Caduto (o buttato): cagnolino tra le onde salvato dai marinai

È stato ripescato allo stremo delle forze mentre cercava di nuotare verso il molo

Non credevano ai propri occhi gli operatori della Lega Navale quando, nello specchio d'acqua di Termini Imerese (in provincia di Palermo) hanno avvistato in mezzo al mare un cane. Non un pesce-cane, ma un cagnetto di piccola taglia allo stremo delle forze. E che ci faceva lì? Nuotava annaspando in direzione del molo, come se sapesse che avrebbe potuto trovare la salvezza solo da quella parte. E, seppure fosse sfinito, non si è arreso. Ma era ancora lontano dal trovare un appiglio. Gli operatori si sono avvicinati, lo hanno caricato su in barca e lo hanno rifocillato. E lui aveva capito. Era finalmente salvo.

Il piccolo Loreto, com'è stato battezzato, è stato portato sulla terraferma al porto di Termini Imerese e lì gli hanno prestato le prime cure. Per fortuna è riuscito a sopravvivere all'immane sforzo che ha dovuto fare. Se sia caduto da una barca di passaggio o qualche persona malvagia abbia pensato di disfarsene gettandolo in mezzo al mare, nella convinzione che Loreto non riuscisse a cavarsela, questo il piccolo naufrago non potrà mai dircelo, ma purtroppo la seconda è un'ipotesi plausibile visto che pare che nessuno finora abbia denunciato la scomparsa del suo cane e visto che in giro ne esistono di menti sadiche, come quella di chi, anni addietro, gettò in mare una cagnetta in Sardegna con una pietra al collo perché andasse giù.

Loreto ha circa 5 mesi, è tutto bianco, è di piccola taglia e non ha microchip. Segni particolari: è molto simpatico e affettuoso. E con una carta d'identità del genere, come non pensare di adottarlo? Eh già. Perché è stato fortunato a cavarsela così, ma non basta. La sua storia necessita di un bel lieto fine, quello che solo la notizia di una felice adozione può dare. «Nessuno lo aveva mai visto in giro prima ha detto al Tgcom24 Laura Muriella, la responsabile del canile comunale della città, che lo tiene in custodia in attesa di trovare qualcuno che voglia condividere con lui la sua casa -. Sta bene e cerca adozione, anche fuori dalla Sicilia». Come resistere al musetto peloso di Loreto?

Che si dia il via, dunque, a una gara di solidarietà e, quando il piccolo troverà una famiglia, si spera che i papabili adottanti convergano sui tanti canili sparsi per lo Stivale, comunali e privati, dove si trovano cani grandi e piccoli, di razza e meticci, cuccioli, adulti e anziani, pronti a dare tanto amore. «Qui la situazione è insostenibile ha detto la Muriella -. Siamo in emergenza: da maggio a ottobre solo abbandoni, anche di cani di razza, pittbull, corsi, labrador. Speriamo che per Loreto e per altri cani si trovi presto un padrone».