La Camera respinge le dimissioni di Guido Crosetto

L'Aula della Camera ha respinto con 285 voti contrari le dimissioni annunciate dal deputato di Fratelli d'Italia. Crosetto ha dichiarato di aver presentato le dimissioni "per rispetto dell'Aula, di ciascuno di voi, più che per me stesso"

La Camera dei Deputati ha respinto, con voto a scrutinio segreto, le dimissioni presentate da Guido Crosetto, parlamentare eletto nelle liste di Fratelli d'Italia. I voti a favore delle dimissioni sono stati 187, i contrari 285 e c'è stata una sola astensione.

Il deputato di FdI ha tenuto a ribadire, nel suo discorso in Aula, che "nessuno mi ha obbligato a presentare le dimissioni da deputato, non esiste nessuna incompatibilità" con altri incarichi, come quello di presidente della Federazione delle aziende italiane per l'aerospazio, la difesa e la sicurezza.

Prima che si svolgessero le consultazioni, il deputato ha dichiarato di aver presentato le dimissioni "per rispetto dell'Aula, di ciascuno di voi, più che per me stesso". "La mia è una decisione basata solo sull'opportunità, mi sono posto il problema dell'opportunità", ha aggiunto l'esponente del partito di Giorgia Meloni.

Diversi gruppi parlamentari, come il Partito democratico e Forza Italia, hanno chiesto al deputato di ripensarci. Il Movimento Cinque Stelle, invece, ha espresso una linea diversa, come dichiarato da Cosimo Adelizzi. Esprimendo il "massimo rispetto per il collega Guido Crosetto, che ha fatto chiarezza mettendo a tacere voci su presunte incompatibilità e chiarendo la sua posizione e la sua volontà di dimettersi senza pressione alcuna ma per scelta personale", i pentastellati hanno annunciato il voto favorevole "per coerenza".