Calcinacci in testa a Renzi

Crolla un soffitto in una scuola appena ristrutturata e si sbriciolano ponti e strade. Intanto Alfano si prepara a requisire le case per darle agli immigrati

Il piano per la messa in sicurezza dell'edilizia scolastica «fortemente voluto dal presidente Renzi fin dal suo discorso di insediamento», come si legge sul sito di Palazzo Chigi, è partito alla grande. Il primo risultato è il crollo di un soffitto, sulla testa di bambini e insegnante, di una scuola di Ostuni riaperta - con tanto di taglio di nastro - solo tre mesi fa. Adesso si capisce perché un'altra solenne promessa del premier («Ogni mercoledì visiterò una scuola italiana») è stata clamorosamente disattesa. Si pensava a impegni di governo e invece si tratta di motivi di sicurezza fisica: meglio stare alla larga da edifici pubblici se non si vuole rischiare di finire al pronto soccorso. E adesso aspettiamo di sentire da Renzi - che stranamente ieri non ha twittato - la sua frase preferita: «Tranquilli ragazzi, i responsabili pagheranno», come se il premier fosse uno sceriffo.

Scuole, ponti, strade: l'Italia di Renzi crolla e cede esattamente come prima, semmai più di prima. Quella berlusconiana, almeno, aveva sognato di potere unire con un ponte la Sicilia al continente. Dopo quattro anni di geni al governo, la realtà è che Catania e Palermo non sono più collegate tra loro (cedimento di un viadotto), che da Cagliari è impossibile raggiungere le località turistiche (voragine sulla nuova statale), che Reggio Calabria è di nuovo isolata da Salerno (frana sull'autostrada). Monti, Letta e Renzi sono in effetti riusciti a cambiare il Paese, ma in peggio. Quei calcinacci di ieri nel Brindisino, oltre che sui bambini che pensavano di essere al sicuro in una casa pubblica, sono caduti sulla testa di Renzi. Lui se li scrollerà di dosso con sufficienza, da par suo. Gli consigliamo comunque un elmetto, perché il prossimo che gli arriverà addosso è un macigno: la figuraccia internazionale per la mancata apertura completa dell'Expo, lavori di cui avrebbe dovuto occuparsi a tempo pieno invece che inseguire e assecondare le scorribande delle procure.

L'unica cosa che funziona a meraviglia sono gli sbarchi, e i clandestini sono i soli abitanti del Paese che si muovono meglio che nel 2011. Il governo e Alfano ieri hanno allertato le prefetture per requisire nuovi alloggi in vista dell'invasione estiva. Più immigrati, meno scuole e ponti insicuri. E bravo Renzi.

Commenti
Ritratto di alejob

alejob

Mar, 14/04/2015 - 15:42

Per ora i calcinacci sono caduti a dei poveri bambini innocenti, ma non andrà molto lontano, che calcinacci e PIETRE cadranno sulla tsta di questo ABUSIVO MERCANTE DI FUMO.

Hamurrabi

Mar, 14/04/2015 - 16:09

I Sinistri sanno fare una sola cosa mandare in malora i paesi che governano !!!!

scric

Mar, 14/04/2015 - 16:13

chapeau Dr. Sallusti, sono un proprietario di una seconda casa sono pronto nel fornire al ministro l'indirizzo e vediamo se sarà capace per requisire la mia proprietà, e se ciò dovesse accadere sono qui pronto, farò un tale casino arcobaleno. buffoni tutti e VERGOGNATEVI DATE VOI LE VS. CASE

spectre

Mar, 14/04/2015 - 16:17

bastardi ci state trasformando nel congo...

Stingone Antonio

Mar, 14/04/2015 - 17:15

Voglio fare un ragionamento per assurdo: mi schiero dalla parte dei buonisti e paladini dell'accoglienza. Bene!Accogliamo, accogliamo! Domamda a lor signori: quanti ne possiamo accogliere dando rifugio, assistenza, sussistenza? Ci sarà pure un numero massimo ma finito. E raggiunto quello, cosa suggeriscono i buonisti e paladini dell'accoglienza? Cosa dovremmo fare?

