Caos contratti a termine: col dl Dignità oltre 8mila posti in meno

Pubblicata la relazione tecnica al decreto Dignità. Col provvedimento di Di Maio oltre 8mila posti di lavoro a rischio. Insorgono le opposizioni

Si addensano nubi nere sul decreto Dignità presentato in pompa magna dal ministro per lo Sviluppo economico Luigi Di Maio. Adesso che iniziano a uscire le cifre effettive, sembra proprio che lemisure varate dal capo pentastellato non aiutino affatto a sviluppare l'economia del Belpaese. Anzi, rischiano di affossarla mandando in fumo una caterva di posti di lavoro. Dalla relazione tecnica del provvedimento firmato ieri sera dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, e atteso ora in Gazzetta ufficiale, emerge infatti che ben 8mila persone rischiano di trovarsi disoccupate quando il loro contratto a termine sarà scaduto e non potrà essere rinnovato a seguito delle novità introdotte dal dereto.

"Forza Italia farà un'opposizione strenua ad un provvedimento sbagliato che rischia di bruciare migliaia di posti di lavoro - spiega il capogruppo di Forza Italia, Mariastella Gelmini - e che è improntato ad una logica anti impresa". Come evidenzia la relazione tecnica del decreto Dignità, il numero di contratti a tempo determinato attivati (al netto dei lavoratori stagionali, agricoli e della pubblica amministrazione e compresi i lavoratori somministrati) ogni anno è pari a 2 milioni, di cui il 4% (circa 80mila) supera la durata effettiva di ventiquattro mesi. Il numero delle persone che non riescono a trovare un'altra occupazione dopo i ventiquattro mesi è pari al 10% degli 80mila, quindi 8mila. Coloro i quali, appunto, rischiano di rimanere disoccupati poiché il dl Dignità impone una riduzione della durata complessiva del contratto a tempo determinato dagli attuali 36 mesi a 24 mesi.

Le opposizioni sono sul piede di guerra. Forza Italia ha subito promesso "un'opposizione strenua" ad un provvedimento sbagliato che rischia di bruciare migliaia di posti di lavoro. Per questo presenterà in parlamento gli emendamenti per correggere il decreto. "Di Maio - attacca Mara Carfagna - prometteva più posti di lavoro e invece candidamente ammette che il decreto Dignità li riduce". Anche il Partito democratico segue la linea di Forza Italia. "Ma non doveva essere la Waterloo del precariato? - si chiede il segretario dem, Maurizio Martina - il problema del lavoro non si risolve distruggendolo".

Commenti

INGVDI

Ven, 13/07/2018 - 17:42

Salvini, non renderti complice dei grillini per le porcate del governo.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 13/07/2018 - 18:14

Beh, certo, meglio la "piena occupazione" a condizioni da neo.schiavismo, zero diritti e sicurezza, paghe da fame... Ma voi a chi tirate la volata?

jaguar

Ven, 13/07/2018 - 18:19

Se il lavoro c'è, perché una azienda assume con contratti a tempo rinnovabili fino a 5 volte e non assume a tempo indeterminato? Evidentemente agli imprenditori fa comodo il precariato dei loro dipendenti.

paolo1944

Ven, 13/07/2018 - 18:29

Di Maio, vai a lavorare (al S.Paolo o nei campi).

Anonimo (non verificato)

Ritratto di malatesta

malatesta

Ven, 13/07/2018 - 20:06

Il dubbio viene...ma questi posti di lavoro erano necessari oppure era un pretesto per avere assunzioni agevolate?...e ancora..questi "datori di lavoro" se non assumono piu' falliranno?

Anonimo (non verificato)

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 13/07/2018 - 23:44

Di che vi lamentate ... vi sono milioni, ormai, di diversamente italiani che fanno i lavori che gli autoctoni, con la puzza al naso a forza di rimanere con il naso attaccato al tablet o sui testi scolastici, disdegnano per partito preso.

fabiano199916

Ven, 13/07/2018 - 23:49

Sbagliato, ben venga se quei 8000 posti vanno in fumo, se un datore di lavoro non è in grado di garantire un posto per 3 anni non può farlo nemmeno per due, inoltre i cosiddetti "aumenti" del decreto dignità sono cifre marginali. Andate a controllare prego.

CarlSchmidt

Ven, 13/07/2018 - 23:51

Di Maio: torna a fre il bigliettaio fuori dallo stadio !

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 14/07/2018 - 00:26

E' tutt oda vedere. Ora ci sono solo gente che spara numeri a caso, ma il segno + o - lo mette a seconda della propria fede politica. Troppo faziosi.

Popi46

Sab, 14/07/2018 - 06:19

Da sempre il “posto fisso” a vita è stato legato allo Stato, in quanto le aziende private da sempre erano vulnerabili e quindi fallibili, con tanti saluti ai dipendenti (vedi Olivetti).Poi sono intervenuti da un lato la tecnologia che ha reso inutili diverse tipologie di lavoro, dall’altro la globalizzazione che ha provocato una pesante competizione verso il basso nel mondo dei lavoratori dipendenti. Questo problema si risolve con le assunzioni a tempo indeterminato? Ridicolo.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 14/07/2018 - 08:41

Questi sono i primi risultati della realpolitik GRILLESCA, doppo il fondo del barile cé solo da raschiare e sfondarlo poi..... la miseria totale. BE NE, BRAVI grilli saputi, pieni di utopie ( lo sapete cosa sono le utopie? ) ..State facendo terra bruciata

flip

Sab, 14/07/2018 - 08:51

imprenditori. a questo punto robotizzate la fabbrica ed informatizzate gli uffici.con 3-4 parenti mandate avanti l'industria.costa meno e non avete i sindacati a rompere e non create stress ai dipendenti. e dimaio è servito.

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 14/07/2018 - 10:38

IMPRESE..20.000 fallite perche' lo stato non paga oppure paga in ritardo..ultimo caso quello di DE GIUSEPPE.Gli imprenditori vedono lo stato come un nemico per cui preferiscono non rischiare.Le assunzioni a tempo determinato (forse preferirebbero quelle con contratto ad-libitum) ne sono anche una logica conseguenza. La ditta in cui lavora mio figlio conta circa 20 dipendenti, tutti a tempo indeterminato.Da sempre..Ma non lavora per lo stato.

flip

Sab, 14/07/2018 - 11:21

Malatesta. gli imprenditori, a credito dello Stato, non pagassero l'iva e le tasse, poi ne riparleranno. o meglio, non assumessero ordini o contratti con lo Stato. il rischio per l'insolvenza è troppo alto. Però lo Stato ed i vari enti l'iva della fattura la pagano subito.Per questo C'è una procedura specifica.

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 14/07/2018 - 14:36

flip...ascolta..facciamo lo stesso per gli statali..contratto ghigliottina come i contratti a termine...tutti Liberi e Uguali dunque, proprio come vuole la sinistra..poi vediamo che succede.Il maggior contestatore di questo provvedimento e' STRANAMENTE Berlusconi, cioe' Mediaset, cioe' 99% di dipendenti a tempo indeterminato..e Mediaset va alla grande,macina uova d'oro come il grano, e lo STRAMERITA.

Ritratto di malatesta

malatesta

Sab, 14/07/2018 - 14:40

P A L L E...A S T R O N O M I C H E..

flip

Sab, 14/07/2018 - 17:13

malatesta.anche altri sono come Mediaset.guarda De Benedetti. Comunque è un discorso che non ha senso.Se si può non bisogna lavorare "onestamente" per lo Stato. ungere,ungere,ungere....