Il carabiniere: "Io trasferito perché ho testimoniato"

Un videoappello per denunciare le «conseguenze tutte negative» subite per avere testimoniato nel processo per la morte di Stefano Cucchi, il trentenne romano morto a Roma, nel carcere di Regina Coeli, il 22 ottobre 2009. Lo ha postato su facebook Riccardo Casamassima, l'appuntato dei Carabinieri che a suo dire avrebbe pagato a caro prezzo il fatto di avere accusato alcuni suoi colleghi di avere pestato probabilmente a morte il geometra romano. Nel video Casamassima, che si rivolge al presidente del consiglio e a i vice Matteo Salvini e Luigi Di Maio, sostiene di essere stato demansionato e trasferito e si non essere stato difeso da nessuno, nemmeno dai rappresentanti del Cocer e del Cobar, sorta di sindacati militari. «È inammissibile - conclude - che in una istituzione come l'Arma dei carabinieri se denunci qualcosa ti devi trovare a subire trasferimenti, punizioni e vessazioni».

Commenti

killkoms

Mer, 20/06/2018 - 09:54

obbedir non tacendo?

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 20/06/2018 - 10:26

maaahhh.. perché non ti sei rivolto ar conte,la ministra della difesa nonché santa elena dei boschi??

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 20/06/2018 - 11:39

aaaahh, non lo fanno solo con i cittadini!

Susy64

Mer, 20/06/2018 - 21:32

Come ho detto anche su di me e Alfano con Minniti...mi hanno fatto di tutto...chissà che con Salvini cambi qualche cosa...aspetto di parlare con un sottosegretario o un ministro...il mio...Susy64