Toraccio

Mar, 14/04/2015 - 18:18

La colpa è esclusivamente di quel disgraziato che ha fatto i lavori! Che colpa ne hanno i politici? Come se io, che faccio il traduttore, scrivessi una sconcezza, dovrebbe pagare il ministro della cultura?

robytopy

Mar, 14/04/2015 - 18:43

che miscuglio che ha fatto il sig. Sallusti ! le scuole, il ponte sullo stretto,l' Expo, i clandestini... Eccezionale !

Duka

Mer, 15/04/2015 - 08:32

Già nel suo "programma" c'era l'edilizia scolastica in prima fila. MA CHE FINE HA FATTO ? Una balla come le molte altre sparate a ruota libera-

Ritratto di caribou

caribou

Mer, 15/04/2015 - 10:00

Sallusti, un`altro articolo "tutto fa brodo" quella del ponte sullo stretto poteva evitarla, per non parlare del resto! Certo costruire un ponte dai costi sproporzionati, con appalti vinti dai soliti ignoti e amici degli amici, per poi attraversarlo e ritrovarsi in una regione dove tutto frana, era sicuramente il grande sogno dei siciliani!

Fradi

Mer, 15/04/2015 - 10:55

Stingone, sono anni che vado scrivendo che gli immigrati potrebbero essere milioni e che manca una visione complessiva del problema. Se ci fosse stato un minimo di buon senso e di coraggio, da tempo avremmo dovuto usare la forza.

moichiodi

Mer, 15/04/2015 - 10:55

Renzi, muratore. Del resto Lui era tutto anche operaio. Sicché se cade l'intonaco è colpa del governo. Non delle maestranze sempre meno qualificate, se non improvvisate per necessità. Ad un muratore di vecchi stampi l'intonaco non sarebbe mai venuto giù. Anche perché sarebbe stata una vergogna.

Ritratto di toro seduto

toro seduto

Mer, 15/04/2015 - 12:41

nel 2002 quando crollo la scuola di S. Lucia e morirono tutti quei bimbi la colpa di chi era?

Il giusto

Mer, 15/04/2015 - 12:56

il solito articolo di sallusti...pur di coprire le mancanze dei governi del decennio precedente venderebbe l'anima!Anche oggi non sarò pubblicato,ma mi accontento di leggervi per ridere...

Ritratto di caribou

caribou

Mer, 15/04/2015 - 13:01

Sallusti, le new town antisismiche a l´Aquila stanno cascando a pezzi(senza terremoto) cavallo di battaglia vostro anche quello, altra propaganda di chi sogna, alla faccia di chi sopporta!

paco51

Mer, 15/04/2015 - 13:15

I responsabili vanno promossi e elevati a rango superiore! Io sono per la fucilazione in piazza! vuoi vedere che dai prossimi viadotti non casca nemmeno la polvere della strada? ma desso chi paga i 30 mil per rifare il viadotto? Ministro non correre , demolisci la prova prima del processo? non va bene prima almeno fai un'accertamento tecnico , per quello che vale!! tanto paghiamo noi con i 1000 euri al mese!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 15/04/2015 - 13:17

Il governo ha stanziato fondi e avviato lavori nelle scuole pubbliche.Questo è un merito,ma sopratutto è ciò che ne prodi ne berlusconi negli ultimi 20 anni hanno mai fatto.Se poi per disgrazia,dopo averli fatti quei lavori(fatti e non solo promessi)si verifica un incidente,dicasi uno,allora si deve anzitutto accertare chi ne è responsabile,quindi verificare tra la direzione lavori,la ditta appaltatrice e l'eventuale controllore pubblico che ha sovrainteso il cantiere.Appare quindi logico e chiaro che renzi ed il suo governo non hanno nessuna specifica colpa nell'incidente,anzi hanno il merito di aver fatto quanto detto,al contrario dei loro predecessori che hanno lasciato diventare dei ruderi gli edifici pubblici,loro si colpevoli di incuria.Lei direttore scrive che berlusconi sognava di costruire ponti,a noi interessava ed interessa chi fa,non chi sogna,specie se governa.Tutto il resto se lo porta via il vento,come i voti di berlusconi e di forza italia caro direttore.

paco51

Mer, 15/04/2015 - 13:17

caribou : il ragionamento vale per tutti! nessuno escluso!

pastello

Lun, 20/04/2015 - 18:31

Cominciamo con le casa in campagna di bertinotti, con la tenuta di d'alema e con le ville di Capalbio dei vari comunistoni.