La Campania dichiara guerra al cyberbullismo

Dalla Regione un fondo da 200mila euro contro i bulli della rete. Sarà istituita una "settimana regionale contro bullismo e cyberbullismo"

Cyberbullismo, la Regione Campania spenderà 200mila euro per creare un fondo contro uno dei fenomeni più inquietanti degli ultimi anni. E dopo le giornate mondiali e quelle nazionali, ecco la “settimana regionale contro il cyberbullismo”.

L’annuncio arriva direttamente da Napoli dove il consiglio regionale ha approvato all’unanimità la legge che predispone il pacchetto di iniziative che la Regione Campania ha intenzione di intraprendere per contrastare il fenomeno della violenza virtuale. Tra questi c’è l’istituzione di un fondo dedicato che sarà finanziato con la somma di 200mila euro e l’iniziativa di pagare le spese legali a favore delle vittime dei bulli della rete.

Le attività, come si legge nel sito istituzionale dell’ente campano, saranno destinate “ non solo a soggetti coinvolti in atti di bullismo tradizionale e di cyberbullismo, ma anche al personale scolastico, educatori ed operatori presso centri di aggregazione giovanile. Particolarmente innovativo il richiamo alla promozione della Per education (educazioni tra pari) sensibilizzando in particolare ad una cultura della cittadinanza digitale consapevole ossia comprensione critica dell'utilizzo degli strumenti informatici e della rete”.

Ma non è tutto perché sarà indetta, in concomitanza alla giornata nazionale anti-cyberbullismo che ricade il 7 febbraio, una settimana regionale dedicata al contrasto del fenomeno bullismo, sia virtuale che “reale”.