Cacciari a Calenda: "Cooptato". E il ministro risponde: "Inutile"

Stoccata del filosofo contro il ministro: "Basta politici cooptati". Ma Calenda risponde: "Cacciari è inutile e dannoso"

Non è passato nemmeno un mese dalla disastrosa sconfitta nelle elezioni politiche che i colonnelli del centrosinistra non rinunciano a darsele - sia pur metaforicamente - di santa ragione. Protagonisti dell'ultimo scontro il ministro uscente dello Sviluppo economico Carlo Calenda, di recente iscritto al Pd, e l'ex sindaco di Venezia e filosofo Massimo Cacciari.

Prima è stato Cacciari che ai microfoni di Circo Massimo su Radio Capital ha accusato Calenda di "non sapere nemmeno di essere al mondo, non aver mai fatto politica": "Ha fatto il portavoce di Montezemolo, poi con Monti... è quella classe politica di cooptati, che non ha mai fatto lotte e che non si e' mai andata a prendere i voti", ha commentato velenoso.

Altrettanto piccata la replica del ministro, che su Twitter replica a stretto giro: "Sobrio come al solito Cacciari. Non so neanche di essere al mondo. Ma quello che so per certo e' che passare gli ultimi 20 anni a criticare il PD in tutti i talk show della galassia, pretendendo di essere unico detentore verità, e' inutile, dannoso e anche un po' adolescenziale", conclude.

Un clima non proprio disteso, a sinistra.

Commenti

demetrio_tirinnante

Lun, 26/03/2018 - 16:12

Tutto sommato, due tromboni. Uno più sfiatato dell'altro: dei due non saprei chi disistimo di più.

baio57

Lun, 26/03/2018 - 16:36

Cose sinistre.

ARGO92

Lun, 26/03/2018 - 18:18

CACCIARI PROFESSORE DI ARIA FRITTA