzaxtutti

Mer, 31/10/2018 - 13:10

Salvini sta portando L'italia alla catastrofe. L'Europa si sta scivolando per avvisarci che gli italiani rischiano i soldi dei propri conti correnti e il pagamento delle pensioni. Gli italiani devono capire

HappyFuture

Mer, 31/10/2018 - 13:26

NO NON è UN TABU' E' ALTO TRADIMENTO ALLA VOLONTA' DEGLI ITALIANI. E voi sareste pronti a tradire.

HappyFuture

Mer, 31/10/2018 - 13:49

@investigator13 Quali risparmi mette in pericolo? Quelli che dormono nelle banche che si fanno la guerra e tentano di svalutare il più possibile, per ricavare il massimo fra di loro che acquistano e vendono? Il risparmiatore piccolo che ha messo i soldi da parte se li tiene fino a scadenza e sono obbligati a dargli i soldi. Ne capisce qualcosa, oppure segue lo... spread?

Ritratto di mailaico

mailaico

Mer, 31/10/2018 - 13:56

se cade salvini (e i 5stalle) chi ci rimette siamo noi. Lo spread: subito a 400, poi scenderà, l'iva ? subito al 25% (e non scenderà), i pd ? subito aperte le frontiere e dentro tutti cani e soprattutto porci. E gli italiani ? la legittima difesa ? i diritti dei bambini a essere bambini e non gai ? tutto a puxxane! Questo accadrà. Chi se ne frega se i politici cambiano sedia. SIAMO noi a rimetterci. Sempre!

tomasmac1

Mer, 31/10/2018 - 14:10

E la lega con chi dovrebbe governare,con Berlusconi che ha distrutto il paese?non li ho votati ma meglio questi.

ceo50

Mer, 31/10/2018 - 14:44

Lega e 5S saranno anche così distanti ma si sono spartiti prima gli enti pubblici e poi la RAI come mai nessuno aveva fatto prima. Per essere dei puri e rigorosi antisistema hanno imparato in fretta. Mi sa che i cxxxxxxi siamo noi che pensiamo che possano rompere perchè hanno visioni diverse praticamente su tutto (a parole). Non consideriamo che il più grande collante è il potere e questo regge anche le alleanze più strane, poi pensare che alla fine siano minimamente interessati ai principi e alle promesse che hanno fatto è patetico. Questi fanno conto di litigare così ognuno si tiene i suoi elettori ma in fondo andranno avanti 5 anni a spartirsi poltrone. Poi se lo spread aumenta, l'economia non cresce in fondo è colpa di quelli che c'erano prima

Libertà75

Mer, 31/10/2018 - 15:17

@investigator, anche se lei intelligente non è, resta opportuno informarla che l'Italia è un Paese sovrano e si fa le sue finanziarie, ci mancherebbero solo codesti fantomatici commissari a fare queste conversioni forzose, che poi abbiamo visto cosa hanno fatto in Grecia. Le persone democratiche difendono questo governo, gli schiavi della finanza difendono gli eurovampiri. Si metta pure nella fila che desidera.

Ritratto di Ninco Nanco

Ninco Nanco

Ven, 02/11/2018 - 10:17

Come volevasi chiarire.